Torna su ▲
Avvento 2016
Idee Regalo

Le fiabe ci parlano di noi

Le storie tradizionali parlano alla nostra anima e ci invitano al cambiamento

Le fiabe ci parlano di noi

Le fiabe sono fatte della materia di cui è fatto l’inconscio. Il materiale archetipico che le compone e i meccanismi attraverso i quali si dipanano, infatti, possono rivelarci molte cose sulla nostra psicologia e sul tempo che stiamo vivendo.

L’idea che le storie siano qualcosa di rigido e sempre uguale è un pregiudizio, e si scontra con la realtà: la stessa fiaba si trova in tante diverse nazioni e cambia a seconda della sensibilità, i costumi, il modo di pensare di ciascuna. Guardate i bambini, come amano inserire continue, piccole variazioni in ogni storia!

D’altra parte, le fiabe tradizionali non sono pensate solo per loro, ma spesso sono dirette principalmente agli adulti. Il loro scopo è risvegliare l’anima, la parte autentica che spesso si nasconde dietro le abitudini e le maschere della maturità.

Sono fatte per sconvolgere, creare intuizioni, fare strike! nel cuore di ciascuno e mostrare la necessità di un cambiamento – a volte di una vera e propria rivoluzione – della propria esistenza.

Le fiabe non sono sempre uguali, ma seguono la trasformazione dell’inconscio collettivo. Un divenire molto lento, che però nel nostro tempo sta conoscendo una grande accelerazione. Attraverso il loro studio è possibile comprendere profondamente cosa sta accadendo dentro di noi, a più livelli.

Ciò può accadere perché le fiabe ci permettono di dire attraverso delle storie fantastiche, inventate e allegoriche, qualcosa che altrimenti non riusciremmo a raccontare. E a fare ciò che spesso – nel mondo materiale – non riusciamo a fare: dare un posto a ogni cosa, rimettere ordine, offrire a ciascuno il proprio spazio.

Come recita Tom Hanks nei panni di Walt Disney in Saving Mr. Banks: «È questo che facciamo noi cantastorie: rimettiamo a posto le cose con l’immaginazione».

La rinarrazione

Cambia l’inconscio, cambiano le fiabe. Se le strutture rimangono le stesse – riflesso delle nostre strutture interiori fondamentali e immutabili – ma ciò che accade nelle storie può cambiare. Se cambia la nostra consapevolezza nelle relazioni, cambia il modo in cui i personaggi si relazionano gli uni con gli altri.

Per questa ragione, possiamo fare con le fiabe ciò che dovremmo fare tutti con la nostra vita: rinarrare. Possiamo rivendicare il diritto di raccontare di nuovo ogni storia, come insegnava Carlos Castaneda, non per nascondere il trauma, il tradimento, il male, ma per trasformarlo, per dargli un senso, per superarlo e vedere il futuro.

Per attraversarlo, per andare oltre. La rinarrazione permette di vedere i personaggi in modo più complesso e sfaccettato, rivelando ciò che nelle fiabe tradizionali è stato spesso nascosto, rimosso.

Ogni lettore dovrebbe provare a rinarrare una fiaba, così come si fa con la propria vita. E come si fa con la propria vita, anche nella fiaba, grazie alla consapevolezza, il cattivo della storia può essere compreso e può avere una nuova possibilità di liberarsi dal male.

Rinarriamo la nostra storia

Il patrimonio dell’umanità è ricco di storie. Ciascuno di noi – in base alla sensibilità, il vissuto, le caratteristiche, il talento – può essere legato a una di queste più che alle altre. Trovare la propria storia è un dono, perché rappresenta la possibilità di individuare il proprio archetipo di riferimento a farlo crescere, coltivarlo, permettergli di evolvere.

Qual è la vostra storia del cuore, quella che vi ha sempre colpiti, fin da bambini, che amavate rileggere, riascoltare, rivedere? Qual è il personaggio con cui vi siete identificati maggiormente? Andate a trovarlo di nuovo, riprendete in mano quel libro, quel film, quel cartone animato. Trovategli un posto nella vostra giornata, e dopo la rilettura ri-narratelo.

Raccontate un’altra volta la sua storia alla luce della vostra, regalategli la vostra consapevolezza, permettetegli di danzare su una musica nuova.

Qualcosa accadrà.

 

Articolo tratto da Vivi Consapevole n. 42

Ti potrebbe interessare:

Malefica

Malefica

Maura Gancitano

Acquista ora

 

Maura GancitanoTorna su Torna suDisponi gli articoli a grigliaDisponi gli articoli a lista

Maura Gancitano

Maura Gancitano è nata a Mazara del Vallo nel 1985. Si interessa di Astrologia, Salute Naturale, Floriterapia e Maternità.

Ha pubblicato Igiene e cosmesi naturali (Il Leone Verde 2013) e insegna autoproduzione di cosmetici eco-dermo-compatibili. Insieme ad Andrea Colamedici – con cui tiene seminari di filosofia e ricerca interiore – ha tradotto i libri di Stanislav Grof La nuova Psicologia e Psicologia del futuro (Spazio Interiore 2013, 2015).

 

I vostri commenti - Scrivi un commento!

Nessun commento presente

Scrivi un commento!