Torna su ▲
Avvento 2016
Idee Regalo

Introduzione - Il Frullatore che ti Cambia la Vita...

Leggi un estratto dal libro di Tess Master "Il Frullatore che ti Cambia la Vita"

Introduzione - Il Frullatore che ti Cambia la Vita - Libro di Tess Masters

Come sono diventata un'artista del frullatore

Salve a tutti! Mi chiamo Tess, mi sento un'artista del frullatore e, quando mi chiedono di contagiare altri con la mia abilità, non mi tiro mai indietro. Non temete, però: questa pratica (di cui potreste non riuscire più a fare a meno) è salutare e porta con sé un turbine di effetti positivi.

Poiché non possiamo inscatolare il tempo, nelle nostre vite frenetiche abbiamo cominciato a imbottigliare, inscatolare e conservare sottovuoto qualsiasi cosa. I cibi pronti sono un modo rapido (e spesso di fatto vuoto) di saziarsi al volo ed è normale che cerchiamo un compromesso.

Ciò su cui non dobbiamo scendere a compromessi però sono la salute e la buona alimentazione, anche se abbiamo impegni pressanti. Fate conoscenza con il frullatore che vi aiuterà a preparare pasti il più veloci e salutari possibili. Questo elettrodomestico fenomenale è il più grande dono culinario che ci sia stato fatto dopo il fuoco e il cucchiaio! Frullare rende la vita semplice, spiana la strada in cucina e permette a chiunque di creare piatti ricchi di nutrienti e saporiti, anche in mancanza di tempo e abilità culinarie.

Tranquilli, non vogliamo impedire ai denti di fare il loro lavoro.

È vero, questa libro contiene bevande, smoothies e zuppe, ma troverete molto più che semplici preparazioni da sorseggiare o mangiare con il cucchiaio. Le mie ricette sono incentrate sul frullatore, però non significa che si basino solo su quello.

Io preferisco i piatti - siano stuzzichini, snack, insalate o dessert - che potete «attaccare» con i vostri fidati coltello e forchetta, ma in cui i componenti frullati (salse, creme e condimenti) giocano un ruolo chiave. Per esempio, un delizioso pesto o una maionese fatta in casa può far diventare un semplice piatto di pasta o tristi verdure al vapore saporiti e allegri.

Lo ammetto: oltre a essere un'artista del frullatore e a diffondere questa pratica, sono anche una fanatica! Ma specifichiamo, non sono un'esperta o una gourmet che non fa altro che andare per negozi. Sono una persona normale, ho imparato a cucinare da sola. Semplicemente, amo il cibo.

Come lo sono diventata per caso

Quando ero ragazzina, mi sentivo sempre stanca e, alla fine, mi è stato diagnosticato il virus di Epstein-Barr. Su consiglio di un naturopata, smisi di mangiare glutine, prodotti caseari e carne e mi sentii meglio praticamente da un giorno all'altro. Sono stata cresciuta seguendo una dieta tradizionale (carne e verdure) ed ero intollerante sia al glutine sia al latte e ai suoi derivati. Quello fu il momento in cui cominciai a vedere il cibo come medicina e fu una rivoluzione per la mia alimentazione. A quel punto, ero un'onnivora con un dilemma, ma sarebbero passati anni prima che leggessi il libro rivelazione di Michael Pollan. Continuai a seguire però il mio interesse per il legame che intercorre tra cibo e salute, studiai scienze dell'alimentazione e presi lezioni di cucina per migliorare le mie abilità.

Quando ero poco più che ventenne, il mio amico Toni mi introdusse alla cucina macrobiotica, che è diventata una parte importante del mio viaggio nell'alimentazione. A ogni modo, dopo aver seguito rigorosamente questo regime, ancora non mi sentivo bene come avrei potuto. Frustrata all'idea di non aver trovato il «biglietto d'oro», mi convinsi che ci doveva essere, da qualche parte, la perfetta dieta integrale che sarebbe stata la mia «cura» magica. Da perfezionista quale sono, avrei padroneggiato l'arte di gestire la mia salute, a costo della vita.

Nella lunga crociata che mi imposi (una crociata contro me stessa, in fin dei conti), ho provato non so quante diete integrali. Sono diventata vegetariana e poi vegana, ho scoperto i benefici del cibo crudo, ho messo in pratica i principi anti-candida della dieta Body Ecology, ho applicato i principi cinesi dello yin e yang, mi sono data alle tecniche ayurvediche, ho provato la teoria del gruppo sanguigno, ho abbracciato il piano del «miracolo del pH alcalino» e ho frullato migliaia di smoothies verdi. Sì, sono proprio una di quelli che trova la risposta a un problema dopo sei mesi.

