Torna su ▲

Nel cuore Alchemico degli Oli Essenziali -...

C’è un altro modo per guardare al mondo vegetale. È quello di un’antica e nobile tradizione che merita di essere riscoperta.

Nel cuore Alchemico degli Oli Essenziali - Anteprima l'Altra Medicina N. 15

Esiste una “via alchemica” all’impiego delle piante: questo percorso, che affonda le sue radici in una tradizione molto antica, può entrare nella nostra vita. Lo scopo dell’Alchimia è infatti quello di facilitare un percorso di conoscenza, con la comprensione del linguaggio simbolico ed energetico della natura, per purificare, rivitalizzare e rigenerare la materia densa e le qualità grossolane dell’uomo. L’alchimista, all’interno del suo laboratorio, che può essere esterno e visibile o interno ed invisibile, imita la natura, realizzando in piccolo ciò che la potenza creatrice ha prodotto nell’Universo. L’alchimista è quindi colui che studia, trasforma e libera l’energia della materia e della coscienza, indipendentemente dal mezzo che utilizza.

Le tre strade maestre

L’Alchimia si divide in tre vie: quella Metallurgica che contempla l’uso dei metalli (via secca); quella Vegetale o Spagirica dei procedimenti di guarigione con Elisir o Quintessenze (via umida) e quella Spirituale o mistica, che concerne l’opera interiore.

In questo articolo ci occuperemo della seconda via, e in particolare delle valenze alchemiche degli oli essenziali ricavati dalle piante. Prima però dobbiamo capire il significato profondo delle operazioni alchemiche. Innanzitutto è importante comprendere che il lavoro con i 4 elementi (acqua, fuoco, terra, aria) è una parte fondamentale dello studio alchemico.

Questi sono inglobati nel quinto elemento o Quintessenza: l’Etere, rappresentante la vitalità della creazione, che li mette in relazione, che si muove al di là delle limitazioni della materia e delle leggi di spazio e tempo. Attraverso degli esempi vediamo prima di tutto come i 4 elementi interdipendenti si presentano nell’uomo, con le loro qualità, osservando cioè le manifestazioni armoniose o disarmoniche che influenzano il carattere.

L’ACQUA con la Fluidità armonizza il principio femminile, dona e cura la vita ed è fonte di gioia. I soggetti, nei quali l’ACQUA si manifesta in modo disarmonico, sono impregnati di “acqua solidificata”, vivono un “attaccamento” affettivo alla propria condizione primigenia, ai limiti ricevuti dall’ambiente e dai familiari. Ciò spesso causa difficoltà ad affrancarsi da amici, familiari, partner e a sviluppare un sano processo d’individualizzazione. Ciò porta a limitare le capacità espressive.

IL FUOCO con il Coraggio trasforma il principio maschile creativo e propositivo ed è fonte di gioia. I soggetti, nei quali il FUOCO si manifesta in modo disarmonico, hanno un “fuoco irruento” e si distinguono per l’aspetto “urticante” e “collerico” con il quale interagiscono nei confronti dei propri cari e degli sconosciuti. Impeti di aggressività e di rabbia possono scoppiare da un nonnulla e possono rendere l’individuo inviso proprio alla persona da cui è più amata.

LA TERRA con il Sostegno conserva il principio femminile che protegge e nutre ed è fonte di gioia. I soggetti, nei quali la TERRA si manifesta in modo disarmonico, vivono una “terra instabile”, che li porta al “disorientamento”, alla “fame” di cibo e all’acquisizione di oggetti fisici, che raramente potranno arginare i loro bisogni di comprensione e accettazione.

L’ARIA con l’Idealità ispira il principio maschile, eleva il pensiero razionale ed intuitivo ed è fonte di gioia. I soggetti, nei quali l’ARIA si manifesta in modo disarmonico, hanno un’abbondanza di “aria caotica”, che si manifesta attraverso il desiderio di “cambiamento perenne” che può minare la stabilità affettiva, lavorativa e sociale, rendendoli poco affidabili e poco propensi a tesaurizzare le proprie capacità e riserve economiche. L’Alchimia perciò consiglia sempre un approccio personalizzato al disturbo e costituisce ancora la struttura portante e l’anima delle medicine “energetiche” o non convenzionali, come l’agopuntura, l’omeopatia, la medicina antroposofica, la fitoterapia spagirica, l’aromaterapia ed altro.

