Torna su ▲

La ghiandola pineale - Estratto dal libro...

Leggi in anteprima il primo capitolo del libro di Samael Aun Weor e scopri come alcune ghiandole interne possano influire sullo sviluppo di poteri psichici

La ghiandola pineale - Estratto dal libro "Anatomia Esoterica"

La ghiandola Pineale è situata nella parte posteriore del cervello. Questa ghiandolina ha soltanto cinque millimetri di diametro. E circondata da una fine sabbiolina molto importante.

La ghiandola Pineale è un piccolo tessuto rosso-grigio. Questa ghiandolina è intimamente collegata con gli organi sessuali.

La ghiandola Pineale secerne certi ormoni che regolano tutto il progresso, evoluzione e sviluppo degli organi sessuali. La scienza ufficiale assicura che quando questi ormoni hanno raggiunto ii loro obiettivo, e cioè lo sviluppo totale degli organi sessuali, allora la ghiandola degenera in un tessuto fibroso che non è più capace di secernere ormoni.

Descartes assicurava che questa ghiandola la sede dell'Anima. Gli orientali assicurano che questa ghiandola è un terzo occhio atrofizzato. Quando la scienza medica del mondo occidentale scopri che questa ghiandola è soltanto un piccolo tessuto rosso-grigio situato nella parte posteriore del cervello, allora respinse l'affermazione di Descartes e degli orientali.

Meglio sarebbe stato non stabilire dogmi scientifici e studiare tutti i concetti in modo eclettico e didattico.

Gli yogi dell'India assicurano che la ghiandola Pineale è la finestra di Brahma, l'Occhio di Diamante, l'Occhio della Poliveggenza che, mediante un certo allenamento speciale, ci dà la percezione dell'ultra. La scienza occidentale dovrebbe studiare questi concetti dello Yoga orientale. La scienza occidentale non é tutta la scienza. E urge studiare anche la scienza orientale .

Abbiamo bisogno di una cultura integrale, totale. Il microscopio ci permise di percepire obiettivamente l'infinitamente piccolo. II telescopio ci permise di vedere l'infinitamente grande. Se la ghiandola Pineale ci permette di vedere l'ultra di tutte le cose, dovremmo studiare lo Yoga orientale e sviluppare questa meravigliosa ghiandola.

Gli yogi dell'India hanno pratiche con le quali Si può raggiungere una superfunzione speciale della ghiandola Pineale. Allora, percepiamo l'ultra. Negare queste affermazioni dello Yoga orientale non è scientifico . E' necessario studiare ed analizzare. I saggi orientali dicono che la potenza sessuale dipende dalla potenza della ghiandola Pineale.

Ora possiamo spiegarci le basi scientifiche della Castità. Non c'è dubbio che tutti i grandi veggenti biblici furono grandi pinealisti. La castità scientifica combinata con certe pratiche permise loro di vedere l'ultra della natura.

Gli Gnostici dicono che nella ghiandola Pineale sta l'atomo dello Spirito Santo. La Biologia è decisa a investigare tutte queste cose. Gli orientali affermano che nella ghiandola Pineale si trova il loto dai mille petali. Non c'è dubbio che questa è la corona dei santi Gli uomini di genio hanno la ghiandola Pineale molto sviluppata. Nei cretini si è scoperto che la ghiandola Pineale si trova atrofizzata.

I grandi fenomeni di fascinazione di masse tanto comuni in India, sono possibili solo quando fachiro autentico ha la ghiandola Pineale piena di gran vigore. Le secrezioni delle ghiandole endocrine sono assorbite direttamente dal sangue. Il sangue trascina tutte le secrezioni delle ghiandole endocrine verso altri organi o ghiandole, che allora si vedono stimolate ad un maggiore sforzo, ad un lavoro più intenso.

La parola "ormone" viene da una parola greca che significa "eccitare". Realmente gli ormoni hanno il potere di eccitare tutto l'organismo, di obbligarlo a lavorare. Le secrezioni delle ghiandole endocrine influiscono anche sulla mente. Ora ci spieghiamo perché gli indostani si dedicano a controllare la mente. Per mezzo della mente possiamo controllare le nostre funzioni ormonali.

Alcuni saggi indostani sono rimasti sepolti per molti mesi senza morire. La Biologia non può restare indifferente a questo. I biologi hanno bisogno di investigare tutte queste meraviglie dell'Asia. Immanuel Kant ammette un "nisus formativus" per il nostro corpo fisico.

