Torna su ▲

Introduzione - Energia Quantica - Libro di Melissa...

Leggi un'estratto dal libro "Energia Quantica" di Melissa Joy Jonsson

Introduzione - Energia Quantica - Libro di Melissa Joy Jonsson

La spiritualità è praticità. Più facile a dirsi che a farsi, vero?

Mettere in pratica spesso riguarda l'agire vero e proprio o il fare esperienza di qualcosa, piuttosto che avere a che fare con teorie o idee.

Troppo spesso infatti separiamo la pratica spirituale dalla nostra routine quotidiana. Ciononostante, per esplorare l'illimitata natura spirituale della nostra realtà, occorre comprendere il vero tessuto della coscienza che crea la totalità di tutte le esperienze. Comunemente siamo portati a considerare l'approfondimento della coscienza come un viaggio spirituale separato dalla vita di tutti i giorni.

Questa distinzione tuttavia può intralciare persino lo scopo di riconoscere noi stessi come esseri spirituali che vivono un'esperienza in un corpo umano. Per attingere pienamente al potenziale della coscienza, sentiamo il bisogno implicito di riconoscere l'utilità che un'esperienza può avere nei risvolti pratici della nostra vita quotidiana. In altre parole, sentiamo la necessità di chiederci: "Come può esserci utile?".

Siamo esseri illimitati, senza barriere, limiti o confini. Nel corso della nostra esperienza di vita, talvolta dimentichiamo la nostra capacità innata di attingere al potenziale infinito che può essere manifestato espandendo la nostra coscienza. Allo stesso modo, spesso non abbiamo idea di come unire e integrare la nostra consapevolezza con i risvolti pratici della vita di ogni giorno.

È come se molti di noi passassero gran parte della propria vita a sentirsi in conflitto per qualcosa o con qualcuno. In realtà il più delle volte siamo in conflitto proprio con noi stessi, perché siamo incapaci di contare sulle nostre sole forze. Siamo ostacolati dai nostri condizionamenti, dai nostri limiti e dalle nostre esperienze passate.

Forse ci siamo rassegnati all'idea che la vita sia qualcosa che semplicemente accade. Spesso ci sentiamo bloccati. Siamo talmente abituati a vedere noi stessi e a vivere in un certo modo che non siamo nemmeno più in grado di percepire e attuare un cambiamento nelle nostre esistenze. Vacilliamo per paura di ciò che potrebbe accadere se facessimo la scelta sbagliata. Ci pariamo davanti alla carrellata dei fallimenti possibili, immaginando le conseguenze peggiori. Ci consideriamo vittime di circostanze presenti e passate o assoggettati alle nostre stesse previsioni catastrofiche sul futuro.

In realtà, raramente le cose vanno così male come avevamo immaginato.

Potrebbe sembrare che la realtà sia qualcosa che ci accade, e non che siamo potenti co-artefici della coscienza universale nel creare le nostre esperienze. Nel desiderio di cambiare o trovare un senso dell'esistenza più profondo, spesso cerchiamo le risposte all'esterno. Forse siamo in cerca di un guru, un maestro o un adulatore che ci dica ciò che crediamo di aver bisogno di sapere per essere più consapevoli di noi stessi o diversi da ciò che siamo. Nel fare questo, tendiamo a cedere il nostro potere personale a qualcosa o qualcuno, sperando di trovare così le risposte. Spesso poniamo quella persona su un piedistallo, restando poi delusi nel percepirne la debolezza umana quando si rivela fragile.

Per varie ragioni, siamo restii ad assumerci la responsabilità di diventare noi per primi i guru, i maestri o gli adulatori di noi stessi. Ironia della sorte, non stiamo aspettando altri se non noi stessi. Dobbiamo innanzitutto prenderci la responsabilità della nostra vita e da qui tutto andrà realizzandosi a partire dal nostro puro potenziale.

