Torna su ▲ Un Omaggio per te!

Madisyn Taylor - Anteprima - Imparare a Vivere

Madisyn Taylor - Anteprima - Imparare a Vivere


Siete belli

Vedere voi stessi

Molti non trovano il tempo di notare e riconoscere quanto siamo meravigliosi come esseri umani. Potremmo essere amanti della bellezza, vederla nelle persone, in luoghi e cose che ci circondano mentre la stessa potrebbe essere completamente assente in noi. Alcuni di noi trovano che sia vano considerare troppo il nostro aspetto o possiamo pensare che guardandoci troppo vediamo solo le imperfezioni. Spesso ci guardiamo allo specchio con aspettative e preconcetti che non ci permettono di vederci chiaramente. Come risultato, perdiamo la bellezza che è più vicina a noi. A volte vediamo la bellezza in modo poco profondo, notando quanto bene ci conformiamo alle norme sociali, mancando di vedere la parte più profonda che brilla dall'interno e continuerà a farlo, indipendentemente da come ci poniamo all'altezza degli ideali della società.

Se superiamo tutti questi ostacoli e semplicemente appezziamo quanto siamo meravigliosi, liberiamo in tal modo tanta energia. Diventiamo anche meno indipendenti dalle opinioni degli altri e diveniamo i nostri stessi più grandi ammiratori. Molti di noi sanno che dopo una pratica yoga o una profonda meditazione, siamo maggiormente capaci di vedere quanto meravigliosi siamo. Ci siamo liberati di alcuni pesi, alleggerendoci e richiamando lo Spirito che dimora dentro di noi. E' questa l'incantevole combinazione del divino Spirito e del corpo umano che converge la bellezza più accuratamente di qualsiasi altro. Per mantenerci in contatto con la nostra propria bellezza dobbiamo circondarci di immagini che ce la riflettano, foto di un parente che ha i nostri occhi, immagini di insegnanti che incorporino lo stesso spirito o foto personali che catturino la nostra essenza in modo che ci permetta di vederci nuovamente. Il modo migliore per rimanere in contatto con la nostra bellezza è continuare a guardare profondamente dentro la nostra anima aprendo i nostri occhi agli esseri umani che vediamo nello specchio di ogni giorno.

 

Nulla di superfluo

Voi bastate

Molti di noi hanno l'idea di dover compiere qualcosa di grandioso nella propria vita e se ancora non abbiamo fatto nulla che si adatti allo scopo, ci sentiamo come se fossimo in sospeso. Potreste sentirvi incompleti o vuoti. Come se la vostra vita non avesse senso dal momento che non si allinea con il vostro concetto di una maggiore realizzazione. In alcuni casi può succedere, quando veramente desideriamo fare qualcosa mai sperimentato prima. Nella maggior parte dei casi rendetevi liberi, realizzando che già il fatto di essere qui, di essere voi stessi, è sufficiente.

Dal momento che viviamo in questo mondo, condividiamo in tanti modi l'energia e lo Spirito con le persone che ci circondano. La nostra influenza tocca la loro vita ed attraverso di esse, quelle di molte altre persone. Quando ci sforziamo di vivere pienamente la nostra vita e di essere noi stessi, stiamo facendo qualcosa di grande a livello interiore, ed è più che sufficiente per noi dar senso del nostro essere qui, su questo Pianeta, in questo momento. Non è necessario rimanere legati ad una vecchia concezione del dover aver successo o che il procedere solitari salvi il mondo per poter valorizzare la nostra esistenza.

Possiamo guardare dentro al nostro cuore per scoprire cosa sia vero per noi, cosa dà senso alla nostra vita, cosa ci emoziona. Possiamo liberarci da qualsiasi condizionamento per constatare che è dall'esterno che proviene la qualità interiore nel perseguire i grandi valori. Essere in armonia con i nostri propri valori e vivere in armonia con la nostra visione è tutto ciò di cui abbiamo bisogno per appagare la nostra esistenza. La nostra vita è un processo del divenire cosicché non possiamo fare altro che co-creare, essendo ciò che siamo, rispondendo a qualsiasi momento così come si presenta e così possiamo fidarci che è abbastanza.

