Torna su ▲

Schiavi per propria volontà

Leggi un estratto dal libro di Galina Shatalova "Il Metodo di Guarigione Naturale"

Schiavi per propria volontà

La salute è un bene prezioso. Chi è più libero di una persona sana? Chi sta bene ha il mondo in pugno, è pieno di forza, proiettato nel futuro e pronto a realizzare i progetti più ambiziosi. Gli riesce facile realizzare la sua vita secondo i propri piani, senza preoccuparsi delle circostanze, e aggirare le eventuali difficoltà che possono sorgere lungo il cammino.

La salute è una categoria comune a tutta l’umanità. Non conosce distinzioni di classe o di corporazione, né confini tra nazioni, governi e blocchi diversi. Non ammette stereotipi ideologici né dogmi religiosi.

La salute è un ospite gradito sia nell'umile stanza del povero sia nella reggia sfarzosa del ricco. Un ospite che si cerca di compiacere in tutti i modi nel tentativo di trattenerlo con sé il più a lungo possibile.

Perché, allora, l’umanità degenera? Perché l’aumento dei costi del servizio sanitario è visto come un dato positivo, come uno dei parametri più importanti in un’organizzazione socialmente equa? Perché le malattie croniche sono diventate nostre compagne di viaggio inseparabili contro la nostra volontà?

Perché le persone disabili dall'infanzia si contano a milioni, mentre il mercato delle sedie a rotelle è diventato un business redditizio che non teme crisi di sovrapproduzione?

La risposta è sotto gli occhi di tutti: solo ed esclusivamente perché noi, di nostra spontanea volontà, abbiamo trasformato la salute in merce di scambio con cui paghiamo cambiali rilasciate dai nostri antenati, nonché debiti contratti personalmente.

Credevamo di essere dèi e di poterci astenere dal nostro percorso terreno. Abbiamo attribuito al progresso tecnico un carattere univoco e mostruoso, e questo ci ha ripagati con la nostra stessa moneta: ci ha privato della ragione e della memoria fornitaci dalla natura, ha assopito il nostro istinto di autoconservazione, ci ha rammolliti, ha ucciso la nostra voglia di vivere, ha quasi trasformato la nostra debolezza fisica in un segno di spiritualità.

Siamo diventati volontariamente schiavi del nostro stomaco, fedeli servitori e contribuenti mansueti. Ci siamo scordati del fatto che abbiamo iniziato la ripida scalata evolutiva come carnivori, mentre l’intera struttura del nostro organismo è rimasta tarata sul consumo di alimenti di origine vegetale. Questo è il marchio indelebile impresso sul permesso di soggiorno che la natura ci ha rilasciato. Può darsi che il consumo di proteine animali abbia accelerato lo sviluppo del nostro apparato intellettuale, facendoci risparmiare tempo, ma la natura ci ha costretti a pagare per questo con la salute e la libertà personali.

Nella storia dell’umanità non è mai esistito, e non esiste tuttora, un sistema sociale che non sfrutti la dipendenza dell’essere umano dalla quantità e qualità del cibo disponibile, che non trasformi in un simbolo di potere il privilegio di mangiare quello che gli altri non possono. Eppure la vita, ineguagliabile maestra di paradossi, ha fatto in modo che sia gli oppressi sia gli oppressori si ritrovassero incatenati nello stesso meccanismo di servile devozione nei confronti dei propri gusti e abitudini.

Come medico, ma anche come persona, sono assolutamente contraria alla violenza, in tutte le sue forme; per questo evito di utilizzare parole quali “obbligo” e “dovere”. Il mio unico sogno è di restituire l’essere umano a se stesso, aiutarlo a diventare così come la natura lo ha ideato e plasmato. Non mi sono rivolta alle persone con prediche accusatorie, proclami demagogici o slogan, e nemmeno con auguri buonisti, ma con un Metodo reale, concreto e teoreticamente fondato che riassume in sé l’esperienza plurisecolare dell’umanità, collaudato nella pratica e che ha portato guarigione e salute a una serie di individui che la medicina tradizionale aveva già dato per spacciati. Non vi è nulla di mistico in questo Metodo e non si richiedono all'individuo qualità soprannaturali, né preparativi lunghi e complessi, ma soltanto buonsenso e forza di volontà.

Il Metodo di Guarigione Naturale

Il Metodo di Guarigione Naturale

La salute è un bene prezioso. Chi è più libero di una persona sana? Colui che sta bene ha il mondo in pugno, è pieno di forza, proiettato nel futuro e pronto a realizzare i propri progetti più ambiziosi. Ma perché allora l’umanità degenera? Perché l’aumento dei costi del servizio sanitario è visto come un dato positivo, come uno dei parametri più importanti in un’organizzazione socialmente equa? Perché le malattie croniche sono diventate nostre compagne di viaggio inseparabili?

L’intento dell’autrice, come medico e come persona, è quello di restituire l’essere umano a se stesso, di aiutarlo a diventare così come la natura lo ha ideato e plasmato. Per questo ha creato un metodo di guarigione naturale, concreto e teoreticamente fondato, che riassume in sé l’esperienza plurisecolare dell’umanità, che ha portato guarigione e salute a tante persone che la medicina tradizionale aveva già dato per spacciate. Non vi è nulla di mistico in questo metodo e non si richiedono all’individuo qualità soprannaturali, né preparativi lunghi e complessi, ma soltanto buonsenso e forza di volontà.

L’autrice sostiene che l’essere umano è progettato per vivere almeno 150 anni, ma le abitudini attuali lo fanno invecchiare già a 60 anni. Con questo metodo naturale di guarigione, fondato su un’alimentazione vegetale, esercizi di respirazione, attività fisica e nuove abitudini quotidiane per temprare il fisico, saremo in grado di garantirci longevità, benessere psicofisico e tanta salute.

Acquista ora

 

Galina ShatalovaTorna su Torna suDisponi gli articoli a grigliaDisponi gli articoli a lista

Galina Shatalova

Medico chirurgo, Galina Šatalova (1916 - 2011) ha esercitato la sua professione persino sul campo militare. Ha insegnato nell’Istituto di Perfezionamento per medici e, a partire dal 1961, ha assunto la guida del dipartimento per la selezione e la preparazione dei cosmonauti presso l’Istituto di Ricerche Spaziali dell’Accademia delle Scienze dell’URSS.

Galina ha raggiunto la fama internazionale grazie al proprio lavoro. Si è sempre occupata dell’organizzazione di attività informative e pedagogiche, con l’obiettivo di far comprendere alle persone un senso di responsabilità nei confronti della propria salute, indispensabile per il raggiungimento di una longevità creativa. Galina ha studiato le tecniche psicoterapeutiche antiche e moderne, ma si è anche interessata ai rimedi più efficaci della medicina popolare.

In breve, il metodo di guarigione naturale da lei inventato si basa sul trattamento dei malati senza l’impiego di medicinali sintetizzati chimicamente. Studi scientifici postumi ne hanno certificato l’efficacia.