Torna su ▲
Avvento 2016
Idee Regalo

Scopri il Segreto della Guarigione - Introduzione...

Il ritorno dell’antico sapere. Leggi l'introduzione dell'autore.

Scopri il Segreto della Guarigione - Introduzione del LIBRO di Joachim Faulstich

Ogni essere umano ha dentro di sé due personalità: una parla con la voce della ragione, l'altra con quella del sentimento. La rappresentante della ragione non si stanca di spiegare di essere disposta a credere solo a ciò che ha visto direttamente. La rappresentante del sentimento è pronta a correre un rischio maggiore: crede a ciò con cui si sente in sintonia, anche quando tutte le apparenze sembrano opporsi.

La ragione si considera la parte migliore dell'individuo, poiché provvede a farci funzionare nella quotidianità e a non mancare il bersaglio; tuttavia non può solo riferirsi a ciò che ha verificato direttamente: sarebbe un'area troppo limitata. Per questo la ragione si fida della scienza, e precisamente di quella parte che al momento sembra incontestabile. In tal modo spera di evitare errori, ma soprattutto non corre il rischio di assumere il ruolo dell'outsider e magari di essere derisa, perché così facendo non si discosta dalle convinzioni della maggioranza.

Il suo polo opposto è disposto a continuare a sperare e ad aver fiducia anche quando la ragione ha già preso una decisione. Questa parte della personalità vive in un altro mondo, nel quale ciò che conta non è la somma dei fatti, ma la visione globale.
Entrambe le personalità hanno il loro particolare valore, e sarebbe sbagliato attribuire più importanza all'una o all'altra dato che sono complementari, pur entrando spesso in concorrenza fra loro. È come se la stessa persona guardasse contemporaneamente in due direzioni: entrambe esistono, quindi tutt'e due sono vere, solo che esprimono la verità in maniera diversa.

Nella medicina questi due aspetti vengono rappresentati da due poli opposti che nella storia si sono combattuti per secoli, se non per millenni. Le loro concezioni di malattia e salute, e dei processi reconditi all'interno del corpo e dell'anima, sembrano inconciliabili, e a volte questo contrasto assume il carattere di una guerra di religione, anche se gli interessati non vogliono. A un primo sguardo il loro linguaggio e il loro pensiero non potrebbero essere più diversi.

Florian Holsboer, neuroscienziato e medico, da vent'anni direttore dell'Istituto di psichiatria Max Planck di Monaco di Baviera, cerca in tutte le malattie, anche quelle psichiche, un fattore scatenante comprensibile sul piano biologico. Vorrebbe quindi scoprire una "formula universale" per l'esplorazione dell'anima che consenta di misurare con precisione tutti i disturbi, per poi esercitare su di essi un'azione mirata con i farmaci adatti. La sua concezione della realtà psichica è quella della biochimica, ragion per cui diffida delle teorie che cercano la causa delle malattie nelle esperienze traumatiche e le vogliono guarire anche su quel piano: «Prima la colpa dell'ulcera era della suocera e andava ricercata nell'infanzia, poi si è trovato un batterio », dice. E giunge alla conclusione provocatoria: «In linea di principio il vissuto soggettivo non è qualcosa di diverso dai reumatismi o dal diabete».

Invece Maria Sabina – guaritrice india del Messico divenuta famosa decenni fa per via del suo stretto contatto con Albert Hofmann, pioniere della ricerca farmaceutica e scopritore dell'LSD – considerava tutte le malattie come conseguenza di eventi spirituali. La donna, come gli sciamani di ogni cultura, guariva in uno stato alterato di coscienza che raggiungeva grazie all'assunzione di funghi allucinogeni da lei chiamati "niños santos", i bambini santi.

«I niños santos guariscono le ferite aperte e le ferite dello spirito. È lo spirito che fa ammalare. I niños mi mettono in condizione di avere una visione completa. Posso tornare con lo sguardo fino all'origine, posso andare là dove il mondo ha avuto inizio... Prima di cominciare la seduta chiedo il nome dell'ammalato. Così cerco la malattia e opero la guarigione... Le mie parole costringono la malattia a venir fuori... Guarisco con il linguaggio, con nient'altro...».