Mentre tutti questi approcci salutistici avevano qualcosa da offrire, nessuno era esattamente tagliato per me. Quando compresi il concetto della individualità biologica (ossia, non c'è una strategia salutistica globale che va bene per tutti), tutto cambiò.

Integrai, a quel punto, le mie conoscenze con un approccio intuitivo-sperimentale e scoprii che la chiave per il mio benessere erano la flessibilità e la fluidità, non la rigidità. Oggi prendo un po' di tutto ciò che c'è di buono nelle diete che ho provato, e ho creato la «dieta di Tess per il sistema immunitario».

Questa dieta vincente si adatta in base al clima, allo stress, alle emozioni, all'attività fisica e a tutti gli specifici problemi di salute che possono sopraggiungere. Mangio cibi di stagione: nei mesi caldi consumo, in percentuale, più cibi crudi; quando fa freddo, più cibi cotti. Ci sono però pietanze - come gli smoothies verdi alcalinizzanti, i succhi e le zuppe - che consumo tutto l'anno.

Tenendo a mente ciò quando ho aperto il mio blog, ho avuto l'ispirazione del frullatore. Ebbene sì, il caro vecchio frullatore che mi aiuta a mantenere uno stile di vita sano con semplicità e gusto. Ben presto, ho cominciato a vedere l'atto di frullare non solo come un metodo di preparazione, ma anche come una metafora del modo in cui vivo.

Il mix perfetto

Unire diversi concetti, sapori e filosofie è una parte fondamentale del mio equilibrio ideale tra cibo, esercizio fisico, lavoro e divertimento. Anche se il mio approccio non è proprio un sistema, è importante nella «ricetta» per il successo e la felicità, e credo che sia doveroso condividerlo.

Si tratta di una dieta caratterizzata da grandi quantità e varietà di verdure a foglia verde, vegetali alcalini e frutta secca, semi e cereali germogliati e crudi, insieme a succhi e smoothies verdi quotidiani, che può far bene a chiunque. Inoltre, ognuno potrà scoprire quel mix perfetto e personalizzato di attività piacevoli, lavoro appagante, relazioni amichevoli, tempo in famiglia, cibo, esercizio fisico e altro ancora. Tenendo a mente tutto ciò, le mie ricette sono pensate per essere versatili e semplici. È vero, alcuni primi piatti richiedono un po' più di tempo, ma li ho strutturati in parti, cosi potrete scegliere quanto lavoro vorrete per ottenere il prodotto finale. La parola chiave che troverete nelle mie ricette è «facoltativo», ma anche «aggiustate a piacere» è una frase ricorrente.

Un altro grande vantaggio di cucinare con l'ausilio del frullatore è che, al contrario della maggior parte delle tecniche culinarie, come la cottura in forno, raramente c'è un punto di non ritorno. Frullate, assaggiate, aggiustate; poi frullate di nuovo, riassaggiate e aggiustate ancora, finché non sarà perfetto. Conoscendo i vostri gusti e quelli delle persone con cui mangiate, potrete trasformare qualunque buon frullato improvvisato in una bomba.

Utilizzate questa selezione di piatti tra i preferiti della mia famiglia come una tela bianca, su cui dare libero sfogo alla vostra creatività. Dal Cavolfiore cremoso (vedi p. 110), che porta sempre qualcuno a dire che «non può non esserci panna in questo piatto!», al Sugo di pomodoro con verdure nascoste (vedi p. 209), che rende ogni piatto di pasta oppure ogni pizza un momento per condividere cibo goloso e nutriente in famiglia; dall'Insalata di patate (vedi p. 94) che, con il suo condimento frullato, non sarà mai triste o scondita, allo Smoothie torta di mele (vedi p. 68), che ricorda quei perfetti dolci da gourmet; dalla Torta al cioccolato in dieci minuti (vedi p. 158), che mette in ginocchio tutti gU amanti del cioccolato, al Frullato di cavolo riccio (vedi p. 51), che sa di gelato e ha spinto anche chi odiava le verdure a chiederne ancora, tutte le mie ricette sono insieme salutari e divertenti. Allora lanciatevi, mettete del vostro nel mix e personalizzatele.

Trovate il vostro mix perfetto

Questo libro è diviso in due parti: Le basi e Le ricette.