Cambiare non comporta necessariamente la sofferenza. Forse ci è stato detto che la vita è piena di sfide e contrasti utili a farci imparare e crescere. Ora, ciò che invece dovremmo considerare è che se pensiamo che faremo fatica, tutto diventerà ancora più faticoso. Abbiamo difficoltà nelle relazioni, nella carriera, nelle amicizie, nelle finanze, nella routine di ogni giorno e con noi stessi. Talvolta alcuni ambiti della nostra vita sembrano procedere senza problemi, mentre altri vanno a pezzi oppure sono in una fase di stallo. Possiamo provare a sentirci più sicuri di noi, categorizzando le nostre esperienze.

"Perché non riesco a cambiare?", ci chiediamo. "Che cosa succederà se dopo essere cambiato sarò ancora infelice e insoddisfatto? Che cos'ho che non va?". Persino se pensiamo di sapere come cambiare, potremmo poi non essere in grado di applicare il potenziale della coscienza per trasformare le diverse situazioni. Non ci rendiamo conto che il modo in cui facciamo una cosa è lo stesso con cui facciamo tutte le altre. Ci sentiamo limitati e frammentati e il risultato è che ci sentiamo impotenti.

Considera questo: che cosa succederebbe se nessuno dei nostri pensieri e convinzioni limitanti fosse vero? Cosa accadrebbe se la verità fosse che non siamo impotenti e che abbiamo sempre la possibilità di scegliere? Cosa succederebbe se avessimo già a disposizione tutto quello che ci serve sapere per manifestare i nostri sogni? Cosa cambierebbe se ci fosse una legge della trasformazione che consiste nella consapevolezza centrata sul cuore, e che per attingervi tutto ciò che dobbiamo fare è semplicemente smettere di non attingervi?

Fortunatamente, attraverso la consapevolezza centrata sul cuore, diventiamo più saggi, arrivando a comprendere che il cambiamento è nella nostra natura e che abbiamo il potere di lasciarlo accadere. Il cambiamento fluisce a partire da noi, quando lasciamo andare il bisogno che le cose cambino - e quando lasciamo andare il bisogno che le cose restino immutate.

I nostri problemi non sono affatto tali, anche se al momento siamo portati a percepirli così. Piuttosto, i nostri problemi sono opportunità, possibilità e schemi di informazione. I problemi sono come segnali della coscienza che richiedono attenzione. I segnali sono schemi di informazione che abbiamo costruito per poter vedere una parte di noi che ancora dobbiamo riconoscere come nostra. Attraverso la conoscenza del nostro potenziale infinito e della nostra capacità intrinseca di accedere a diversi stati possibili in ogni momento, possiamo trasformare qualunque cosa. Gli stati possibili sono manifestazioni transitorie del nostro potenziale illimitato prima che si concretizzino in esperienza, e ci circondano in ogni momento.

Siamo noi la soluzione ai nostri problemi. Abbiamo tutte le risposte alle nostre domande. Dentro di noi ci sono forza interiore e potere innati. Non abbiamo alcun bisogno di limitare questo potere o delegarlo ad altri. Ne siamo dotati fin dalla nascita. Noi siamo tutt'uno con la coscienza universale che sta facendo esperienza di sé. Siamo la realizzazione di un miracolo. Siamo qualunque cosa e in questa prospettiva, abbiamo tutte le facoltà e il potere di vivere vite straordinarie.

Energia quantica. Vivi il tuo potenziale infinito è una guida pratica per chi vuole imparare ad attingere al proprio potenziale infinito e riuscire ad applicarlo nella vita di ogni giorno.

Se vuoi trasformare le tue relazioni, guarire da una malattia, lasciarti alle spalle un passato travagliato, cambiare carriera, guadagnare di più, perdere peso o ripulire il tuo ambiente, potrai scoprire i doni della consapevolezza tra le pagine di questo libro. Insieme dialogheremo con la coscienza universale per far emergere diversi spunti di trasformazione, e impareremo a distinguere ciò che è alla portata di tutti. Ognuno di noi ha le capacità per sperimentare una vita piena d'amore, prosperità, eventi straordinari e meraviglia.

