Torna su ▲
Avvento 2016
Idee Regalo

Introduzione - Dalla Massoneria al Terrorismo -...

Leggi un estratto dal libro di Giovanni Francesco Carpeoro "Dalla Massoneria al Terrorismo"

Introduzione - Dalla Massoneria al Terrorismo - Libro di Giovanni Francesco Carpeoro

Inizialmente avevo deciso di intitolare il libro Tubalcain, usi e abusi della massoneria.

Perché intitolare a un personaggio biblico un libro sulla massoneria?
Perché tutti i massoni si devono considerare successori di Tubalcain…
E Tubalcain era un discendente di Caino…

Poi il termine tradizionale e l'opportunità di utilizzarlo sono impalliditi di fronte all'attualità dei nostri giorni.

Questa breve opera tratterà in primo luogo della tradizione massonica cercando di rispondere ai principali interrogativi che si pongono tanto nei mezzi d'informazione che nella pubblica opinione e di rimuovere un po' di stereotipi e di luoghi comuni, continuamente riproposti dai Media anche se non rispondenti alla realtà o retaggio di antiche evidenze storiche da anni superate.

In realtà non esiste più nulla di strutturale che sia segreto della massoneria. Statuti, Regolamenti, Rituali, Simboli, tutto è stato ampiamente pubblicato su libri che sono regolarmente in vendita nelle librerie più attrezzate.

Neanche lo stereotipo del cappuccio è del tutto rispondente al vero. Il massone indossa il cappuccio pochi minuti in tutta la sua carriera e cioè dieci secondi per ogni rituale d'iniziazione in grado di Apprendista al quale è presente a partire dal proprio. Ciononostante i massoni vengono preferibilmente rappresentati col cappuccio che poi si chiama “buffa”.

Esiste altresì – e volevamo proprio farne risaltare il paradossale contrasto con alcune aspetti storici e originali del latomismo – tutto un repertorio complottistico: i rapporti con le organizzazioni criminali, l'impronta satanica, la componente sinarchica, ecc. Tutto infinitamente più marginale ed episodico di quanto non si possa immaginare, rispetto al vero problema che poi è il rapporto col Potere.

Purtroppo per la massoneria non è stato coniato un termine alternativo per indicare le situazioni spontaneistiche, accidentali e non innestate su un filone tradizionale: in questi casi la parola massoneria viene associata al termine “spuria”. E, effettivamente, ci sono state massonerie “spurie” che, ovviamente, hanno tenuto segreti i loro iscritti, e sono state, a volte, finalizzate al malaffare. Ma si tratta di storie legate al Potere. E questo è accaduto nella massoneria esattamente nelle stesse proporzioni in cui accade in altre associazioni, diciamo che la massoneria fa più colore giornalisticamente e quindi viene volentieri tirata in ballo a volte a proposito e altre a sproposito.

Altre domande sono ricorrenti sull'argomento.

Ad esempio spesso ci si chiede: “Ma la massoneria non è portatrice di progetti devianti dell'ordine sociale, quali quelli di stabilire nuovi ordini politici e sociali?”. Lasciamo questa risposta al lettore alla conclusione del nostro libro… ma la mia opinione è che il concetto di devianza è meno nitido di quanto non sembri e che ogni scuola di pensiero può essere ritenuta deviante solo dopo aver stabilito un canone di ortodossia che si rivela sempre relativo, se non, addirittura, soggettivo.

Perché negli ultimi capitoli si parla anche di terrorismo…

E ricordate, cari lettori: settanta volte sette sia maledetto chi tocca Caino e quindi i suoi discendenti… Tubalcain ad esempio.

Dalla Massoneria al Terrorismo

Dalla Massoneria al Terrorismo

In questo libro scoprirai:

  • L’incubo del NWO e la definitiva mutazione genetica del sogno e delle utopie dei Rosa+Croce.
  • Il fenomeno della Massoneria Reazionaria che trasforma le logge in focolai di eversione per inaugurare una storia di sangue e di distruzione.
  • Lo specchietto per le allodole della P2 e la marionetta Gelli senza che nessuno si chieda: ESISTE LA P1?
  • La radice massonica e le firme occulte del terrorismo islamico.
Acquista ora

 

Giovanni Francesco CarpeoroTorna su Torna suDisponi gli articoli a grigliaDisponi gli articoli a lista

Giovanni Francesco Carpeoro

Giovanni Francesco Carpeoro (Cosenza il 24/06/1958), all’anagrafe Gianfranco Pecoraro è oggi uno scrittore. Laureato nel 1981 in giurisprudenza, dopo aver fatto il dj in molte emittenti radiofoniche private a cavallo tra gli anni ‘70 e ’80, apre il suo primo studio legale a Milano, poi a seguire a Roma e a Mantova. Appartenente dal 1981 alla Massoneria di Rito Scozzese, diviene Sovrano Gran Commendatore e Gran Maestro della Legittima e Storica Piazza del Gesù nel 1999, rimanendolo fino al 2005, data nella quale cessa la sua operatività massonica.

Direttore di diverse riviste di settore, nel 2005 decide di cambiare totalmente attività, chiude gli studi legali e diviene scrittore, pubblicando tre libri “Il Volo del Pellicano”, “Labirinti”, “Il Re Cristiano” (ed. Bevivino). Dopo diverse apparizioni televisive, intraprende la carriera di conferenziere e di speaker radiofonico.

 

I vostri commenti - Scrivi un commento!

Nessun commento presente

Scrivi un commento!