Anche le erbe hanno un “carattere”

L’erboristeria medioevale e l’alchimia suddividono gli oli essenziali secondo i 4 elementi: aria, fuoco, terra, acqua, correlati rispettivamente agli umori ippocratici e ai caratteri, e cioè rispettivamente sanguigno, collerico, melanconico, flemmatico (si veda la tabella qui sotto). Molto tempo prima che la chimica cominciasse a studiare le proprietà degli oli essenziali e dei loro componenti, erano utilizzati metodi di classificazione energetica della loro azione, visto che la pianta vive di luce e produce “gocce di luce” quali sono gli oli essenziali. Riprendendo la visione alchemica del mondo, applicata al mondo vegetale (spagiria), possiamo poi tracciare tre grandi categorie in cui rientrano gli oli essenziali, secondo la parte della pianta da cui provengono e trovare una corrispondenza con l’esistenza umana. Possiamo dire che la parte della pianta che assorbe più luce è più vicina al mondo spirituale e quindi i suoi frutti, più vicini al sole, come gli agrumi, corrispondono al gruppo del mondo spirituale (nota di Testa). Il fiore, che è comunque in relazione con luce ma è più delicato e sensibile, può essere avvicinato al gruppo del mondo animico (nota di Cuore). Il tronco e le radici, che assorbono poca luce ma danno grande stabilità, sono espressione del gruppo del mondo del corpo (nota di Base). Vi sono poi le foglie che pur appartenendo a varie parti della pianta possono rientrare in queste tre categorie.

Le proprietà di alcuni oli essenziali secondo la lezione alchemica

ELEMENTO ARIA FUOCO ACQUA TERRA
Caratteristiche
psicologiche
Sanguigno,
positivo,
idealista
Collerico,
dinamico,
passionale
Flemmatico,
ipersensibile,
meditativo
Melanconico,
resistente,
costante

OLIO ESSENZIALE
Gli effetti secondo
l'Aromaterapia Sottile

Lavanda Calmante, depurativo, equilibrante. Giova a tutti i chakra, in particolare al plesso solare (III). Ha forte affinità più col chakra della corona (IV). Può giovare a coloro che praticano meditazione e che lavorano con lo stato di trance. Maggiorana È di aiuto per coloro che debbano rinunciare alla vita sessuale. Dà conforto e calore in periodi di solitudine e di dolore intenso da separazione o lutto. Angelica Aiuta ad entrare in contatto con la parte migliore di noi stessi, a rimanere ben ancorati al proprio corpo. Scaccia le paure, fortifica, abbassa l'agitazione. Cedro legno È di aiuto nella meditazione. Ha la capacità di avvicinarci al divino, favorendo l'equilibrio e l'autocontrollo. A livello spirituale permette di sciogliere le ostruzioni mentali.
  Neroli Col suo grande potere calmante aiuta ad amarci, a prenderci cura di noi stessi, a lenire il dolore e lo shock. Viene associato all'ottavo chakra e facilita qualunque impegno spirituale. Rinforza la capacità di espressione creativa e porta elevazione spirituale nell'unione sessuale. Rosmarino È un protettore psichico delle persone e delle abitazioni. È affine al sesto chakra, al terzo occhio (VI), dà chiarezza mentale, lucidità, favorisce la chiaroveggenza, la memoria, il raccoglimento e la meditazione. Camomilla Porta armonia al chakra della gola (IV), ha capacità rafforzanti e lenitive. Agevola la comunicazione, rilassa, aiuta a rilasciare l'astio, ad esprimere la verità, può facilitare l'opera dei guaritori. Sandalo Placa la parte razionale della mente, stimola il chakra della corona (VII) facilitando lo sviluppo spirituale, la visualizzazione e l'immaginazione. Ha proprietà afrodisiache, agendo sul secondo chakra.


Diversi metodi di aromaterapia

Nella mia esperienza pratica l’aromaterapia riprende degnamente i procedimenti alchemici con queste metodologie: l’Aromaterapia Olistica, il Massaggio Aroma Alchemico, l’Aromaterapia Sottile, la Moxa Aromatica. Non a caso il processo di distillazione comune a tutte le pratiche di alchimia vegetale è anche il modo più perfezionato per ottenere dei puri oli essenziali.

L’Aromaterapia Olistica usa in modo personalizzato gli oli essenziali puri estratti da piante aromatiche, secondo le modalità della naturopatia e dell’alchimia.

Il Massaggio Aroma Alchemico si basa sui 5 elementi primordiali per effettuare una sapiente combinazione di oli vegetali e di oli essenziali puri, con una manualità ed un tocco consequenziali.

L’Aromaterapia Sottile si pone in sintonia con la costituzione, la sensibilità ed i bisogni dell’anima, dando enfasi al nutrimento del corpo di Luce dell’individuo, con la lettura del corpo aurico.