Viaggeremo nel campo del cuore per creare una connessione con la coscienza universale, da cui si apre l'accesso diretto alla nostra voce interiore, alla nostra saggezza innata e al serbatoio del nostro potenziale illimitato. Non ci sono limiti quando attingiamo al campo del cuore, e non ci sono limiti agli infiniti metodi per osservare, mettersi in ascolto e parlare direttamente dal campo del cuore. Arriveremo a sentire come l'accesso a questo campo ci mette a disposizione una palestra in cui sperimentare cambiamenti immediati nella nostra esperienza della realtà.

La fisica e la geometria della coerenza supportano la consapevolezza centrata sul cuore, e anche se non è necessario comprenderne le basi scientifiche, queste informazioni ci spingono verso una traiettoria che ci farà sperimentare eventi straordinari, trasformazioni e possibilità illimitate in ogni aspetto della vita. Il funzionamento della coscienza supportato da una vita basata sul cuore è la scienza degli antichi mistici e degli yogi. È la scienza dei campi di torsione e dei miracoli. Questa scienza è anche il cuore pulsante di Matrix Energetics (ME).

ME è un poderoso campo del potenziale della coscienza accessibile a tutti. Grazie all'ispirazione divina e alla creazione originaria del dottor Richard Bartlett, nel 2003, ME nacque innanzitutto come tecnica di guarigione, a partire dall'ormai nota teoria dei due punti per determinare il cambiamento. La formazione del dottor Bartlett come chiropratico e medico naturopata ha influenzato in modo significativo i principi e la forma originari del sistema ME. Mentre la tecnica prendeva forma e diventava sempre più popolare, da un iniziale modello lineare per influenzare la salute si sviluppò poi come tecnologia della coscienza, un campo che interagisce con tutti gli ambiti della realtà e della vita.

La nota teoria dei due punti si è quindi ampliata fino a diventare un dialogo con la coscienza universale. È una danza della consapevolezza tra ciò che siamo in grado di percepire e ciò che ancora dobbiamo percepire come diverso. Questa tecnologia della coscienza è evoluta in un potente campo morfico di informazioni potenziali che è facilmente accessibile e applicabile per tutti coloro che scelgono di interagirvi. ME è molto più che una tecnica. È un modo di essere e relazionarsi con l'infinito universo di amore assoluto. Da questo stato dell'essere, tutto diventa possibile.

Il sistema e il campo di ME sono un linguaggio universale del potenziale della coscienza che funziona come un veicolo per la trasformazione globale e personale di schemi fisici, mentali, emozionali, sociali, spirituali, di relazione, finanziari e autoreferenziali. Letteralmente può essere applicato a qualunque situazione, in qualunque tempo e luogo. ME incarna i principi secondo cui la coscienza è onnipresente ed è in tutto ciò che ci circonda.

Come espressione di grazia e possibilità vibranti in continua espansione, questo campo morfico non vede l'ora di esplorare l'incredibile potere che è a tua disposizione, e che si esprimerà per mezzo di te, non appena sceglierai di navigare attraverso il regno della coscienza. Questo campo morfico, che si basa su ciò che è possibile e non su ciò che non è possibile, è il campo dei miracoli. Ti chiama a interagire e a fidarti di lui, mentre con naturalezza e continuità ti insegna a interagire e ad avere fiducia in te stesso.

Tutti, ma proprio tutti, possono farlo; il campo di ME non discrimina e non richiede una precedente preparazione spirituale, medica o formativa. Il campo incontra chiunque nel momento della vita in cui ciascuno si trova. Ci invita ad andare a fondo nella creazione della realtà, più di quanto avremmo creduto possibile. Tutto è possibile, e il campo di ME lo sa bene, anche se noi lo abbiamo dimenticato.

ME è stato insegnato a decine di migliaia di persone in tutto il mondo. Nel 2008, dopo diversi anni di esplorazione della coscienza e dopo aver fatto formazione insieme al fondatore, il dottor Richard Bartlett, l'ho affiancato come insegnante. Presto ci siamo resi conto che ogni volta che parlavamo durante un seminario, traspariva un'incredibile sinergia. Il dottor Bartlett era abile soprattutto nell'espandere la consapevolezza degli studenti riguardo la loro coscienza e nel rompere i loro schemi della realtà. Li portava oltre i confini autoimposti, per introdurli al regno dell'infinito. Una volta entrati in quello stato di espansione, io mi occupavo di articolare una comprensione esperienziale del campo attraverso un metodo pratico e logico.

