Torna su ▲
Avvento 2016
Idee Regalo

Introduzione - Il Manuale delle Serre Polytunnel -...

Leggi in anteprima l'introduzione del libro "Il Manuale delle Serre Polytunnel" di Andy McKee e Mark Gatter per imparare a costruirle e a utilizzarle per ottenere frutta e verdura fresca in ogni stagione!

Introduzione - Il Manuale delle Serre Polytunnel - Libro di Andy McKee e Mark Gatter

Entrare in un polytunnel (1) in una giornata di sole in marzo è come entrare in una bolla d'aria estiva. Tranquillo e caldo persino nelle giornate più fredde e piovose, un tunnel è il posto perfetto dove rifugiarsi con un libro di giardinaggio od orticoltura per tenere lontana la malinconia quando pioviggina per giornate intere. Le piante all'esterno del tunnel saranno sferzate dalla bufera oppure appassite dal gelo ma all'interno la stagione di crescita è già iniziata. Le prime patate piantate in febbraio  saranno già spuntate, altre piante, come carote, ravanelli, lattuga, spinaci, rucola, rape e altre ancora, aspettano solo di essere raccolte. 

Gli ultimi dieci anni hanno visto un enorme aumento della richiesta di ortaggi prodotti biologicamente. In Gran Bretagna, dove è possibile da parte dei privati chiedere all'amministrazione del proprio comune l'assegnazione di appezzamenti di terreno da dedicare all'orto familiare, la domanda di assegnazione di lotti per coltivare direttamente la propria verdura ha raggiunto recentemente la cifra record di 100.000 richieste a livello nazionale. Sta certamente accadendo qualcosa di sensazionale nell'atteggiamento che la gente in generale ha nei confronti del cibo di cui si nutre.

Il fenomeno è ulteriormente amplificato da trasmissioni televisive che hanno fatto del "coltiva il tuo orto" una specie di moda del momento. Aumenta nelle persone la consapevolezza che mangiare le verdure accolte nel proprio orto non significa solo nutrirsi di cibo più fresco, nutriente e saporito di quello che chiunque può comprare in negozio o al supermercato. Gli ortaggi coltivati in proprio hanno un vantaggio in più da non sottovalutare: costano meno e in più hanno un impatto minore sulla produzione di anidride carbonica e quindi sulla produzione di effetto serra e di conseguenza sul riscaldamento globale.

Ma nei Paesi del Nord Europa (2) il problema della stagione di crescita abbastanza breve e di estati precarie rende necessario un piccolo aiuto, soprattutto per quanto concerne la coltivazione di alcuni ortaggi. La coltivazione in serra o tunnel estende la stagione di crescita di circa un mese all'inizio e di un altro mese alla fine del ciclo di coltura, rendendo possibile e realizzabile coltivare il proprio cibo durante tutto l'anno o quasi, anche nelle regioni poste più a nord. 

Una vera e propria serra offre grandi vantaggi, ma i tunnel di polietilene, meno cari, offrono il vantaggio di potersi permettere una serra più grande con la stessa spesa. I tunnel di polietilene possono avere le più varie dimensioni, da veri e propri hangar per orticoltori di professione ad altri che misurano 1,8 m per 2,4 m, in cui si possono impiantare dei piccoli orti. In proporzione il costo si riduce con l'aumentare delle dimensioni, il che significa che non c'è affatto bisogno di limitarsi a coltivare qualche pianta di pomodoro e un po' di insalata nei periodi più freddi. I benefici di un ambiente protetto quale quello di un tunnel in polietilene, o polytunnel, si possono estendere a buona parte dell'anno senza necessariamente provvedere a forme di riscaldamento. 

Quanto deve essere grande un polytunnel dipende solo da noi, sapendo che, comunque, si potrà sempre aggiungere un anello o due in un secondo tempo per ingrandirsi e coltivare più ortaggi, aggiungere un piccolo patio o addirittura un albero da frutta particolarmente delicato, qualsiasi cosa ci suggerisca la fantasia. Per quanto grande arrivi a sembrarvi il vostro tunnel, una volta che vi siete abituati a coltivare piante tutto l'anno, scoprirete che lo spazio nel tunnel è come quello destinato alla dispensa in una cucina: non se ne ha mai abbastanza. Lo spazio in più non resta mai inutilizzato. 

