Torna su ▲
Avvento 2016
Idee Regalo

Introduzione - Vivo Con Te, Non Vivo Per Te -...

Leggi un estratto dal libro di Jhonny Mariotto "Vivo Con Te, Non Vivo Per Te"

Introduzione - Vivo Con Te, Non Vivo Per Te - Libro di Jhonny Mariotto

Siamo qui di passaggio.

La vita scorre veloce, silenziosa, e anche se fuggevole è sempre un grande valore. Non tralascia nulla, e insegna sempre attraverso ciò che dà. Ci richiama all’essenza, alla purezza, alla verità, all’amore.

Noi invece respingiamo la sua semplicità e la sua natura materna e protettiva, abbracciando i nostri fantasmi, le nostre paure, le nostre sofferenze. Ci siamo allontanati da quella sorgente di inesauribile abbondanza, per affrontare il deserto dell’ego, dei conflitti e delle paure della nostra mente.

Ecco cosa sono diventate le nostre vite: un terreno arido sul quale le nostre relazioni a stento riescono a trasmettere amore e felicità. Questo terreno può essere rigenerato, così da riportare la nostra esperienza nella sua naturale dimensione fatta di gioia e creatività.

Circa tre anni fa, durante uno dei miei tanti viaggi, ho avuto la fortuna di conoscere un vecchio marinaio. La pelle del viso secca e increspata, e la sua stretta di mano forte e decisa facevano intuire quanto fosse stata dura per lui la vita in mare. I suoi occhi, ancora vivi e luminosi, trasmettevano rispetto e grande amore per quel mare, che ancora oggi lo attraeva e lo richiamava. Parlava molto lentamente, e la sua comunicazione era semplice ed essenziale. Non usava parole d’effetto, perché non era il suo obiettivo ammaliare. La voce profonda ma allo stesso tempo gentile trasmetteva saggezza e verità, suscitando in chi lo ascoltava grande interesse.

Il giorno prima che ci salutassimo mi disse una frase, sintesi di tutta la sua vita. Voleva lasciarmi un grande dono, una riflessione nata da tante esperienze e da tutto ciò che il tempo fino ad allora aveva scritto come testamento nel suo cuore. Mi disse: “Amico mio, ricordati che dopo tanto lottare, alla fine non ti rimane che mollare la presa. E per quanto tu cerchi di scappare dall’amore, l’amore ti troverà sempre, perché non ci può essere vita senza amore”.

Quelle parole mi risuonarono nel profondo, nonostante in quel momento il messaggio non fosse completamente chiaro. Solo dopo ebbi modo di capire.

Nella vita, ognuno di noi vede solo quello che ha scelto di vedere. La percezione della realtà è alterata dalle nostre credenze e dai nostri filtri. Il nostro giudizio, sempre molto selettivo, ha rivestito la nostra vera essenza con delle armature caratteriali basate su condizionamenti sociali. Questi condizionamenti hanno instillato in noi comportamenti che si nascondono dietro una maschera che ride, un cuore che piange.

L’amore che dovrebbe darci gioia e felicità, in realtà è testimone di compromessi, di lacrime, di sacrificio. Per troppo tempo abbiamo nascosto il nostro volto, la nostra identità, i nostri sogni dietro una maschera costruita dal senso del dovere, dai sensi di colpa, dalle paure, ponendo nelle mani di altri il nostro riconoscimento e il nostro valore. Forse è davvero il momento di uscire da questo labirinto e di capire quello che l’amore non è.

Possiamo lasciare il campo di battaglia, abbandonarci al flusso della vita in un modo nuovo, togliendo tutte le resistenze che le nostre paure hanno creato e alimentano da sempre. Le paure sono diventate i nostri fantasmi, che ci fanno vivere tormentate relazioni che ogni giorno portano più amarezza, sfiducia, sconforto, frustrazione, solitudine, confusione. Ma quelle ombre le abbiamo create noi attraverso la nostra attenzione, così che ora abbiamo qualche cosa da cui proteggerci e da cui scappare.

Riconosciamola, dunque, per quello che è!

L’ombra non è nulla e non esisterebbe senza la luce, perché è un gioco creato dalla luce.

Dunque sei tu che muovi le tue ombre e così le tue paure. Quelle paure che hanno dato forma alle tue relazioni, ai conflitti, alla sofferenza e che ti hanno spinto a cercare all’esterno quello che in realtà era già dentro di te!

Questa risvegliata consapevolezza ripulirà le tue esperienze dall’ombra delle tue paure.

Ora, se lo vorrai, potrai spostare il centro delle tue scelte da “cosa gli altri vogliono da me” a “cosa io voglio per me”. E questa è una svolta radicale nel tuo modo di essere, di fare e di vibrare. Il mendicante così diventa un imperatore. Il debole diventa forte. La paura diventa verità e amore. L’ombra si trasforma in luce.

