Torna su ▲

RICEVI L'OMAGGIO DI OGGI SE ACQUISTI ENTRO: ORE MIN SEC

Avvento 2016
Idee Regalo

Le differenze tra i vari tipi di estrattori: quale...

Le differenze tra i vari tipi di estrattori: quale scegliere?

 

L’enorme quantità di notizie, spesso contradditorie, approssimative, non documentate e a volte anche false, che circolano in internet, crea una grande confusione e incertezza che non aiuta certo a fare una scelta oculata e corrispondente alle reali esigenze di chi si appresta all’acquisto di un Estrattore di Succo Vivo.

Noi cercheremo, con molta umiltà, e con tutta la disponibilità ad un serio e documentato confronto, di sopperire a questa anomalia.

Partiamo dalle questioni prettamente tecniche che fanno immediatamente la differenza tra un Estrattore di qualità ed un estrattore da prezzo.

 

Motore

Può essere un motore AC oppure DC. La differenza è sostanziale e fondamentale.

Motore AC

E' un motore senza spazzole a induzione adottato da tutti i prodotti di buona qualità come EstraggoPRO che, a parità di potenza:

1. ha una forza (momento torcente) molto superiore al motore DC,
2. non ha nessuna parte meccanica di usura, nessun contatto tra rotore e statore,
3. non perde potenza e numero di giri al variare del carico cui è sottoposto,
4. non necessita di manutenzione,
5. è silenzioso
6. elevato livello di sicurezza
7. lunga durata.

Motore DC

E' un motore a spazzole, costruttivamente superato, molto economico, ancora utilizzato da tutti i prodotti da prezzo, che a parità di potenza:

1. ha una forza (momento torcente) molto inferiore al motore AC,
2. ha varie parti meccaniche di usura, contatti striscianti tra rotore e statore,
3. perde potenza e numero di giri al variare del carico cui è sottoposto,
4. necessita di frequente e onerosa manutenzione,
5. tende al surriscaldamento,
6. ha una bassa protezione termica
7. è più rumoroso
8. basso livello di sicurezza
9. breve durata

Commercialmente, la differenza di prezzo fra i due è di almeno 100-150 €

Con un motore DC, specialmente di bassa potenza (150-350 Watt), non è possibile estrarre e produrre in maniera continuativa:

  1. Ortaggi a foglia
  2. Erba di grano
  3. Latti vegetali

Inoltre l’estrazione di succo da carote, rape, sedano, finocchio, broccoli…. e da tutti i vegetali crudi, compatti e consistenti deve essere fatta sminuzzandoli finemente e introducendoli in piccole quantità prima di dover ripulire completamente l’apparecchio per poi proseguire con un’altra estrazione.

L’acquisto di un estrattore con motore DC rappresenta dunque una spesa di breve durata, con costi di manutenzione non indifferenti e soprattutto con tali e tante limitazioni proprio nell’uso più efficace e necessario per cui è stato concepito a riguardo della salute: l’estrazione del Succo Vivo dagli ortaggi, molto più che dalla frutta.

Il numero di giri del Motore

Il numero di giri/min del motore di un estrattore, perché si possa chiamare con questo nome, è per definizione Basso, Lento.

La cosa da comprendere è cosa si intenda per basso numero di giri, ma è molto facile capirlo; il confronto viene sempre fatto con le Centrifughe che invece hanno una velocità di rotazione molto alta, dai 1000 ai 25.000 giri o più al minuto, dato che, nella centrifuga, la forza per spremere la frutta e la verdura è data unicamente dalla “forza centrifuga” appunto, che è tanto maggiore quanto più alta è la velocità di rotazione del filtro contro cui è pressata creando un forte attrito.

Voi capite facilmente che se premete una qualsiasi cosa su un cilindro forato che ruota anche solo a 4-5.000 giri/min, questo si scalda fino a raggiungere temperature molto elevate, 50°C o più, come è stato provato in laboratorio. Sappiamo anche che a questa temperatura gli Enzimi muoiono, per cui il succo estratto sarà molto carente di una delle sostanze più importanti ed essenziali all’organismo che ricaviamo dai vegetali crudi: gli Enzimi appunto.

Altra sostanza vitale che viene fortemente ossidata e distrutta con la centrifuga sono le Vitamine. Infatti, a causa del vortice d’aria che si crea nella grattugia e dentro il filtro, le vitamine del succo vengono fortemente ossidate e rese inutilizzabili.

Detto questo, coloro che affermano e pubblicizzano che un estrattore a 40 giri/min scalda meno che uno a 60 o 80 giri/min sono persone incompetenti e/o in malafede; affermare questo significa mentire sapendo di mentire per imbrogliare l’interlocutore sprovveduto e in buona fede, e il guaio è che ci sono cascati anche medici e nutrizionisti che ripetono questa falsa non caratteristica senza rendersi conto che le caratteristiche vere e importanti per un buon estrattore sono ben altre come la potenza, la forza di estrazione, le plastiche BPA free, l’assistenza tecnica, che magari in questi estrattori a 40 giri/min mancano del tutto o in buona parte. 

