Torna su ▲

RICEVI L'OMAGGIO DI OGGI SE ACQUISTI ENTRO: ORE MIN SEC

Avvento 2016
Idee Regalo

Introduzione - Nutrizione Cosciente - Libro di...

Leggi un estratto dal libro di Marion Kaplan "Nutrizione Cosciente"

Introduzione - Nutrizione Cosciente - Libro di Marion Kaplan

In questo nuovo millennio l'alimentazione è sempre più al centro dei pensieri di tutti. La "crisi della mucca pazza" coinvolge tutti i paesi industrializzati e costringe a riprendere coscienza di ciò che riguarda l'alimentazione.

Per decenni molti di noi hanno impiegato le loro energie a convincere gli altri che il cibo ingerito esercitava una forte influenza sullo stato di salute. Oggi come oggi, questa dimensione è stata acquisita.

Il terzo millennio apre un altro dibattito: quello della scelta.
Perfino i paesi del terzo mondo vengono sottoposti a scelte crudeli: accettare di nutrirsi con piante transgeniche o morire di fame.

In Europa non siamo a questo punto. Grazie a numerosi pionieri dell'alimentazione sana (citarli tutti sarebbe impossibile!), lottiamo per diventare consumatori illuminati ai quali non si può più far ingurgitare di tutto. E ora o mai più, perché come afferma Jean-Marie Pelt, l'agricoltura del futuro sarà transgenica o biologica.

Per quattro milioni e mezzo di anni l'essere umano ha dovuto affrontare frequenti periodi di carestia. Adattarsi per sopravvivere è una delle sue caratteristiche. Il suo organismo è pertanto decisamente atto a gestire le carenze e la diversità degli alimenti.

Da un centinaio d'anni e ancor più da cinquant'anni, però, nei paesi occidentali va tutto alla rovescia! Non è più la fame che occorre combattere, bensì l'abbondanza. Infatti, di fronte alla marea di alimenti proposti a piene mani, dobbiamo compiere delle scelte e imparare a limitarci.

Che curioso trabocchetto, questa libertà!

In natura, se un animale non ha fame non mangia. Una volta divorata la preda o consumata la sua razione, si ferma da solo. Soltanto l'uomo riesce a mangiare senza fame.

L'animale selvaggio che vive nel suo ambiente sa di cosa ha bisogno grazie al suo istinto. Quando però vive negli allevamenti gestiti dall'uomo, perde questa nozione e le sue abitudini si corrompono.

Per quanto ci riguarda, non c'è più la religione a gestire quaresime, digiuni e restrizioni. Siamo liberi di consumare carne due volte al giorno, di concludere ogni pasto con un dessert ben zuccherato o addirittura di mangiare per tutta la giornata, perché nessuno ci ammonisce! Solo la condanna del peso, della sofferenza e della malattia ci obbliga a essere più ragionevoli...

È stata questa sofferenza a condurmi nell'universo della nutrizione. Era un mattino di un fine settimana primaverile; avevo circa quindici anni e me ne stavo tranquillamente seduta nel salotto dei miei a guardare il paesaggio dalla finestra. Da qualche tempo mi sentivo molto stanca, pervasa da pensieri tetri, senza nessun entusiasmo e con una leggera nausea. Avevo bevuto un caffellatte. E se fosse stata quella bevanda, ingerita tutte le mattine, la responsabile dei miei cupi stati d'animo?

La rivelazione ha rappresentato il punto di partenza della mia ricerca di un'alimentazione che coniugasse salute, vitalità e piacere.

Senza rendermene conto avevo cominciato a ingrassare, ma quando delle emicranie dovute a un colesterolo troppo alto (3 g a quindici anni) mi hanno inchiodata al letto, ho cominciato a leggere i primi testi sulle discipline igienistiche in voga all'epoca e quindi a provarle una volta ripresami!

