Torna su ▲

Introduzione - Sirt: la Dieta del Gene Magro -...

Leggi una ricetta estratta dal libro "Sirt: la Dieta del Gene Magro"

Introduzione - Sirt: la Dieta del Gene Magro - Libro di Aidan Goggins e Glen Matten

Essendo esperti in medicina nutrizionale e autori di The Health Delusion («L’illusione della salute»), un saggio vincitore di un premio, riteniamo di essere in grado di distinguere il vero dal falso in campo sanitario. In fatto di diete, siamo entrambi molto scettici.

Un po’ come le stagioni, o le mode, le diete vanno e vengono. Se a breve termine riescono a farvi perdere peso, a lungo termine si rivelano quasi tutte fallimentari. Finite sempre per recuperare i chili perduti, trovandovi al punto di prima se non peggio. Delle centinaia di milioni di persone che seguiranno diete popolari quest’anno, meno dell’1 percento riuscirà a perdere peso definitivamente.

Siamo così delusi da quelle promesse non mantenute che, sebbene la popolazione stia ingrassando nel suo complesso, il numero di persone che si mette a dieta è diminuito di più di un terzo rispetto a vent’anni fa. C’è chiaramente un problema.

Potremmo dire che le diete non sono mai state la nostra passione. Poi, però, abbiamo scoperto i cibi Sirt, un modo radicalmente nuovo e facile di mangiare che vi permetterà di perdere peso e di non riprendere i chili perduti; non solo, ma adottando queste abitudini alimentari farete anche del bene al vostro organismo.

 

Cosa sono i cibi Sirt?

Nel corso degli ultimi anni sono diventate molto popolari le diete basate sul digiuno. In effetti, gli studi mostrano che digiunando – cioè con una moderata restrizione calorica quotidiana o praticando un digiuno intermittente più radicale, ma meno frequente – vi potete aspettare di perdere circa sei chili in sei mesi e ridurre in modo sostanziale il rischio di contrarre certe malattie.

Quando digiuniamo, la riduzione di riserve di energia attiva il cosiddetto «gene magro», che provoca diversi cambiamenti positivi. L’accumulo di grasso si interrompe e il corpo blocca i normali processi di crescita ed entra in modalità «sopravvivenza». I grassi sono bruciati più velocemente e si attivano i geni che riparano e ringiovaniscono le cellule. Di conseguenza, dimagriamo e aumentiamo la nostra resistenza alle malattie.

Tutto questo, però, ha un prezzo. Una minore assunzione di energia comporta fame, irritabilità, spossatezza e perdita di massa muscolare. E il problema è proprio questo con le diete basate sul digiuno: quando sono seguite correttamente funzionano, ma ci fanno stare così male che non riusciamo a rispettarle. La domanda, allora, è la seguente: è possibile ottenere gli stessi risultati senza doversi imporre quel calo drastico di calorie e senza, quindi, subirne le conseguenze negative?

A questo punto non ci resta che presentarvi i cibi Sirt, un gruppo di alimenti appena scoperti. I cibi Sirt sono particolarmente ricchi di sostanze nutritive speciali, in grado di attivare gli stessi geni della magrezza sollecitati dal digiuno. Questi geni sono le sirtuine. Divennero famose grazie a un importante studio condotto nel 2003, nel corso del quale gli scienziati analizzarono una particolare sostanza, il resveratrolo, presente nella buccia dell’uva nera, nel vino rosso e nel lievito, che produrrebbe gli stessi effetti della restrizione calorica senza bisogno di diminuire l’assunzione energetica. In seguito i ricercatori scoprirono che altre sostanze presenti nel vino rosso avevano un effetto simile, il che spiegherebbe i benefici del consumo di questa bevanda e il motivo per cui chi la consuma ingrassa meno.

Questo naturalmente stimolò la ricerca di altri cibi contenenti un’alta concentrazione di tali nutrienti, capaci di produrre un effetto tanto benefico nel corpo, e poco per volta gli studi ne scoprirono diversi. Se alcuni sono quasi sconosciuti, come il levistico, un’erba ormai ben poco usata in cucina, la grande maggioranza è rappresentata da cibi ben noti e molto usati, come olio extra vergine di oliva, cipolle rosse, prezzemolo, peperoncino, cavolo riccio, fragole, capperi, tofu, cacao, tè verde e perfino caffè.

I super regolatori del metabolismo

Dopo la scoperta del 2003, l’entusiasmo per i benefici dei cibi Sirt balzò alle stelle. Gli studi rivelano che questi alimenti non si limitano a mimare gli effetti della restrizione calorica. Essi agiscono anche come super regolatori di tutto il metabolismo, e bruciano i grassi, aumentano la massa muscolare e migliorano lo stato di salute delle cellule. Il mondo della ricerca medica era vicino alla scoperta nutrizionale più importante del secolo. Purtroppo, fu commesso un errore: l’industria farmaceutica investì centinaia di milioni di sterline nel tentativo di trasformare i cibi Sirt in una sorta di pillola miracolosa, e la dieta passò in secondo piano. Noi non condividiamo un simile approccio farmaceutico, che cerca (finora senza risultato) di concentrare i benefici di tali nutrienti complessi di origine vegetale in un unico farmaco. Invece di aspettare che l’industria farmaceutica trasformi i nutrienti dei cibi che mangiamo in un prodotto miracoloso (che potrebbe non funzionare comunque), troviamo più sensato mangiare queste sostanze nella loro forma naturale, quella di alimenti, per trarne il massimo vantaggio. Questa è la base del nostro esperimento pilota, con il quale intendevamo creare una dieta contenente le fonti più ricche di cibi Sirt e osservarne gli effetti.

