Torna su ▲

Prefazione - Un Corso in Miracoli Semplice - Libro...

Leggi un'anteprima del libro "Un Corso in Miracoli Semplice"

Prefazione - Un Corso in Miracoli Semplice - Libro di Alan Cohen

"Vuoi sapere quanto ci vuole a strappare Un corso in miracoli e a buttarlo nell'oceano?" Così scrisse un tizio a Saul Steinberg della Coleman Grafics, il primo editore di Un corso in miracoli (UCIM). Saul mi stava mostrando il magazzino, pieno di piccole scatole di cartone impilate in cataste alte fino al soffitto, ciascuna delle quali conteneva i tre spessi libri blu a copertina rigida che costituivano la forma originale del Corso. "Sei mesi dopo la stessa persona mi scrisse una nuova lettera, chiedendomi di inviargli, per favore, un'altra copia del libro."

Scoppiammo entrambi a ridere: questa storia non ci era nuova.

Tutti quelli che cominciano il Corso provano confusione e resistenza interiore.

Quante volte ho sentito dire: "Ho comprato il libro un po' di tempo fa, ho letto qualcosa qua e là, ma non sono riuscito a capirlo. Ho cominciato a fare gli Esercizi, però poi ho smesso. So che il Corso è potente e potrebbe cambiarmi la vita, ma ho delle difficoltà ad applicarmici. Spero di riprenderlo prima o poi." Un mio studente mi confessò: "Ho aperto il libro per la prima volta da quando l'avevo acquistato e tra le pagine è spuntato lo scontrino... aveva la data di dieci anni fa!". Robert Holden, autore e insegnante, con una battuta disse che "Un corso in miracoli è l'unico libro acquistato da milioni di persone ma letto da poche".

Perché un insegnamento così potente, capace di guarire e trasformare la vita nelle questioni più importanti, crea tante difficoltà? Perché una realtà così semplice sembra tanto astrusa, criptica e mistificatoria?

Secondo l'ego Un corso in miracoli è troppo difficile da capire. Troppo lungo e complicato. Troppo cristiano. Non abbastanza cristiano. Troppo psicologico: sembra una seduta di psicoterapia. Perché non c'è mai il pronome femminile "lei"? Non ho tempo, ho troppo da fare al lavoro. È scritto troppo in piccolo. Le pagine sono troppo sottili, ricordano la Bibbia. Ho già seguito un seminario di Tony Robbins. Il cane ha mangiato il Libro degli Esercizi. Sono troppo stressato per concentrarmi. Lo leggerò quando i ragazzi saranno all'università. Alcune frasi sono insulti belli e buoni. Aspetterò che esca il film. Come faccio a sapere che la psicologa che l'ha scritto non si è semplicemente inventata tutto? Vorrei solo che fosse più facile.

Paradossalmente, Un corso in miracoli è già facile. Si potrebbe dire che è la cosa più facile del mondo, perché proviene da una fonte che si trova ben al di là delle complicazioni che il mondo impone. In ultima analisi, l'amore, la guarigione e un perdono autentico sono ben più semplici del dubbio, della preoccupazione, delle difficoltà di relazione, dei problemi economici, della fatica di capire come riparare tutto quello che si è rotto. Lasciar andare è molto più semplice che restare tenacemente attaccati, la fiducia dà molta più forza della resistenza.

Un corso in miracoli è la risposta definitiva alla domanda: "Quanto potrebbe essere semplice la mia vita?".

Il viaggio della vita non dovrebbe essere una lotta. Tutte le difficoltà nascono quando l'incubo della paura si sovrappone alla presenza dell'amore. Un passaggio poetico del Capitolo 14, sezione VI del Testo descrive quanto può essere facile il nostro cammino se glielo permettiamo:

Quando avrai imparato a decidere con Dio, tutte le decisioni diventeranno facili e giuste come respirare. Non ci sarà sforzo e verrai condotto dolcemente come se venissi portato lungo un tranquillo sentiero in estate.

Lo scopo del presente libro è aiutarti a intraprendere questo cammino di facilità. Renderemo più accessibile Un corso in miracoli, trasformando i suoi principi elevati e complessi in strumenti pratici e semplici da capire, per permetterti di applicare le sue verità e migliorare la tua vita. Voglio risolvere ogni tuo dubbio sul Corso in miracoli, rendere chiara la sua apparente densità di concetti, spiegare le sue verità elevate, per dimostrarti la sua semplicità.

Un corso in miracoli è, molto semplicemente, una mappa per uscire dall'inferno.

La Lezione 97 del Libro degli Esercizi ci spiega che, mettendo in pratica questo insegnamento, si possono risparmiare più di un migliaio di anni di difficoltà. Se questo libro riuscirà a fartene risparmiare anche di più, il nostro tempo assieme sarà ben speso.

