Torna su ▲

Non più vittime ma programmatori dei nostri geni!

Non più vittime ma programmatori dei nostri geni!

Per decenni siamo stati convinti che i nostri geni determinassero la nostra vita. Siamo, stati, o meglio ci siamo sentiti, vittime della genetica.

Bruce Lipton, biologo cellulare e il principale scienziato dell’epigenetica, ha rivoluzionato con le sue scoperte questa visione fatalista del nostro corpo e della realtà. Lipton ha messo insieme le ricerche dell’ultimo secolo e ha dimostrato che i geni stessi sono controllati dai nostri pensieri e dalla nostra percezione dell’ambiente che ci circonda.

Ciò significa che tutti noi abbiamo il potere di controllare e, eventualmente, modificare i nostri geni. Siamo i co-creatori della nostra vita e della nostra biologia.

Questa rivoluzionaria scoperta ha risvolti non da poco nel modo in cui ci rapportiamo a noi stessi e alla realtà che ci sta intorno. Ci restituisce un grande potere, che secoli di medicina convenzionale ci avevano sottratto, tra cui la capacità di guarire noi stessi.

Il cuore di una verità così straordinariamente sconvolgente sta in una scoperta davvero straordinaria: fino all’avvento dell’epigenetica, infatti, si credeva che il nucleo della cellula, contenente il DNA, fosse il “cervello” della cellula stessa, del tutto necessario per il suo funzionamento. Lipton e colleghi hanno dimostrato, invece, che le cellule possono vivere e funzionare molto bene anche dopo che i loro nuclei sono stati asportati, perché il vero “cervello” della cellula è la sua membrana, che interagisce continuamente con l’ambiente esterno.

E dato che l’essere umano non è altro che un insieme di miliardi di cellule, questa affermazione diventa vera anche per noi: l’ambiente, e più precisamente la nostra percezione dell’ambiente, controlla direttamente l’attività dei nostri geni. Sono dunque le nostre credenze, cioè le convinzioni positive o negative che abbiamo sul mondo, sul nostro organismo, sulle nostre capacità, sul valore di ciò che ci circonda, più che i geni, a controllare la nostra biologia.

Non è il patrimonio genetico ereditato a determinare la nostra vita e la nostra salute: ora sappiamo che l’ambiente, i nostri pensieri e le nostre esperienze determinano ciò che siamo a ogni livello.

Se, come la fisica quantistica ha dimostrato, l’universo e ogni suo componente sono costituiti non da materia bensì da energia, allora possiamo davvero affermare che ciò in cui crediamo determina ciò che siamo a livello sostanziale, profondo. Non si tratta semplicemente e banalmente di pensiero positivo, ma di vera e propria biologia.

Cosa significa questo per la nostra quotidianità? Che ognuno di noi ha la capacità di costruire una vita prospera, sana, felice, selezionando le esperienze da vivere e i propri pensieri.

L’alibi del determinismo genetico è ormai crollato: non siamo automi geneticamente controllati, come la medicina convenzionale continua a ripeterci, ma abbiamo tutto il potere di influire su ogni aspetto della nostra vita, salute in primis, con le giuste informazioni, con i pensieri e le credenze appropriate. In questo modo possiamo addirittura modificare la forma di una proteina.

In termini più semplici, ci suggerisce Catia Trevisani in Scegli di splendere, tutto ciò significa che noi siamo ingegneri genetici: possiamo programmare le nostre cellule proprio come dei computer. Noi siamo gli operatori della nostra biologia, noi possiamo modificare i dati che inseriamo nei nostri bio-computer!

Catia Trevisani, autrice del libro, è un medico che da oltre vent'anni si occupa della formazione di naturopati, cura i suoi pazienti e promuove la medicina olistica attraverso libri e corsi. Nasce proprio così Scegli di splendere: inizialmente un corso, un seminario in cinque giornate che in cinque anni ha raggiunto centinaia di persone. E ora un libro, una guida che non può mancare accanto a quanti di noi decidono di intraprendere il cammino verso l’autoconsapevolezza e l'autoguarigione.

Scegli di Splendere

Scegli di Splendere

In questo libro scopriremo perché ci ammaliamo, indagheremo il senso della malattia e il suo messaggio. Cercheremo di capire come non subire gli eventi in modo traumatico, come trasformare i momenti di crisi in opportunità per la nostra vita. Capiremo come funzionano la mente, le emozioni e il loro legame con il corpo.

Scopriremo la nostra responsabilità nel produrre ciò che ci accade. Affronteremo il tema della morte. Impareremo che la pretesa allontana l’oggetto del desiderio, mentre la gratitudine lo attira. Apprenderemo quanto il modo di alimentarci influenza il nostro livello di energia e salute, la volontà e lo stato d’animo.

Cominceremo a osservare la qualità del nostro dialogo interiore e delle nostre azioni, il loro potere e il nostro senso di autostima. Osserveremo la nostra capacità di relazionarci con gli altri.

Infine, esploreremo il nostro rapporto con il sacro, con il grande Fuoco di cui siamo le scintille e tutto questo per poter finalmente scegliere di splendere. 

Acquista ora

 

Enea EdizioniTorna su Torna suDisponi gli articoli a grigliaDisponi gli articoli a lista

Enea Edizioni

Dal 2005 Edizioni Enea collabora insieme a Scuola SIMO con un obiettivo preciso: fornire contenuti di qualità per promuovere la salute di corpo, mente e spirito.

Pubblichiamo libri destinati a naturopati e operatori della salute, ma anche a semplici appassionati e curiosi. Ci occupiamo di scienza ma anche di spiritualità, integrando i più grandi insegnamenti di Oriente e Occidente. Guardiamo alle grandi tradizioni mediche del passato e ci apriamo alle più innovative proposte nel campo della medicina olistica.