Le parole della guaritrice mazateca sembrano inconciliabili con l'immaginario dello psichiatra tedesco. Per la ragione le immagini della sciamana non sono altro che fantasticherie, mentre nel giudizio dello psichiatra il sentimento vede l'espressione di una concezione del mondo tecnica e avulsa dalla realtà. E così le due parti della nostra personalità sono insperatamente concordi nel richiedere una decisione: se una cosa è vera, l'altra dev'essere falsa.

Scegli una delle due verità. Ma questa richiesta è palesemente unidimensionale e ignora la possibilità che entrambi i punti di vista possano illuminare di volta in volta solo un dettaglio dell'intero, che addirittura l'atto stesso dell'osservare la realtà possa influenzarla o perfino plasmarla.

Nella fisica quantistica, le cui scoperte non sono ancora entrate nel pensiero attuale, questa inseparabilità di osservatore e osservato è da tempo un dato di fatto scientifico: siamo parte della realtà e non il suo osservatore oggettivoNiels Bohr, uno dei pionieri di questa scienza tuttora nuova, negli anni della scoperta al principio del XX secolo amava raccontare questa storiella ai suoi colleghi: nei pressi della sua casa delle vacanze abitava un uomo che aveva appeso un ferro di cavallo sopra la sua porta di ingresso, oggetto che secondo l'antica credenza popolare dovrebbe portare fortuna. Un conoscente aveva chiesto con stupore al possessore di quell'oggetto magico se davvero fosse così superstizioso. «Naturalmente no», aveva risposto l'uomo, «ma si dice che funzioni anche se non ci si crede».

La storiella mostra un atteggiamento che esprime una terza via, quella dell'apertura critica e nel contempo ludica: anche se la ragione sembra essere contraria, l'uomo non vuole rinunciare agli effetti forse benefici di questa azione magica. Comportandosi in questo modo rimane assolutamente ragionevole, perché acquisisce una possibilità in più, senza perdere nulla.

Questo libro descrive lo stesso percorso: affronta con rispetto sia la parte razionale sia quella magica della nostra personalità e dà voce a entrambe. Il futuro della medicina non è nel ritorno ai tempi del pensiero esclusivamente magico o mitico, ma nemmeno nella distruzione di questo pensiero a favore di uno spietato razionalismo: è invece nell'integrazione di queste due forme di percezione.

E con questo non si intende una serie di poco convinti negoziati di pace in cui ogni parte lascia apparentemente all'altra il diritto di esistere senza accettarla davvero o quanto meno capirla, ma di un pensiero diverso che collega in maniera nuova le due modalità di comprensione della realtà, che sta al di sopra dei due atteggiamenti e da questa prospettiva elevata percepisce più di quanto fosse possibile in precedenza.

Jean Gebser ha dato il nome di "coscienza integrale" a questo pensiero modificato, un atteggiamento di apertura nei confronti di tutte le correnti di pensiero, da cui a poco a poco nasce una nuova percezione della realtà che è un'autentica evoluzione e non un compromesso zoppicante.

In ambito medico, negli ultimi anni medici e naturopatipsicoterapeuti e guaritori, specialisti e profani hanno cominciato a porre fine alla lotta dei sistemi e a conciliare gli antichi avversari. Per il momento si tratta di singoli individui, ma a lungo andare essi potrebbero cambiare la concezione medica del mondo e riportare nella medicina quell'umanità di cui così tanti pazienti lamentano la scomparsa.

In ogni parte del mondo questi pionieri di una medicina più completa cercano le radici sepolte di un'arte terapeutica in cui corpo e anima siano legati in maniera inscindibile. Vanno a scuola dagli sciamani, imparano dai medici cinesi, fanno esperimenti con la trance terapeutica. I primi ospedali cominciano a formare gli infermieri nell'arte dell'imposizione delle mani, e sono sempre più numerosi gli ambulatori in cui i guaritori lavorano insieme ai medici tradizionali. Costoro non si accontentano più di eliminare i sintomi, ma cercano la guarigione completa, il recupero di uno stato di equilibrio da parte di corpo, mente e anima.

Dal loro punto di vista, i guaritori sono soltanto degli accompagnatori che sostengono i pazienti nel loro percorso. Per questo i guaritori sono alla ricerca di tutte le risorse che una persona ha a disposizione sul cammino del recupero dell'interezza, ossia della guarigione nel vero senso della parola. E queste energie fondamentali le trovano nel viaggio verso l'interno, verso l'eredità del passato, presente in ogni individuo, anche se a livello inconscio.