Integrare i nostri molteplici noi stessi

La somma delle nostre parti

Gli esseri umani sono creature multidimensionali. La nostra identità è la somma dei nostri tratti, dei valori e del nostro carattere. Ognuno possiede interiormente molti e diversi Io. La parte adulta e lo Spirito infantile risiedono all'interno di noi. Esistono la parte maschile e quella femminile. In noi si trova il lavoratore instancabile e l'artista, il genitore ed il curatore. Tutte queste personalità combinate formano una ben compatta e complessa persona. Tuttavia, non tutti questi aspetti del nostro Essere si fondono insieme facilmente, alcuni possono andare in conflitto od opporsi l'uno all'altro.

Nel momento in cui le nostre diverse parti si scontrano, come il nostro Io infantile con l'Io dell'adulto responsabile, spesso finiamo per separare o soffocare uno dei due aspetti per facilitarne il conflitto.

Se questo, per un breve momento, può farci sentire meglio lo saremmo maggiormente se trovassimo il modo di far coesistere tranquillamente i nostri due Io all'interno di noi stessi. Sebbene alcuni dei nostri Io possano essere dominanti, mentre altri raramente si mettono in mostra, il tentare di sopprimere uno o più di questi aspetti, ci può lasciare la sensazione che la nostra identità sia stata scissa. Essere capaci di integrare con successo i nostri vari Io potrebbe essere così semplice come accettarli, abbracciando ognuno di essi. Potrebbe anche essere necessario rivalutare il modo con cui li valutiamo. L' Io immaturo che viene ridicolizzato, può diventare una valida ed indiscussa parte di noi, nel momento in cui la ridefiniamo come la parte più giocosa del nostro aspetto. Tenere un diario può aiutarci a conoscere e capire le diverse parti che formano la nostra identità. Quando i nostri Io si mescolano insieme per formare un individuo integrato, vi sentite cambiati. Non vi sentite più tirare in diverse direzioni e non dovrete più negare nessuna parte di voi stessi.

Diventate così una persona completa, familiare e a proprio agio con i tanti Io che formano il vostro essere.

Uno splendido vascello

Lo stupefacente corpo

Come esseri umani, ci è stato donato uno splendido regalo. La nostra incredibile mente e lo Spirito interiore dimorano in corpi che ci permettono di connetterci fisicamente con questo splendido Pianeta in cui abitiamo. Siamo capaci di vedere, sentire, gustare, odorare, provare emozioni e dirigere tutti questi sensi alle nostre menti e anime così che possiamo imparare e crescere ed evolverci.

Il corpo umano ci serve al meglio delle sue capacità, ogni giorno delle nostre vite, permettendoci di respirare nell'ossigeno che è la nostra forza di vita, il più delle volte senza che nemmeno ci pensiamo.

Il respiro aziona un complesso sistema che non solo permette al corpo di funzionare, ma anche di rinnovarsi.

Attualmente, il nostro corpo è in grado di rinnovarsi a livello cellulare ogni sette anni. Il fatto che si possa guarire da gravi lesioni, malattie e traumi fisici, è un atto che spesso diamo per scontato. Quando la mente e Spirito sono un tutt'uno con il corpo, la capacità di guarirci è davvero miracolosa. Le condizioni alle quali gli esseri umani sono in grado di adattarsi vanno al di là della capacità di qualsiasi altra creatura presente su questo pianeta. Continuamente il nostro corpo deterge tossine dal nostro sistema. Lo spingiamo oltre il limite per eseguire azioni incredibili, saltando ad altezze inimmaginabili, correndo ad alta velocità e flettendoci in posizioni yoga che vanno oltre la comprensione.