Se il vostro stomaco brontola, preparate il frullatore e mettetevi subito dentro qualcosa. Volete acquistarne uno o capire come ottenere il meglio da quello che avete? Andate alla sezione Amate il vostro frullatore a pagina 15; se invece siete interessati alla salute e alla nutrizione o ai principi che stanno alla base delle mie ricette, date un'occhiata a Idee salutari tutte da frullare (p. 21). Queste strategie per aumentare il valore nutritivo delle ricette, che potrebbero non apparire subito chiare nel piatto, hanno anche benefici culinari: possono, per esempio, migliorare il sapore e la consistenza dei cibi frullati.

La sezione sull'ammollo (vedi p. 27) vi aiuterà a trarre il massimo potenziale nutritivo dal cibo, a frullare meglio e a farvi capire chiaramente cosa intendo quando nelle mie ricette parlo di «ammollo».
Divertitevi! La vita è veloce e disordinata, niente deve essere perfetto. Io mi diverto di più quando uso alimenti freschi con un approccio semplice, senza fronzoli, del tipo «butto dentro tutto insieme». In fondo, dobbiamo frullare tutto comunque. Di fatto, gira tutto intorno al frullatore e vi servirà poco altro, ossia un coltello, un tagliere, una bilancia e dei cucchiai per misurare. In qualche occasione (poche) vi servirà un robot da cucina, un disidratatore o un frullatore ad alta velocità. Ho intenzionalmente usato ingredienti che sono facili da trovare in generale, cosi non dovrete spendere la vostra paga settimanale o ingrandire la vostra impronta ambientale per un frullato.

Ho condiviso con voi alcuni consigli per preparare Smoothie perfetti (vedi p. 58) e zuppe (vedi p. 118) e ho fornito le indicazioni per fare molti latti vegetali (vedi p. 35).

Sfogliate le ricette per categoria e preferenze di dieta: tutti i piatti comunque sono senza glutine e vegani (ossia senza uova, prodotti caseari e altri derivati animali). Potete cercare anche dall'indice analitico (vedi p. 219) ricette che siano:

  • ALCALINE: il potere salutare del pH (vedi p. 41).
  • SENZA ARACHIDI, NOCI E NOCCIOLE.
  • RICCHE DI PROBIOTICI: tutto il buono dello stimolare il sistema immunitario (vedi p. 36).
  • BEN ABBINATE: seguendo i principi degli abbinamenti di alimenti (vedi p. 37).
  • CRUDISTE: non cotte e ricche di enzimi vivi.
  • SENZA SOIA: buone anche senza questo ingrediente.
  • SENZA ZUCCHERO: alimenti già dolci di per sé.

Questo libro è un po' la raccolta delle mie lettere d'amore al potere dei cibi integrali, al potere dell'equilibrio e a qualunque cosa possiate fare nel vostro miracoloso frullatore. Tutto questo amore mi ha permesso di trovare il mio mix perfetto in più di un'occasione. Ora tocca a voi: frullate e godetevi la vita!

Il Frullatore che ti Cambia la Vita

Il Frullatore che ti Cambia la Vita

Chi l’ha detto che i frullati sono semplici «bevande»?

Tess Masters, foodblogger australiana, ci dimostra come possano essere una portata degna di ogni pasto, nella prima raccolta delle sue 100 migliori ricette, tutte vegan, gluten-free, senza dolcificanti artificiali, con opzioni crudiste e prive di frutta secca, soia, grano e zucchero, corredate da foto di grande effetto.

Zuppe e creme spalmabili, ma anche stuzzichini, insalate e piatti unici con un ingrediente da frullare, dolci e salati, ciascuno personalizzabile a seconda delle esigenze.

  • Con i consigli per scegliere l’elettrodomestico più adatto e utilizzarlo al meglio.
  • L’elenco dei cibi più sani e cruelty-free.
  • I consigli per preparare in anticipo gli ingredienti e come organizzarsi per ottimizzare il lavoro.
Acquista ora

 

Tess MastersTorna su Torna suDisponi gli articoli a grigliaDisponi gli articoli a lista

Tess Masters

Tess Masters è una cuoca, scrittrice e attrice australiana. La sua simpatia e la sua professionalità l’hanno resa subito una personalità di spicco nel mondo vegan. Collabora con numerose aziende alimentari ed è comparsa, tra gli altri, su «Los Angeles Times», «Vegetarian Times», «Vegan Lyfestyle Magazine» e «Glamour. com». Ha anche preso parte a film e a trasmissioni televisive, partecipato a tournée in giro per il mondo. Vive a Los Angeles con il compagno, Scott Brick, e il loro cane Cookie.

 

I vostri commenti - Scrivi un commento!

Nessun commento presente

Scrivi un commento!