A un'osservazione più attenta, si vede che la mente è composta da stati completamente diversi, che vanno dalla coscienza vigile attiva ai sogni, passando per tutti gli stadi della contemplazione meditativa, e poi oltre ancora, fino agli strati di coscienza del tutto ignoti alla coscienza vigile, che affiorano in superficie solo di rado e comunque in modo criptico. Ma laddove si trovano i ricordi dei nostri antenati arcaici, come parte del nostro presente sono assopite forze misteriose con cui metodi nuovi e a volte vecchi di millenni entrano in risonanza per ridestarle a beneficio dei pazienti.

Con la loro coscienza razionale, gli esseri umani hanno compiuto grandi progressi, anche nel campo della medicina, ma hanno quasi dimenticato le loro forze nascoste. È rimasta solo una vaga idea dell'antico incanto della magia, con cui soprattutto i bambini hanno ancora piena dimestichezza, finché le domande ironiche degli adulti e poi anche dei coetanei non suggeriscono loro di rivolgersi al moderno incantesimo del tecnicamente possibile. A quel punto i bambini imparano a dominare il mondo con la ragione, ma perdono la capacità di comprenderlo a livello intuitivo e di sentirsi parte di una realtà più vasta.

Questo libro si propone di recuperare una parte di quella magia e rendere utilizzabile una grande fonte di guarigione. Non va inteso come un attacco alle conquiste indubbiamente importanti della medicina moderna, alle quali oggigiorno a ragione nessuno vuole più rinunciare. Le scoperte delle neuroscienze tuttavia dimostrano che i metodi antichi e i relativi miti e idee contengono più realtà di quanto vorrebbero i sostenitori di una "medicina rigorosamente razionale".

Per motivi assolutamente razionali mi esprimo a favore di una cauta apertura al non-razionale, un piano dell'anima che vive soprattutto in immagini e storie, in quello che io chiamo "il magico".  Qualcosa di inafferrabile, complesso e non misurabile si accinge a far ritorno nella medicina. Oggi ne è già un elemento di integrazione e forse si rivelerà addirittura indispensabile quando si tratterà di permettere la guarigione costante, l'equilibrio di tutte le forze, l'armonia.

È questo lo stato a cui in definitiva aspira la maggior parte delle filosofie, una condizione in cui non ci si pone più la domanda sul significato, poiché tutto è presente. In questo senso la guarigione ha anche qualcosa a che fare con la ricerca del significato, e così questo libro tocca non solo il piano della scienza, dell'essenza della razionalità, ma anche quello del sentimento.

 

Joachim FaulstichTorna su Torna suDisponi gli articoli a grigliaDisponi gli articoli a lista

Joachim Faulstich

Joachin Faulstich, scrittore e autore di documentari televisivi, si occupa da più di vent'anni di temi legati alla ricerca della consapevolezza e alla medicina alternativa. L'autore non mira allo scontro tra medicina  convenzionale e alternativa, ma alla loro integrazione a vantaggio del paziente.

 

I vostri commenti - Scrivi un commento!

Nessun commento presente

Scrivi un commento!

Articoli correlatiTorna su Torna suDisponi gli articoli a grigliaDisponi gli articoli a lista

Scopri il Segreto della Guarigione - Libro

Antiche e nuove conoscenze per ritrovare la salute

Joachim Faulstich

(2)
€ 8,25 € 16,50 (-50%)
Disponibilità: 3 giorni

Libro - Macro Edizioni - Novembre 2011 - Corpo, mente e spirito

La medicina è ad una svolta? Metodi ancora ignorati fino a pochi anni fa, perché ritenuti non scientifici, vengono per la prima volta apprezzati, per il semplice fatto che sembrano funzionare. Cliniche universitarie... scheda dettagliata

Possiamo aiutarti?

assistenza clienti

I nostri operatori sono a tua disposizione per assisterti.

 

Assistenza Clienti

NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra newsletter e ricevi sconti, promozioni e novità direttamente nella tua casella di posta.

Guadagna subito +50 PUNTI per i tuoi futuri acquisti e premi.



COMMUNITY

Seguici su Facebook
Ti Piace Macrolibrarsi?
Se ti piace clicca su:
   

I LIBRI PIU' VENDUTI

 

SPECIALI