Torna su ▲

Mirco Gasparotto - Anteprima - Basta Chiacchiere!

Un estratto dal libro Basta Chiacchiere! scritto da Mirco Gasparotto

Mirco Gasparotto - Anteprima - Basta Chiacchiere!

Quale metodo?

Il metodo che ti propongo è una variazione del metodo SMART. Si tratta di una tecnica largamente sperimentata in ambito manageriale. Una tecnica che prevede cinque fasi di analisi dei propri obiettivi.

Il vocabolo «smart» è un aggettivo inglese che significa «brillante», «sveglio», «intelligente»; è l'aggettivo che meglio definisce ogni obiettivo che abbia superato il test ed è un acronimo che aiuta a richiamare mnemonicamente tutte le fasi di analisi e definizione:

S: specifico - M: misurato - A: azione - R: realistico - T: tempo

Esistono variazioni del metodo che spiegano come lavorare affinché l'obiettivo sia «smarter» («più brillante», «più sveglio», «più intelligente»). Esse sviluppano l'acronimo portando l'aggettivo al grado di superlativo relativo.

Quella che ti propongo io è un'ulteriore variazione che porta l'aggettivo «smart» al grado di superlativo assoluto. Ho lavorato molto alla stesura di questo manuale proprio perché vorrei che ogni tuo obiettivo fosse SMARTEST («il più brillante», «il più sveglio», «il più intelligente»).

Per farlo ho sviluppato l'acronimo aggiungendo il suffisso est (suffisso che in inglese definisce il grado di superlativo assoluto), definendo quindi altre tre fasi di analisi:

E: emozionante - S: scritto - T: tuo

Ti accorgerai come il suffisso che ho elaborato ridefinisca l'intero metodo smart portandolo al massimo stato di efficacia. Questo perché è mia profonda convinzione, ampiamente confermata dalle più recenti ricerche nell'ambito delle scienze dei processi decisionali e da oltre ventotto anni di esperienza sul campo, che ci sia un solo modo per fare davvero il salto di qualità e passare a obiettivi SMARTEST: coinvolgere pienamente te stesso, non solo con la tua razionalità e capacità organizzativa, ma anche con le tue emozioni, con il tuo stile, con la tua vita.

Adottando il metodo SMARTEST, abbi fiducia che ogni tuo sforzo avrà un grande ritorno.

Il metodo SMARTEST. Lettera per lettera

Entriamo allora nel dettaglio del metodo SMARTEST. Ora prendi il tuo quaderno e rileggi l'elenco di tutti i ruoli previsti dal tuo progetto di vita. Inizia con l'annotare i tuoi obiettivi per ogni ruolo (dovrebbero essere circa 3 per ruolo). Cerca di visualizzare ciò che pensi, proprio come hai fatto quando hai raffigurato la realizzazione del tuo progetto.

Prova a individuare gli obiettivi da raggiungere per migliorare la tua interpretazione del ruolo (oppure per iniziare a interpretarne uno nuovo). Nel farlo tieni a mente la circolarità virtuosa appena discussa, concentrandoti soprattutto sulle condizioni iniziali di ogni obiettivo.

A elenco completato procedi con le otto fasi di valutazione, così come il metodo SMARTEST ti suggerisce, lettera per lettera.

Se l'obiettivo che vuoi analizzare è un obiettivo di gruppo, ogni membro del gruppo deve essere coinvolto nelle fasi di analisi. Il metodo SMARTEST deve essere quindi applicato all'intero network: perché la squadra funzioni gli obiettivi vanno condivisi.

E come Emozionante

In questa fase introduciamo il primo dei tre fattori di analisi che ci permetteranno di completare il potenziamento del metodo SMART per ridefinirlo nella sua forma SMARTEST.

Le mie esperienze di imprenditore e di coach mi hanno insegnato chiaramente come motivazioni autentiche e un coinvolgimento della dimensione emozionale contribuiscano significativamente al rendimento e alla produttività.

I tre fattori che completano il metodo sono stati concepiti per lavorare sulla consapevolezza dei propri obiettivi. Stai per impegnarti in tre fasi di analisi per:

  • essere consapevole di ciò che proverai durante la realizzazione dell'obiettivo,
  • essere consapevole della responsabilità che ti assumi,
  • essere consapevole del patrimonio che ogni obiettivo comporta.


La domanda di riferimento per questa fase è:

«Quanto mi piacerà?»

Per scoprirlo, ti invito a emozionarti sull'altalena di vittorie e sconfitte. Dobbiamo creare una tensione tra due immagini forti: quella del successo nel proprio obiettivo e quella del fallimento. Inizia allora a concentrarti per riattivare il processo di visualizzazione e procedi attraverso ogni fase di sviluppo; visualizza ogni passaggio fino al completamento del tuo obiettivo.