Ricorda che il mendicante dipende dalle offerte degli altri, e vive la sua vita elemosinando quello che gli manca. Allunga le mani verso il mondo alla ricerca di un riconoscimento, di un gesto d’amore, di un’attenzione, di una guida.

L’imperatore invece vive di sé stesso. Non dipende da forze esteriori. Vive da “sveglio”. Valorizza ciò che è e ama ciò che fa. Non cerca la perfezione, ma cerca il vero.

Attraverso questa lettura, porterai chiarezza su come fino ad ora hai amato, e su come d’ora in poi vorrai amare, a partire da te stesso. Non voglio insegnarti ad amare, ma voglio che tu sperimenti l’amore che è dentro di te, e che porti questa bellezza in ogni tua relazione.

D’ora in poi non amerai perché sei amato, ma sarai amato perché ami veramente. D’ora in poi ti abbandonerai al flusso dell’amore, con leggerezza e inebriante vitalità!

Buona lettura e buona vita!

Seminiamo oggi le nostre relazioni di domani

C’è saggezza nella metafora del piano di semina. Prima ariamo i campi, poi aggiungiamo il fertilizzante e i nutrienti. Infine ci prepariamo a gettare i semi. Spesso ci dimentichiamo di quanto siano importanti le fasi iniziali, di quanto la preparazione sia fondamentale per dare poi forma ad un raccolto di qualità. Purtroppo pensiamo che la preparazione possa essere tralasciata, passando direttamente alla semina e al raccolto.

Non è di certo così. Più attenzione viene data alla preparazione del terreno, con i giusti nutrienti e fertilizzanti naturali, più sarà “facile” ottenere un buon raccolto.

La preparazione avviene dentro di noi, integrando la consapevolezza necessaria affinché i semi dell’amore crescano dando forma a rapporti veri e liberi. Ogni significativo frutto di domani prende forza dal nutrimento e dalla consapevolezza di ciò che preparate con attenzione e pazienza oggi.

Se spettegolate e litigate oggi, macchierete, sporcherete il vostro domani. Se opprimete i vostri compagni, riceverete la loro rabbia cupa, domani. Se aiutate qualcuno oggi, riceverete la vostra ricompensa domani. Se esprimete aggressione oggi, altri reagiranno per paura domani. Se mentite oggi, qualcuno vi ingannerà domani. Se risucchiate qualcuno nella vostra sfera di influenza oggi, vi scontrerete con la riluttanza domani. Se urlate a qualcuno oggi, esso si terrà a distanza domani. Se non siete chiari oggi, dovrete dissipare la confusione domani. Se confidate i vostri problemi oggi, vi sarà chiesto come state domani. Se fate dei cambiamenti oggi, vedrete i risultati domani. Pertanto, sappiate che il paradiso di domani ha origine nelle scelte di oggi, in ogni vostro pensiero, parola e azione.

“Il futuro entra in noi, per trasformarsi in noi, prima di essere accaduto”. – Rainer Maria Rilke

Non smettete mai di prestare attenzione al vostro campo; ponete la giusta cura, nutritelo di bontà e di gentilezza, di umiltà e semplicità, di ascolto e presenza, di libertà e sostegno e poi lasciate che tutto cresca armoniosamente, senza fretta ma con pazienza, senza paura ma con fede. Ripulite dalle erbacce, estirpate tutti quei pensieri che alimentano il dubbio e la paura, così che i semi del vero amore, crescano nutriti della vostra totale intenzione ed attenzione. Perché il vostro più grande compito è di non permettere all’oscurità di dimorare nella vostra mente.

Ogni frutto ha la sua stagione

La primavera non va ricercata, ma va semplicemente accolta, nello stupore e nella gioia. L’albero che è la tua vita, non può fiorire quando lo vuoi e non darà i frutti nell’istante in cui lo desideri, segue invece il tempo delle stagioni perché tutto è collegato con quell’energia intelligente che dà forma a tutto ciò che esiste. Quindi rilassati, rimani fiducioso e paziente, e scopri momento dopo momento il dono che ogni attimo porta con sé. Non cercare, ma rimani fiducioso nella scoperta.

L’amore non va ricercato, ma svelato istante dopo istante attraverso l’esperienza. La scoperta non ha aspettative e non è contaminata dalla tua idea di come dovrà essere il futuro. La ricerca invece è mossa dal desiderio e, grazie alla sua spinta, tu hai già dato forma a tutto ciò che speri di incontrare.

