Torna su ▲

Il respiro fragrante

Gli oli essenziali più indicati per aiutare il nostro sistema respiratorio

Il respiro fragrante

Prendersi cura dei polmoni è fondamentale per godere di buona salute. I polmoni sono indispensabili per poter vivere, ci permettono di respirare, mettono in comunicazione con l’ambiente esterno, consentono di inspirare ossigeno ed espirare anidride carbonica.

Sono una delle porte verso l’esterno, assolvono alla funzione di filtro-barriera che protegge da quello che si trova nell’ambiente in cui viviamo e allo stesso tempo consentono di eliminare alcune sostanze di scarto.

L’aria e il respiro sono sempre stati legati alla vita e alla psiche. Un essere vive perché continua a scambiare energia e informazioni con l’esterno. È possibile restare giorni senza cibo, qualche giorno senza liquidi, appena pochi minuti senza aria.

In tutte le tradizioni dell’antichità il termine “aria” racchiude il significato biologico di energia vitale: in India è il “prana”, nel Tibet “rlung”, in Cina “Qi” e nell’antica Grecia “pneuma”.

La respirazione è un atto sia volontario (cosciente) che involontario (inconscio). Non possiamo modificare volontariamente il battito cardiaco, o controllare l’attività dello stomaco o dell’intestino, ma possiamo modificare volontariamente la respirazione sia in ampiezza che in frequenza; possiamo fermare il respiro o accelerarlo.

Il respiro è profondamente influenzato dalle emozioni e dalla nostra psiche. Se non vi sono tensioni muscolari, emozionali o psichiche, la respirazione è naturalmente libera, fluida e profonda.

La respirazione normale si percepisce come una pulsazione ritmica dell’addome e del torace, che si espande con un movimento fluido e silenzioso e si rilassa con un movimento contrario.

La respirazione dona un senso di sottile piacere fisico che si estende all’intero organismo. Quando è bloccata, rallentata, ostruita si osservano movimenti irregolari, segni di una respirazione parziale, si nota una difficoltà a respirare profondamente, alcune parti del corpo diventano insensibili e in alcuni casi si avverte dolore.

Tutto il corpo ne risente, perché si riduce l’ossigenazione e l’energia vitale delle nostre cellule.

Aromaterapia

L'aromaterapia è l’arte-scienza che utilizza a scopo terapeutico le sostanze volatili e odorose prodotte dalle piante: oli essenziali, essenze ed assoluti.

Gli effetti dell’aromaterapia sul nostro corpo sono molteplici, sia a livello fisico, che psichico. Inalati, respirati, massaggiati o assunti per bocca i composti fragranti sono straordinariamente attivi.

L'olfatto è, tra i nostri cinque sensi, il senso più potente, in grado di suscitate ricordi, emozioni e reazioni immediate, senza il “filtro” del pensiero razionale.

Attraverso la respirazione, l'aromaterapia stimola le aree del cervello connesse alla memoria, all'intuizione, all'istinto. Ma gli effetti non sono solo psicologici. Le molecole inalate raggiungono, attraverso i polmoni il sangue e successivamente tutte le cellule, portando vitalità, benessere ed energia.

Enula e respirazione profonda

La respirazione ci tiene in vita, è un atto scontato, non ci si pensa, tutti sanno respirare, tuttavia la maggior parte di noi respira abitualmente in modo scorretto. La nostra respirazione si limita, in genere, ad interessare solo il torace determinando un’ossigenazione minima di tutte le cellule.

La scarsa aria inspirata raggiunge raramente la base dei polmoni, dove avviene lo scambio gassoso.

Sebbene sia automatico e di solito involontario, la respirazione è controllata da gruppi di neuroni che funzionano come un’unità, regolando la frequenza, l’intensità e il ritmo della respirazione. Entra in gioco anche un controllo chimico, il centro respiratorio situato nel cervello, è estremamente sensibile alle variazioni che avvengono nel sangue ad opera dell’anidride carbonica, una sostanza acida.

Migliorare la respirazione ha la capacità di favorire l’armonia tra mente e corpo, la crescita personale e la realizzazione delle nostre potenzialità.

Si contrastano stress e ansia e si giunge ad un senso di potenza, tranquillità e autocontrollo. Migliorano le energie, svanisce la stanchezza e tutto il corpo si esprime al meglio. Si snelliscono i processi mentali, i pensieri fluiscono e le “nubi nere” che si annidano nella nostra mente si disperdono.

L’olio essenziale di Enula (Inula graveolens) guida alla riscoperta della funzione respiratoria, porta ad una respirazione piena e profonda, in grado di portare ossigeno a tutte le cellule e diffondere energia in tutto in corpo. Una goccia sul palmo delle mani, da strofinare delicatamente e da portare a coppa su naso e bocca. Respirare profondamente e con calma, per dieci-quindici volte.

All’inizio è consigliabile un solo trattamento al giorno, poi dopo aver acquistato una nuova consapevolezza, è possibile ripeterlo anche due o tre volte.