Puoi trarre beneficio da questa lettura sia che tu stia studiando il Corso in miracoli e voglia capirlo meglio, sia che tu non l'abbia mai studiato o messo in pratica, sia che tu non sia mai stato intenzionato a leggerlo. Personalmente ti consiglio di esaminare il Corso, ma se non lo farai, potrai coglierne l'essenza qui. Carpire almeno un barlume di quello che UCIM ha da offrire è già una benedizione.

L'avventura in cui stiamo per tuffarci insieme potrebbe essere la più importante della tua vita. Disfiamoci di ciò che ti fa soffrire e troviamo sollievo dalle folli complicazioni del mondo. Dissolviamo le illusioni che ti hanno costretto a nascondere la tua grandezza e riveliamo la verità che ti permette di mostrare il tuo autentico splendore. Ricordiamo cosa rende la vita degna di essere vissuta e lasciamo che tutto il resto torni al nulla da cui è venuto.

Il mio commino con il Corso

Una fredda sera d'inverno sedevo alla mia scrivania a fissare la scatola di cartone marrone appena giunta per posta. Cercavo di immaginarne il contenuto, ma non ci riuscivo. Sapevo solo che era importante. Eppure non avevo idea che quel contenuto sarebbe stato decisivo per la mia vita e per quella di milioni di persone.

Sentivo parlare di Un corso in miracoli da un anno: avevo visto i poster sulle bacheche e colto per caso qui e là brani di conversazione al riguardo. Ero sul cammino di crescita personale da parecchio tempo e avevo visto troppe campagne promozionali e troppi ciarlatani.

Il titolo spegneva il mio interesse. Un corso in miracoli. Era l'ultima trovata New Age che prometteva poteri magici a un gruppo di ingenui? O un culto che attirava anime perse per rimpinguare le casse di un guru lontano? Non volevo avere niente a che fare con la magia di basso livello. Un altro fenomeno da baraccone metafisico non mi attirava per niente.

Poi mi cadde l'occhio su un articolo della rivista "Psychology Today". Un'illustrazione scadente mostrava tre libri dorati che, dal cielo, scendevano verso un uomo che camminava per strada. Nonostante la grafica dozzinale, lessi l'articolo. Con mia grande sorpresa, mi colpì. Il Corso non era quello che avevo creduto. Sembrava più spirituale che materiale, più incentrato sulla consapevolezza che sull'acquisto di oggetti. Alla fine della lettura, sentii l'impulso di procurarmene una copia, più una sensazione di pancia che una decisione razionale. Ora so che quella voce interiore è ciò che il Corso chiama "Spirito Santo". Ma ai tempi non sapevo come definire quella guida. Sapevo solo che volevo scoprire che cosa c'era dietro la copertina di quei libri.

Poi veniva la questione del prezzo: quaranta dollari più le spese di spedizione. Nel 1980, quaranta dollari erano una bella cifra per me. Vivevo in una stanza in affitto nell'appartamento di un amico, praticavo yoga, suonavo la chitarra e ascoltavo audiocassette sulla crescita personale. Svolgevo qualche lavoretto part time che mi aiutava a pagare i centocinquanta dollari d'affitto mensile. Ero soddisfatto. Mi servivano proprio tre libri da quaranta dollari? Oggi mi viene da ridere davanti a quella esitazione: quei quaranta dollari si sono dimostrati il miglior investimento della mia vita.

Aprii la scatola marrone e tirai fuori il primo volume, con la parola "Testo" impressa a caratteri dorati sulla copertina blu, scura e ruvida. Lessi l'introduzione:

Nulla di ciò che è reale può essere minacciato.
Nulla di irreale esiste.
In questo si trova la pace di Dio.

Mentre leggevo, una sorta di forza scaturì dalle pagine del libro e mi inghiottì, come se avessi aperto una porta su un'altra dimensione. Non capii appieno il passaggio, ma l'energia che emanava dal libro era quasi irresistibile e stimolava la mia anima in una maniera che non avevo mai provato prima. Chiusi il libro, cercando di assimilare quelle parole. Mi trovavo davanti a una bella impresa...

Dopo tanti anni da quel momento. Un corso in miracoli mi è diventato più caro, ha acquistato ancora più significato ed ha rappresentato un aiuto pratico nella mia vita. Non posso dire di essere stato il miglior studente del Corso. Troppo spesso la mia resistenza ha avuto la meglio, mi sono arreso alla paura più volte di quanto mi vada di riconoscere e sono stato lento a mettere in pratica le lezioni. Eppure, quando lo faccio, provo un profondo conforto nell'anima e nella mia vita accadono autentici miracoli. L'ambito di azione e la profondità del Corso sono infiniti. Ogni giorno ho l'impressione che il passaggio o la lezione che sto leggendo siano stati scritti apposta per me.

