Torna su ▲
Avvento 2016
Idee Regalo

La via dell'acqua informata

La via dell'acqua informata

Dagli studi del prof. Masaru Emoto, è divenuto ormai palese il ruolo che l’acqua gioca, non solo in ambito biologico come agente base della vita, ma anche in ambito emozionale come elemento primo del trasporto delle informazioni.

Una qualsiasi immagine, un qualsiasi suono o colore andrà ad influenzare in modo diretto l’elemento acquoso con cui entrerà in contatto, ed esso lo trasmetterà per sempre fino a quando l’informazione non verrà cambiata: questa è la memoria dell’acqua.

I domini di coerenza quantistici riescono a dare senso scientifico a queste modalità di presentazione emozionale di qualcosa che è molto più profondo e radicato nello sviluppo di ogni organismo vivente e non. Anzi, grazie a tutto questo in effetti smettono di esistere gli organismi non viventi, perché in buona sostanza la capacità di memori e quindi di immagazzinamento di informazioni è proprio alla base del concetto di vita e di prosperità.

In fondo noi riusciamo a generare la vita grazie allo scambio ed al rimescolamento delle informazioni che abbiamo acquisito nelle ere semplicemente incrociando il nostro DNA con quello di qualcun altro.

Ma cosa è il DNA? E’ solo una banca dati pensante dove i geni andranno a dire al corpo come strutturarsi e cosa fare. Ossia quello che anche l’acqua fa con tutto ciò con cui inter-scambia se stessa: ovvero tutto ciò che esiste in natura.

Sapere quale è l’informazione dell’acqua equivale a sapere che cosa di lì a breve il nostro corpo inizierà a diventare come risposta vibrazionale al messaggio che essa porta in sé, dato dall'imprinting elettromagnetico che gli è stato cucito addosso il giorno della sua interazione con qualsiasi cosa.

Questo diventa un lavoro di responsabilità nei confronti di noi stessi, e presa di coscienza del fatto che se è vero che tutti sono parte del tutto, è proprio perché c’è una correlazione che oltrepassa i limiti percepiti dagli occhi, ma che sono il fondamento della fisica che domina le interazioni subnucleari del nostro corpo e di qualsiasi cosa esista nel piano materiale.

Di fatto l’acqua è un dono che ci permette di mantenere e velocizzare lo scambio informativo tra noi e tutto il sistema universale di crescita ed ampliamento dell’esperienza creatrice. È come se all'interno di essa tutta ciò che siamo e che siamo mai stati fosse stato scaricato e mantenuto coerentemente stabile. È una sorta di forma primogenita dal reticolo dei cristalli che grazie alle trabecole silicee riescono a fare la stessa cosa, la differenza basilare è che l’acqua riesce ad avvolgere, e direttamente nutrire ogni cosa con cui viene fatta interagire.

Lei si adatta e direttamente nutre tutto ciò che tocca con elementi vitali in essa disciolti, ma soprattutto con i bit informazionali che sono in essa presenti: ossia tutta la storia della nostra terra e prima ancora.

Oramai non è più un mistero il fatto che sono stati trovati cristalli di ghiaccio in meteoriti del passato arrivati sulla terra. Quindi tutto ciò che siamo a livello informatico è il risultato del rimescolamento dell’esperienza terrestre con quella propriamente detta extra-terrestre, di matrice prettamente stellare.

Incredibile se consideriamo che senza pensare a tutto ciò la beviamo ogni giorno.

Una sola domanda: la stiamo rispettando per quanto vale?

Ascoltiamo chi ha provato a farsi questa domanda ed ha trovato una risposta concreta.

La Guarigione con la Detergenza Vegetale

La Guarigione con la Detergenza Vegetale

Questo primo volume è una storia: è la storia di come l’acqua ha chiamato una donna perché si prendesse cura di lei, e lei l’ha fatto in modo totale e soprattutto efficace.

Fin dalle prime pagine si racconta la vita di Antonina Maria Botta e di come un processo di trasformazione interiore si è trasmutato dal semplice concetto di “rispetto per l’acqua” in un vero e proprio percorso alchemico per permetterne la sua “evoluzione” alla quale noi dovremmo portare rispetto in quanto nostra madre e padre: tutto nasce dall’acqua.

Acquista ora

 

Antonina Maria BottaTorna su Torna suDisponi gli articoli a grigliaDisponi gli articoli a lista

Antonina Maria Botta

Antonina Maria Botta è Perito Chimico Industriale, Chimico Ambientale e Naturalista. Pioniera della Detergenza Vegetale in Italia è Inventrice della Fitodetergenza.

Autrice della fiaba: “Sbrillina ed il Regno delle Acque Unite” e del laboratorio esperienzale “Creiamo insieme il Detergente con le Erbe” che in 10 anni ha visto la partecipazione di oltre 9.000 persone tra adulti e bambini in tutta Italia. Il suo lavoro sulla Fitodetergenza è stato presentato a fianco di diversi Premi Nobel al Congresso Mondiale del Biologico di Modena 2008 ed inserito nel “Book of Abstracts” distribuito agli esponenti dei 130 paesi provenienti da tutto il Mondo.

 

Dudit EdizioniTorna su Torna suDisponi gli articoli a grigliaDisponi gli articoli a lista

Libri per raggiungere il benessere nella vita di tutti i giorni

Dudit Edizioni

Alla base della nascita di Dudit Edizioni c'è un semplice e rivoluzionario concetto: l'essere umano può raggiungere il potere dell'immortalità.

Lo studio dell’alimentazione, della biologia molecolare, della fisica contemporanea, dell’arte, delle 5 leggi biologiche, dell’enneagramma e delle discipline energetiche di stampo misterico devono essere riunite per cominciare a cooperare a questo unico, grande e realizzabile sogno. Tutto è già stato dimostrato, ora è arrivato il momento di applicarlo insieme.

 

I vostri commenti - Scrivi un commento!

Nessun commento presente

Scrivi un commento!