La Moxa Aromatica è un’antica pratica cinese utilizzata nel trattamento dei disturbi cronici, delle patologie reumatiche e da freddo. Si basa sulla stimolazione dei punti dolorosi e vitali per mezzo del calore prodotto dalla combustione di un’erba medicinale. Le proprietà degli oli essenziali vengono utilizzate in sinergia alla moxibustione.

STORIE ESEMPLARI

Gaia e le incognite di una relazione profonda

Il problema

Gaia, infermiera professionale di Bologna di 45 anni avverte ansietà e vari disturbi emozionali, problemi gastrointestinali ed ha dei fibromi all’utero. Ha un fidanzato col quale condivide ben poco del suo desiderio di ricerca personale, tuttavia, per non sentire la solitudine, mantiene questa relazione. Si sente in “lutto” per la morte di un fidanzato che aveva quando era ancora ragazzina. Ricorda che allora aveva un rapporto privilegiato con gli animali, che cantava spesso e che era molto felice. Adesso vuole ritrovare quella stessa felicità con un rapporto più sano con gli altri. Da un punto di vista clinico ha la sideremia e l’emoglobina basse

L’analisi alchemica

Da un punto di vista alchemico c’è un’afflizione all’elemento Acqua (relazioni, sentimenti, attaccamento al passato) ed una stasi dell’elemento Fuoco (entusiasmo, progettualità). Abbiamo iniziato un percorso naturopatico di sostegno con la fitoterapia spagirica, l’aromaterapia olistica e vari integratori per il rinforzo della flora intestinale e del tratto gastrointestinale. Ho effettuato un ciclo di circa 20 incontri di massaggio aroma alchemico per la pulizia ed il rinforzo del VII, IV e II chakra, utilizzando una miscela al 2% di olio essenziale di rosa, salvia officinale, geranio, lavanda vera, palmarosa in olio vegetale.

«Ho scelto questi oli per la loro appartenenza alla nota di cuore, del gruppo animico, perché si prendessero cura dell’aspetto emozionale del disagio di Gaia. Sono quasi tutti connotati con l’elemento Acqua affinché possano dare forza al principio femminile. Fa eccezione l’Olio di lavanda che appartiene all’elemento Aria e svolge un’azione purificante e di rinforzo della positività».

L’abbandono alla Luce

Gaia lascia andare la rabbia scatenata dalle offese ricevute assieme al senso di tristezza e di lutto. Emergono, attraverso movimenti gioiosi spontanei, la fiducia, l’abbandono alla Luce, alla gioia. Al termine Gaia avverte profonde trasformazioni fisiche (molto più calore ai piedi), emozionali e spirituali, percepisce meglio la forza che si sprigiona da se stessa. Ha ora un forte senso di dignità e ascolta il desiderio di abbandonare vari schemi famigliari che la fanno sentire “stretta e costretta”. Sviluppa un forte risveglio della femminilità, il suo regno diventa la casa, assieme al corpo, crea nuove importanti amicizie. Trova la forza di lasciare il fidanzato.

Anna, dall’intolleranza alla riscoperta del mondo

Il problema

Anna è un tecnico di laboratorio di 50 anni. Avverte difficoltà a fidarsi delle reazioni del proprio corpo, ha paura di essere giudicata e di essere messa in disparte. Prova rabbia ed intolleranza con le persone che non condividono le sue idee e valori spirituali. Di notte ha difficoltà ad addormentarsi. Nutre poca fiducia negli esseri umani e soffre di una lieve forma di fragilità ossea.

L’analisi alchemica

Da un punto di vista alchemico c’è un’afflizione all’elemento Terra: avverte una mancanza di radicamento con le persone del territorio e di sostegno da parte del proprio corpo (fragilità ossea). C’è un forte eccesso dell’elemento Fuoco: collera, irascibilità. Ho impostato un percorso fitoterapico spagirico ed alimentare a carattere depurativo, in specie epatico ed intestinale. A mano a mano che si sentiva meglio col proprio corpo e che dormiva meglio ho effettuato un ciclo di 10 incontri di massaggio aroma alchemico per l’armonizzazione ed il rinforzo del VII, II e I chakra, utilizzando olio essenziale di rosa, camomilla romana, ginepro, rosmarino, lavanda vera, arancio dolce miscelati al 2% in olio vegetale.

