Torna su ▲

RICEVI L'OMAGGIO DI OGGI SE ACQUISTI ENTRO: ORE MIN SEC

Avvento 2016
Idee Regalo

Mal di primavera?

Ecco le erbe che danno una spintarella

Mal di primavera?

Mentre attorno a noi la natura si risveglia, capita di sentirsi giù di tono, quasi come dei corpi estranei. In questi casi possiamo trovare sostegno nelle piante adattogene.

Proprio sul più bello, quando il mondo si risveglia in primavera, ci sentiamo stanchi e un po’ depressi. Alcune persone sono più vulnerabili di altre, ma il mal di primavera è un problema frequente, capace persino di “tagliare le gambe” a chi è predisposto. Succede che il nostro organismo ancora sintonizzato sull’inverno, abbia difficoltà ad adattarsi al nuovo clima e al ritorno della luce. E mentre intorno a noi comincia ad esplodere la vita, non riusciamo a staccarci dal letto o dalla poltrona. Un languorino ci spinge alla finestra o a fare passeggiate da cui torniamo spossati, un po’ confusi, quasi inebriati. È troppo per noi. La primavera è un momento di passaggio, forse il più importante dell’anno: non a caso gli antichi facevano iniziare l’anno nuovo proprio all’inizio di questa stagione.

Avremmo bisogno di una spintarella, lasciando il tempo al nostro organismo di adattarsi e cambiare registro. Un modo per farlo è quello di rivolgersi alle erbe dotate di proprietà tonificanti, capaci cioè di indurre corpo e mente a rispondere alle nuove condizioni esterne. In fitoterapia queste piante, conosciute da millenni, si definiscono “adattogene”: se il cambio di stagione è fonte di stress, se ci sentiamo spiazzati, “fuori fase”, sempre stanchi morti e privi di energia vitale, queste piante possono fare al caso nostro. Vi proponiamo le principali con una breve guida al loro impiego. Ricordate però che non è “acqua fresca” e un consulto col vostro medico curante è sempre opportuno (a maggior ragione se ci sono problemi di salute e in gravidanza).

Ginseng - Il “re” degli adattogeni

È la pianta adattogena per eccellenza. Originario delle foreste dell’Asia orientale, il Ginseng (Panax ginseng) è un’ottima soluzione per chi si trova in uno stato di prostrazione fisica e mentale. E’ stimolante ma, a differenza per esempio del caffè, agisce profondamente sull’organismo migliorando la capacità di rispondere allo stress o di recuperare più rapidamente dopo una fase “down”.

Come si usa

  • Facciamo un infuso mettendo 5 grammi di radice secca di ginseng in mezzo litro d’acqua. Lasciamo scaldare a fiamma bassa per 20 minuti. Ne abbiamo per 3 tazze. Beviamone 2-3 tazze al giorno per un periodo non superiore a 3 mesi.
  • 30 gocce di tintura madre in un bicchier d’acqua per 2 volte al giorno.
  • In commercio sono presenti anche capsule di radice di ginseng, da assumere di solito 2 volte al giorno.

Avvertenze: meglio evitare in caso di ipertensione o se si assumono farmaci anticoagulanti. Dosi eccessive causano iper-eccitazione.

Eleuterococco - Se serve un rinforzo immunitario

Anche chiamato Ginseng siberiano, l’Eleuterococco (Eleutherococcus senticosus) viene proprio dal nord siberiano. Rispetto agli altri adattogeni, questa pianta ha anche un effetto potenziante sul sistema immunitario. Consigliato quindi se la primavera si accompagna a frequenti infezioncine e febbriciattole. Generalmente è meglio tollerato rispetto al Ginseng. L’Eleuterococco viene spesso utilizzato per migliorare la resistenza alla fatica e le prestazioni fisiche. Non superare 6 settimane di trattamento: tra un ciclo di trattamento e l’altro lasciate passare almeno 2 settimane.

Come si usa

  • 3 grammi di radice polverizzata in un bicchiere d’acqua al giorno.
  • 30 gocce di tintura madre 1-3 volte al giorno.
  • In commercio esistono anche capsule solitamente da assumere 2 volte al giorno.

Avvertenze: sconsigliato in caso di ipertensione.

Rodiola - L’energia della montagna

La radice della Rodiola (Rhodiola rosea) incrementa le prestazioni fisiche e le performances mentali. Pianta di montagna, ora presente anche sulle Alpi, la Rodiola proviene dall’Asia settentrionale ed è molto ben conosciuta dalle medicine tradizionali cinese, siberiana e tibetana. Consigliata per gli stati di affaticamento ed esaurimento, e anche quando ci sentiamo abbattuti e depressi.

Come si usa

  • 30 gocce di tintura madre 3 volte al giorno.
  • Si trovano anche capsule, tavolette ed estratti: in questo caso badate che si tratti di prodotti standardizzati (cioè con la concentrazione dei principi attivi). Per l’estratto secco titolato all’1% si consigliano 100 mg 3 volte al giorno.

Avvertenze: non sono segnalati effetti collaterali degni di nota: ma mai esagerare!

Maca - Il carburante degli Incas

Originaria della Cordigliera andina, l’erba Maca (Lepidium meyenii) e il suo tubero sono utilizzati da sempre nell’alimentazione di quelle popolazioni: la pianta è infatti molto ricca di principi nutrizionali. È anche considerata una pianta adattogena, e il suo impiego si è diffuso in ambito sportivo. Sperimentalmente, migliora le prestazioni sessuali. La chiamano anche “Ginseng peruviano”.

Come si usa

  • Sul mercato sono presenti molti prodotti a base di Maca, soprattutto in polvere e in capsule. In genere si consiglia di assumere 2-2,5 grammi di polvere di Maca al giorno in 3 somministrazioni.

Avvertenze: l’impiego appare sicuro ma la pianta non è ancora stata studiata a fondo.

Schisandra chinensis - Il frutto dai cinque sapori

Proviene dal nord della Cina dove è chiamata Wuwei- zi (frutto dai cinque sapori). Se ne consumano le bacche dall’intenso colore rosso: si consigliano anche in Cina per superare gli stati di affaticamento e migliorare la resistenza fisica. Appare anche dotata di un effetto epatoprotettore e migliorativo della vista.

Come si usa

  • Il prodotto più reperibile consiste in capsule contenenti l’estratto secco delle bacche (standardizzato al 9% in schizandrina): 2 capsule al giorno.

Avvertenze: rare segnalazioni di effetti collaterali come disturbi allo stomaco o sfoghi cutanei.

Articolo tratto da L'Altra Medicina N. 19

 

 

 

Abbonarsi alla rivista L'altra medicina magazine conviene! Puoi infatti ricevere 12 numeri della rivista, comodamente a casa tua, pagandone soltanto 8 (28 euro anziché 42)!

Richiedi l'Abbonamento a l'Altra Medicina

 

 

I vostri commenti - Scrivi un commento!

Nessun commento presente

Scrivi un commento!

Possiamo aiutarti?

assistenza clienti

I nostri operatori sono a tua disposizione per assisterti.

 

Assistenza Clienti

NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra newsletter e ricevi sconti, promozioni e novità direttamente nella tua casella di posta.

Guadagna subito +50 PUNTI per i tuoi futuri acquisti e premi.



COMMUNITY

Seguici su Facebook
Ti Piace Macrolibrarsi?
Se ti piace clicca su:
   

I LIBRI PIU' VENDUTI

 

SPECIALI