Torna su ▲

RICEVI L'OMAGGIO DI OGGI SE ACQUISTI ENTRO: ORE MIN SEC

Avvento 2016
Idee Regalo

Prefazione all’edizione italiana - La Dieta BARF...

Leggi un estratto di "La Dieta BARF per Cani"

Prefazione all’edizione italiana - La Dieta BARF per Cani

Se siete proprietari di cani e gatti, è probabile che alimentiate il vostro animale con cibo industriale, sia secco che umido. Probabilmente ricevete anche continue informazioni, sia dal vostro veterinario di fiducia che dalle pubblicità su riviste e in televisione, secondo cui il vostro animale, mangiando questo cibo, crescerà sano e forte.

Se entrate in un qualsiasi ambulatorio o clinica veterinaria, troverete locandine con riferimenti a marche di cibo prodotto industrialmente. E se partecipate a concorsi di bellezza o agilità fisica con i vostri animali, noterete che gli sponsor sono aziende o multinazionali del cibo preconfezionato.

Non so se l’affiggere locandine o farsi sponsorizzare sia significativo di un vero e proprio condizionamento, ma di certo questo marketing sottintende che il medico veterinario ha delegato alle industrie la gestione della nutrizione e alimentazione del cane e del gatto, proprio come succede per gli animali destinati all'allevamento intensivo.

C’è anche, però, una piccola parte di proprietari che invece cerca di dare al proprio animale un’alimentazione diversa, fatta di cibo fresco, preparato in casa. Molte di queste persone si sono documentate sul web, su siti che parlano di modelli nutrizionali a base di cibo fresco, oppure si sono affidati ad alcuni forum; altri hanno potuto leggere e studiare libri in lingua inglese che descrivono come gestire la dieta Barf.

Il libro di Swanie Simon offre al pubblico italiano la possibilità di imparare come alimentare il proprio animale con un cibo crudo e fresco e permette anche di iniziare ad avere qualche risposta alle numerose domande che emergono quando si parla di Barf e di nutrizione naturale del cane e del gatto.

L’autrice dimostra come l’alimentazione non debba essere un momento di crisi per paura di sbagliare qualcosa dal punto di vista nutrizionale, ma una risorsa per la salute dell’animale, in modo semplice e senza particolari e ossessionanti schemi nutrizionali complicati che creano più dubbi che certezze. Inoltre, questo libro potrebbe rappresentare per i veterinari una prima finestra conoscitiva della dieta Barf, un primo passo per approfondirne le caratteristiche virtuose e alcune sue criticità (soprattutto rispetto alla qualità delle materie prime).

Finalmente c’è l’opportunità di riappropriarsi del ruolo centrale che ha l’alimentazione nella salute degli animali e nella prevenzione delle malattie che li colpiscono.

Nella mia esperienza clinica di veterinario omeopata ho notato come molte patologie, anche tra le più gravi – forme allergiche cutanee e gastroenteriche, malattie tumorali e patologie autoimmuni – possano trovare un miglioramento, e a volte una risoluzione, con un appropriato cambio dietetico.

Non c’è paziente che esca dal nostro Centro omeopatico veterinario al quale non sia indicata come prima scelta alimentare la dieta Barf. Quest’approccio è accolto la maggior parte delle volte con entusiasmo, anche se all'inizio costa qualche piccolo sacrificio sul piano organizzativo. Ma i proprietari sono davvero felici di ristabilire un contatto con il proprio animale anche attraverso la somministrazione di un cibo sano e vitale.

Per me, come veterinario e proprietario, è significativo riscoprire che nonostante tutto, nonostante le speculazioni dell’uomo, nonostante gli interessi e le ricerche dell’industria, nonostante le sentenze della scienza, il cane e il gatto continuano a essere carnivori anche oggi e come tali devono essere rispettati e nutriti.

Per Simon Swanie la dieta Barf è soprattutto una scelta, una scelta che va nel senso del rispetto etologico ed evolutivo del cane e del gatto e del rispetto delle loro caratteristiche biologiche e comportamentali. È una scelta per la salute perché, se Ippocrate sosteneva che il cibo è la nostra salute – e ciò vale anche per i nostri animali – oggi ci accorgiamo che un certo modello di nutrizione fa sì che il cibo sia il nostro primo veleno.

Dottor David Bettio
medico veterinario, omeopata

La Dieta BARF per Cani

La Dieta BARF per Cani

È in crescita il numero di proprietari di cani che desidera offrire ai propri animali domestici una dieta equilibrata e naturale. La risposta a questo desiderio è il metodo BARF (Biologically Appropriate Raw Food) che garantisce ai nostri animali un regime nutrizionale fatto di cibi crudi biologicamente appropriati. 

È il metodo più famoso al mondo nel campo dell’alimentazione animale e per di più è facile da seguire: basterà smettere di alimentare i nostri animali aprendo solo scatolette. Dovremo assumerci la responsabilità di dar loro da mangiare in modo casalingo e sano.

“Facile a dirsi”, penserete. Ma con questi manuali pratici e illustrati diventerà anche facile a farsi. Inoltre, all’interno delle guide, troverete consigli alimentari specifici per le diverse malattie. 

Questo manuale offre una ricca varietà di ricette gustose ed equilibrate che vi aiuteranno a fare esperienza con il nuovo metodo in modo facile e veloce. Il cambiamento della dieta porterà incredibili benefici ai vostri animali e per il loro bene non potrete più farne a meno.

Acquista ora

 

Swanie SimonTorna su Torna suDisponi gli articoli a grigliaDisponi gli articoli a lista

Swanie Simon

Swanie Simon vanta più di 25 anni di esperienza nel campo dell’allevamento naturale e educazione dei cani. L’autrice è diventata famosa come autrice e relatrice in Germania e nei paesi tedescofoni grazie a apparizioni in televisione (ad esempio la trasmissione televisiva Plusminus) sul tema alimentazione crudista per cani.

Ha diffuso l’acronimo americano BARF in Germania ed ha creato la definizione “cibo crudo biologicamente appropriato”, che ormai è diventata la definizione usata per la BARF.

 

David BettioTorna su Torna suDisponi gli articoli a grigliaDisponi gli articoli a lista

I vostri commenti - Scrivi un commento!

Nessun commento presente

Scrivi un commento!