Torna su ▲

Le città di domani - Estratto da "Città di Luce"...

Leggi in anteprima il capitolo 1 di "Città di Luce" libro di Swami Kriyananda

Le città di domani - Estratto da "Città di Luce" di Swami Kriyananda

Immagina una città, una bellissima città,
proprio come dovrebbe essere una città di domani.

Immagina, all’interno di questa città, piccole zone residenziali, ognuna immersa in un bel parco per la felicità di chi vi abita.

Immagina case progettate con gioia, in base alle esigenze di coloro che le abiteranno, alla loro visione della vita, ai loro gusti, al loro modo di relazionarsi al territorio circostante. Immagina ogni casa, quindi, come una casa cosciente.

Immagina panorami bellissimi e aperti, ovunque si posano i tuoi occhi: colline e valli in lontananza e, più vicino, prati, alberi e fiori.

Immagina una città i cui abitanti hanno realmente il potere di determinare la struttura, la crescita, la concezione, lo sviluppo e la progettazione dell’ambiente in cui vivono.

Immagina campi e pascoli che non devono lottare solitari per la sopravvivenza, perché la proprietà della terra è condivisa da tutti e rappresenta una componente essenziale della vita di ognuno.

Immagina negozi in cui l’elemento fondamentale è l’amicizia, in cui il personale si preoccupa di come «dare» ai clienti, piuttosto che di come «prendere» da loro.

Immagina negozi in cui i commessi sono gli stessi proprietari, che nutrono un vivo interesse per il successo della loro impresa.

Immagina aziende in cui le necessità personali dei dipendenti contano più della ricerca del guadagno: luoghi in cui le persone sono più importanti delle cose.

Immagina una comunità di persone che sanno cooperare gioiosamente insieme, con gentilezza nel cuore l’una per l’altra e per tutti coloro che incontrano nella loro vita.

Immagina una comunità in cui i leader sostengono i propri collaboratori, invece di comportarsi in modo autoritario; in cui la leadership è incentrata sul servire, piuttosto che sul comandare.

Immagina una città in cui, quando qualcuno ha bisogno di aiuto, tutti si uniscono in libertà e amore per aiutarlo.

Immagina una città in cui i valori umani sono di primaria importanza e il desiderio di gioia, armonia e amore è considerato un’esigenza pratica al pari di qualsiasi aspetto materiale.

Immagina una città che non pone i suoi interessi sopra ogni cosa, ma tiene conto del suo impatto sul benessere della società in generale e adatta le sue aspettative a quel bene più ampio.

Immagina una città che non cerca l’aiuto del governo statale, regionale o locale; una città in cui gli abitanti, al contrario, pensano a come contribuire al benessere della nazione nel suo complesso.

Immagina una città con scuole in cui si insegna ai bambini l’arte di vivere, oltre alle normali materie; in cui si insegna il significato del successo dal punto di vista umano e non soltanto economico; in cui si insegna ad attirare il successo, a concentrarsi, a vincere gli stati d’animo negativi, ad andare d’accordo con gli altri.

Immagina scuole in cui, al di là del curriculum formale, si cerca di insegnare agli studenti come essere felici!

Immagina una città governata dalla ricerca cosciente della felicità e della pace mentale, non dalla bramosia di denaro; una città senza crimini; una città in cui buona volontà e onestà sono date per scontate.

Immagina un luogo in cui le riunioni della comunità sono sempre armoniose e in cui le persone considerano il bene di tutti più importante dei propri desideri personali. Immagina incontri in cui ognuno desidera, e si aspetta, che le decisioni siano fondate sulla verità e non sulle opinioni, su ciò che è giusto e non su ciò che è semplicemente desiderato (sia da un singolo individuo che dall’intera comunità).
Immagina persone che, sebbene di opinioni diverse, si rimettono l’una all’altra, cedono su alcune questioni, ammettono serenamente i propri errori e, alla fine, si ritrovano tutte armoniosamente d’accordo su una certa linea d’azione.

Immagina una vita creativa, in cui l’obiettivo di ognuno è accrescere la propria comprensione; una città in cui gli abitanti, nello sforzo di migliorare se stessi, si offrono aiuto reciprocamente, costruttivamente e con compassione, senza conflitti.

