Torna su ▲
Avvento 2016
Idee Regalo

Leggi un brano estratto dal libro "Perchè "Stare...

Tiziana Verbitz introduce il nuovo libro di Tiziana Bossi "Perchè "Stare a Dieta" fa ingrassare"

Leggi un brano estratto dal libro "Perchè "Stare a Dieta" fa ingrassare"

"L'unico modo per liberarsi di una tentazione, è di cedervi"
Oscar Wilde

Mi permetterei di dire "fantastico", se non fossi certa di essere tacciata di piaggeria. E direi "fantastico" per una ragione ben precisa: Monica Bossi traccia con estrema competenza le basi fisiologiche, i processi metabolici, quei complicati "giochi" del nostro organismo per cui uno più uno non fa due, che spiegano come e perché la miglior dieta sia la "nondieta"!

Nella mia pratica clinica, il punto d'arrivo nel trattamento dei disordini alimentari è la prescrizione della "Dieta Paradossale": mangiare solo e soltanto ciò che piace, entro i pasti. E funziona.

Ma Monica Bossi spiega perché funziona.
E perché la "dieta", come normalmente intesa - basata cioè sull'astinenza - sia la strada maestra per un triste e frustrante sovrappeso.

Introduce un concetto essenziale:
il "piacere" come elemento imprescindibile della nostra vita.

Tutto ciò che viene fatto con piacere, funziona.

È esperienza di tutti: studiare qualcosa che piace è molto più facile che studiare qualcosa che non piace. Ma troppo spesso lo dimentichiamo.

E il cibo non è solo nutrimento, ma fonte di piacere.
Pertanto ogni restrizione incrementa il desiderio per ciò che mi proibisco/mi viene proibito. Un vecchio adagio recita: "se te lo concedi, potrai rinunciarvi; se non te lo concedi, sarà irrinunciabile".

Se questo può sembrare intuitivo, i più sono invece convinti che la nostra nobile ragione sia più potente del desiderio. L'autrice dipana il complesso groviglio che spiega il fenomeno in termini endocrini e metabolici, quella serie di reazioni a catena del nostro organismo per cui, per citare ancora Oscar Wilde "sebbene partiti con le migliori intenzioni, approdiamo inesorabilmente ai peggiori disastri".

Monica Bossi non considera l'Uomo come un insieme di apparati e organi indipendenti gli uni dagli altri, ma come una perfetta e complessa macchina composta da ingranaggi interdipendenti: un Uomo disticamente inteso per cui "psiche" e "soma" interagiscono influenzandosi reciprocamente. E spiega "come".

Può sembrare, ancora una volta, ovvio, ma di fatto non cesso di stupirmi di fronte all'iperspecializzazione della nostra scienza medica (occidentale, allopatica), che va di pari passo con un frazionamento della persona in "blocchi" autonomi e indipendenti. Per il gastroenterologo siamo il nostro apparato digerente e basta; per lo pneumologo il nostro apparato respiratorio e basta e potremmo andare avanti con tutti gli "... ologo" del caso.

Raramente siamo una Persona, cioè un essere umano che funziona più o meno bene grazie a complesse reazioni a cascata somato-psichiche e psico-somatiche che hanno ripercussioni sul nostro benessere e sulla nostra integrità.

Per la scienza medica comune siamo anche... tutti uguali, e non è un concetto democratico! Sfugge il fatto che come siamo fisiognomicamente diversi, possiamo esserlo anche metabolicamente e ci si stupisce magari perché quel farmaco o quella dieta "a te non funziona!".

L'approccio dell'autrice tiene conto proprio di queste differenze, della "tipizzazione metabolica", per cui ciò che può far perdere peso a uno, può fame prendere ad un altro. Non esiste il farmaco che vada bene per tutti, come non esiste la dieta che vada bene per tutti. Non per nulla il nostro genoma "si esprime" in modo diverso, fortunatamente.

Questo non è un libro che insegna a perdere peso: sarebbe solo uno in più, in un orizzonte tanto vasto quanto inutile.

Questo libro insegna a mangiare correttamente, ma non nel modo in cui solitamente si recepisce questa espressione; non nell'ottica cioè della demonizzazione di alcuni alimenti e nell'esaltazione di altri, dipendente più da esasperate e fuorvianti operazioni di marketing, che da conoscenze scientifiche.

Insegna a non privarsi, ma a scegliere i cibi più adatti per il nostro "tipo" metabolico e a combinarli nel modo migliore senza rinunciare a nulla, per sfruttare il meglio di ognuno, per perdere peso o per restare in forma, cioè sani e ... felici.

Perché primo dovere dell'uomo è "essere felice"

Tiziana Verbitz

 

Monica BossiTorna su Torna suDisponi gli articoli a grigliaDisponi gli articoli a lista

I vostri commenti - Scrivi un commento!

Nessun commento presente

Scrivi un commento!

Articoli correlatiTorna su Torna suDisponi gli articoli a grigliaDisponi gli articoli a lista

Perchè Stare a Dieta fa ingrassare - Libro

Cosa "pensa il nostro cervello" quando ci mettiamo a dieta

Monica Bossi

€ 11,90 € 14,00 (-15%) Solo 3 disponibili: affrettati!
Disponibilità: Immediata

Libro - Editoriale Programma - Maggio 2014 - Dietetica

Quando ti metti a dieta sei sicuro/a che il tuo cervello è d'accordo e ti appoggia al 100% nella decisione che hai preso? Il libro Perché “stare a dieta” fa ingrassare, spiega quali sono le correlazioni dinamiche tra il... scheda dettagliata

Possiamo aiutarti?

assistenza clienti

I nostri operatori sono a tua disposizione per assisterti.

 

Assistenza Clienti

NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra newsletter e ricevi sconti, promozioni e novità direttamente nella tua casella di posta.

Guadagna subito +50 PUNTI per i tuoi futuri acquisti e premi.



COMMUNITY

Seguici su Facebook
Ti Piace Macrolibrarsi?
Se ti piace clicca su:
   

I LIBRI PIU' VENDUTI

 

SPECIALI