Difesa aromatica

Gli organi della respirazione sono più esposti all’azione combinata degli agenti atmosferici, dell’inquinamento e dei patogeni. Quando infiammazioni ed infezioni impediscono di respirare in modo corretto, si riduce l’ossigenazione dei tessuti interni, le cellule si indeboliscono e si infiammano, diventano più esposte alle malattie.

La prima cosa da fare è quella di purificare l’aria che si respira. Vengono in soccorso le piante e gli aromi dei boschi, che potenziano le difese e sfiammano le mucose irritate.

Gli oli essenziali più utili a questo scopo sono: Eucalipto, Rododendro, Ravintsara, Pino silvestre che frenano l’assorbimento di scorie atmosferiche, eliminano virus, batteri e funghi presenti nell’aria. I patogeni mettono a dura prova le difese delle alte vie respiratorie, favorendo il ristagno di muco, un terreno favorevole per infiammazioni e infezioni.

Particolarmente pericolosi sono poi gli effetti dell’inquinamento. Formaldeide, monossido di carbonio e benzene si accumulano nel corpo determinando effetti negativi come ossidazione ed infiammazione, che aprono la strada a patologie anche gravi.

Nei luoghi in cui trascorriamo la maggior parte del tempo è importante diffondere le essenze che favoriscono la pulizia dell’aria e mantengono alte le difese immunitarie. Grazie all’impiego di un brucia-aromi o di un diffusore bastano 20 minuti per ritrovare il piacere di respirare.

Mix Rinforzante e Protettivo della Respirazione

Quando siamo fuori casa basta applicare 4 gocce di questo mix di essenze su un fazzoletto di carta o di stoffa da portare con sé e annusarlo di tanto in tanto. Questi aromi tengono lontane le tossine ambientali e i patogeni nocivi per le vie respiratorie permettendoci di respirare a pieni polmoni.

Rododendro, sentori sacri dall’Himalaya

L’olio essenziale di Rododendro (Rodhodendron Anthopogon) è indicato in tutte quelle situazioni in cui sia necessario attivare le possibilità di “recupero” energetico degli organi dell’area toracica, come il cuore e i polmoni. Il suo profumo balsamico e dolcemente speziato, deriva dalla distillazione di fiori e foglie.

Si rivela utile nelle difficoltà respiratorie di qualunque tipo. In particolare la sua capacità è quella di enfatizzare la forza vitale correlata all’elemento aria e alla circolazione del sangue. Il rododendro decongestiona le vie respiratorie, favorisce il sonno e il riposo, e facilita l’eliminazione delle tossine.

Purifica gli ambienti, è connesso al centro energetico della regione cardiaca, vibrante alla frequenza della guarigione e responsabile dell’integrazione emotiva fra il corpo fisico e i centri energetici superiori. Aiuta a sbloccare energie mentali distoniche e stagnanti.

Scioglie la rabbia e l’ansia favorendo la comunicazione interpersonale.

Contrastare il Fumo

Pulire i polmoni impiegando i metodi aromaterapici è abbastanza semplice. È importante essere coscienti del fatto che, nei fumatori, il catrame delle sigarette si deposita nei polmoni, rendendo più difficile il loro compito di assorbire l’ossigeno ed espellere anidride carbonica.

Il miglior amico dei polmoni è l'eucalipto. Per alleviare disturbi respiratori, tosse, iperproduzione di muco è utile frizionare la gola e il torace con oli essenziali di Eucalipto (Eucalyptus globulus), Eucalipto grigio (Eucalyptus staigeriana) e Mirra (Commiphora molmol).

La ricetta è:

Attacco ai Polmoni

L’autunno e l’inverno sono le due stagioni che più mettono alla prova i polmoni. I disturbi polmonari più comuni sono raffreddore e influenza, che riguardano milioni di persone.

L’influenza è una malattia virale causata da virus RNA con molti ceppi virali. Colpisce ai primi freddi perché si tratta di un virus più adattato alle basse temperature, rispetto che al caldo: quando la temperatura è di zero gradi sopravvive 30 giorni, mentre a quaranta gradi dura solo pochi giorni. Anche il raffreddore è una malattia virale, causata dal Rinovirus. Sia in un caso che nell’altro gli antibiotici non solo non servono, ma possono essere addirittura dannosi.

Gli antibiotici di sintesi sono creati con lo scopo unico di annientare i batteri patogeni, anche "sacrificando" quelli benigni, come i batteri saprofiti (la nostra naturale flora batterica), che vivono sempre nel nostro organismo in uno stato di reciproca collaborazione.

Gli antibiotici naturali, aiutano a sconfiggere i microrganismi agendo da supporto alle difese organiche e non sostituendosi ad esse. L’azione delle piante non è solo quella di uccidere o inibire i batteri, ma anche di rinforzare il sistema immunitario, di favorire la cicatrizzazione e la rigenerazione dei tessuti, di promuovere la disintossicazione del tessuto connettivo e di migliorare la funzionalità dei vari organi.

