Torna su ▲

RICEVI L'OMAGGIO DI OGGI SE ACQUISTI ENTRO: ORE MIN SEC

Avvento 2016
Idee Regalo

Introduzione - Disintossicarsi da Metalli Pesanti,...

Leggi un estratto dal libro di Luca Fortuna "Disintossicarsi da Metalli Pesanti, Tossine e Inquinanti"

Introduzione - Disintossicarsi da Metalli Pesanti, Tossine e Inquinanti - Libro di Luca Fortuna

La presenza di metalli pesanti, tossine e sostanze inquinanti è correlata a una lunghissima serie di patologie e disturbi che vanno dall'allergia al cancro.

La ricerca in questo campo indica che il problema è molto più pervasivo di quanto inizialmente pensato. Oggi sappiamo che ci sono innumerevoli fonti di metalli pesanti nell'ambiente e il problema sembra essere in aumento.

L'industrializzazione ha portato a un aumento dell'esposizione a metalli pesanti e sostanze tossiche, unitamente a una loro diffusione nell'ambiente, nell'acqua e negli alimenti che consumiamo ogni giorno.

Alcune persone rischiano una esposizione maggiore a causa del luogo in cui vivono, della loro occupazione o del loro stile di vita. Altri soggetti sono maggiormente esposti all'accumulo di metalli pesanti e sostanze tossiche a causa di un rallentato funzionamento dei sistemi di disintossicazione presenti nel nostro organismo. Per queste ragioni, le persone appartenenti a una stessa famiglia, possono mostrare diversi tassi di accumulo nel corpo e, conseguentemente, manifestare differenti disturbi di salute.

I metalli pesanti provengono da una notevole varietà di fonti di consumo.

La vernice può contenere piombo, cadmio, mercurio e antimonio. L'esposizione maggiore avviene durante la rimozione della vecchia vernice, ma non si deve sottovalutare l'inalazione costante di microparticelle presenti nell'aria. Gli utensili da cucina, come pentole e padelle, contengono sia alluminio che rame. I disinfettanti domestici possono contenere mercurio, rame e nichel. I conservanti nel legno trattato contengono l'arsenico e il rame.

Insetticidi e fungicidi possono contenere arsenico, antimonio e cadmio; per esempio i comuni topicidi spesso contengono sale di tallio. Il tallio è un metallo bianco-bluastro che entra nell'atmosfera attraverso centrali a carbone, fonderie e miniere. Successivamente entra nella catena alimentare attraverso le piante e può anche essere presente nel pesce e nei crostacei. Il tallio si accumula nel corpo con l'età ed è stato implicato nei disturbi cardiaci e del sistema nervoso.

I comuni vaccini somministrati ai bambini e agli adulti contengono mercurio e alluminio. Alcuni scienziati hanno avanzato l'ipotesi che l'aumento di autismo e sindrome di Asperger sia correlato al mercurio contenuto nelle vaccinazioni infantili.

Una fonte sorprendente di esposizione tossica si è dimostrata la lana di pecora utilizzata come coprimaterassi per adulti e bambini. La "Sudden Infant Death Syndrome", ovvero la sindrome da morte in culla, è quattro volte superiore in Nuova Zelanda, dove l'utilizzo di pelle di pecora come coprimaterasso è comune. Il calore del corpo del bambino aumenta la crescita di muffa nella lana di pecora e favorisce il rilascio di gas tossici, arsenico e antimonio, bioaccumulatisi negli ovini.

Le automobili sono responsabili del rilascio sia di manganese che di cadmio, provenienti dai catalizzatori e dai pneumatici. Gli scarichi dei motori diesel contengono elevate quantità di nichel e zolfo, sotto forma di anidride solforosa. Le centrali elettriche, soprattutto gli impianti a carbone, sono responsabili dell'immissione di grandi quantità di mercurio e antimonio, arsenico e tallio direttamente nell'atmosfera.