In questo modo non sei in grado di cogliere il dono che incontri proprio perché hai già dato la risposta a tutte le tue domande negando ogni altra possibilità. Tante occasioni vanno sprecate lungo il cammino, proprio perché non sai andare oltre a ciò che hai scelto di vedere. Lascia andare queste sovrastrutture, smettila di guardare il calendario facendo programmi su cosa domani o dopodomani deve arrivare.

Liberati da questi condizionamenti che poi diventeranno conflitti e sofferenza. Devi solamente aprire la finestra al mattino, guardare il sole e iniziare a ringraziare, fiducioso che anche oggi tutto può accadere, e sarà rivolto al tuo bene.

Osserva l’alternarsi delle stagioni, osserva come durante l’inverno tutto è spoglio e privo di vita ma poi, con l’arrivo della primavera, tutto si trasforma quasi per magia. Come ci richiama questa poesia di Emily Dickinson.

La primavera ritorna sul mondo
guardo l’aprile, che non ha colori
per me, finché tu venga
come prima del giungere dell’ape,
inerti stanno i fiori
destati all’esistenza da un ronzio.

E così si rinnova anche la tua vita. È un processo naturale, che tu ne sia o no consapevole. Accade. Giunge a te. Ogni frutto ha la sua stagione, più entri nel flusso dell’accoglienza senza attaccamento al risultato, senza il tormento dell’aspettativa, più liberi la magia della sincronicità e nuove opportunità prenderanno forma davanti a te, per dare fioritura alla tua felicità. Il principio creatore si basa su una semplice verità: né prima, né dopo. Ma solo nel giusto “momento”. Ogni persona che incontri lungo il cammino non viene richiamata nella tua esperienza da ciò che fai, ma da ciò che sei. Quindi risponde ad un richiamo vibrazionale, ad una risonanza creata da un determinato livello di coscienza e funzionale per la tua crescita. Non chiederti dunque cosa devi fare o quanto devi aspettare! Chiediti invece: come sono mentre faccio tutto quello che faccio? Perché se la tua attenzione è proiettata ad alimentare l’illusione in un domani che ancora non c’è, tutto il tuo essere vibrerà di ciò che ti manca, e quello attrarrai: l’esperienza della mancanza. Ma nel momento in cui tutto il tuo essere vibrerà di gratitudine per tutto quello che già hai nella tua vita, allora attrarrai tutto ciò che corrisponde a quella vibrazione. Quindi non guardare dalla finestra di casa con triste nostalgia, con ossessivo desiderio di quello che i tuoi occhi vogliono incontrare. Vivi ogni istante con leggerezza, consapevole che ogni frutto ha la sua stagione e tutto matura scandito dai ritmi eterni della vita.

“Ciò che deve venire con te, lo porterai con te qualunque strada tu scelga di percorrere”.
Vivo Con Te, Non Vivo Per Te

Vivo Con Te, Non Vivo Per Te

In questo libro John Mariotto ti aiuta a trovare la tua strada personale!
Non vuole insegnarti ad amare, ma vuole dirti quello che l’amore non è.

Molti pensano di vivere l’amore, ma in realtà vivono la trappola dell’illusione del loro amore. Creano innumerevoli scuse per giusticare la loro situazione, i loro rapporti, la loro vita. E un po’ per volta le loro giusticazioni diventano la loro falsa verità.

Per troppo tempo abbiamo nascosto il nostro volto, i nostri bisogni, i nostri sogni dietro una maschera costruita dal senso del dovere, dai sensi di colpa, dalle paure, ponendo nelle mani di altri il nostro riconoscimento e il nostro valore.

Forse è davvero il momento di uscire da questo labirinto e di capire quello che l’amore non è.

Questa lettura ti accompagnerà in questo grande cambiamento, e sposterà il centro delle tue scelte da “cosa gli altri vogliono da me” a cosa “io voglio per me”.

D'ora in poi non amerai perchè sei amato, ma sarai amato perchè ami veramente.

Acquista ora

 

Jhonny MariottoTorna su Torna suDisponi gli articoli a grigliaDisponi gli articoli a lista

Jhonny Mariotto

Jhonny Mariotto, è un famoso formatore e ricercatore indipendente degli aspetti spirituali, ma anche scientifici e pratici. Tiene corsi, conferenze per aiutare le persone a trovare la propria strada, professionale e personale. Ha trascorso oltre 15 anni in diverse parti del mondo: Thailandia, Vietnam, Indonesia, India, Malesia, Brasile, Messico, Caraibi, Africa, Egitto, per fare esperienza diretta di quello che è l'energia, di quanto la fede sia essenza inscindibile dall'uomo, e di quello che è il suo vero potere: la coscienza.

 

I vostri commenti - Scrivi un commento!

Nessun commento presente

Scrivi un commento!