Persino senza riposo né nutrimento il nostro corpo continua a funzionare. Quando i nostri sensi od organi cessano di funzionare, altri sono pronti a compensare qualsiasi mancanza. Se perdiamo la vista, il nostro udito e/o altri sensi si acutizzano. Quando un rene non è più in grado di funzionare, l'altro svolge il lavoro di entrambi. Il corpo umano è una squadra incredibile ed è dalla nostra parte nel gioco della vita.

Siamo benedetti per essere qui, ora, come esseri umani che possono portare amore e compassione a tutte le creature con le quali condividiamo la terra e l'Universo.

Onorate il vostro essere ed usatelo per far del bene. Lo Spirito e la mente sono volenterosi e così lo è il corpo.

Il coraggio emergente

Attraversare le nostre paure

Le situazioni, le attività e gli individui che ci intimoriscono, rimangono statici. La loro propria intensità non cambia. L'energia alla base delle nostre paure aumenta nel momento in cui abbiamo paura di immaginare tutto quello che potrebbe non svilupparsi con esito positivo. La minima ansia potrebbe facilmente tramutarsi in terrore, impedendoci di reagire. Molto spesso, però, attraversando queste paure, scopriamo che la sua forza era al di fuori del sincronismo con la realtà. Scopriamo, quindi, che compiere azioni che ci spaventano può condurci a grande felicità. Affrontare la nostra trepidazione a testa alta, ci aiuterà ad accettare che scenari di paura potrebbero non sfociare nel disastro immaginato nelle nostre menti.

Sebbene la paura sia un dono evolutivo, volto a forgiare i nostri sensi ed infonderci energia durante i periodi di forte stress, ciò nonostante può diventare una barriera che vi impedisce di realizzare il vostro potenziale, negandovi la gratificazione e le esperienze che vi cambiano la vita.

Prima di affrontare una paura, potreste avere a che fare con una raffica di emozioni e di pensieri negativi.

Attraversare questo momento, sia che si tratti di un discorso pubblico, prendere parte ad un'attività che ci rende nervosi o facendovi valere quando le probabilità vi sono contro, può essere ugualmente difficile.

Una volta preso atto della situazione, e lo farete, probabilmente vi chiederete il motivo per cui avete pensato al peggio in un primo momento.

Mentre trascorrete il tempo nella preoccupazione di ciò che potrebbe accadere, è bene pensare che ciò che temete probabilmente non accadrà affatto.

È come se un peso si fosse sollevato dalle nostre spalle ed avvertirete come un senso di travolgente orgoglio.

Attraversare le vostre paure significa correre dei rischi e può richiedere sia pratica che pazienza. Dal momento che è impegnativo agire quando si è colti da paura, iniziate poco alla volta.

Ogni passo che avanzerete verso la paura, vi rafforzerà ed aiuterà ad affrontare future ansie con equilibrio, coraggio e fiducia. Noterete che, nel momento in cui vi sentirete pronti a guardare in faccia la paura, l'Universo vi offrirà sempre aiuto e supporto.

Quando vedete la realizzazione e l'evoluzione personale che potete raggiungere attraversando le vostre paure, la fede in voi stessi crescerà facilitandovi il passo successivo.

Mettere voi stessi per primi

Soddisfare le vostre necessità

Nella vita veniamo innanzi tutto incoraggiati a pensare al prossimo. È vista come una virtù anteporre le necessità di genitori, bambini o amici, a volte anche a costo di sacrificare le nostre stesse. Questa virtù, come qualsiasi altra, è migliore e più significativa se attuata con moderazione. L'essere eccessivamente premurosi può facilmente nascondere un pianto inconscio per amore o bisogno di sostegno.

Dedicare tutto il vostro tempo agli altri, può tradursi in un modo di aver cura di voi stessi. Aver cura di voi stessi può sembrare egoista mentre, venire incontro alle persone che vi circondano potrebbe sembrare più semplice che non affrontare le vostre questioni personali.

Affrontare prima le vostre esigenze, in alcuni casi è salutare e vitale non solo per la vostra salute e il vostro benessere, ma soprattutto per la vostra capacità di prendervi cura del prossimo.

