Torna su ▲

La mia visione per te - Estratto da Tutto quello...

Leggi un brano estratto da "Tutto quello che so sul Successo l'ho imparato da Napoleon Hill" libro di Don M. Green

La mia visione per te - Estratto da Tutto quello che so sul Successo l'ho imparato da Napoleon Hill

Non avrei potuto scrivere questo libro nemmeno alcuni anni fa, perché, come ha scritto Henry David Thoreau: "Com'è vano sedersi per scrivere quando non sei stato in piedi per vivere". Tuttavia, avendo avuto il dono di vivere una vita che molti sognerebbero soltanto, scrivo in modo che altri possano imparare da questo libro... proprio come io ho imparato dagli altri.

I proventi di questa pubblicazione saranno interamente destinati a borse di studio universitarie per studenti in difficoltà alla University of Virginia College at Wise, l'università che ho frequentato.

Non sto cercando di dirti un modo specifico per diventare ricco, in quanto ci sono letteralmente migliaia di modi per acquisire la sicurezza finanziaria, se hai una passione e se sei disposto a lavorare sodo, a sviluppare un piano o dei piani, a coinvolgere gli altri, e a perseverare.

Ciò che voglio fare è parlarti in base all'esperienza, in modo che anche tu possa fare ciò che altri hanno fatto prima di te, se ripeti le loro azioni, purché questo sia il tuo desiderio.

Nota che ho parlato di un desiderio così forte da diventare una passione e non semplicemente di un auspicio.

Per aiutarti, forse dovrei parlarti di me stesso. Sono figlio di un minatore di carbone e, quanto a istruzione, nessuno dei miei genitori è andato oltre la scuola primaria. Attraverso la mia esperienza, ti mostrerò che seguendo certi passi e principi potrai avere successo.

La mia formazione ha base nella finanza e nel settore bancario. A 41 anni sono diventato presidente e CEO di una cassa mutua di risparmio che stava per essere chiusa dalle autorità federali. La cassa mutua di risparmio aveva perso il suo capitale di 1,5 milioni di dollari nei tre anni precedenti. L'ex CEO non era riuscito a mantenere redditizio l'istituto; i tassi di interesse erano andati alle stelle e sembrava che non ci fosse alcuna soluzione. La cassa mu­tua di risparmio era situata in una zona di miniere di carbone con un alto tasso di disoccupazione, un numero enorme di proprietà pignorate, e mutui con scadenze trentennali a tassi fissi che erano molto inferiori rispetto al costo dei depositi: non esattamente una situazione ideale. Tuttavia, ero giovane, ottimista e ingenuo.

Nei diciotto anni seguenti, mentre ero CEO, la cassa mutua di risparmio (in seguito trasformata in una banca di deposito) è stata redditizia ogni anno. In realtà è stata molto redditizia. La banca è stata venduta quando mi sono avvicinato alla sessantina, e gli altri amministratori fiduciari della Napoleon Hill Foundation mi hanno chiesto di diventare direttore esecutivo e di gestire gli affari della fondazione quotidianamente.

Quando sono divenuto direttore esecutivo, sapevo poco dell'editoria, ma la mia laurea in contabilità, gli anni nel settore bancario e l'esperienza come titolare di diverse imprese (in campi come lo sviluppo immobiliare, i servizi di pulitura a secco, gli affitti di immobili commerciali, la televisione via cavo, e l'acqua di sorgente) mi hanno aiutato moltissimo.

Ma oltre ad avere un certo background nel business, ho sempre amato i libri. Questo amore per i testi delle discipline più diverse mi ha portato a leggere migliaia di libri e ad ascoltare audiocassette per ore e ore. Poiché amavo i libri sul successo, incluse le biografie, ho apprezzatoparticolarmente il Dr. Napoleon Hill, perché le sue opere hanno quasi un secolo di vita. Il suo classico, Think and Grow Rich (trad. it. Pensa e arricchisci te stesso), è stato pubblicato nel 1937. Quando ero intorno alla ventina, ho scoperto Pensa e arricchisci te stesso, che aveva esaurito la prima edizione in sei settimane - anche se costava 2,50 dollari nel mezzo della Grande Depressione. Questo best-seller è stato ristampato tre volte nel primo anno. Oggi, le prime edizioni sono messe in vendita a 1.000 dollari o più. E' stato pubblicato in continuazione per oltre settant'anni e si vende ancora bene. Uno studio recente sui libri di business più venduti ha classificato Pensa e arricchisci te stesso come il quindicesimo libro motivazionale di tutti i tempi. La maggior parte di questi best-seller scompare dalle librerie nell'arco di 12-24 mesi, ma la continua richiesta in tutto il mondo ha fatto di questo libro uno dei titoli principali della storia. Pensa e arricchisci te stesso ha influenzato milioni di persone. Gli scrittori e i conferenzieri motivazionali di oggi ti diranno subito di essere stati profondamente influenzati da questo libro.

Sono stati scritti molti libri sul successo e potresti chiederti per quale motivo se ne dovrebbe scrivere un altro.

