Torna su ▲
Avvento 2016
Idee Regalo

Prefazione del libro "Guarire con i Funghi...

Leggi un estratto dal libro di Ivo Bianchi "Guarire con i Funghi Medicinali"

Prefazione del libro "Guarire con i Funghi Medicinali" di Ivo Bianchi

I funghi sono creature viventi affascinanti e misteriose. Essi fanno parte di un Regno naturale a parte, intermedio tra quello Animale e Vegetale, essenziale per la vita di entrambi.

Essi appaiono improvvisamente, dopo una giornata di pioggia o di umidità intensa, si sviluppano anche enormemente ed altrettanto rapidamente scompaiono. I funghi che noi conosciamo non sono altro che i frutti di una pianta sotterranea che ha un ciclo di vita molto rapido, per poter sfruttare al massimo le condizioni migliori per la sua espansione e che poi torna silente.

Si tratta, non a caso, di piante nascoste molto attive e praticamente immortali.

Per le loro proprietà sia positive che negative i funghi ci hanno da sempre affascinato quando vagavamo nei boschi che sono stati i nostri maestri, l'averne negli ultimi anni scoperte le strabilianti proprietà terapeutiche ci ha da una parte stupito dall'altra galvanizzato stimolando le nostre ricerche soprattutto cliniche.

In realtà in occidente, fin dall'antichità, i funghi sono stati visti con sospetto per la loro velenosità, in oriente invece da sempre il fungo è ritenuto un prezioso complemento terapeutico ali 'alimentazione.

L'alimento deve nutrire ma anche curare. Un piatto di riso fornisce zuccheri energetici e proteine strutturali, ma se condito con funghi o spezie determina anche uno stimolo sul sistema immunologico. Il fungo è il complemento alimentare per eccellenza.

Recentemente alcuni studiosi californiani hanno confermato questo importante ruolo terapeutico che i funghi possono esercitare come alimento. Il consumare giornalmente 100 gr di comuni funghi champignons o pleorotus, che facilmente troviamo sui banchi del supermercato, previene efficacemente forme tumorali assai frequenti, quali il cancro alla mammella ed alla prostata.

L'impiego terapeutico dei funghi nasce da osservazioni fatte in re­lazione al loro utilizzo alimentare.

Negli anni '70 ad esempio, l'attenzione degli studiosi si concentrò su una popolazione del sud del Brasile che era incredibilmente immune dalle più comuni malattie degenerative, tra cui cancro ed aterosclerosi. Le ricerche dimostrarono che non si trattava di un fattore genetico, vista la diversa origine degli immigrati in questa zona, ma di un fattore ambientale. Tutte queste persone solevano consumare un fungo che cresceva sulle colline circostanti, il Cagomelo du Sol, scientificamente l'Agaricus Blazei Murrill, oggi diventato uno dei più importanti e rinomati funghi medicinali, specificamente ricchissimo di particolari betaglucani ad effetto immunostimolante.

I funghi vivono in un ambiente naturale molto ostile e sono sensibilissimi ai cambiamenti climatici. Per sopravvivere producono varie sostanze tra cui antibiotici, vitamine del gruppo D e B ed accumulano preziosi oligo-elementi. Tutte queste sostanze possono essere usate per stimolare le difese anche degli esseri umani che pure devono lottare per la sopravvivenza in un ambiente spesso ostile dal punto di vista chimico e microbico.

Pur possedendo tutti delle proprietà comuni, ogni fungo, a seconda della famiglia di appartenenza ha, in relazione alla sua composizione chimica, un'attività farmacologica diversa. Tutti i funghi quindi sono ricchi di oligo-elementi, vitamine e sostanze immunostimolanti in generale ma ognuno di essi ha delle peculiarità.

Il comune Coprinus dei nostri prati, ad esempio, accumula nella sua struttura il raro minerale Vanadio e tale sostanza, resa disponibile attraverso il corpo fruttifero del fungo, è un prezioso rimedio anti-diabetico.

Il fungo Reishi viene chiamato in Estremo Oriente, per le sue straordinarie proprietà terapeutiche a livello cardiopolmonare ed immunologico, "il fungo dell'immortalità" e recenti studi scientifici hanno confermato la sua efficacia in situazioni cliniche comuni ma di non facile risoluzione quali l'artrite reumatoide e le patologie allergiche.

Il piccolo fungo Cordyceps cresce a 4000 metri d'altezza sull'altipiano del Tibet ed è da sempre ricercatissimo per le sue proprietà toniche che si manifestano a livello muscolare, immunologico e sessuale. Molti dei successi degli atleti cinesi alle Olimpiadi sono da attribuirsi al fatto che tradizionalmente viene fatta loro consumare una pozione a base di questo fungo prima delle gare. Questa sostanza, non assolutamente dopante, ha permesso recentemente ad un mio giovane paziente di stravincere una serie di gare di nuoto.