Devi provare emozione per lo sviluppo dell'obiettivo,
non solo per il completamento di esso.

Dovresti visualizzare te stesso nel far fronte a ogni impegno, quindi dovresti emozionarti nel momento in cui una condizione cambia. Devi visualizzare la circolarità di ogni obiettivo contemplando i momenti di difficoltà e quelli di appagamento. Dovresti sentire le emozioni che caratterizzeranno ogni fase.

Come ultima scena immagina il successo, il completamento felice del tuo obiettivo. A questo punto rifletti sul tuo nuovo scenario, quello prodotto dall'obiettivo raggiunto, e chiediti: «Quanto mi piace ciò che ho appena visto?».

La realizzazione del tuo obiettivo deve piacerti.

Attenzione. Non ti sto dicendo che lavorare per realizzare il tuo obiettivo ti piacerà. La realizzazione di un obiettivo, specie se particolarmente ambizioso, comporta necessariamente delle difficoltà. Voglio anche avvertirti che la partita più grande sarà quella che combatterai con te stesso. Sarai sempre tu infatti a dover decidere di rinnovare o meno il tuo obiettivo, di continuare il tuo percorso (nella sua circolarità virtuosa), di confermare la tua presenza di fronte a ogni impegno.

Ciò che ti sto dicendo è che lo scenario del tuo obiettivo realizzato deve assolutamente piacerti. Devi emozionarti quando immagini te stesso protagonista di quello scenario e l'emozione provata deve essere energia per la tua motivazione.

Per questo la visualizzazione del tuo scopo raggiunto deve essere un tuo luogo intimo. Un riparo in cui prendere respiro e rigenerarsi mentalmente, deve essere una bussola per ritrovare la rotta nei momenti di smarrimento.

Un'emozione positiva rafforza la tua motivazione.

Ora che l'altalena di vittorie e sconfitte ci ha portato in alto, scendiamo bruscamente. Scorri mentalmente l'intero processo di visualizzazione e cambia la scena finale. Questa volta hai fallito. Il tuo obiettivo non è stato raggiunto e lo scenario che ne segue è completamente mutato.

La domanda diviene quindi:

«Che cosa proverei se dovessi fallire?».

Per quanto doloroso possa essere, ti chiedo di sforzarti, di pensarci bene, di richiamare tutte le emozioni provate e di focalizzare l'attenzione sullo scenario conseguente al fallimento. Nel farlo cerca di considerare ogni effetto prodotto dalla circolarità virtuosa spezzata (una bocciatura a un esame, a un concorso, gli allenamenti in palestra interrotti, un contratto mancato, un acquisto mancato ecc.). Come ti senti? Quanto è forte il senso di sconfitta? Che cosa cambierebbe nella tua vita?

Adesso torniamo in alto. Torna a pensare di aver completato l'obiettivo con successo. Scorri ancora una volta l'intero processo di visualizzazione. Se hai eseguito correttamente l'esercizio, lo scenario conseguente al successo dovrebbe apparirti ulteriormente emozionante. La consapevolezza della sconfitta dovrebbe stimolarti ad apprezzare ancora di più il successo di un obiettivo raggiunto.

Ogni volta che consideri un obiettivo non dimenticare di fare un giro sull'altalena di vittorie e sconfitte.

 

 

Mirco GasparottoTorna su Torna suDisponi gli articoli a grigliaDisponi gli articoli a lista

Mirco Gasparotto

Mirco Gasparotto, nato in Svizzera nel 1963, a soli 25 anni è diventato amministratore delegato della Arroweld, colosso della distribuzione industriale. È presidente del Club Mondiale della Formazione e autore (con Guido Granchi) dei libri Nuovi modelli di leadership e Teoria e pratica della leadership efficace.

 

Articoli correlatiTorna su Torna suDisponi gli articoli a grigliaDisponi gli articoli a lista

Basta Chiacchiere!

Conquista anche tu il successo grazie al metodo di un vero e proprio self-made man

Mirco Gasparotto

€ 14,00 Solo 5 disponibili: affrettati!
Disponibilità: Immediata

Libro - Anteprima - Maggio 2011 - Raggiungere il successo

Basta chiacchiere!Basta teorie, formule, leggi! Chi vuole crescere sul piano personalee su quello lavorativo non chiede di essere sedotto con parole altisonanti,ma vuole essere guidato lungo un percorso il più possibile... scheda dettagliata

 

Macrolibrarsi Assistenza Chat

 

Assistenza Clienti

NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra newsletter e ricevi sconti, promozioni e novità direttamente nella tua casella di posta.

Guadagna subito +50 PUNTI per i tuoi futuri acquisti e premi.



COMMUNITY

Seguici su Facebook
Ti Piace Macrolibrarsi?
Se ti piace clicca su:
   

I LIBRI PIU' VENDUTI

 

SPECIALI