Torna su ▲

RICEVI L'OMAGGIO DI OGGI SE ACQUISTI ENTRO: ORE MIN SEC

Avvento 2016
Idee Regalo

Prefazione di "Cibo per la Pace" Libro di Will...

Leggi in anteprima le pagine iniziali del libro di Will Tuttle "Cibo per la Pace"

Prefazione di "Cibo per la Pace" Libro di Will Tuttle

I NOSTRI PASTI: LA CHIAVE NASCOSTA DELLA CONOSCENZA

Questo libro è un tentativo di far luce sulla storia della nostra cultura e di esporre le questioni essenziali per una comprensione più profonda e vitale del nostro pianeta.

La chiave sta nel capire implicazioni di vasta portata delle nostre scelte alimentari e la visione del mondo che esse riflettono e ricreano allo stesso tempo.

A prima vista, potrebbe sembrare improbabile che una chiave tanto potente corrisponda al ruolo scontato che il cibo occupa nella nostra cultura. Ma se riflettiamo con maggiore attenzione, ci rendiamo conto che ciò che a livello culturale ci accomuna è profondamente influenzato da come concepiamo il cibo, oltre che dalle nostre convinzioni e abitudini. I nostri pasti hanno incredibili e inaspettate conseguenze sociali, psicologiche, spirituali, che si ripercuotono su tutti gli aspetti della vita.

In realtà, il cibo è il legame più intimo e significativo con l'ordine naturale e con la nostra eredità culturale. Cibarsi delle piante e degli animali significa letteralmente «incorporarli», ed è attraverso questo gesto che condividiamo i valori e i principi della nostra cultura a livello più primordiale e inconscio.

Quando eravamo bambini, esposti costantemente ai complessi sistemi di credenze che circondano il nostro rito di gruppo più elaborato, i pasti, abbiamo assimilato i valori della cultura e i suoi preconcetti più impercettibili. Come spugne, abbiamo assunto, osservato, preso parte e siamo diventati «acculturati». Ora che siamo adulti e ci ritroviamo con una vita travolta dallo stress e da una serie di problemi demoralizzanti, che abbiamo causato noi stessi, comprensibilmente desideriamo capire il motivo della nostra frustrante incapacità di vivere in armonia con la natura.

Pensandoci bene, scopriamo una forza sconvolgente che sta alla base di tutti i nostri dubbi e delle nostre crisi, una forza che in realtà non è affatto nascosta e ci osserva dai nostri piatti ogni giorno! Fino a oggi, è rimasta celata nel luogo più scontato: il nostro cibo.

Mentre impazzano le discussioni su quali siano le diete migliori per la salute e la longevità, questo libro non fa riferimento a una dieta vera e propria, bensì all'esplorazione delle profonde conseguenze culturali e spirituali che le scelte alimentari implicano e alla mentalità che le sottende. Ponendo l'uomo al vertice della catena alimentare del pianeta, la nostra cultura ha perpetuato storicamente una particolare visione del mondo che ci richiede di anestetizzare sentimenti e consapevolezze fondamentali: è il processo di desensibilizzazione che siamo chiamati a comprendere, se vogliamo far luce sulle cause all'origine dell'oppressione, dello sfruttamento e dell'indifferenza che ci circondano.

Quando seguiamo un'alimentazione mirata al benessere spirituale e all'armonia sociale, ci esercitiamo a fare dei collegamenti essenziali che i nostri rituali alimentari, culturalmente indotti, di solito ci impongono di sottrarre alla nostra consapevolezza. Tale pratica è invece un pre-requisito essenziale per evolvere verso uno stato di coscienza in cui pace e libertà siano possibili.

Ci troviamo al centro di una profonda trasformazione culturale. Sta diventando sempre più evidente che il vecchio mito alla base della nostra cultura è al collasso. Ci stiamo rendendo conto che i suoi presupposti fondamentali sono obsoleti e che, se continueremo a seguirli, porteranno non solo alla devastazione dei delicati e complessi sistemi ecologici del pianeta, ma anche alla nostra autodistruzione. Un nuovo mito, che promuove libertà, cooperazione, pace, vita e unità, sta cercando di nascere per prendere il posto di quello precedente, basato su competizione, separazione, guerra, esclusione, e sull'idea che il potere crea il diritto.