I saggi orientali credono che questo nista formativus sia un corpo fluidico che si trova in contatto con il sistema nervoso liquido. Non c'è dubbio che questo corpo fluidico è il corpo astrale dei medici medioevali. Dentro il corpo astrale sta la mente umana e tutti i principi puramente animici.

I sensi di questo corpo astrale sembrano provenire, come fiori di loto, dal fondo stesso delle ghiandole endocrine. Quel loto dai mille petali menzionato dagli yogi dell'India , è un senso animico del corpo astrale.

Lo sviluppo speciale della ghiandola Pineale ci permette di percepire il corpo astrale e i suoi sensi animici che, come fiori di loto, emanano dalle medesime ghiandole endocrine. La scienza medica gioca con la meccanica dei fenomeni, ma non conosce il fondo vitale.

Lo sviluppo speciale della ghiandola pineale ci permette di vedere lo stesso Fondo Vitale.

 

 

Anatomia Esoterica

Anatomia Esoterica

Scopri come l'azione di alcune ghiandole del corpo umano siano direttamente collegate allo svilupparsi di poteri psichici.

I sensi del nostro corpo astrale sembrano provenire dal fondo stesso delle ghiandole endocrine.

Acquista ora

 

Samael Aun Weor (Víctor Manuel Gómez Rodríguez)Torna su Torna suDisponi gli articoli a grigliaDisponi gli articoli a lista

Samael Aun Weor nasce in Colombia il 6 marzo 1917. Fin da giovanissimo si interessa alla trascendenza della vita ed inizia una ricerca approfondita dei sistemi metafisici esistenti per chi voleva trovare risposte alle eterne domande: Chi siamo? Qual è lo scopo della vita? Perché viviamo? Conosce la Dottrina Teosofica, i sistemi di Gurdjieff, la tradizione dei Massoni, degli Gnostici-Rosacroce, degli occultisti dell'epoca. Studia in profondità la Cabala e l'Alchimia.

Sperimenta su di sé ogni teoria per verificarne la realtà. Inizia quindi una strada di autoconoscenza che lo porta alla scoperta delle differenti dimensioni della natura e dei grandi Maestri che vi abitano. Entra nel Cammino Iniziatico e, dopo aver superato le corrispondenti prove ordaliche, scopre di avere una missione specifica: quella di messaggero o Avatara della nuova era d'Acquario.

Mediante la Gnosi eterna, di oggi e di sempre, ci arriva il suo messaggio dei Tre Fattori della Rivoluzione della Coscienza: la Morte psicologica, la Seconda Nascita attraverso l'alchimia sessuale e il Sacrificio per l'umanità.

Corre l'anno 1948 quando, in Colombia, si concretizza una piccola organizzazione che in poco tempo diventa internazionale. In quel contesto il Maestro scrive i suoi primi testi o "Messaggi di Natale" (più di 60 durante la sua vita) per diffondere una sapienza antica quanto la vita: la conoscenza di se stessi.

Realizza per primo ogni verifica attraverso l'Antropologia Psicanalitica e la meditazione profonda e, a mano a mano che ottiene conferme interiori, raduna un piccolo gruppo di discepoli, forgiando in modo del tutto naturale il seme del movimento gnostico contemporaneo.

Verso la metà degli anni '50 abbandona la Colombia ed inizia un faticoso viaggio attraverso Panama, Costa Rica, Nicaragua, Honduras, El Salvador, Guatemala... percorrendo con la sua famiglia tutta l'America Centrale.

Giunge così a quella che diventerà la sua dimora per il resto dei suoi giorni: il Messico. È qui che realizza la Grande Opera. Scrive una dopo l'altra le opere letterarie che serviranno da guida all'intero movimento gnostico. Tiene conferenze, simposi, congressi, interviste alla radio e alla TV, e dirige un movimento che inizia ad espandersi verso gli Stati Uniti ed il Canada e che nel 1975 arriverà in Spagna, quindi nell'intera Europa, Africa, Asia e Oceania.

Samael Aun Weor, in seguito all'autorealizzazione del suo Essere, lascia le spoglie mortali il 24 dicembre 1977 a Città del Messico. Egli, dai Mondi Interni, è tuttora la guida dell'intero movimento gnostico contemporaneo.