Immagina un luogo in cui il miglioramento personale non è affrontato con tensione o senso di colpa, ma gioiosamente, serenamente, comprendendo che né la colpa né la tensione hanno mai aiutato un albero a crescere.

Immagina un luogo in cui le persone vivono per trovare gioia e ispirazione e desiderano condividere con altri le proprie aspirazioni; un luogo in cui il «fare strada nella vita» è inteso in termini di sviluppo personale interiore.

Immagina una vita basata sulla ricerca di un’interiore Chiarezza Cristallina della mente e del cuore; un luogo in cui le persone cercano di esprimere quella chiarezza nel proprio lavoro, nell’ambiente domestico, nelle arti, nella costruzione della propria casa, nell’insegnamento, nella vita e nelle relazioni con gli altri.

Immagina una Città di Luce. In un posto simile, la luce che si cerca non è solo materiale, ma è intesa innanzitutto come espansione della comprensione e della consapevolezza.

Immagina un luogo in cui le persone hanno un cuore semplice, privo di moventi egoistici; in cui gli abitanti amano sinceramente la verità e Dio, e si sforzano di vederLo ugualmente manifesto in tutto il genere umano.

«Un luogo simile» dirai forse «si può certo immaginare.

Ma è possibile?»

È possibile, perché un luogo come questo esiste! La sua esistenza, inoltre, lascia intravedere possibilità sorprendenti per l’umanità del nostro tempo. L’esperimento è stato condotto abbastanza a lungo per essersi guadagnato di diritto questa semplice dichiarazione:

Funziona!

Il primo appezzamento di terra per condurre questo esperimento fu acquistato nel 1967; i primi edifici furono completati nel 1968. Un po’ alla volta, nell’arco di vent’anni, il progetto si è sviluppato, mentre la visione iniziale veniva continuamente confrontata con la realtà vissuta.

Quasi tutto quello che ho descritto finora combacia con la realtà attuale. Non è una semplice affermazione, ma un fatto. Delle cose che ho menzionato, l’unica che resta ancora da realizzare – e che certamente verrà realizzata prima o poi – sono i parchi che circondano i gruppi di abitazioni. Le case, residenze semplici e graziose, ci sono. C’è anche la terra intorno; ma questa, sebbene la sua bellezza la renda simile a un parco, manca ancora del tocco accurato di un giardiniere.

Tutto ciò di cui ho parlato – l’armonia, la compassione, l’atteggiamento di condivisione dei residenti, lo scopo primario delle imprese commerciali, la bellezza della terra e delle case, il senso di felicità che pervade ogni cosa, proprio tutto quello che ho elencato – descrive il luogo come è in realtà, non come i residenti sperano possa divenire un giorno.

Non è una città. Tuttavia, alcune centinaia di residenti intensamente coinvolti costituiscono un inizio degno di nota. Inoltre, non c’è ragione per cui, sulla base dello sviluppo attuale, non potrebbero sorgere in ogni parte del mondo città ispirate a questa visione di Luce e fondate da persone che, senza rifiutare i propri simili, sentono che la cupa avidità e la competitività egoistica semplicemente non funzionano.

La comunità oggi esistente si chiama «Villaggio della Fratellanza Mondiale Ananda». È un modello offerto a tutti coloro che si sentiranno ispirati a creare una comunità a modo loro, basandosi su questo esempio.

«Le grandi querce crescono da una piccola ghianda».

Quel che è stato realizzato finora è una realtà.

Rimane tuttavia anche un sogno, poiché da questi inizi altre persone potranno creare ovunque villaggi, cittadine, Città di Luce: comunità basate sui valori della cooperazione e dell’amicizia, su ideali elevati, su una vita semplice, sulla verità e sull’amore per Dio.

Il «Villaggio della Fratellanza Mondiale Ananda» è situato ai piedi della Sierra Nevada, nel nord della California. Vi sono anche numerose altre comunità collegate: a Palo Alto, Portland e Sacramento, in California; a Seattle, nello stato di Washington; a Long Island, sulla costa orientale degli Stati Uniti; e in Italia, nei pressi di Assisi. Ci sono inoltre molti gruppi di amici che si sforzano di vivere nella Chiarezza Cristallina, seguendo gli stessi principi sui quali è stata fondata Ananda.