Spesso ci troviamo ad affrontare troppe responsabilità e quelle a cui più prontamente rinunciamo, sono sovente le più importanti per noi. Se per voi ciò è vero, domandatevi il perché. Sentite il bisogno di provare a voi stessi di essere altruisti o sperate che il vostro sacrificio venga riconosciuto?

Vi sentite egoisti nel desiderare per voi stessi o, semplicemente, è più impegnativo valutare le vostre proprie necessità, dal momento che sono le uniche che richiedono il maggior sforzo personale da parte vostra?

La dedizione altruista può divenire frustrante nel momento in cui non trovate l'apprezzamento o l'amore che desiderate che, ironicamente, porta ad impiegare uno sforzo maggiore. Quando avete cura di voi stessi, confermate i vostri valori e le vostre mete. D'ora innanzi, non temete di porvi per primi. Ascoltate la vostra voce interiore, siate onesti con voi stessi e con gli altri. Abbiate il coraggio di affrontare i vostri bisogni e problemi a testa alta, invece di rimandare aiutando altre persone con i loro.

Non prendersi cura di noi stessi è spesso indice di un'enorme lotta interiore.

Può essere utile riconoscere che meritate attenzione come qualsiasi essere umano e che date il meglio di voi nel momento in cui i vostri bisogni vengono soddisfatti. Cercate, per quanto possibile, di fare qualcosa di speciale per voi stessi: prendetevi una pausa, chiedete aiuto e date alle vostre personali necessità tutta l'attenzione che esse meritano.

ORNAMENTO

Imparate e lasciate scorrere

Non abbiamo bisogno di soffrire

L'idea di dover soffrire o di dover vivere in povertà per essere spirituali, è una vecchia idea e la si trova nei sistemi di credo di molte filosofie. E' inconsciamente radicata in molti di noi: tratteniamo il benessere emotivo, credendo che questo sia necessario per agire virtuosamente, essere spiritualmente svegli o sentirci meno in colpa riguardo la sofferenza del prossimo.

Se è vero che ci può essere un proposito spirituale per sperimentare una mancanza di benessere materiale, questa non va intesa come esperienza permanente o che perduri per la vita intera. Ciò che vogliamo trovare quando le nostre risorse finanziarie od emotive scarseggiano, è il fatto che è più per la nostra vita che per il materiale. Intense relazioni ed abbondanza materiale ci possono distrarre dal regno dello Spirito, così che un periodo di carenza può essere di risveglio spirituale. Comunque, una volta riconosciuto il regno dello Spirito e posto al centro delle nostre vite, non è necessario vivere in povertà o isolamento emotivo.

In effetti, una volta che la connessione con lo Spirito è completa, ci sentiamo così in dovere di condividere l'abbondanza che la mancanza diviene cosa passata.

Se vi accorgete di provare sofferenza in alcune parti della vostra vita fisica, probabilmente il vostro Spirito vi sta chiedendo di guardare più profondamente nella vostra ricerca di ciò che desiderate. Ad esempio, se desiderate denaro per provare la sensazione di sicurezza, ma il successo finanziario continua ad evitarvi, il vostro Spirito potrebbe chiedervi di capire che la sicurezza non la si può trovare attraverso il denaro. Piuttosto, essa proviene da un'irremovibile connessione con la vostra anima. Una volta stabilita la connessione, probabilmente la prosperità scorrerà più facilmente nella vostra vita. Se sono le relazioni a schivarvi, il vostro Spirito potrebbe chiedervi di riconoscere che l'amore che cercate non può essere trovato in un'altra persona.

Quindi, ironicamente, una volta trovato l'amore la vostra anima gemella può più facilmente manifestarsi.

Se vi accorgete che continuate a soffrire allo scopo di vivere una vita spirituale, cercate di trovare un po' di tempo per scrivere qualcosa al riguardo. La radice del problema apparirà e potrebbe non essere ciò che vi aspettavate. Ricordate, l'Universo desidera che voi siate felici.

