Torna su ▲
Avvento 2016
Idee Regalo

L'augurio di Don Miguel Ruiz Jr. per voi

Leggi un estratto dal libro di Don Miguel Ruiz Jr. "La Padronanza del Sé"

L'augurio di Don Miguel Ruiz Jr. per voi

Il mio augurio per voi

Con questo libro avete imparato vari modi per identificare e lasciare andare i vostri addomesticamenti e i vostri attaccamenti. Avete imparato che farlo può aiutarvi a zittire il monologo interiore negativo che produce sofferenza nel vostro Sogno Personale e a rimpiazzarlo con l'amor proprio incondizionato e con l'auto-accettazione.

Quando portate questo spirito di amore incondizionato all'interno delle vostre relazioni con gli altri nel Sogno del Pianeta, li vedete con gli occhi della compassione e rispettate le loro scelte anche se differiscono dalle vostre. Attraverso il potere del perdono siete in grado di oltrepassare il dolore provocato dagli altri e di vedere che in quel momento stavano facendo del loro meglio. In questo modo state contribuendo alla creazione dell'armonia nel Sogno del Pianeta.

Avete appreso anche quale sia il potere delle maschere, l'arte del muta-forma e come potete cambiare per il bene dell'altro, sempre e quando questo non violi la vostra verità personale. Siete in grado di definire degli obiettivi che sono coerenti con ciò che volete davvero e nel percorso per raggiungerli amate voi stessi.

Alla fine, sapete che siete già perfetti e completi, più che abbastanza, e riceverete sempre esattamente ciò di cui avrete bisogno in ogni momento. Siete grati per le cose che avete imparato dagli altri e ora avete la fiducia in voi stessi per camminare sul vostro sentiero perché sapete che tutto ciò di cui avete bisogno è già dentro di voi.

Poiché riconoscete la sofferenza provocata in voi e negli altri dall'addomesticamento e dell'attaccamento, non cercate più di controllare le persone attorno a voi con la rabbia, il senso di colpa o la tristezza per spingerle a pensare o ad agire nel modo in cui pensate dovrebbero farlo. Poiché vi accettate come siete, ora siete in grado di accettare tutti gli altri per quello che sono.

Questo è un sogno che stiamo co-creando: stiamo imparando uno dall'altro e stiamo rispettando la prospettiva individuale di ciascuno. Nessuno è più importante di qualcun altro. Interagire a partire dal mutuo rispetto verso tutti gli esseri rende il mondo il migliore possibile.

In quei rari momenti in cui scivolate e cadete in una trappola, in quanto Maestri del Sé siete in grado di recuperare la vostra consapevolezza e riprendervi rapidamente. Piuttosto che peggiorare le cose perdendo il controllo, stando sulla difensiva, cadendo nel caos e unendovi alla messinscena del party, adesso avete gli strumenti per riguadagnare la vostra posizione.

Attraverso il potere della consapevolezza, incoraggiati dall'amor proprio incondizionato, sapete che state facendo il meglio che potete in ogni momento. Non avete più bisogno di alterare il mondo attorno a voi affinché si adatti alla vostra percezione. Sapete chi siete e di conseguenza potete agire e parlare con completa fiducia in voi stessi e senza rimpianti. Così la vostra parola diventa impeccabile.

Poiché state interagendo con gli altri con consapevolezza e amore incondizionato, avete la certezza che ogni azione che fate sarà perfetta per quel momento.

In tutti questi modi voi avete imparato come si diventa Maestri del Sé.

Perdonare il Sogno del Pianeta

Quando pensiamo a un gesto di perdono quasi sempre si riferisce a persone che conosciamo o a coloro che ci hanno colpito personalmente. Tuttavia c'è un altro tipo di perdono che spesso viene trascurato ed è il perdono per il dolore che c'è nel Sogno del Pianeta.

Per capire questo tipo di sofferenza, guardiamo più da vicino due aspetti che compongono il Sogno del Pianeta.

Innanzitutto c'è il mondo fisico della materia con i suoi oceani, continenti, venti e vari climi, dove il cambiamento è costante in ogni evento. Questo è il regno fenomenico, il mondo che può essere visto e percepito. Poi c'è il mondo degli accordi umani, e questi accordi sono ciò che dà un senso al mondo materiale. E' il mondo creato nelle nostre menti ed è basato sulle nostre percezioni.

Il mondo degli accordi è invisibile, anche se ciò che da essi si manifesta appare nel mondo fisico. Mentre il mondo fisico sembra muoversi per proprio conto, il mondo degli accordi umani richiede per definizione la nostra partecipazione.

Diamo un'occhiata a due eventi importanti per evidenziare la differenza.

Il primo accadde il 26 dicembre 2004, quando uno tsunami nell'oceano Indiano uccise migliaia di persone in un baleno. Fu una tragedia ma è percepita come qualcosa che è accaduto a causa del movimento della Terra e senza nessun accordo umano. Anche se l'esito è stato straziante, non c'è nessuno da "accusare" per un evento come quello.

Confrontiamolo ora con un altro fatto accaduto tre anni prima, l'11 settembre 2001, negli Stati Uniti. Anche questo si è concluso con una drammatica perdita di vite umane, ma la causa è stata terribilmente diversa perché in questo caso la molla è stato un accordo umano. Tragicamente, molte persone hanno perso la vita perché un gruppo ha sentito il bisogno di sottomettere con la violenza il mondo alla propria visione della virtù. In questo tipo di tragedia viene attribuito un senso di "colpa" a chi ha perpetrato il fatto.