Il cibo è una chiave cruciale affinché possa vedere la luce, poiché le abitudini alimentari condizionano profondamente la nostra mentalità e i pasti sono il mezzo principale con cui la nostra cultura riproduce e diffonde il proprio sistema di valori.

Il successo di un nuovo mito e di una spiritualità e una consapevolezza più evolute dipenderà dalla nostra capacità di trasformare la concezione e le abitudini che abbiamo nei confronti del cibo.

IMPARIAMO A COLLEGARE

Il nostro disagio culturale - la serie di problemi apparentemente irrisolvibili che ci circondano, come le guerre senza fine, il terrorismo, i genocidi, la fame, la diffusione delle malattie, il degrado ambientale, l'estinzione delle specie, il maltrattamento degli animali, il consumismo, la tossicodipendenza, l'alienazione sociale, lo stress, il razzismo, l'oppressione delle donne, l'abuso infantile, lo sfruttamento delle grandi aziende, il materialismo, la povertà, l'ingiustizia e il malessere sociale - trova origine in una causa fondamentale così ovvia che finora è rimasta quasi completamente ignorata.

Se tentiamo di risolvere i nostri problemi sociali, ambientali e individuali senza riconoscerla, è come se trattassimo i sintomi di una malattia senza curarne le cause: ogni sforzo di questo tipo è destinato a fallire.

Piuttosto, occorre creare un sistema di conoscenza e di consapevolezza che ci aiuti a riconoscere i collegamenti fra scelte alimentari e benessere individuale e culturale, ecologia, spiritualità, atteggiamenti, convinzioni e qualità dei rapporti interpersonali. Solo così contribuiremo allo sviluppo di un'esperienza di vita condivisa più armoniosa e libera su questo pianeta meraviglioso ma incompreso.

Sono convinto che, finché non saremo disposti a riconoscere i legami fra il cibo che mangiamo, le operazioni che sono state necessarie per portarlo sulle nostre tavole e i condizionamenti a cui siamo sottoposti quando lo acquistiamo, lo serviamo e lo consumiamo, non saremo in grado di fare i collegamenti che ci permetteranno di vivere con saggezza e armonia. Non sapremo comprendere e saremo meno liberi, intelligenti, amorevoli e felici.

Il compito più importante della nostra generazione, la missione collettiva su questa Terra, forse, è riconoscere quei collegamenti essenziali che sono per lo più sfuggiti ai nostri genitori e antenati, i quali non hanno quindi saputo tramandare una società più sana.

Se non impariamo a riconoscere il collegamento tra i pasti quotidiani e il disagio culturale, la nostra specie è destinata inevitabilmente a non sopravvivere. Se ci rifiutiamo di riconoscere questo collegamento essenziale, condanniamo noi stessi e il prossimo a una sofferenza enorme, senza mai sapere il perché.

L'APPELLO A EVOLVERCI

Nonostante abbia trascorso i primi ventidue anni della mia vita mangiando in grandi quantità i cibi di derivazione animale tipici della nostra cultura, ho passato gli ultimi trent'anni a esplorare gli affascinanti legami e le relazioni di causa-effetto tra la pratica individuale e culturale di utilizzare gli animali per la nostra alimentazione e lo stress e le difficoltà che provochiamo a noi stessi e al prossimo.

Ho scoperto che la violenza che arrechiamo si ritorce contro di noi nei modi più incredibili.

Diventa subito palese, tuttavia, che il senso di colpa collettivo nei confronti del maltrattamento degli animali per la nostra alimentazione rende assai difficile riuscire a riconoscere questo collegamento fondamentale. Il consumo di cibi animali è una delle cause principali dei nostri dilemmi, ma faremmo qualsiasi cosa pur di evitare di affrontare tale realtà. E' il nostro punto cieco, la fondamentale tessera mancante nel puzzle della pace e della libertà umane.

A causa della nostra abitudine, ereditata culturalmente, di maltrattare gli animali che usiamo per alimentarci e di ignorarne l'abuso, siamo estremamente riluttanti a strappare il velo della nostra negazione, a discutere tra noi delle conseguenze dei pasti e a cambiare sulla base di quello che vediamo e sappiamo. Questa riluttanza viene sostenuta e rafforzata costantemente dalla nostra società.

