Torna su ▲

RICEVI L'OMAGGIO DI OGGI SE ACQUISTI ENTRO: ORE MIN SEC

Avvento 2016
Idee Regalo

Introduzione di "Pratiche Sciamaniche"

Leggi in anteprima un brano di questo libro, "Pratiche Sciamaniche", scritto da Alessandra Comneno e da Maurizio Balboni

Introduzione di "Pratiche Sciamaniche"

Il termine Sciamanesimo è usato, nella nostra cultura, per descrivere l’insieme di pratiche che permettono all’individuo una modificazione e un ampliamento dello stato di coscienza tale da consentirgli di entrare in contatto con gli spiriti della natura e con l’energia del Cosmo.

Nei quattro angoli della terra, questa eredità è stata custodita e tramandata per generazioni all’interno di nuclei o comunità di tipo tribale ed è riuscita a mantenere una sua propria identità, in un mondo che va uniformandosi al dominio culturale di una sola razza e di una precisa ideologia.

La conservazione e la trasmissione di tali conoscenze sono state spesso favorite e protette dall’isolamento geografico delle comunità stesse, mentre, altre volte, hanno fatto pagare un prezzo altissimo a chi le praticava, in termini di persecuzioni e violenza, fino alla tortura e alla morte.

Nel nostro cammino lungo la spina dorsale Americana, abbiamo conosciuto molti di quelli che oggi sono definiti sciamani.

Sono persone diverse dallo stereotipo dell’immaginario collettivo, uomini e donne semplici che, come ogni essere umano, gioiscono e soffrono, vivono conflitti interiori e svolgono con dedizione il loro servizio all’interno della comunità in cui vivono, aiutando principalmente a ricordare alle persone che hanno intorno, il naturale collegamento con lo Spirito.

Le procedure che adottano non sono parte di un sistema dottrinale e di credenze ma vere e proprie attività che hanno lo scopo di trasmettere la conoscenza attraverso la diretta esperienza personale.

Con la pratica, e non attraverso la sua descrizione, l’individuo può riconnettersi al tessuto della creazione, ritrovare la fonte da cui si era allontanato e provare quel senso di unità e pienezza che lo cura in profondità. Non è mai esclusa l’ipotesi di una ricaduta che gli procurerà un nuovo senso di separatezza che lo spingerà, di nuovo, a ricercare l’unità… fino ad azzardare a domandarsi: è forse questo il senso della vita per noi esseri umani?

Le pratiche sciamaniche sono i libri di testo o i ricettari del sapere degli sciamani e sono trasmessi, in forma di conoscenza silenziosa, ai loro apprendisti e a tutti coloro che, sfogliandone il contenuto, vi si immergeranno come nella corrente di un fiume.

Viene naturale chiedersi che cosa può apportare la cultura sciamanica, nata e sviluppatasi nelle tribù o nelle piccole comunità, alla società globale del terzo millennio.

Le risposte possono essere molte.

Una di queste è sicuramente la cura dai grandi mali dell’ultimo secolo. Vivere attraverso una coscienza allargata, l’apertura della percezione ai campi espansi dell’energia sottile, aiuta la persona a recuperare il proprio senso d’integrità, salute, pace e armonia, che non potrà mai raggiungere permanendo nell’individualismo e nella trappola ossessiva del proprio ego.

Quando l’individuo è separato dalle forze della natura, quando si esilia e si sottrae al collegamento con il resto del creato, perde il naturale contatto con la fonte dell’energia da cui proviene e da cui naturalmente si alimenta.
La mancanza del senso di appartenenza al cosmo e al disegno della vita, lo relega a un senso di vuoto e di affanno, lo condanna alla dipendenza da tutto quello che materialmente lo circonda per combattere l’innata paura dell’impermanenza e della morte, lo obbliga a nutrirsi, per sopravvivere, dell’energia altrui, utilizzando manovre egoistiche e manipolative.
In tale stato, finiscono per trionfare le sensazioni di depressione, impotenza, ansia, paura, infelicità e spasmodici e insaziabili bisogni.

Ecco che lo sciamano, colui che vede nel buio con gli occhi del cuore, appare come un archetipo moderno, non più così lontano, non più così leggendario e irraggiungibile, ma quasi un mito dei nostri giorni, un esempio reale da cui apprendere l’arte di vivere. Una figura che ci invita a uscire dalla gabbia dorata dalle porte aperte della nostra società in cui siamo stati educati e modellati.

Allineata a un consenso collettivo, spinta dal desiderio di appartenere a un disegno se pur inventato e costruito per arricchire il proprio bisogno di potere e di supremazia di una specie sull’altra, di un individuo sull’altro, l’umanità ha dimenticato l’antico e naturale collegamento con la vita stessa.

Il desiderio di libertà, la manifestazione del proprio campo creativo, l’impulso di uscire dal gregge e il timore che esso stesso provoca, mantiene l’essere umano in uno stato di sfiducia e di congelamento emotivo.

Come potrà uscire dalla trappola in cui da solo si è messo?

Come sconfiggerà il dubbio di avere nel cuore il potere di attraversare il Mistero?

Come recupererà il ricordo di essere parte di un grande Tutto?

Come ritornerà a vivere nella pienezza, nella gioia, trovando lo scopo dell’esistenza?

Quando inizierà a porsi queste domande, ad abbeverarsi alla fonte e ad acquietare la mente, almeno temporaneamente, dal suo dialogo interno, la vita non sarà più la stessa, poiché il cammino dell’espansione della coscienza non prevede ritorno.

 

Alessandra ComnenoTorna su Torna suDisponi gli articoli a grigliaDisponi gli articoli a lista

Alessandra Comneno

Alessandra Comneno è ricercatrice e praticante di sciamanesimo, pellegrina del tempo nel cammino Maya-Tolteca, astrologa, floriterapeuta, Maestra di Reiki, ha vissuto 15 anni in Messico a contatto con la cultura sciamanica dei popoli nativi.

Ha lavorato e collaborato con uomini e donne medicina di diverse tradizioni amerindiane e organizzato eventi di incontro e diffusione delle pratiche sciamaniche ancestrali.

Portatrice della sacra Pipa, conduce capanne di purificazione Temazcal e promuove percorsi di consapevolezza educando all'amore e al rispetto per la Terra.

Nominata Chakaruna dalla Escuela de los Misterios Mayas, ha collaborato alla fondazione di comunità eco-sostenibili, pubblicando numerosi articoli sull'argomento. Ha partecipato al movimento per la riapertura dei Centri Cerimoniali in Messico e a Consigli di Visione degli Anziani in America Latina.

Fondatrice dell'Associazione Culturale Chakaruna, ponte tra i mondi, co-fondatrice del progetto "Il Quinto Sole" a Grondona (AL), dove attualmente risiede, è autrice di "Pratiche sciamaniche, il cammino della conoscenza silenziosa" (Anima Ed.) insieme a Maurizio Balboni.

Conduce percorsi di conoscenza in luoghi sacri di potere in Messico e in Perù.

 

I vostri commenti - Scrivi un commento!

Nessun commento presente

Scrivi un commento!

Possiamo aiutarti?

assistenza clienti

I nostri operatori sono a tua disposizione per assisterti.

 

Assistenza Clienti

NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra newsletter e ricevi sconti, promozioni e novità direttamente nella tua casella di posta.

Guadagna subito +50 PUNTI per i tuoi futuri acquisti e premi.



COMMUNITY

Seguici su Facebook
Ti Piace Macrolibrarsi?
Se ti piace clicca su:
   

I LIBRI PIU' VENDUTI

 

SPECIALI