Torna su ▲

Introduzione di "Kombucha - Il tè fermentato del...

Leggi le pagine iniziali del libro di Klaus Kaufmann "Kombucha - Il tè fermentato del benessere"

Introduzione di "Kombucha - Il tè fermentato del benessere"

II tè kombucha ha fatto molta strada dall'epoca delle mie ricerche preliminari sull'argomento e dalla prima edizione di questo libro. Oggi è in corso una sua rinascita grazie alle versioni commerciali non solo del tè, ma anche di vari sottoprodotti diventati sempre più ampiamente disponibili nell'America settentrionale e in altre parti del mondo.

Un'altra indicazione della rinnovata popolarità del tè kombucha è l'ininterrotto entusiasmo per la sua preparazione casalinga.

Questo antico rimedio, nato alcuni secoli fa in Asia, è rimasto una presenza costante in Russia e nel corso dell'ultimo secolo ha conosciuto periodi di riscoperta in altre zone d'Europa.

Come spesso accade, nuove ricerche possono essere utili per completare vecchie scoperte. Questa edizione contiene le informazioni più aggiornate che sono riuscito a trovare, che approfondiremo insieme ai frutti della mia ricerca originale.

Poiché il tè kombucha è un rimedio molto antico - non è un prodotto recente - le mie indagini del passato restano in larga parte rilevanti. Combinandole con informazioni più aggiornate, spero di chiarire ogni equivoco o informazione sbagliata in possesso dei lettori.

I primi tre capitoli di questo volume fungono da introduzione sia alla coltura sia al tè kombucha, fornendo dettagli sulla sua storia, sulle relative teorie e sulle ricerche pubblicate.

Questo tè è ancora in parte circondato da misteri, e restano questioni irrisolte circa i suoi reali ingredienti e il suo esatto funzionamento come agente curativo. Confido che con il tempo si troveranno le risposte a queste domande. Per il momento possiamo basare la nostra fiducia nel tè kombucha su una pletora di prove aneddotiche e sulla sua corposa storia.

Nel quarto capitolo vi offrirò informazioni sull'uso del kombucha nella cura di specifici disturbi.

Pare che in commercio si trovi un numero sempre maggiore di preparati per il tè kombucha, da cui in molti casi si ricavano bevande piuttosto diverse da quella che si ottiene in casa. In questo volume troverete, nel sesto capitolo, una nuova sezione dedicata ai tè kombucha disponibili in commercio, spesso molto gradevoli, ma il libro resta dedicato soprattutto alla sua preparazione casalinga (spiegata nel quinto capitolo). Per quanto mi riguarda, per me preparare il mio tè è un atto di amore e un passatempo gratificante.

Ho scoperto il kombucha mentre stavo approfondendo questioni mediche per altri libri.

Dopo aver incontrato, nel corso delle mie ricerche compiute in giro per gli Stati Uniti e per il Canada, numerose persone con problemi di salute e in sovrappeso, ho deciso di scrivere un libro sul digiuno a base di centrifugati per depurarsi, dimagrire e rimettersi in salute. Il volume è uscito con il titolo The Joy of Juice FastingIl piacere del digiuno a base di centrifugati») ed è stato mentre mi dedicavo a questo argomento che ho sentito parlare per la prima volta del tè kombucha. Il digiuno e la depurazione danno un contributo vitale alla salute e al benessere, e consumare ampie quantità di bevande benefiche è indispensabile per restare in salute.

Quando ho scoperto questo tè, sono stato colpito dal suo valore corroborante per il digiuno, per disintossicarsi e, non ultimo, per il puro e semplice piacere di berlo.

Poi, mentre stavo studiando la silice per due volumi che ho scritto in seguito, Silica: The Forgotten NutrientSilice: il nutriente dimenticato») e Silica: The Amazing GelSilice: il gel meraviglioso»), ho notato che, nonostante spesso disprezziamo i rimedi semplici, nel corso della storia ispirati guaritori - anche nelle antiche Cina e Grecia - li hanno utilizzati con costanza e successo.

Tendiamo a pensare che uomini e donne della medicina del passato fossero dotati di poteri mistici, ma la realtà è che possedevano un'approfondita conoscenza delle semplici arti curative. La scienza moderna sta scoprendo alcuni di questi segreti soltanto adesso. In particolare, in Occidente, la scienza ha «dimenticato» e ha dovuto «scoprire» e reintrodurci a molte erbe e sostanze curative antiche.

Su impulso di queste riflessioni, mi sono ricordato degli antichi tè curativi.

Ho iniziato a studiare seriamente il tè kombucha nel 1990, nel momento in cui ho deciso di scrivere una guida sull'argomento.