Spesso ci poniamo la domanda: "Come può esserci utile?". In altre parole, come puoi applicare alla tua vita questo metodo di esplorazione della coscienza dopo aver partecipato al seminario? Come puoi applicarlo al tuo conto in banca, al comportamento dei tuoi figli, alla tua autostima, oppure al traffico delle mattinate da pendolare?

Con l'evoluzione degli insegnamenti di ME tenuti insieme al dottor Bartlett, spesso gli studenti si rivolgono a me come fossi la traduttrice di Richard. Questo fatto ci fa sorridere, perché sappiamo che ha senso, e al contempo non ne ha. Entrambi siamo infatti l'espressione unica di questo campo che amiamo come qualcosa di molto caro. ME scorre attraverso di noi in maniera differente. Quando spieghiamo ME, si manifesta un evidente equilibrio tra il campo dello yin e dello yang, tra femminile e maschile, spirituale e scientifico, esoterico e pratico, espansivo e fondamentale, astratto e lineare. Il campo fornisce una sintesi di informazioni che permette ai partecipanti dei nostri seminari di integrare le diverse polarità dentro di loro.

Il dottor Bartlett è molto più lineare e logico di quanto possa sembrare, mentre io sono molto più intuitiva e multidimensionale di quanto appaia. Talvolta durante i seminari ci scambiamo i ruoli, per non essere esclusivamente in un modo piuttosto che in un altro. Semplicemente incarniamo tutti questi aspetti, come chiunque altro. Facciamo in modo che i nostri corsisti possano sperimentare tutti i punti di vista del campo e incarnarne la complessità intrinseca e la semplicità. Se siamo capaci di trascendere le nostre percezioni limitate e fare un passo nella totalità della nostra essenza come esseri divini, è solo grazie a questa incredibile integrazione tra ciò che è intuitivo e logico, al vertice di cuore e mente, alla sinergia tra femminile e maschile e all'unione di polarità contrastanti.

Il mio ruolo attuale nel migliorare gli insegnamenti di ME è quello di semplificarne la complessità sperimentandone in prima persona le possibilità, in modo da poter facilmente mappare gli stati multipli dall'interno. A volte, mi sembra di rappresentare il cuore degli insegnamenti, la presenza dell'amore incondizionato che rispecchia il nostro progetto divino originale. Altre volte, sembra che io incarni la logica, che può spiegare in maniera pragmatica la scienza dei miracoli e trasformarla in qualcosa di facilmente comprensibile. Ci sono poi momenti in cui mi sento ridicola. Tutti questi aspetti mi appartengono, ma non sono nessuno di questi in maniera esclusiva. C'è un tempo e un luogo per tutto, e noi invitiamo noi stessi e i nostri corsisti ad accogliere tutti gli aspetti dell'esistenza.

La spiritualità è una trasformazione pratica, e la trasformazione pratica è la flessibilità della coscienza che è il cuore di ME.

Sin dal mio primo incontro con il campo di ME nel 2006, la mia vita è cambiata profondamente in maniera straordinaria e tangibile. Per certi versi, i cambiamenti sono stati così evidenti che faccio fatica persino a riconoscermi nella persona di prima. Attraverso i doni del campo di ME, ho lasciato cadere quelle parti di me simili a ruoli e maschere, e ho potuto ritrovare l'espressione più autentica del mio essere. Mi sono ricordata e ricongiunta con il mio vero autentico sé. Ho imparato a incarnare la consapevolezza centrata sul cuore. Ho trasformato in fiducia interiore le resistenze al cambiamento che erano lì da tempo, basate sulle paure e i dubbi, e ho permesso alla mia vita di sbocciare, realizzandosi pian piano come espressione del mio pieno potenziale.