Un punto in comune tra le diete più sane del mondo

Nel corso dei nostri studi abbiamo scoperto che i migliori cibi Sirt sono consumati regolarmente dai popoli che vantano la minore incidenza di malattie e di obesità al mondo.

Tra gli indiani Kuna, nel continente americano, che sembrano immuni dall’ipertensione e con livelli bassissimi di obesità, diabete, cancro e morte precoce grazie all’assunzione di cacao, ottimo cibo Sirt, così come a Okinawa, in Giappone, dove prevale un’alimentazione a base di cibi Sirt, fisici asciutti e longevità procedono di pari passo. In India, la passione per i cibi speziati, in particolare la curcuma, dà buoni risultati nella lotta contro il cancro. E nella tradizionale dieta mediterranea, che il resto del mondo occidentale invidia, l’obesità è contenuta, e le malattie croniche sono l’eccezione, non la norma. Olio extra vergine di oliva, verdure selvatiche a foglia verde, frutta secca, frutti di bosco, vino rosso, datteri ed erbe aromatiche sono tutti cibi Sirt efficaci, e sono tutti presenti nella dieta mediterranea. Il mondo scientifico ha dovuto arrendersi all’evidenza: sembra proprio che la dieta mediterranea sia più efficace della riduzione delle calorie per perdere peso, e più efficace dei farmaci per eliminare le malattie.

Anche se oggi i cibi Sirt non sono un pilastro dell’alimentazione in Inghilterra, la situazione era ben diversa in passato. Erano un elemento di base, e se molti si sono fatti rari e altri sono addirittura scomparsi, vedremo tra breve che è possibile invertire la rotta.

Effetti della dieta su di voi

La buona notizia è che non dovete essere atleti eccelsi, e neanche persone minimamente sportive, per godere degli stessi benefici. Abbiamo sfruttato tutto ciò che abbiamo imparato sui cibi Sirt grazie allo studio pilota da KX e al lavoro svolto con gli sportivi, e l’abbiamo adattato per creare una dieta adatta a chiunque voglia perdere peso migliorando la salute.

Non è necessario praticare digiuni insostenibili né sottoporvi a sedute interminabili in palestra (anche se, naturalmente, praticare un po’ di attività fisica vi fa bene). Non è una dieta costosa né vi farà perdere tempo, e tutti i cibi che vi consigliamo sono facilmente reperibili. L’unico accessorio che vi serve è un estrattore o centrifuga. A differenza delle altre diete, che vi dicono cosa eliminare, questa dieta vi dice cosa inserire nella vostra alimentazione.

Fase 1 in breve

La Fase 1 della dieta è quella che produce i maggiori risultati. Nel corso di sette giorni seguirete il nostro metodo, clinicamente testato, per perdere 3,2 chili. Vi forniremo una guida passo dopo passo, con tanto di menù e di ricette.

Durante i primi tre giorni l’assunzione di calorie dovrà limitarsi a mille al giorno al massimo. In pratica potrete assumere tre succhi verdi e un pasto solido, il tutto a base di cibi Sirt.

Dal giorno 4 al 7 le calorie giornaliere diventeranno millecinquecento. Ogni giorno mangerete due succhi verdi e due pasti solidi Sirt. Alla fine dei sette giorni dovreste avere perso, in media, 3,2 chili.

Nonostante la riduzione di calorie i partecipanti non si sentono affamati, e il limite calorico è un’indicazione più che un obiettivo. Anche nella fase più intensiva, la restrizione calorica non è drastica come in molti altri regimi. I cibi Sirt hanno un effetto naturalmente saziante, cosicché molti di voi si sentiranno piacevolmente sazi e appagati.

Fase 2 in breve

La Fase 2 è la fase di mantenimento e dura 14 giorni: durante questo periodo, sebbene l’obiettivo principale non sia la riduzione delle calorie, consoliderete il dimagrimento e continuerete a perdere peso. Il segreto per riuscire in questa fase sta nel continuare a mangiare cibi Sirt in abbondanza; in questo vi faciliterà il programma che vi forniremo con relative ricette. Durante quelle due settimane consumerete tre pasti al giorno bilanciati e ricchi di alimenti Sirt, e un succo verde Sirt «di mantenimento».