Parte III

Effettuare cambiamenti

Arriva un momento, nella vita di molti di noi, in cui realizziamo che il modo in cui stiamo vivendo non ci soddisfa più. Forse, per un periodo siamo stati infelici, abbiamo toccato il fondo o forse, ci siamo svegliati un giorno e abbiamo detto "Basta !"

Amo il cambiamento, chiunque mi conosca lo sa. Sono consapevole che attraverso il cambiamento affronterò nuove sfide ed avversità, la mia vita verrà capovolta e probabilmente, per un attimo, mi sentirò a disagio.

Mio marito ha imparato ad accettarlo e solitamente cerco di avvisarlo prima di agire, facendogli sapere come può essermi di supporto.

Trovarsi al centro del cambiamento di una vita può essere caotico e, se non ho debita cura di me stessa, corpo, mente e Spirito, entrerò nella spirale senza controllo proprio come chiunque altro.

Ci vuole coraggio e coordinazione per affrontare la sfida dei cambiamenti della vita, bisogna essere pronti. Il cambiamento è qualcosa che non può essere forzato, deve sorgere dal profondo, a livello dell'anima, o vi ritroverete soltanto ad attraversare i moti del cambiamento e molto probabilmente una parte di voi si ribellerà.

Se vi sentite come se voleste apportare dei cambiamenti nella vostra vita, sia che riguardi la carriera, una relazione, un'abitudine od un trasloco, ci sono passi da intraprendere per favorire questo processo:

Cercate di capire da dove il sentimento trae origine.

Qualcun altro vi ha suggerito di cambiare o siete veramente voi a volerlo?

Tenete un diario e annotate cosa desiderate cambiare ed il perché. Scrivete quali sono le vostre aspettative dopo che il cambiamento è completato. In questo modo viene detto alle energie universali che voi siete pronti per questo, voi lo volete. Gli ingranaggi si metteranno in moto e vi verranno presentate circostanze per aiutare a facilitare il vostro desiderio.

Pensate ai modi in cui normalmente sabotate la vostra vita ed annotateli, così da poterne riconoscere i segnali se e quando dovessero comparire.

Immergetevi in questo per alcuni giorni, accrescete l'entusiasmo ed iniziate a compiere piccoli passi verso il cambiamento. Potete svolgere piccole azioni per provare un senso di compimento. Permettete al cambiamento di aprirsi naturalmente nella vostra vita, senza forzare voi stessi.

Questo può accadere abbastanza velocemente oppure a seconda di ciò che voi desiderate sia modificato, può richiedere maggior tempo.

Non amo il processo di cambiamento perché è sicuramente una sfida, ma amo il momento in cui mi ritrovo dalla parte opposta. Non solo sono sopravvissuta ma sono più forte , piena di energia e provo un senso d'orgoglio, non importa ciò che accade, non torno indietro al punto di prima.

Tuttavia, la vita può essere come la proverbiale cipolla, ossia sempre un altro strato, oppure come una scala, ossia sempre una altro passo.

Appena pensate di aver affrontato la cosa e fatto i cambiamenti desiderati è possibile che vi troviate di fronte alle stesse problematiche, ma a livelli più profondi. Questa è la cipolla. Non consiste nell'aver fallito o aver fatto passi indietro, piuttosto, è la vostra anima che vuole andare ancora più in profondità.

La prima reazione potrebbe essere di sgomento per aver lavorato tanto e ritrovarsi al punto di partenza.

Nessuna paura, avete fatto bene, ma la vostra anima vi sta indicando che siete pronti a continuare. E' questa la bellezza completa della vostra anima. Non riceverete alcun impulso o segnale fino a quando non sarete pronti, in modo che voi possiate stare bene. Vedetelo come il segnale che vi indica che siete forti, piuttosto che essere indotti dalla sensazione d'arresa.