Stavo cominciando ad accumulare qualche competenza, quando un'amica tedesca mi disse di aver visto quello che lei chiamò «un fungo miracoloso» nell'appartamento di sua madre, nel centro di Monaco, su uno scaffale della cucina. In effetti, nel tempo la coltura di kombucha è stata spesso definita «fungo», per cui oggi non trovo sorprendente questo epiteto. La mia amica mi raccontò che, strano ma vero, si era dimenticata di chiedere a sua madre informazioni riguardo «quella cosa» che galleggiava in un liquido marroncino, e lei a sua volta non le aveva offerto alcuna spiegazione.

Qualche anno più tardi, dopo che la mia amica si era trasferita in Canada, un conoscente le donò un «fungo» simile, consigliandoglielo caldamente come un eccezionale rimedio per tutti i mali. Il conoscente lo chiamava «fungo della Manciuria» e le passò anche un logoro volantino sull'uso della coltura. In seguito scoprii che «fungo della Manciuria» è uno dei modi in cui più spesso viene chiamata la coltura di kombucha.

Quando la mia amica mi mostrò quel vecchio foglietto, trovai le sue frammentarie informazioni così straordinarie che ho deciso di «riprodurle» qui di seguito.

Stiamo parlando di un fungo della Manciuria, una «panacea», che impiega sette giorni a riprodursi e ha l'aspetto di una frittella grigiastra. Cresce molto in fretta e trasforma il tè in proteine radicali, enzimi e vitamine che contribuiscono a ripulire e disintossicare il sangue assai in fretta. Se la coltura viene curata adeguatamente è ottimo perché:

  1. Elimina le rughe e aiuta a rimuovere le macchie marroni sulle mani. Previene la disidratazione della pelle.
  2. Previene determinati tipi di cancro. In Manciuria, il luogo di origine di questo fungo, non sono stati registrati casi di cancro. Ogni giorno la gente beve questo tè come forma di espiazione religiosa.
  3. Durante la menopausa riduce i disagi causati dalle vampate di calore. Subito dopo averlo bevuto potreste provare una sensazione di tepore, dovuta al fatto che i componenti del tè si uniscono al flusso sanguigno causando un'azione di prosciugamento degli elementi chimici tossici e dei fluidi, ragione per cui noterete un'aumentata mobilità delle estremità e flessibilità della vita.
  4. Aiuta in caso di stitichezza.
  5. Aiuta a combattere i dolori muscolari e i dolori alle spalle e al collo.
  6. Combatte la bronchite, la tosse e l'asma in due giorni. Favorisce l'eliminazione del catarro nei bambini.
  7. Aiuta in caso di allergie e di nervi doloranti.
  8. Viene prescritto in caso di problemi ai reni.
  9. È dimostrata la sua utilità nella cataratta e in altre formazioni della cornea.
  10. Depura la cistifellea, aiuta con la colite e le ulcere gastriche da stress.
  11. Aiuta a curare malattie. Abbassa il livello di colesterolo e ammorbidisce le vene e le arterie.
  12. Ferma la diarrea virale.
  13. Aiuta a bruciare i grassi, quindi permette di dimagrire.
  14. Aiuta a combattere l'insonnia.
  15. Aiuta il fegato a funzionare meglio.
  16. Aiuta a stabilizzare il livello di glucosio e in caso di improvvisi cali di zuccheri nel diabete. Se assunto ogni giorno, in 100 giorni elimina l'urea.
  17. Ha un effetto sorprendente sul cuoio capelluto, aiuta a evitare la calvizie, inspessisce i capelli e aiuta a eliminare quelli grigi.
  18. Aiuta la digestione.

Il fungo della Manciuria ha tutte queste proprietà miracolose. È stato importato in Messico dalla Manciuria, dalla regione lungo il confine con la Siberia.

COME PREPARARE IL TÈ E FAR DUPLICARE IL FUNGO

Dovete usare una pentola di vetro smaltata oppure un contenitore (l'ideale è una pentola di vetro di Visions da 3 litri e mezzo) che non deve in nessun caso avere il bordo metallico. Quando maneggiate il fungo toglietevi tutti gli anelli e qualunque altro oggetto di metallo con cui potrebbe entrare in contatto. Se usate un cucchiaio assicuratevi che sia di legno, di plastica o di ceramica.

Scaldate 3 litri di acqua e quando bolle aggiungete una tazza di [in fondo al foglietto, scritte a mano e in modo disordinato, c'erano le seguenti indicazioni] acqua di fonte o distillata, 5 BUSTINE DI TE, LASCIATE RIPOSARE.

Ma era davvero il mio kombucha? La mia amica mi disse che lo teneva in frigo e che aveva smesso di bere il tè. Inoltre non aveva mai sentito prima la parola «kombucha» e non poteva confermarmi se il suo «fungo» fosse davvero quel tipo di coltura.

Mi raccontò però qualcosa di molto interessante: un biochimico della University of British Columbia di Vancouver aveva analizzato quel «fungo della Manciuria» per conto della persona che glielo aveva passato e aveva confermato che la coltura era attiva a livello biologico e conteneva componenti salutari, proprio come sosteneva il foglietto. Contattai l'università nella speranza di riuscire a parlare con il biochimico, ma all'epoca non fui in grado di trovarlo e ne dedussi che fosse stato trasferito a un'altra università.