«Ho scelto gli oli appartenenti all’elemento Acqua: rosa, camomilla romana, perché armonizzassero l’ipersensibilità e l’intolleranza verso gli altri. Ho aggiunto Oli appartenenti all’elemento Fuoco: ginepro e rosmarino per favorire il raccoglimento e lenire l’irascibilità. Gli oli di lavanda vera e di arancio dolce, entrambi appartenenti all’elemento Aria, completano l’azione favorendo il prendersi cura di se stessi e aiutano a lenire la sofferenza originata dal sentirsi isolati ed incompresi. L’azione d’insieme di questi Oli porta forza e rassicurazione, che è ciò che occorre all’elemento Terra di Anna per risollevarsi e favorire la vitalità e l’autostima».

Il ritorno della forza interiore

Durante il massaggio Anna si lascia andare e riaffiorano ricordi molto antichi che risalgono anche ad esistenze precedenti. Ricorda di aver ricevuto tanti apprezzamenti e di essere stata fortemente condizionata da altre persone. Contatta presenze amiche in forma umana e esseri di luce che la aiutano nei momenti difficili. Dopo il massaggio è sorpresa e contenta per tutta la forza interiore che ha ricevuto. Anna si sente ora più sicura del valore della sua esistenza, sente di meritare di essere amata e ricomincia ad apprezzare il suo corpo. Al lavoro è più serena e si relaziona con fiducia con i colleghi. Ora sorride spesso, dorme bene, desidera fare attività fisica e vuole amministrare con saggezza la propria esistenza.

Articolo tratto da L'Altra Medicina N. 15

 

 

 

Abbonarsi alla rivista L'altra medicina magazine conviene! Puoi infatti ricevere 12 numeri della rivista, comodamente a casa tua, pagandone soltanto 8 (28 euro anziché 42 )!

Richiedi l'Abbonamento a l'Altra Medicina

 

Scopri la nostra linea di oli essenziali

Essenthya - Oli Essenziali professionali


 

Renato TittarelliTorna su Torna suDisponi gli articoli a grigliaDisponi gli articoli a lista

Renato Tittarelli

Renato Tittarelli opera dal 1986 come terapeuta psicorporeo. Si è specializzato in aromaterapia sottile, naturopatia, terapia ayurvedica, yogaterapia, massaggio aromaterapico, massaggio essenziale, shiatsu olistico, moxa aromatica, lettura numerologica, lettura energetica, guarigione spirituale.

Ha diretto a Bologna dal 1990 al 1997 l’AMOT, Associazione Medicine Olistiche Tradizionali. Fondatore e direttore nel 2000 a Bologna della SOAM, Scuola Olistica di Aromaterapia e Massaggio (www.risoessenza.it). Dal 2002 è membro dell'AEMO, Associazione Europea Massaggiatori Olistici. Dal 2005 è presidente dell’ ”Associazione Cielo in Terra” di Arti per la Salute e la Crescita Personale di Chiaravalle (AN). Autore del Corso on line di Aromaterapia per l’Associazione Erba Sacra di Roma www.erbasacra.com/corsi

 

L'Altra MedicinaTorna su Torna suDisponi gli articoli a grigliaDisponi gli articoli a lista

L'Altra Medicina

L’altra medicina magazine è una rivista che tratta il variegato ed entusiasmante mondo della Medicina naturale in modo serio e autorevole.

Grazie al coinvolgimento di un pool di esperti di grande spessore, la rivista, ogni mese di più, sta diventando un punto di riferimento per tutti i lettori che cercano informazioni corrette sulla Medicina non convenzionale. Niente titoli miracolistici e promesse difficile da mantenere, quindi, ma tanti articoli e approfondimenti su discipline che raramente trovano spazio sugli altri magazine che affollano le edicole italiane: omeopatia, Medicina tradizionale cinese, Ayurveda, fitoterapia, tradizioni mediche millenarie, il tutto con un taglio divulgativo e piacevole alla lettura.

Direttore dell’Altra medicina magazine è Daniele Magni, giornalista milanese con un’esperienza più che ventennale nella comunicazione medico-scientifica. Del comitato scientifico fanno parte Luciana Baroni, Marco Maiola, Maria Grazia Parisi, Antonella Ronchi, Antonello Sannia.

> Scopri tutte le Fanzine

 

 

Macrolibrarsi Assistenza Chat

 

Assistenza Clienti

NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra newsletter e ricevi sconti, promozioni e novità direttamente nella tua casella di posta.

Guadagna subito +50 PUNTI per i tuoi futuri acquisti e premi.



COMMUNITY

Seguici su Facebook
Ti Piace Macrolibrarsi?
Se ti piace clicca su:
   

I LIBRI PIU' VENDUTI

 

SPECIALI