Se sono perfettamente comprensibili la tristezza e la rabbia per eventi come questi, e qualcuno di voi è forse stato colpito personalmente da uno o da entrambi gli esempi che ho fatto, quando quella tristezza ci prende completamente perdiamo la nostra prospettiva nel Sogno.

Allora il dolore estenuante, la depressione o, come nell'ultimo esempio, il desiderio di vendetta possono prendere piede. In ogni caso, abbandonarsi alla tristezza può portarci ad assumere un atteggiamento negativo verso il mondo, dicendo o pensando cose come "è inutile cercare di migliorare il mondo" o "il mondo è un luogo terribile".

Se prendete questa strada, allora la nebbia è tornata, perché adesso state vivendo nella vostra immaginazione, pieni di paura e di disperazione, e il Sogno del Pianeta è diventato un incubo. State prendendo personalmente gli eventi del mondo e state lasciando che definiscano voi e il vostro pensiero. Avete dimenticato che durante quelle tragedie, molte persone sono scese in campo per aiutare le vittime e i sopravvissuti. I paesi si sono uniti per aiutarsi a vicenda.

Se è del tutto normale che entrambe queste tragedie provochino tristezza, arriva un momento in cui andiamo oltre la perdita e scegliamo di perdonare il mondo per questi eventi. Lo fate perché trattenere le emozioni negative generate da questi eventi vi impedisce di evolvere.

Questo non significa che dimentichiate ciò che è accaduto, significa solo che non volete che eventi di questo genere offuschino la vostra consapevolezza e vi tengano intrappolati nella nebbia, incapaci di vedere la bellezza che c'è attorno a voi e di co-creare il Sogno.

Inoltre, un Maestro del Sé capisce che chi commette atti di violenza (compresi i membri di associazioni per delinquere, gli stupratori, i corruttori e altri) sono le persone più addomesticate e attaccate al Sogno del Pianeta poiché hanno perso la capacità di vedere l'umanità di un altro essere vivente. Sono completamente ubriache al party, accecate dal loro sistema di credenze. Sono talmente controllate dalle idee da non riuscire più a vedere l'umanità dei loro fratelli e delle loro sorelle.

Per essere chiari, perdono non significa apatia. In questo contesto, perdono significa che per creare un Sogno del Pianeta armonioso dovete capire che siete responsabili soltanto di voi stessi. Scegliete di lasciare andare la rabbia e la sofferenza per portare la pace nel vostro Sogno Personale e in questo modo aiutate davvero il Sogno del Pianeta affinché un giorno le tragedie che sono il risultato della violenza umana si possano trovare soltanto nei libri di storia.

Per un Maestro del Sé la pace arriva con il perdono, lasciando andare ogni veleno che state trattenendo. Se lasciate che quel veleno vi invada, allora diventate parte del ciclo che ha portato la sofferenza nel mondo. Perdonare il Sogno del Pianeta per la sua oscurità significa perdonare ogni luogo di oscurità all'interno di noi stessi.

Anche quando gli altri scelgono di costruire il Sogno del Pianeta creando un incubo, voi sapete come far terminare l'incubo in voi stessi. Ogni volta che scegliete di perdonare guarite la ferita infetta che vi fa indietreggiare per paura e vi fa nascondere dietro la rabbia. Scegliere di agire a partire dall'amore invece che dalla paura porterà sempre armonia nel presente, indipendentemente da ciò che sta accadendo nel sogno.

Il perdono è un gesto d'amore, quindi in tempi di difficoltà generali dirò a me stesso: Io scelgo di perdonare, scelgo di interagire, scelgo di agire, scelgo di usare la mia voce per guarire, scelgo di esprimere il potere della mia intenzione attraverso l'amore incondizionato. Sono il co-creatore del Sogno del Pianeta e scelgo di far cessare il ciclo dell'amore condizionato. Lo faccio e lascio che la pace inizi da me.

Questa è la Padronanza del Sé in azione, e questo è il mio augurio per voi e la mia speranza.

La Padronanza del Sé

La Padronanza del Sé

Gli antichi Toltechi affermano che la vita, così come la percepiamo, è un sogno: ciascuno vive nel proprio sogno personale e i sogni di tutti si riuniscono a formare il Sogno del Pianeta.

I guai iniziano quando dimentichiamo che tutto è solo un sogno e arriviamo a credere di non avere alcun controllo.

Sviluppiamo la padronanza di Sé quando riusciamo a vivere il Sogno del Pianeta senza perdere di vista chi siamo davvero, rimanendo consapevoli che ogni scelta da noi compiuta è una nostra responsabilità.

Acquista ora

 

Don Miguel Ruiz Jr.Torna su Torna suDisponi gli articoli a grigliaDisponi gli articoli a lista

Don Miguel Ruiz Jr.

Don Miguel Ruiz Jr. (figlio di don Miguel Ruiz) inizia il suo apprendistato con madre Sarita, la nonna paterna. Dopo dieci anni, il padre ne intensifica l’addestramento fino a una fase decisiva, nel corso della quale lo conduce alla soglia della libertà personale, in uno stato di pace con tutta la creazione che ormai perdura da oltre sei anni.

Oggi don Miguel Jr. prosegue la sua missione di Nagual, aiutando gli altri a raggiungere la libertà e la salute fisica e spirituale.

 

I vostri commenti - Scrivi un commento!

Nessun commento presente

Scrivi un commento!