Lo scopo di questo libro, comunque, è di attirare l’interesse del lettore su un sistema di ideali pratici, non solamente su un luogo fisico. Farò ripetutamente riferimento ad Ananda come a un esempio vivente di tali ideali, ma mi concentrerò su quello che anche altri possono fare per creare essi stessi, tenendo conto di questo esempio, ambienti più armoniosi.

Mi auguro che possa giungere il giorno in cui le persone, ovunque esse siano, comprenderanno che è possibile vivere in gioia e armonia e capiranno che le città che costruiscono possono davvero diventare Città di Luce!

 

Swami KriyanandaTorna su Torna suDisponi gli articoli a grigliaDisponi gli articoli a lista

(J. Donald Walters | 1926 - 2013)

Swami Kriyananda

SWAMI KRIYANANDA, fondatore delle comunità Ananda, è stato uno degli ultimi discepoli diretti del grande maestro Paramhansa Yogananda, grande mistico e autore di Autobiografia di uno Yogi.

Kriyananda ha affermato per oltre sessant'anni il principio dell'unione fra Oriente e Occidente e ha diffuso in tutto il mondo gli antichi principi dello Yoga e gli insegnamenti spirituali della più elevata tradizione indiana per la realizzazione del Sé, rendendoli pratici e fruibili in ogni ambito dell'esistenza. Divenuto discepolo nel 1948 di Paramhansa Yogananda (autore di Autobiografia di uno yogi), Kriyananda ha diffuso gli insegnamenti del suo Maestro, mostrandone l'applicazione in ogni ambito dell'esistenza: gli affari, i rapporti con gli altri, il matrimonio, l'arte, l'educazione, la vita comunitaria. Su precisa richiesta del suo Guru ha dedicato la sua vita all'insegnamento e alla scrittura, aiutando un grandissimo numero di persone a sperimentare interiormente la gioia e la presenza di Dio. Autore estremamente prolifico, Kriyananda ha scritto oltre 150 libri, pubblicati in ventotto lingue in novanta Paesi, ha tenuto conferenze in tutto il mondo e ha composto più di quattrocento brani musicali, per ispirare una visione elevata dell'esistenza. Kriyananda è stato anche il fondatore delle otto comunità Ananda - negli Stati Uniti, in Italia e in India - vere e proprie "Città di Luce" basate sulla pratica quotidiana della pace interiore e sul principio di "una vita semplice con alti ideali".
Swami Kriyananda ha lasciato il corpo all'età di 86 anni  il 21 aprile 2013 ad Ananda Assisi. La sua Luce e il suo messaggio di pace e amore continueranno sempre a risplendere e a ispirare moltissime anime, ovunque.

 

 

Articoli correlatiTorna su Torna suDisponi gli articoli a grigliaDisponi gli articoli a lista

eBook - Città di Luce

Ideali Comunitari per il Mondo di Oggi

Swami Kriyananda

Disponibilità: Immediata

Download - Ananda Edizioni eBook - Gennaio 2010 - eBook - Ambiente e Ecologia

Questo libro racconta come costruire una “Città di Luce” ovunque tu viva e qualunque sia il tuo stile di vita. L'autore è il fondatore delle comunità Ananda, dove le persone vivono in armonia secondo il principio di... scheda dettagliata

Città di Luce

Ideali comunitari per il mondo di oggi

Swami Kriyananda

€ 11,50
Non disponibile

Libro - Ananda Edizioni - Settembre 2003 - Crescita spirituale

La gente è stufa di vivere in megalopoli nevrotiche e stressate, dove si esce di casa e si va al lavoro senza mai guardare nessuno negli occhi. La gente la sera torna a casa stanca e frustrata e pensa che non ci sia... scheda dettagliata

 

Macrolibrarsi Assistenza Chat

 

Assistenza Clienti

NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra newsletter e ricevi sconti, promozioni e novità direttamente nella tua casella di posta.

Guadagna subito +50 PUNTI per i tuoi futuri acquisti e premi.



COMMUNITY

Seguici su Facebook
Ti Piace Macrolibrarsi?
Se ti piace clicca su:
   

I LIBRI PIU' VENDUTI

 

SPECIALI