Ho pertanto fatto esperienza in prima persona di tutti gli approcci alimentari esistenti: Shelton, Mayo, Hollywood, Scarsdale, veganismo, istintoterapia, vegetarianismo, Kousmine, Montignac, Atkins, Weight Watchers, digiuni ecc. Tutti all'inizio mi fornivano una sferzata di energia, con una perdita di peso che mi entusiasmava... ma poi avveniva sempre la ricaduta, con qualche chilo in più come risultato.

Sono stata costretta a riconoscere che per uscirne mi serviva la psicologia. Mentre esploravo i meandri del mio inconscio ho scoperto che la "cucina" era da un lato fonte di reazioni chimiche notevoli ma dall'altro veicolava credenze o addirittura convinzioni, abitudini e automatismi legati ad affetti profondamente radicati nell'inconscio.

Ho poi scoperto il mondo delle intolleranze alimentari, grazie a tecniche di terapie quantiche. Questo mi ha permesso di capire che i miei problemi di gonfiore, come pure la mia sinusite e la depressione, erano dovuti a un'intolleranza al glutine, ai latticini e alle uova! Aprivo gli occhi su una nuova comprensione...

È difficile accettare che i genitori non ci hanno necessariamente nutriti secondo i nostri bisogni. E inquietante rendersi conto che a dettare le regole del consumo sono le necessità economiche del mercato.

Se vogliamo imparare a vivere in armonia con l'ambiente occorrerà ben presto intraprendere uno studio dei nostri gusti e dei nostri bisogni reali.

Questo libro costituisce una tappa dopo trent'anni di ricerche, verifiche e studi. Vi riporto alcune verità dettate dal buonsenso, affronto concetti scientifici che potranno apparire difficili ma che sono necessari per capire e agire (tuttavia, se troppo ostici potranno essere elusi) e soprattutto propongo ciò che ritengo importante per nutrirsi e vivere sani.

Non si tratta di una nuova dottrina, bensì di "riflessioni essenziali" sull'alimentazione che, mi auguro, vi aiuteranno a compiere le vostre scelte in maniera pienamente consapevole e a vivere ascoltando meglio voi stessi.

Buona lettura!

Nutrizione Cosciente

Nutrizione Cosciente

La salute e la vitalità di un organismo dipendono in primo luogo dalla qualità degli alimenti che vengono ingeriti.

Tuttavia, di queste sostanze che introduciamo quotidianamente nel nostro corpo, ben il 50% è costituito da cibi “morti”, che non nutrono l’organismo bensì lo danneggiano.

Nutrizione cosciente presenta nuove e illuminanti informazioni sugli alimenti e la loro digestione, come pure sul legame mente-corpo, confutando molte convinzioni errate tuttora presenti in campo alimentare e affrontando anche il problema delle intolleranze, in costante aumento.

Grassi saturi che si trasformano in pericolosi veleni, alimenti industriali e manipolati, additivi, coloranti, conservanti, ormoni di sintesi, alcolici, zuccheri e farine raffinate: Marion Kaplan ci spiega che poco a poco tutti questi finti alimenti, presi nel loro insieme, indeboliscono l’organismo e lo rendono soggetto a malattie di varia natura, anche molto gravi.

Facendo chiarezza sullo stato dell’alimentazione moderna, Nutrizione cosciente spiega che per tornare in forma non è necessario privarsi dei piaceri della tavola.

Anzi, imparando a riconoscere ciò che nutre davvero, possiamo giungere alla riscoperta di sapori veri e genuini, ritrovando la gioia di alimentarci secondo le nostre reali necessità.

Acquista ora

 

Marion KaplanTorna su Torna suDisponi gli articoli a grigliaDisponi gli articoli a lista

Marion Kaplan

Marion Kaplan è bionutrizionista, allieva della dottoressa Kousmine e specialista in medicina energetica, autrice di dieci opere sull'alimentazione.

La ricerca del senso delle malattie l'ha condotta a compiere studi approfonditi sul ruolo dell'alimentazione. Per due volte le è stata conferita la decorazione della Société d'Encouragement au Progrès.

 

I vostri commenti - Scrivi un commento!

Nessun commento presente

Scrivi un commento!