I polytunnel di solito non hanno bisogno di permessi speciali da parte delle autorità e sono più facili da montare di quanto possa esserlo un pensile in cucina. Il telaio ha una durata illimitata mentre il film di polietilene deve essere sostituito ogni cinque anni. La  sostituzione costa generalmente il 20% in meno della spesa originaria. La vecchia copertura è riciclabile ed è fatta dello stesso materiale dei sacchetti di plastica. Anche se non sono ancora disponibili sul mercato teli di plastica riciclata o di bioplastica, sta di fatto che per produrre una quantità di vetro equivalente a quella utile a coprire una certa superficie è necessaria una quantità di energia pari a dieci volte quella occorrente per produrre il polietilene che servirebbe per coprire la stessa area. Difficilmente, però, il vetro dura dieci volte di più del polietilene. Per tutti questi motivi il polietilene (o PE) rimane fino a oggi la soluzione più ecologica. 

Ecco ciò che dice Andy (3) in proposito: Già un anno dopo aver montato il nostro primo polytunnel, io e la mia famiglia producevamo l'80% degli ortaggi necessari. L'anno dopo, quando avevamo ormai capito tutti i trucchi del mestiere, la cifra era salita al 95%. Vendevamo perfino una certa quota che ci avanzava e con quei soldi potevamo permetterci di comprare il mangime per i polli e altre cose. Se dovessi privarmi di qualcosa, il tunnel sarebbe l'ultima a cui penserei, piuttosto farei a meno della vanga! 

E cosa dice Mark: Vivo nella zona delle Brecon Beacons, una regione del Galles con terreni molto argillosi e clima piovoso, dove è molto difficile coltivare l'orto con successo. Col nostro polytunnel siamo riusciti a garantirci la fornitura di ortaggi per tutto l'anno, addirittura il lusso di mangiare qualche carciofo in gennaio. Abbiamo già deciso dove montare un altro tunnel l'anno prossimo. 

Note all'Introduzione

1. Per polytunnel si intende un tunnel di polietilene. Ho preferito mantenere questo termine anche nell'edizione italiana anche se in italiano ancora non esiste. Questa e le altre note al testo sono tutte del traduttore, a eccezione di quelle chiaramente indicate come N.d.A. (Nota dell'Autore).
2. Il lettore italiano tenga presente che gli autori del libro vivono nel Sud dell'Inghilterra e in Galles. Per quanto il testo sia stato adattato alla situazione italiana, alcune loro notazioni e commenti sono sempre comunque riferiti alla loro residenza geografica.
3. I commenti che il lettore troverà in queste sezioni sono degli stessi autori del libro.

 

I vostri commenti - Scrivi un commento!

Nessun commento presente

Scrivi un commento!

Articoli correlatiTorna su Torna suDisponi gli articoli a grigliaDisponi gli articoli a lista

Il Manuale delle Serre Polytunnel - Libro

Come costruirle e utilizzarle per ottenere frutta e verdura fresca in ogni stagione

Andy McKee, Mark Gatter

(2)
€ 9,80 Solo 2 disponibili: affrettati!
Disponibilità: Immediata

Libro - Il Filo Verde di Arianna - Settembre 2012 - Tecniche di Coltivazione

Dov’è meglio installare un tunnel e come farlo? Come si usa un polytunnel? Di che manutenzione ha bisogno? Quali sono i problemi più comuni e come risolverli? Questo libro risponde a tutte queste domande e affronta ogni... scheda dettagliata

Possiamo aiutarti?

assistenza clienti

I nostri operatori sono a tua disposizione per assisterti.

 

Assistenza Clienti

NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra newsletter e ricevi sconti, promozioni e novità direttamente nella tua casella di posta.

Guadagna subito +50 PUNTI per i tuoi futuri acquisti e premi.



COMMUNITY

Seguici su Facebook
Ti Piace Macrolibrarsi?
Se ti piace clicca su:
   

I LIBRI PIU' VENDUTI

 

SPECIALI