I funghi terapeutici, che non hanno nulla a che fare con i funghi velenosi, sono stati scelti, in accordo con una millenaria tradizione, tra i più comuni funghi mangerecci consumati nel mondo.

Le proprietà terapeutiche dei funghi possono essere sfruttate consumandoli come cibo, in via preventiva o assumendoli sotto forma di estratti o di compresse o capsule, forme queste più adatte a persone affette da vere e proprie patologie.

Sono particolarmente indicati nel trattamento di patologie metaboliche quali diabete ed ipercolesterolemia in generale, ma anche nella sindrome metabolica, condizione oggi frequentissima, correlata a sedentarietà ed obesità e premessa di molte altre patologie. I funghi terapeutici sono anche specificatamente indicati (esiste una vasta letteratura al riguardo) nelle patologie degenerative più gravi, quali il cancro. In queste affezioni possono svolgere un interessante ruolo di complementarietà e potenziamento delle terapie ufficiali, quali chemio e radioterapia.

Nell'ambito della nostra "missione" di diffondere anche in Italia la pratica efficacissima ed innocua della micoterapia, abbiamo steso questo nuovo lavoro, semplice, pratico e di facile comprensione per tutti. Nell'ambito dei più di 400 funghi, cui sono stati riconosciuti poteri terapeutici, ne abbiamo selezionato 12, un numero del resto non casuale. Si tratta di dodici funghi, facilmente reperibili sul mercato ad un prezzo ragionevole, il cui uso, supportato sempre da uno studio approfondito, può permettere di affrontare moltissime patologie. Con questi 12 rimedi si può effettivamente praticare su larga scala la Micoterapia.

Nel libro ogni fungo è trattato esaurientemente e le affermazioni sulle proprietà terapeutiche sono supportate da numerose voci bibliografiche. L'applicazione pratica della Micoterapia viene facilitata da un utilissimo repertorio inserito alla fine del testo, i dosaggi devono essere invece adattati all'individuo ed alla patologie e sono spesso frutto dell'esperienza personale.

Buon lavoro ed un augurio di grandi soddisfazioni terapeutiche.

Guarire con i Funghi Medicinali

Guarire con i Funghi Medicinali

Le qualità terapeutiche dei funghi sono sempre più evidenti e supportate da studi e ricerche cliniche.

Saprofiti e parassiti di piante e alberi, questi meravigliosi, atipici organismi viventi trasformano la morte in vita: assorbono minerali, vitamine, elementi vitali dai loro ospiti, attraverso una fitta rete sotterranea per poi comparire, nascosti, mimetizzati tra i colori del bosco, con i loro corpi fruttiferi ad ombrello, a campana o dai bordi ondulati, quasi danzanti.

Per questo difficile compito di decomposizione di materiali duri e morenti, i funghi sviluppano sostanze potenti che oggi la medicina naturale utilizza in patologie, spesso anche gravi, attraverso estratti e polveri.

Gli ambiti d’azione sono prevalentemente le affezioni metaboliche ed immunitarie ivi comprese le allergie, le patologie autoimmuni, le malattie degenerative.

Abbiamo scelto i 12 funghi più studiati e sperimentati, la cui azione terapeutica è ampiamente provata. Vengono descritti in forma semplice e chiara affinché tutti si possano avvicinare a questo mondo affascinante di cura alternativa.

Acquista ora

 

Ivo BianchiTorna su Torna suDisponi gli articoli a grigliaDisponi gli articoli a lista

Ivo Bianchi

Il Prof. Ivo Bianchi si è laureato in Medicina e Chirurgia e quindi specializzato in Medicina Interna presso l’Università di Padova e ha lavorato per oltre dieci anni come professore a contratto presso la Clinica Medica dell’Università di Verona. Dal 1992 è docente e coordinatore del corso di perfezionamento in Regolazione Biologica e Medicine Complementari che si tiene presso la facoltà di Medicina dell’Università di Milano.

Autore di numerose pubblicazioni scientifiche, in ambito ufficiale e fitoterapico, si è interessato a fondo di Micoterapia. Nel 2007 è stato tra i fondatori dell’International Micotherapy Institute che ha presieduto per circa 2 anni. È un’autorità internazionale nell’ambito della micoterapia moderna. Nel corso della sua esperienza professionale, oltre a innumerevoli articoli ha pubblicato più di 30 libri.

 

I vostri commenti - Scrivi un commento!

Nessun commento presente

Scrivi un commento!