E per concludere, 40, 80, 150, giri/min non fa nessunissima differenza ai fini del riscaldamento del succo, la differenza la fanno 1.000, 5.000, 15.000, o più giri/min di un centrifuga.

La Forza di Estrazione del motore

Questo dato o caratteristica, è strettamente associata al tipo di motore dell’estrattore e alla sua potenza, ed è fondamentale per capire il perché si possono fare o non si possano fare determinate estrazioni di succo, dai vegetali soprattutto.

Gli ortaggi a foglia, l’erba di grano, gli estratti ricavati dai cereali chiamati “latti vegetali” quali il riso, l’avena, la soia, le mandorle, ma anche le bacche goji, alchenchengio, la canapa e molte altre ancora, sono vegetali che “legano” molto a causa delle fibre che contengono o degli amidi molto collosi o della loro consistenza che tende a impastare e che dunque necessitano di “una grande forza di estrazione” che se viene a mancare l’estrattore si blocca.

La Forza di Estrazione indica la forza di rotazione superando un impedimento, il momento torcente, la capacità di torcere.
In meccanica il momento torcente è il valore della forza F applicata a un braccio r fisso, di 1 metro (in inglese twisting moment o twisting couple, da non confondere con torque, che invece è sinonimo di momento meccanico in generale). La sollecitazione che provoca è detta torsione, e indica, nel nostro caso, la capacità di vincere lo sforzo di spremitura di verdure, semi e cereali per il latte vegetali . Questo valore F è espresso in Newton/metro-abbreviato Nm

EstraggoPRO, con una potenza di 240Watt, e il motore AC a induzione, ha un valore F=40 Nm, cioè il DOPPIO di estrattori con motore AC da 150 Watt e ancora di più rispetto ai motori DC. Ecco perché questi ultimi estrattori non estraggono verdure a foglia e latte vegetale, cioè i succhi fondamentali per la salute.

Qualità delle plastiche a contatto con il succo e plastiche BPA Free

Chi acquista un estrattore di succo può avere diverse motivazioni di acquisto, ma fra le più importanti, di solito, ci sono quelle di tipo salutistico e di prevenzione di molte patologie, anche gravi, attraverso un cambiamento di stile di vita e, in particolare, modificando la propria alimentazione.

I risultati saranno certi e sorprendenti se si favorirà l’assunzione di cibi alcalinizzanti piuttosto che acidificanti, cibi ricchi di vitamine, minerali ed enzimi e di tutte le sostanze utili e indispensabili al perfetto funzionamento degli infiniti processi biochimici che avvengono nel nostro corpo, che è una macchina di una complessità e di una perfezione incredibile, ma che necessita di essere alimentata con prodotti di alta qualità.

Questi prodotti sono sostanzialmente i vegetali crudi e biologici, cioè esenti da sostanze tossiche e inquinanti.

Ne consegue, che le attrezzature necessarie alla elaborazione di questi alimenti devono essere a loro volta esenti da ogni tipo di sostanza che possa in qualche modo trasferire tossicità al cibo elaborato, nel nostro caso al succo vivo, al sorbetto, al latte vegetale, alla passata di pomodoro, alla vellutata di borlotti o alla minestra vegetale prodotta.

Nella produzione di materie plastiche alimentari viene normalmente usato un componente necessario al processo di stampaggio: il Bisfenolo-A. Questo componente ha la caratteristica di essere molto economico, ma anche molto tossico. Economico in quanto riduce il costo della plastica di 6 volte rispetto a quella prodotta senza questo componente, cioè BPAfree; Tossico tanto da essere stato proibito per legge nella produzione dei biberon per bambini. 

Tutte le parti di Estraggo ed EstraggoPRO a contatto con il succo sono esenti da Bisfenolo A, additivo usato nella produzione di plastiche alimentari e risultato estremamente pericoloso per la salute dell’uomo.

Articolo a cura di Estraggo.it


Estraggo Pro Rosso Estraggo Pro Bianco Estraggo Pro Grigio

Estraggo Pro

Rosso


Acquista ora

Estraggo Pro

Bianco


Acquista ora

Estraggo Pro

Grigio


Acquista ora

 

Siqur SaluteTorna su Torna suDisponi gli articoli a grigliaDisponi gli articoli a lista

Siqur Salute

Siqur Salute nasce dalla volontà di un gruppo di imprenditori veneti, impegnati a offrire ai loro clienti la possibilità di scegliere consapevolmente prodotti ecosostenibili, a tutela della salute della persona e dell'ambiente.

 

I vostri commenti - Scrivi un commento!

Nessun commento presente

Scrivi un commento!