Il Corso è vero. Funziona. È un dono di Dio.

Applico il Corso da quasi trentacinque anni, ma in tutto questo tempo non l'ho mai insegnato e non ne ho scritto in maniera diretta, preferendo che fossero i miei libri e le mie lezioni a essere pieni di quei principi. Negli ultimi anni, tuttavia, ho avuto modo di apprezzare sempre di più il valore inossidabile del Corso. Molti metodi che favoriscono la crescita spirituale e personale nel tempo vengono abbandonati o perdono centralità. Per me, invece, l'importanza e la potenza del Corso hanno continuato ad aumentare. Indipendentemente dai percorsi che ho intrapreso poi e dagli altri insegnanti che hanno attratto la mia attenzione, continuo a tornare al Corso in miracoli. Secondo me, la sua filosofia e il suo scopo superano tutti gli altri metodi che ho sperimentato.

Oggi, il desiderio di diventare un esperto del Corso è così forte da occupare il primo posto nella mia vita e nel mio lavoro. Il Corso dice che insegnando quello che vogliamo imparare, lo impariamo. Anche se spero e credo che questo libro ti sarà molto utile, sto scrivendo per consolidare e accrescere la mia stessa conoscenza di Un corso in miracoli.

Nelle prossime pagine ti racconterò diverse storie vere che rivelano la profonda influenza che UCIM ha avuto sulla mia vita e su quella di altri.

Per quanto alcuni studenti si lamentino del fatto che il Corso sia troppo fuori dal mondo, in base alla mia esperienza personale, invece, posso dire che esso arriva al centro della vita sulla Terra, raggiungendo a volte i luoghi più oscuri della sofferenza umana, per trasformarci lì dove siamo, perfino nel bel mezzo della nostra terribile fragilità umana.

Che tu sia in un momento di grande dolore o che la tua vita vada bene e desideri migliorarla, spero che le pagine che seguono ti stimolino a raggiungere un livello più alto di risveglio e guarigione. Le circostanze della mia storia personale possono essere uniche, ma non il tema di fondo.

Ci siamo persi tutti e tutti stiamo cercando la strada di casa. Non è un caso che Un corso in miracoli abbia catturato la tua attenzione proprio in questo momento. Che tu finisca per studiarlo approfonditamente o che ne estragga anche solo un concetto o che ti capiti di sentire di Un corso in miracoli e cominci a considerare la possibilità che i miracoli esistono e possono accadere anche a te, c'è un motivo per cui tu e il Corso vi siete incontrati.

Adesso scopriamo qual è...

Un Corso in Miracoli Semplice

Un Corso in Miracoli Semplice

Un Corso in Miracoli, il sistema per chi studia mente e spirito e che insegna come amare e perdonare, ha catturato le menti e i cuori di milioni di persone.

Eppure molti appassionati riferiscono difficoltà nella comprensione dei suoi principi o nel restare al passo con le lezioni che offre. Così, nonostante desiderino fortemente la liberazione spirituale offerta dal Corso, i lettori accantonano il libro, sperando di riaprirlo un giorno.

Alan Cohen, studioso e insegnante da più di trent’anni, prende le idee generali del Corso e le spiega in modo pratico ed efficace nei 22 capitoli, concisi e di facile comprensione, che compongono questo libro. Illustrando esempi e storie avvincenti, e offrendo applicazioni pratiche nella vita di tutti i giorni, questa guida unica e diretta si rivela uno prezioso strumento sia per gli appassionati del Corso in Miracoli sia per chi non lo conosce, ma vuole beneficiare dei suoi principi fondamentali.

Un corso in miracoli... semplice ti aprirà le porte della comprensione del Corso e ti permetterà di usarne i principi per creare risultati immediati nella tua vita.

Acquista ora

 

Alan CohenTorna su Torna suDisponi gli articoli a grigliaDisponi gli articoli a lista

Alan Cohen

Alan Cohen ha scritto molti best seller, tradotti in 23 lingue. Collabora con Jack Canfield (maestro di The Secret) alle serie di grande successo Brodo caldo per l'anima e Una tisana calda per l'anima. Tiene seminari nel campo della crescita personale, della salute olistica, delle relazioni personali e dell'equilibrio tra lavoro e vita.

Guida i famosi Life Mastery Training in tutto il mondo ed è il fondatore di All About U., un istituto dedicato all'apprendimento superiore. E' membro onorario dell'Omega Institute for Holistic Studies. Spesso ospite di programmi televisivi e radiofonici, vive a Maui, nelle Hawaii, dove tiene ritiri sull'arte di vivere.