Le fonderie rilasciano una grande varietà di metalli tossici come piombo, arsenico, rame, alluminio, tallio, cobalto e antimonio. Le società produttrici di fertilizzanti comunemente comprano rifiuti industriali come fonte economica di zinco e ferro. Tali rifiuti contengono spesso arsenico, piombo, mercurio e cadmio, nonché le diossine altamente tossiche. Questi vengono poi venduti come fertilizzanti che sono utilizzati nella produzione di alimenti.

Il California Department of Food and Agriculture prevede che il cibo coltivato con fertilizzanti contaminati sarà la più grande fonte di esposizione a tossine industriali per le persone, con gravi effetti negativi sulla salute. Questo, da solo, è un buon motivo per comprare alimenti biologici, per quanto possibile.

I fanghi di depurazione contengono mercurio, cadmio, piombo e arsenico. Le acque di scarico contaminate da rifiuti provenienti dalle lavorazioni industriali sono un'altra fonte comune di metalli pesanti. Il mercurio organico, noto come metil-mercurio, è estremamente tossico.

Purtroppo il pesce sta diventando una fonte significativa di metil-mercurio. I pesci catturati in acque inquinate mostrano il più elevato tasso di metil-mercurio. Inoltre, i pesci grandi che mangiano i pesci più piccoli mostrano concentrazioni sorprendenti di mercurio nella loro carne, poiché questo metallo si bioaccumula. I grandi pesci di acqua salata come il tonno, il pesce spada, lo squalo, il marlin, le spigole e l'halibut dovrebbero essere consumati in quantità limitate.

La FDA americana ha emesso un comunicato per invitare bambini e donne incinte a non mangiare pesce spada, sgombro e tonno in grande quantità, al fine di ridurre il rischio di danni neurologici da metil-mercurio.

I metalli pesanti riguardano tre aree principali del corpo umano: il sistema nervoso, il sistema cardiovascolare e il sistema immunitario.

I metalli pesanti, come il mercurio e il piombo, interrompono la crescita delle cellule nervose e interferiscono con il metabolismo. Sono stati implicati in una varietà di disturbi del sistema nervoso molto preoccupanti. Recentemente, è stato scoperto che il mercurio è presente in concentrazione particolarmente elevata nel cervello dei malati di Alzheimer. In precedenza si pensava che l'alluminio avesse causato le lesioni cerebrali associate al morbo di Alzheimer, ma ora sembra che il mercurio possa essere la neurotossina principale.

Una recente ricerca pubblicata sugli uomini finlandesi ha dimostrato il maggiore rischio, da due a tre volte, di infarto e malattie cardiovascolari legate al consumo di grandi quantità di pesce. La causa non deriva dal pesce di per sé, ma dalle sostanze tossiche bioaccumulate nei pesci. Altre ricerche hanno trovato una concentrazione estremamente elevata di mercurio e antimonio nel tessuto cardiaco malato.

Sembra che i metalli pesanti che si accumulano in concentrazioni estremamente alte nel muscolo cardiaco possano portare a insufficienza cardiaca e instabilità elettrica.

L'esposizione a metalli tossici è stata anche legata a deficit del sistema immunitario, che porta a infezioni croniche, a un aumento delle reazioni autoimmuni e alla crescita delle cellule cancerose. Alti livelli di metalli, come mercurio, piombo, cadmio e arsenico, sono stati associati a un minor numero e a una minore attività dei globuli bianchi. Questo limita la resistenza a virus, batteri, funghi e parassiti, aumentando così il rischio di contrarre infezioni difficilmente curabili.

Oggi disponiamo di tre modi per testare in modo affidabile l'esposizione a metalli pesanti nel corpo umano.

Il modo più semplice e più economico è quello di eseguire un'analisi dei capelli. Nei capelli sono presenti metalli pesanti in livelli proporzionali a quelli trovati nel corpo. L'analisi del capello è il miglior strumento di screening primario per i metalli pesanti. Il limite dell'analisi dei capelli, risiede nel fatto che può solo rivelare ciò a cui un individuo è stato esposto negli ultimi mesi, mentre non può dire nulla sull'esposizione precedente. Il capello registra le informazioni a partire dalla sua nascita fino alla sua caduta, di conseguenza la sua memoria storica non abbraccia un lungo periodo di tempo. Tuttavia, spesso è il metodo più semplice per lo screening dell'esposizione corrente.