Il nostro comportamento riflette inevitabilmente il nostro grado di comprensione, ma allo stesso tempo determina anche quale livello di comprensione potremo raggiungere.

Oggi, sentiamo un richiamo costante a evolverci. Rientra in un canto più ampio al quale tutti partecipiamo, che si leva dalle nostre cellule e dalla natura stessa dell'universo che dà origine alla nostra esistenza.

E' un canto, fondamentalmente, di guarigione, gioia e festa, perché tutti noi, umani e non umani, siamo l'espressione di un universo meraviglioso e benevolo. Ma è anche un canto di dolore e di violazione profondi perché dominiamo, mercifichiamo e uccidiamo diffusamente animali e persone. Per poter confinare e ammazzare gli animali per il cibo, dobbiamo reprimere il nostro senso di compassione innato, allontanarci dal nostro intuito e andare verso materialismo, violenza e separazione.

Il canto del nuovo mito che vuole nascere richiede che i nostri spiriti siano amorevoli e vitali a sufficienza da sentire e riconoscere il dolore che provochiamo mediante le nostre antiquate abitudini alimentari. Siamo chiamati a far risplendere la misericordia e la bontà innate e ad affrontare le concezioni con cui ci hanno indottrinato che sostengono questa crudeltà.

A seconda della specie, del gruppo etnico, della classe e del genere a cui apparteniamo, possiamo usufruire di privilegi diversi, ma ci danneggiamo tutti quando viene fatto del male a qualcuno. La sofferenza è totalmente interconnessa, poiché siamo tutti interconnessi e il privilegio socialmente costituito ha il solo obiettivo di disconnetterci dalla realtà della nostra interdipendenza.

Questo libro si rivolge sia ai lettori di qualsiasi tradizione religiosa sia a coloro che non si identificano in nessuna di esse in particolare.

Come per la Regola d'Oro (l'etica della reciprocità, NdC), che enuncia un principio condiviso da tutte le tradizioni religiose del pianeta ed è accettata intuitivamente dalle persone di ogni cultura e fede, i principi che espongo sono universali e possono essere compresi e messi in pratica da tutti noi, a prescindere da quale credo seguiamo o non seguiamo.

Una moderata apertura mentale e la disponibilità a fare collegamenti sono tutto ciò che serve per apprendere tali principi e capire che non sono mai in contraddizione con gli insegnamenti religiosi più profondi e con le nostre aspirazioni spirituali, anzi concordano con entrambi e li illuminano.

Il canto della nostra necessaria evoluzione e del risveglio ci sta chiamando. Per comprenderne il significato più profondo, dobbiamo svelare i collegamenti e le relazioni che finora sono stati occultati o sistematicamente ignorati. Dobbiamo intraprendere un viaggio, e questa è l'avventura della scoperta alla quale siamo chiamati.

 

Will TuttleTorna su Torna suDisponi gli articoli a grigliaDisponi gli articoli a lista

Will Tuttle

Will Tuttle, al quale è stato assegnato il premio Empty Cages 2014, offre ai lettori un'inedita riflessione sul senso della vita con tutte le sue implicazioni.

 

 

I vostri commenti - Scrivi un commento!

Nessun commento presente

Scrivi un commento!

Articoli correlatiTorna su Torna suDisponi gli articoli a grigliaDisponi gli articoli a lista

Cibo per la Pace - Libro

Mangiare in armonia con se stessi e con tutti gli esseri viventi

Will Tuttle

(3)
€ 18,00 Solo 3 disponibili: affrettati!
Disponibilità: Immediata

Libro - Sonda Edizioni - Ottobre 2014 - Dieta vegetariana

Un libro che analizza il legame tra alimentazione ed etica Il cibo è il nostro legame più intimo e significativo sia con la natura sia con la nostra eredità culturale. Per evitare la distruzione del pianeta, dobbiamo... scheda dettagliata

Possiamo aiutarti?

assistenza clienti

I nostri operatori sono a tua disposizione per assisterti.

 

Assistenza Clienti

NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra newsletter e ricevi sconti, promozioni e novità direttamente nella tua casella di posta.

Guadagna subito +50 PUNTI per i tuoi futuri acquisti e premi.



COMMUNITY

Seguici su Facebook
Ti Piace Macrolibrarsi?
Se ti piace clicca su:
   

I LIBRI PIU' VENDUTI

 

SPECIALI