Torna su ▲
Avvento 2016
Idee Regalo

Introduzione - Profiler - Libro di Massimo Picozzi

Leggi un estratto dal libro di Massimo Picozzi "Profiler"

Introduzione - Profiler - Libro di Massimo Picozzi

Il profiler è un professionista speciale. Non ce ne sono molti, e quando entra in gioco significa che c'è un grosso problema, un caso dove non si capisce cosa sia successo e quale sia il movente.

Occorre lasciargli tempo, raccontargli tutto, consegnargli ogni informazione: il profiler comincerà analizzando i più piccoli dettagli alla ricerca di un indizio, una traccia che colleghi il fatto a chi l'ha commesso. Poi vorrà sapere della vittima, perché le coincidenze non esistono: c'è sempre una fragilità, una debolezza che un predatore sa riconoscere e sfruttare. Infine prenderà ogni elemento e lo incastrerà uno accanto all'altro, come le tessere di un mosaico in una cornice modellata dall'esperienza di tanti casi simili; perché i comportamenti umani, anche i più tristi e infelici, tendono sempre a ripetersi.

Una volta risolto il problema, al profiler resterà un ultimo compito: verificare la correttezza delle proprie ipotesi; potrà farlo seguendo i dibattimenti e i processi, oppure, a distanza di tempo, cercando un contatto diretto con il predatore. Solo così avrà la certezza di aver decifrato ogni passaggio e di aver trovato una ragione logica per ciascun comportamento.

Il profiler è un professionista speciale; sarà lui, con i suoi strumenti e la sua esperienza, a insegnarvi come vivere sicuri in un'epoca di grande incertezza.

Scoprirete cos'è la paura, la nostra emozione più potente e necessaria alla sopravvivenza; da qui entrerete nel dominio delle decisioni, imparando a capire quando affidarvi all'intuito e come addestrare la consapevolezza del rischio.

Riconoscerete in un istante i segnali di pericolo e sarete capaci di scegliere il comportamento più adatto a prevenire e disinnescare qualunque aggressione. Non ci saranno più predatori pronti ad approfittare della vostra ingenuità, perché saprete identificare le loro strategie di manipolazione e persuasione, ancora prima che decidano di usarle contro di voi.

È inutile negarlo: viviamo in momento di profondo smarrimento, siamo preoccupati e convinti che la situazione stia peggiorando di giorno in giorno. Il fatto è che i nostri timori sono giustificati solo in parte, perché i dati sulla criminalità non sono così drammatici; un conto però sono le statistiche, un altro è ciò che i media quotidianamente ci propongono.

Negli ultimi anni la cronaca nera ha conquistato uno spazio sempre maggiore, e accanto alle trasmissioni dedicate a delitti e delinquenti non c'è contenitore di attualità, in qualunque fascia oraria, che non riservi una sostanziosa parte al «fatto criminale». Anche i telegiornali destinano a investigazioni e processi più spazio di quello riservato alla crisi economica e alle sue conseguenze.

Tutto contribuisce a creare una diffusa percezione di paura e incertezza, che paradossalmente non incide sulle pratiche di sicurezza; anzi, più si parla di delitti e di vittime, di raptus o premeditazione, minori sono le accortezze messe in campo per vivere sicuri.

La spiegazione del paradosso arriva dalla psicologia: un modo per attirare l'attenzione della gente è quello di spaventarla, ma l'unico beneficio lo porta ai dati d'ascolto. Finora siete stati seduti davanti al televisore, a casa vostra, bombardati da notizie allarmanti; adesso è il caso di cominciare a gestire direttamente la vostra sicurezza per capire cosa fare.

Per rendervi il compito più facile, nella seconda parte di Profiler entreremo nel dettaglio di situazioni e soluzioni. Analizzeremo insieme come vivere sicuri a casa, sul posto di lavoro, in viaggio. Parleremo di come tenere i nostri cari lontani dal pericolo, di come difenderci dai predatori digitali, dai criminali sessuali, dai terroristi.

L'etimologia del termine «sicuro» deriva dal latino sine cura, che significa «senza preoccupazioni». È questo lo scopo di Profiler, portarvi a vivere sereni, attenti, senza che la paura vi condizioni. Ma per raggiungere l'obiettivo, come ha detto Margaret Atwood, «la cosa più importante è rifiutarsi di essere una vittima».

Prometto che vi insegnerò a farlo.

Profiler: hai capito chi sono?

Profiler: hai capito chi sono

Vi capita di chiedervi se potete fidarvi di una certa persona? Quando siete da soli a casa o per strada vi sentite al sicuro? Avete il dubbio che vostro figlio possa essere vittima di bullismo?

Massimo Picozzi, criminologo ed esperto di profiling, ci insegna a «leggere» con chiarezza e rapidità persone e situazioni, a individuare i rischi potenziali della vita di tutti i giorni, a capire quando seguire l'istinto se qualcosa ci allarma e a prendere le decisioni giuste per tenere noi e i nostri cari lontani dal pericolo.

Acquista ora

 

Massimo PicozziTorna su Torna suDisponi gli articoli a grigliaDisponi gli articoli a lista

Massimo Picozzi

Massimo Picozzi , psichiatra e criminologo, insegna presso la LIUC di Castellanza. È consulente della Polizia di stato e docente ai corsi sui negoziatori di ostaggi dei Carabinieri. Ha scritto numerosi bestseller ed è autore e conduttore di diverse trasmissioni televisive.

 

I vostri commenti - Scrivi un commento!

Nessun commento presente

Scrivi un commento!