Alcuni dei primi libri erano di persone come Samuel Smiles, che scrisse Self Help nel 1859. Smiles scrisse sulla capacità umana di miglioramento di sé, e raccontò storie concrete che illustravano la tenacia. L'insuccesso può essere sconfitto dalla perseveranza e i molti esempi forniti da Smiles possono essere applicati nel mondo di oggi, se il successo è il tuo obiettivo. Autori famosi nel campo del self-help come il Dr. Orison Swett Marden e il Dr. Napoleon Hill hanno letto il libro di Samuel Smiles e ne hanno assimilato i principi. Entrambi questi scrittori sono stati letti da milioni di persone, soprattutto dal Dr. Hill, il primo scrittore di self-help ad aver studiato più di 500 individui di successo nel tentativo di rispondere alla domanda: "Perché alcune persone hanno successo e altre no?"

Quasi tutti i libri di self-help ti offriranno un altro punto di vista unico e, se ricordi come hai imparato l'alfabeto e le tabelline, indubbiamente le hai apprese attraverso la ripetizione. Ti sarà difficile migliorare la tua posizione nella vita solamente attraverso i libri motivazionali e senza uno studio continuo degli individui di successo.

Il materiale per diventare una persona di successo non è complicato.

Se vuoi imparare ciò che altre persone di successo hanno fatto, puoi esaminare il materiale che è già disponibile.
Devi però essere sempre consapevole non solo di quale sia il materiale, ma di come tu lo possa usare per avere una vita migliore.

In pochi minuti, posso mostrarti come diventare un milionario senza vincere alla lotteria. Ma il problema è che circa 98 persone su 100 non hanno disciplina.

Che tu stia leggendo questo o un altro libro scritto da uno dei bravi scrittori di oggi, vorrei ricordarti che non è ciò che acquisisci o realizzi nella vita a renderti un individuo di successo. Diventare un milionario o un multimilionario può generare una buona sensazione e il fatto di raggiungere qualunque altro obiettivo meritevole può gratificarti molto, ma la cosa fondamentale da piantare nel tuo subconscio è che è ciò che diventi durante il processo che dovrebbe contare di più.

Quando ha scritto: "Il successo è un viaggio, non una meta", l'autore Ben Sweetland lo ha detto nel modo migliore.

Dovresti anche notare che i principi del successo non cambiano.

I principi della legge dell'attrazione e della legge secondo cui si raccoglie ciò che si semina sono affidabili come quelli della legge di gravità. Quando questi principi sono studiati e applicati, coloro che li seguono possono aspettarsi gli stessi risultati che sono stati ottenuti dalle persone di successo. Se segui questi principi, puoi aspettarti il successo, ma quando li violi, puoi aspettarti l'insuccesso.

Ciò che desidero per te è che diventi più che un milionario.

Il retaggio che una persona lascia dietro di sé  dovrebbe essere qualcosa
che ha reso il mondo un luogo migliore in cui vivere.

Hai consolato i malati, hai rispettato l'ambiente, sei stato un mentore per i meno fortunati, hai fornito una borsa di studio, hai aiutato un gruppo di boy-scout, o ti sei limitato a lasciare un bel po' di denaro a qualche parente che ha fatto poco o nulla per meritarsi una simile eredità?

La scelta spetta a ciascuno di noi, ma l'esperienza mi ha insegnato che le persone più felici sono di gran lunga quelle che hanno avuto un impatto positivo sulla vita degli altri.

Queste azioni non hanno per forza a che fare con il denaro; un individuo può anche essere stato un insegnante, un consulente, un funzionario di polizia o un membro di qualunque altra professione onesta.

Nell'edizione del luglio 1921 del Napoleon Hill's Magazine, Napoleon Hill spiegava il suo uso del pronome "io", dicendo di essere consapevole che uno sfoggio di egotismo può essere considerato un punto debole in un conferenziere o uno scrittore.

Io però non sto cercando di promuovere il mio ego quando uso il pronome io per raccontare le mie esperienze autentiche ai lettori. Non sono esperienze ipotetiche. Quando le racconto, cerco semplicemente di informarti al riguardo, in modo che tu possa imparare da esse.

Non te le racconto per fare colpo su di te, ma per ispirarti a perseguire i tuoi obiettivi e a condurre una vita fuori del comune.

Tutto quello che so sul Successo l'ho imparato da Napoleon Hill

Tutto quello che so sul Successo l'ho imparato da Napoleon Hill

Ricco di storie affascinanti su personaggi come Jeffrey Gitomer, Dolly Parton, Chief Poly Emenike e Joe Dudley, Jr. - che hanno applicato i principi di Hill nella propria vita – questo libro ci offre gli strumenti necessari per scoprire i segreti della crescita, della creatività, del potere e della realizzazione che tutti abbiamo dentro, come:

  • utilizzare la visualizzazione creativa
  • formulare dei piani da mettere in pratica
  • Includere la disciplina e la pratica nel tuo piano per il successo

Se sei pronto ad applicare questi strumenti e a realizzare i tuoi sogni attraverso i principi della realizzazione personale, questo è il libro che fa per te!

Acquista ora

 

Don M. GreenTorna su Torna suDisponi gli articoli a grigliaDisponi gli articoli a lista

Don M. Green

Don Green, direttore esecutivo della Napoleon Hill Foundation, ha studiato personalmente con W. Clement Stone e già a 41 anni era CEO della Black Diamond Savings Bank. Recentemente ha partecipato a un forum delle Nazioni Unite sull’importanza dell’imprenditoria all’interno dell’economia nazionale.