Un programma per la vita

Il bello di questa dieta è che non siete costretti a stare sempre a dieta. La Fase 1 e la Fase 2 possono essere ripetute di tanto in tanto per perdere grassi, se necessario. Per qualcuno sarà indispensabile ripeterle ogni tre mesi, mentre a qualcun altro basterà una volta all’anno. Il resto del tempo siete liberi di vivere la vostra vita, più magri e più sani di prima, continuando a godere dei vantaggi procurati da un’alimentazione ricca di cibi Sirt. In effetti questi cibi hanno un’applicazione universale, e possono essere incorporati in qualunque tipo di regime seguiate: vegano, senza glutine, a basso contenuto di carboidrati, dieta paleolitica, digiuno intermittente e così via (per altre informazioni su questo punto, andate al Capitolo 11). Integrare quantità significative di cibi Sirt potenzierà la perdita di peso e i vantaggi per la salute di tutti quegli approcci.

Per noi, il segreto del successo consiste nel raggiungere risultati che dureranno tutta la vita, e in questo la dieta Sirt è veramente eccezionale.

Quando avrete imparato il necessario sui cibi Sirt, vi mostreremo come trasformare la vostra alimentazione quotidiana, con piccoli cambiamenti, per integrarvi questi alimenti definitivamente.

Quando avrete assimilato i capisaldi di una dieta bilanciata e dell’uso corretto degli integratori, e avrete scoperto i consigli pratici per consumare ancora più alimenti Sirt, sarete pronti a trarne benefici per il resto della vita.

Ecco un elenco dei vantaggi:

  • favorisce la perdita di grasso, non di muscolo;
  • non riprenderete peso dopo la fine della dieta;
  • avrete un aspetto migliore, vi sentirete meglio e avrete più energia;
  • eviterete di digiunare e di patire la fame;
  • non dovrete sottoporvi a esercizi fisici massacranti;
  • questa dieta favorisce una vita più lunga, sana e tiene alla larga le malattie.
Sirt: la Dieta del Gene Magro

Sirt: la Dieta del Gene Magro

Perdere peso in modo sano e veloce, preservando energia, tono muscolare e soprattutto il buon umore? Impossibile? Non con questa dieta innovativa. Il principio è semplice: consumare «cibi Sirt», cioè alimenti che contengono particolari nutrienti di origine vegetale che attivano le sirtuine, un gruppo di geni che stimolano il metabolismo, fanno bruciare i grassi e favoriscono la perdita rapida di peso.

Nel vasto insieme dei cibi Sirt, oltre ad alimenti come fragole, mirtilli e agrumi, noci, grano saraceno, peperoncino e tè verde, cavolo, radicchio, cipolla rossa e rucola... troviamo anche alimenti che mai avremmo immaginato di poter includere in una dieta, come l’olio extravergine d’oliva, il cioccolato fondente, il vino rosso e il caffè…

L'eccezionale particolarità di questa dieta – che la rende pressoché unica – è infatti che si basa sull'inclusione e non sull'esclusione di cibi.

Con il programma dei due medici nutrizionisti Aidan Goggins e Glen Matten, introducendo i cibi Sirt nella nostra alimentazione, possiamo perdere oltre 3 chili in una sola settimana, senza privazioni di alcun tipo. Oltre a ciò, la «dieta del gene magro» si rivela un ottimo strumento per recuperare il benessere e migliorare le condizioni generali della propria salute.

Alimenti freschi, genuini, facilmente reperibili e adatti al nostro palato (forti sono i richiami alla dieta mediterranea) che combinati fra loro o con altri ingredienti danno origine a piatti gustosi: dai gamberoni saltati in padella alle uova piccanti strapazzate, dalla pasta al salmone affumicato ai tartufi al cioccolato. Tutto così buono e semplice che vi dimenticherete persino di essere a dieta!

Acquista ora

 

Glen MattenTorna su Torna suDisponi gli articoli a grigliaDisponi gli articoli a lista

Glen Matten

Glen Matten collabora con Aidan Goggins, come nutrizionisti di grande esperienza nell’ambito dell’alimentazione e del benessere.

Oltre ad aver lavorato in cliniche prestigiose sia in Irlanda, sia in Gran Bretagna, recentemente hanno collaborato con il team medico-sportivo di un club sportivo londinese molto quotato, il KX. Tra le loro innumerevoli attività, hanno curato e seguito il programma alimentare di noti sportivi inglesi, come il campione olimpico di vela Ben Ainslie, il pugile Anthony Ogogo, nonché di celebrity quali la modella Jodie Kidd e la chef Lorraine Pascale.

 

Aidan GogginsTorna su Torna suDisponi gli articoli a grigliaDisponi gli articoli a lista

Aidan Goggins

Aidan Goggins collabora con Glen Matten, come nutrizionisti di grande esperienza nell’ambito dell’alimentazione e del benessere.

Oltre ad aver lavorato in cliniche prestigiose sia in Irlanda, sia in Gran Bretagna, recentemente hanno collaborato con il team medico-sportivo di un club sportivo londinese molto quotato, il KX. Tra le loro innumerevoli attività, hanno curato e seguito il programma alimentare di noti sportivi inglesi, come il campione olimpico di vela Ben Ainslie, il pugile Anthony Ogogo, nonché di celebrity quali la modella Jodie Kidd e la chef Lorraine Pascale.