Ricordate che disponete sempre di libero arbitrio; se siete veramente felici dove siete, questo è grandioso. Se però, la vostra conoscenza interiore continua ad inviarti segnali, confermandoti che vorresti davvero apportare dei cambiamenti, l'Universo vi sosterrà completamente. Questo è ciò che vi prometto, dal momento che l'ho sperimentato molteplici volte nella mia stessa vita.

Un esempio di un cambiamento che desideravo attuare era di affrontare la paura della folla, dei luoghi e discorsi pubblici. Sfortunatamente, lasciai che questa paura prendesse il sopravvento e mi ritrovai ad evitare situazioni abituali come concerti, viaggi e persino fare dello shopping. Continuava a comparire nella mia mente ed era giunto il momento di liberarmene. Trascorsi del tempo a chiedermi perché stesse accadendo a me. Quando, questo tipo di comportamento era iniziato e di cosa avessi realmente paura. Chiesi aiuto alle mie guide e all'Universo.

Lentamente, venni indirizzata verso persone che potessero aiutarmi e ciascuna di loro possedeva un piccolo pezzo del puzzle.

Fino a quel momento, impiegavo un'ora prima di uscir di casa, mentre mi mettevo i gioielli di gemme protettive, meditavo per rilassarmi e richiamavo i miei angeli custodi e le mie guide. Era come se provassi a uscire di casa con dieci bambini urlanti ma questo, da solo, non era sufficiente per me; alleggeriva la situazione ma non toccava la radice del problema. L'Universo mi mandò persone in grado di aiutarmi.

Una saggia donna mi diede compiti da svolgere; nel momento in cui mi sarei sentita sopraffatta da qualsiasi situazione, avrei dovuto fermarmi e raccontare a mio marito il disagio provato, porgendogli una serie di domande da sottopormi. Queste domande mi aiutarono a ritrovare contatto con la terra e compresi di non essere in pericolo.

Ricevetti inoltre grande aiuto tramite la terapia di regressione della vita passata, che mi pose in stato di meditazione in cui vidi chiaramente me stessa come una sirena a piedi nudi in un piccolo villaggio europeo. Ero la guaritrice del paese. Il mio potere e le pratiche medicinali con le erbe incutevano timore nelle persone fino a quando un giorno, fui lapidata. Non c'è da stupirsi che non mi piaccia stare in pubblico! Solitamente, non mi avvalgo dell'aiuto di regressioni psichiche o della vita passata, dal momento che vivo in questo periodo, ma è chiaro che fu riportato a galla un importate aspetto della mia vita.

Anche se mi è stato donata questa sensibilità, posso comunque non sentirmi a mio agio fra la folla. Sono stanca di essere un'empatica (provare i sentimenti di altri), come parte del mio percorso di vita. Posso comunque sentirmi bene svolgendo il duro compito di indirizzare le mie paure, approfondirle ed apportare al meglio i cambiamenti. Cercare di mantenere l'equilibrio durante la fase di cambiamento e anche dopo, è una parte molto importante di questo processo. Ricordo, quando imparai per la prima volta ad essere una persona meno accondiscendente, che proviene dall'essere una brava ragazza ed utilizzai la mia voce per dire No.

Mi sentivo come se avessi due anni, ogni cosa era no, no, no.

Stavo imparando ad invocare il potere per dissentire, non utilizzando la parola Sì, avevo la mia personale opinione, in modo che potessi piacere alle persone.

Presto divenni una persona "No", ma questo doveva accadere prima o dopo, era una parte naturale del ciclo. Come in ogni cambiamento, o qualsiasi cosa nella vita, è tutta una questione di equilibrio.

Quando acquisti nuove capacità, le vuoi testare continuamente. Certamente in questo modo si crea uno squilibrio, ma è importante realizzare che fa parte del processo: ogni cosa subirà uno squilibrio prima di adattarsi al nuovo stato dell'essere. Su scala globale, ne potete essere testimoni ricercando la storia; ogni cosa subisce uno squilibrio prima di equilibrarsi. Credo che questa sia una delle cose brillanti dell'Universo. Se ci pensate, non ha forse senso? Ogni cosa ci viene mostrata in modo che possiamo apprenderla. Non solo la visioniamo, ma dobbiamo viverla, così che il nostro essere apprenda pienamente l'importanza dell'equilibrio. Alla fine, il pendolo si posizionerà al centro, luogo beato di equilibrio e pace.