Un altro metodo affidabile per il rilevamento di metalli pesanti è l'analisi delle urine. Con questo metodo, il soggetto assume un trattamento di chelazione prima della raccolta delle urine, per smobilizzare i metalli presenti nei tessuti, prima nei reni e successivamente nelle urine. Il DMPS è la sostanza chelante preferita per il mercurio, mentre l'EDTA è più selettiva per l'alluminio e il piombo.

Il metodo migliore per eliminare efficacemente i metalli tossici dal corpo, consiste nell'assumere agenti chelanti naturali, come alga spirulina e alga clorella; oli essenziali di coriandolo, ledum, carota, sedano, camomilla, levistico e melissa; vitamine e minerali; estratti e succhi di piante.

La disintossicazione da metalli pesanti e sostanze tossiche è aumentata da un adeguato supporto nutrizionale.

Una delle principali sostanze utilizzate dall'organismo per detossifìcare da metalli pesanti è il glutatione. Il glutatione viene prodotto nel corpo partendo da tre aminoacidi: glicina, acido glutammico e cisteina. Il fattore limitante la sintesi del glutatione è la disponibilità di cisteina, che è piuttosto rara negli alimenti. Un'assunzione di adeguati livelli di proteine è necessaria per aiutare il corpo nella disintossicazione dai metalli. Nei vegani si può assistere a una carenza proteica con il conseguente accumulo di metalli tossici, derivanti da ridotte disponibilità di glutatione.

Altri nutrienti essenziali durante un programma di disintossicazione da metalli pesanti e tossine, sono il magnesio, il potassio, il selenio e le vitamine C, D ed E.

La detossifìcazione è metà del lavoro, il resto consiste nell'eliminare o perlomeno ridurre le fonti di esposizione.

Questo si rivela molto più diffìcile nella pratica, poiché consiste in un cambiamento delle abitudini di vita e di consumo, adottando una strategia completamente nuova. La disintossicazione da sola non porterà a risultati duraturi se si continua a essere esposti agli stessi agenti tossici. E' evidente che l'esposizione ai metalli pesanti e alle sostanze tossiche sia un problema globale.

Dobbiamo tendere a una politica comune che porti a individuare e successivamente eliminare l'uso di sostanze che sono altamente dannose per la salute dell'uomo e dell'ambiente.

Disintossicarsi da Metalli Pesanti, Tossine e Inquinanti

Disintossicarsi da Metalli Pesanti, Tossine e Inquinanti

Luca Fortuna ti informa su quali sono i danni derivanti dall’esposizione a queste sostanze inquinanti e ti spiega come evitarle, sia eliminando gli alimenti più contaminati, sia rimuovendo le amalgame in mercurio delle otturazioni dentali.

Illustra inoltre come disintossicare l’organismo in maniera sicura e naturale, grazie all’impiego dei chelanti (alga spirulina, clorella, oli essenziali, vitamine e minerali, estratti e succhi di piante) e offre un pratico e dettagliato programma di disintossicazione.

Acquista ora

 

Luca FortunaTorna su Torna suDisponi gli articoli a grigliaDisponi gli articoli a lista

Luca Fortuna, autorevole esperto di medicine naturali, ha conseguito il diploma di naturopata presso la scuola Sapamod di Torino e ha frequentato numerosi corsi di specializzazione in Italia e all'estero (Academy of Aromatherapy, Londra). Lavora come consulente per molte aziende italiane ed estere, insegna aromaterapia ed è costantemente impegnato in progetti di ricerca e realizzazione di nuovi prodotti e trattamenti. Ha già pubblicato numerosi libri di successo.

Essenthya

ESSENTHYA

Luca Fortuna collabora con Essenthya, un marchio che produce oli essenziali puri, naturali, integri, chimicamente e botanicamente identificati. Su Macrolibrarsi trovi tutti i prodotti di questa straordinaria azienda: oli essenziali puri, oli base, e tanto altro!

Scopri i prodotti Essenthya >

 

I vostri commenti - Scrivi un commento!

Nessun commento presente

Scrivi un commento!