Tuttavia a quanto pareva ero sulla pista giusta per le mie ricerche.

In breve scoprii che mi trovavo di fronte a una vera e propria coltura di kombucha e, ricostruendo la storia di questo tè, scoprii che il «fungo della Manciuria» non era affatto una novità, anzi, era piuttosto antico. È però evidente che di tanto in tanto il tè kombucha era caduto nell'oblio. A volte, infatti, eventi catastrofici come le due guerre mondiali costringono le persone a concentrarsi sulla mera sopravvivenza, ed è possibile che in questi periodi si dimentichino antichi rimedi curativi.

Nell'odierno mondo scientificamente avanzato, il miglioramento delle condizioni igieniche, della nutrizione e delle cure sanitarie ha portato a una sempre maggiore longevità. All'improvviso si avverte l'urgente bisogno di essere in salute e produttivi fino a settanta, ottanta, novanta e persino cento anni e i governi occidentali non possono più permettersi di fornire cure sanitarie e pensioni adeguate per la popolazione in via di invecchiamento. Niente di strano, dunque, che la gente vada cercando modi per assumere e mantenere il controllo sulla propria salute evitando nel contempo le costose cure mediche tradizionali.

In tali circostanze rimedi come il tè kombucha paiono essere stati riscoperti proprio nel momento giusto. In effetti questo tè può essere considerato alla stregua di un ricostituente da assumere ogni giorno per restare in salute anziché la cura per una particolare malattia.

Non è però una sorpresa che alcuni medici abbiano creduto nell'efficacia del kombucha per curare determinate malattie, compreso il cancro.

In un periodo in cui mi occupavo di possibili trattamenti alternativi per le malattie tumorali, scoprii che alimenti salutari contenenti crauti fermentati e succhi fermentati hanno un ruolo estremamente importante. E sono fondamentali non solo per chi ha un tumore, ma anche per chi gli fornisce assistenza, per noi stessi, per le nostre famiglie, i nostri amici e i nostri vicini - in breve per tutti. Il tè kombucha, una bevanda fermentata, ha lo stesso valore di queste bevande e questi alimenti.

Come ho già affermato, questo volume mette a disposizione vecchie e nuove ricerche per rispondere al meglio a qualunque domanda vi possa sorgere sul tè kombucha.

Vi invito a pensare al mio libro come alla riscoperta di una tradizione antica. I guaritori hanno creato e utilizzato il tè kombucha secoli fa: loro disponevano di più ampie conoscenze sull'efficace e salutare coesistenza (simbiosi) di forme di vita microscopiche e sulla loro importanza per la salute umana rispetto ai ricercatori moderni.

Ho messo in testa al volume uno dei miei passaggi preferiti di Alice nel paese delle meraviglie. Credo che, proprio come si perde la povera Alice, nel corso del tempo l'umanità abbia perso molte delle sue competenze in fatto di salute. Come Alice, di tanto in tanto abbiamo bisogno di qualcuno che ci ricordi che cosa fa bene. Chi conosce questo classico della letteratura sa che la protagonista, su consiglio del bruco, mangia il fungo: credo che in un certo qual senso questo libro sia come il bruco-guida e spero che lo giudicherete uno strumento prezioso. (Non vi consiglio però di fumare la pipa, soprattutto perché il fumo di tabacco può danneggiare la coltura di kombucha).

 

Klaus KaufmannTorna su Torna suDisponi gli articoli a grigliaDisponi gli articoli a lista

Klaus Kaufmann è uno studioso americano, ricercatore e insegnante di scienze olistiche, autore di articoli scientifici e libri dal taglio divulgativo sulla salute e la medicina alternativa. Questo è il suo secondo, più aggiornato libro sul Kombucha.

 

Articoli correlatiTorna su Torna suDisponi gli articoli a grigliaDisponi gli articoli a lista

Kombucha - Libro

Il tè fermentato del benessere

Klaus Kaufmann

(1)
€ 12,33 € 14,50 (-15%)
Disponibilità: Immediata

Libro - Età dell'Acquario Edizioni - Aprile 2015 - Tè e tisane

Scopri tutte le proprietà del Kombucha in questo libro! Bere il tè va di moda e fa bene. Se il kombucha sta già spopolando è perché oltre a essere buonissimo non fa solo bene, fa meglio. Prodotto dalla fermentazione del... scheda dettagliata

 

Macrolibrarsi Assistenza Chat

 

Assistenza Clienti

NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra newsletter e ricevi sconti, promozioni e novità direttamente nella tua casella di posta.

Guadagna subito +50 PUNTI per i tuoi futuri acquisti e premi.



COMMUNITY

Seguici su Facebook
Ti Piace Macrolibrarsi?
Se ti piace clicca su:
   

I LIBRI PIU' VENDUTI

 

SPECIALI