Un altro aspetto del cambiamento può essere quello di porvi al posto di guida della vostra vita.

Quante persone conoscete che semplicemente passano attraverso lo scorrere della vita e permettono agli altri di prendere per loro le decisioni? Forse, questo ti descrive: da qualche parte, lungo il cammino, hai ceduto al controllo della tua vita. Questo processo può avvenire lentamente lungo i corso degli anni, iniziando con l'osservare i genitori e magari, sposare qualcuno che continui il percorso per voi.

Non sono solo i nostri familiari che portano via il nostro potere di essere al posto di comando, ma anche i media ed il governo. Ci viene detto: "Mangia questo ma non quello, questo va bene per te ma l'altro no" e così via. Ripetutamente riceviamo messaggi per toglierci il potere. Nulla mi rende più folle che sentire una persona dire: "È così che si fa". Presto, scopriamo di essere al posto del passeggero ed alcuni sono persino sul sedile posteriore. Essere in grado di prendere una decisione per noi stessi è la base della libertà. La ricerca è il primo passo da compiere per prendere una decisione informata e grazie ad Internet tutto ciò è più semplice. Anche con la ricerca, è importante raccogliere dati da diverse fonti; solo così potete prendere la miglior decisione per voi stessi. Nel momento in cui riprendete il posto di comando, diventate di nuovo qualcuno che prende parte alla propria vita ed inseguito nel mondo esterno. È nata una nuova energia, un'emozione; ora siete parte del gioco e non soltanto contribuite al vostro proprio benessere, ma all'energia globale.

Dire addio ad una parte di noi stessi, che una volta ci apparteneva, è una fase del cambiamento spesso trascurata. Questo può presentarsi in forma fisica, attraverso l'espressione del sentimento, come l'essere tristi o depressi, mentre, il vecchio aspetto di voi che sta cambiando, viene disperso.

Altra forma sotto cui si presenta, è un distinto senso di rivincita, in cui vi sentite come se, virtualmente, steste scavando con i talloni nel suolo, calciando e urlando. La parte che state cambiando, potrebbe essere stata con voi per molto tempo e forse non è ancora completamente pronta ad andarsene ed in qualche modo lo sta mostrando.

Sappiate che questo è tutto normale e fa parte del ciclo.

Ciò che mi piace fare è parlare, scrivere o persino organizzare una cerimonia, se necessario, per quella parte di me che deve lasciarmi. Potete immaginarla come una specie di veglia funebre per l'aspetto di voi che sta morendo. Quindi la onoro e la ringrazio per essere stata con me, per essersi presa cura di me e per avermi protetta. Qualunque fosse il suo compito, ne prendo atto. Ad essa faccio sapere che è giunto il momento di andare così che nuova luce e cambiamento possano subentrare.

È qualcosa che voi avete chiesto e per cui vi sentite pronti. Ad esempio se vi recate in un luogo in cerca di una relazione, ci potrebbe essere una parte di voi che è abituata a stare da sola ed un'altra che ha paura di impegnarsi o si sente vulnerabile. Parlando di queste parti di voi e permettendo loro di volare libere, aprite le porte all'energia per ricevere ciò che desiderate.

 

I vostri commenti - Scrivi un commento!

Nessun commento presente

Scrivi un commento!

 

Macrolibrarsi Assistenza Chat

 

Assistenza Clienti

NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra newsletter e ricevi sconti, promozioni e novità direttamente nella tua casella di posta.

Guadagna subito +50 PUNTI per i tuoi futuri acquisti e premi.



COMMUNITY

Seguici su Facebook
Ti Piace Macrolibrarsi?
Se ti piace clicca su:
   

I LIBRI PIU' VENDUTI

 

SPECIALI