Se prima mi sentivo paralizzata per l'indecisione, ora so che non siamo mai veramente bloccati e che abbiamo sempre una scelta. Le ferite lasciate dalle ricorrenti crisi depressive del passato e dall'infelicità sono state riempite da una felicità indipendente dalle circostanze esterne. Grazie all'incontro con ME sono riuscita a cambiare molti atteggiamenti che limitavano la mia vita. Questo campo della trasformazione sorprendentemente potente mi ha permesso di vedere il potenziale della coscienza e mi ha fornito illimitate possibilità di creare e ricreare le mie esperienze di vita.

Grazie al supporto incondizionato, all'amore e alla grazia del campo di ME, combinati con la resa incondizionata del sé a questo potenziale, siamo liberi di scegliere di trasformare qualunque situazione. Noi stessi siamo la causa del cambiamento che sperimentiamo, e il campo di ME supporta questo riconoscimento in ogni passo del nostro percorso.

ME mi ha insegnato a credere in me stessa come espressione potente, importante e unica della coscienza universale. Mi ha insegnato a lasciar andare l'attaccamento ai limiti che non permettono alle situazioni della vita di cambiare. Ho imparato a trasformare i miei desideri in esperienze reali.

Il campo di ME mi ha fornito le strategie per vivere da subito la mia vita in maniera totalmente diversa. Il campo di ME mi ha aiutata a guarire dalla malattia. Il campo di ME mi ha aiutata a trasformare le percezioni distorte di me stessa e la sensazione di essere separata da tutto il resto. Nel riconoscere questa connessione intrinseca tra l'individuo e il tutto, si crea una naturale risonanza che ci rende capaci di sperimentare eventi miracolosi.

ME offre questa opportunità a chiunque, te compreso. Il campo di ME non fa differenze né sceglie in maniera selettiva chi può trarre beneficio dal suo potenziale. Piuttosto, è sufficiente un pizzico di curiosità perché il campo di ME diventi da subito accessibile a ogni persona che lo incontra. Essere curiosi è la chiave per aprire le porte del nostro potenziale individuale e collettivo. La curiosità è tutto ciò di cui hai bisogno per diventare consapevole della possibilità che tutto nella tua vita può trasformarsi a partire da ora. ME è un potente trampolino per l'evoluzione personale e un ampliamento della coscienza. In quanto tecnologia della coscienza, il campo di ME funziona attraverso denominatori comuni e principi cardine universali che, una volta attivati, permettono all'individuo, alla comunità e alla società di evolvere, riconoscendo, manifestando e incarnando una coscienza più elevata. ME facilita l'accesso a un livello più alto di espansione della consapevolezza che fornisce a ognuno di noi le stesse possibilità di scegliere di sperimentare il nostro potenziale infinito.

Per molti aspetti, questo libro soddisferà la tua curiosità; ispirerà le tue capacità di accedere attraverso il campo del cuore alla grazia e all'amore incondizionato, che sono il motore e il propellente di ME.

Questo libro, anche se include diversi studi, vuole stimolare la tua ricerca. La ricerca è la consapevolezza che si esprime attraverso la curiosità, sincronizzata con il potenziale illimitato. Unisciti a me, e scopriamo insieme il campo delle possibilità infinite.

Energia Quantica

Energia Quantica

Melissa Joy ti guida nell'esplorazione della coscienza universale e dell’infinito potenziale accessibili a tutti.

Con una prosa chiara e ricca di umorismo scientifico, l’autrice ti rivela come praticare la consapevolezza del cuore e la libertà di scelta attraverso il potere della grazia, per affrontare tutte le situazioni della vita provando gioia e appagamento personale.

Acquista ora

 

Melissa Joy JonssonTorna su Torna suDisponi gli articoli a grigliaDisponi gli articoli a lista

Melissa Joy Jonsson

Melissa Joy è nota per la sua capacità di coinvolgere le persone da tutto il mondo affinché riconoscano il loro potere autentico accedendo alla coscienza universale, agendo nel campo del cuore. Insegna i corsi di Matrix Energetics in Italia da vari anni.