Così si preservano le condizioni di “terreno”, un concetto della naturopatia che va inteso come condizione di salute dell'intero organismo. Quando ci si ammala, come nel caso in cui si contragga l'influenza, la cistite o qualsiasi altro genere di infezione, l’organismo si viene a trovare in una condizione di debolezza. Non è importante solo combattere i batteri patogeni, ma bensì rafforzare le difese immunitarie, in modo da disporre di un “terreno” in cui i batteri non possano proliferare.

Il fenomeno dell’antibiotico-resistenza è in progressivo aumento, conseguenza scontata dell’incremento nell’uso di antibiotici e della diffusione nella popolazione di cloni di microrganismi resistenti. Gli antibiotici, o più correttamente antibatterici, sono efficaci unicamente contro i batteri. Risultano essere completamente inefficaci, quando l’infezione è virale, micotica o parassitaria.

In questi casi il loro impiego è dannoso, poiché indeboliscono le naturali difese dell’organismo, danneggiando la flora batterica che tra le altre funzioni, ha lo scopo di difenderci da virus e funghi.

Inoltre non va dimenticato che gli antibiotici manifestano molti effetti collaterali e controindicazioni, in primis l’intossicazione a carico di fegato e reni, che vengono invasi da tossine. Gli organi emuntori e il sistema linfatico si trovano così a dover fronteggiare non solo l’infezione, ma anche l’intossicazione indotta dagli antibiotici, con la conseguenza che l’intero equilibrio dell’organismo viene compromesso.

Mix Antisettico e Purificante della Respirazione

Antibiotici e malattie da raffreddamento

Contro le malattie da raffreddamento, gli antibiotici servono poco e, nella maggior parte dei casi, per nulla. Influenza e sindromi simil-influenzali, raffreddore, mal di gola, otiti sono quasi sempre provocate da virus, non da batteri, e usare gli antibiotici contro i virus non solo non risolve il problema, ma al contrario lo aggrava. Gli antibiotici possono essere suggeriti dal medico soltanto in casi molto particolari.

Quando si è vittima dell'influenza le uniche strategie realmente utili per tutti consistono in riposo, bere molto, mangiare cibi leggeri e nutrienti, assumere vitamine e ricorrere a rimedi per stimolare le naturali difese, rafforzare l’organismo e facilitare la respirazione purificando l’aria.

Per contrastare le infezioni si possono usare gli oli essenziali certificati per aromaterapia, che hanno dimostrato la loro validità terapeutica in numerosi studi scientifici. Non solo debellano i patogeni, ma sostengono le naturali difese e tonificano l’organismo.

Infine, poiché contengono centinaia di principi attivi in proporzione variabile, non c’è il rischio di antibiotico-resistenza, poiché i microbi non riescono ad adattarsi alla loro struttura mutevole.

Prevenzione Verde

Aggiungere le gocce di olio essenziale direttamente nel boccetto di propoli, agitare bene e lasciar riposare 24 ore. Assumere tutte le mattine e alla sera 5 gocce della soluzione, sciogliendola in poca acqua. Si può usare dai primi freddi fino a primavera per rinforzare le difese organiche.

 

Articolo tratto da Vivi Consapevole n. 42

Ti potrebbero interessare:

Enula - Olio Essenziale Puro Eucalipto Bio - Olio Essenziale Puro Rododendro Bio - Olio Essenziale Puro Ravintsara Bio - Olio Essenziale Puro Pino Silvestre Bio - Olio Essenziale Puro

Enula
Olio Essenziale Puro

Essenthya

Acquista ora

Eucalipto Bio
Olio Essenziale Puro

Essenthya

Acquista ora

Rododendro Bio
Olio Essenziale Puro

Essenthya

Acquista ora

Ravintsara Bio
Olio Essenziale Puro

Essenthya

Acquista ora

Pino Silvestre Bio
Olio Essenziale Puro

Essenthya

Acquista ora

 

Luca FortunaTorna su Torna suDisponi gli articoli a grigliaDisponi gli articoli a lista

Luca Fortuna, autorevole esperto di medicine naturali, ha conseguito il diploma di naturopata presso la scuola Sapamod di Torino e ha frequentato numerosi corsi di specializzazione in Italia e all'estero (Academy of Aromatherapy, Londra). Lavora come consulente per molte aziende italiane ed estere, insegna aromaterapia ed è costantemente impegnato in progetti di ricerca e realizzazione di nuovi prodotti e trattamenti. Ha già pubblicato numerosi libri di successo.

Essenthya

ESSENTHYA

Luca Fortuna collabora con Essenthya, un marchio che produce oli essenziali puri, naturali, integri, chimicamente e botanicamente identificati. Su Macrolibrarsi trovi tutti i prodotti di questa straordinaria azienda: oli essenziali puri, oli base, e tanto altro!

Scopri i prodotti Essenthya >