Torna su ▲

RICEVI L'OMAGGIO DI OGGI SE ACQUISTI ENTRO: ORE MIN SEC

Avvento 2016
Idee Regalo

Il momento di svolta - Estratto dal libro...

Leggi in anteprima l'introduzione del libro di Daniele Penna e scopri come vivere una vita felice e liberarti di tutto ciò che ti costringe all'infelicità

Il momento di svolta - Estratto dal libro "Sveglia!"

Era un pomeriggio piovoso, avevo diciannove anni; ero nella mia stanza, seduto sul letto, e osservavo la pistola a tamburo che mi aveva lasciato mio nonno alla sua morte. Una calibro 38 Special, con tamburo da sei colpi, ancora ben oleato, che mi divertivo a far ruotare velocemente per sentirne il rumore metallico.

Il gesto mi riportava alla mente i vecchi film in cui si giocava, per scommessa o per denaro, alla "roulette russa", quel gioco sadico in cui si inserisce un solo proiettile nel tamburo, lo si fa ruotare velocemente e, mentre sta ancora girando, lo si chiude. Si appoggia la canna alla tempia e si preme il grilletto. Ce una possibilità su sei di perdere la "scommessa".

Fuori la pioggia scroscia sempre più forte... mio nonno mi aveva anche lasciato alcuni proiettili... ne prendo uno e lo inserisco a caso nel tamburo, lo faccio ruotare, il suono metallico cambia leggermente... Un movimento rapido del polso e l'arma è pronta per essere usata... il proiettile è nascosto, non si può vedere dove sia finito... Sono curioso, riapro il tamburo e controllo: se avessi giocato sarei ancora vivo!

Nel frattempo la mia mente era un turbine di pensieri, ricordi, sensazioni, parole, immagini, emozioni vissute e sognate.

Ero un ragazzo solo, timido, complessato, senza amici e convinto che non sarei mai riuscito a stare con una donna in vita mia. Avevo anche trovato il modo per resistere a questo stato di cose.

Il mio tempo lo dedicavo al commercio: vendevo da quando ero bambino, da quando nella libreria di famiglia convincevo i miei coetanei ad acquistare le miniature dei puffi. In quel momento mi sono reso conto che i bambini tendono a fidarsi gli uni degli altri, era facile convincerli a comprare. Più loro acquistavano, più chiedevo a mio padre la parte di guadagno che mi spettava. Accumulai in poco tempo centomila lire, il mio primo gruzzolo.

Chiesi a mio padre di investirlo in puffi da rivendere in libreria! Avevo sei anni!

Cominciò così la mia avventura commerciale, e mentre i miei coetanei si divertivano, uscivano, viaggiavano, vivevano storie d'amore, io mi limitavo a studiare, a essere il migliore della classe e a vendere!

Ero intelligente, non avevo bisogno di stare a lungo sui libri, disponevo di tanto tempo libero; però, non avevo amici, né una fidanzata, ero convinto di essere brutto e grasso; ero talmente timido che se avvertivo la presenza di una ragazza nel raggio di cinquanta metri facevo di tutto per non incontrare il suo sguardo e cambiavo strada. Per non parlare di quando mi costringevano a parlare di fronte a più persone: scena muta, panico totale, adrenalina che inondava ogni cellula del mio corpo, il volto diventava di tutti i colori e dalle labbra non usciva neanche un suono.

Così preferivo dedicarmi al commercio: vendevo francobolli, cartoline, monete, qualunque cosa. Ero il più giovane venditore di prodotti da collezione. Ogni weekend partecipavo ai mercatini della mia regione, esponevo nelle fiere campionarie, giravo l'Italia per trovare i migliori fornitori. Ero la mascotte del collezionismo italiano e avevo appena dodici anni!

Sembravo un bambino prodigio, ma in realtà ero semplicemente molto solo.

E così, mentre mi convincevo sempre più che ero un buono a nulla, timido e inguardabile, e che sarei rimasto solo per tutta la vita, i giorni scorrevano monotoni, fino a quando mi sono diplomato col massimo dei voti e mi sono iscritto all'università.

Di nuovo feci ruotare velocemente il tamburo della 38 Special di mio nonno, mentre questa tempesta di ricordi, immagini ed emozioni sconvolgeva la mia mente. Con un gesto quasi inconsapevole del polso, l'arma era pronta per essere utilizzata. Il braccio si muoveva da solo, il dito finì sul grilletto e il metallo gelido della canna si posò sulla tempia destra.

La mia mente era da un'altra parte, non mi rendevo conto di cosa stesse accadendo; il dito premette il grilletto, uno scatto, un suono netto, una vibrazione, ma niente di più. Avevo vinto il mio primo turno alla "roulette russa".

Non ero consapevole di ciò che stava accadendo "fuori di me"; tutta l'attenzione era rivolta al mio mondo interiore. E mentre passavo in rassegna i miei primi diciannove anni di vita, fatti di solitudine, di occasioni perdute, di infanzia non vissuta, senza che me ne accorgessi, il tamburo ruotò ancora una volta, il polso compì un gesto fulmineo per chiuderlo e la bocca della pistola tornò a toccare la tempia destra.

E di nuovo, come se una forza sconosciuta controllasse il mio corpo, il dito indice fece forza sul grilletto, il cane batté il percussore ma, fortunatamente, la mia ora non era ancora arrivata.

Tutto ciò accadeva mentre ero completamente assorto a riflettere su un passato costellato di fallimenti e un futuro che mi sembrava ancora peggiore.

Immerso in questo flusso di immagini, suoni, parole e sensazioni il mio braccio si muoveva da solo, facendo roteare di nuovo il tamburo, richiudendolo e portando l'arma alla mia testa per la terza volta.

Ma, quando il dito era già pronto a premere il grilletto, accadde qualcosa. Fu come svegliarsi e tornare al presente dopo un sogno ipnotico che mi costringeva in un altro tempo e in un altro spazio. Ripresi coscienza del mio corpo e, terrorizzato, mi resi conto di ciò che stavo facendo. Abbassai subito l'arma, mi calmai e una voce tuonò dentro di me: "Ora basta, non ne posso più di questa vita. "

Oggi posso dire che quell'attimo fu il mio primo "momento di svolta" e segnò il primo passo verso un cambiamento totale.

Quando mi ripresi dallo shock, aprii la pistola per togliere il proiettile e mettere ogni cosa al suo posto. In quel momento mi resi conto che se non mi fossi fermato, oggi non sarei qui a scrivere queste parole!

Dopo quell'attimo dentro di me nacquero nuove emozioni e crebbe rapidamente una sensazione di sicurezza mai provata prima. Sapevo che dovevo cambiare diverse cose nella vita, e in quel momento ne fui consapevole. C'era una parte del mio inconscio che me lo aveva appena fatto capire attraverso il linguaggio delle emozioni. Per svegliarmi mi aveva fatto vivere una sensazione fortissima. Ho provato quella che oggi potrei identificare con l'espressione "esperienza di picco".

Da quel giorno divenni consapevole della nuova energia che avevo dentro e che mi aiutava a modificare le situazioni, che attirava eventi e persone affinché tutto potesse realizzarsi.

Negli anni successivi, da ragazzetto "sfigato" e complessato, mi trasformai in un campione sportivo, in un imprenditore realizzato, in un formatore esperto di comunicazione e, finalmente, iniziai ad avere successo anche con le donne!

Cosa ha provocato un così grande cambiamento? Oggi direi che il merito fu innanzitutto della potentissima "intenzione" inviata nell'istante in cui ebbi il mio "momento di svolta". A quei tempi non sapevo nulla di tutto ciò che ho approfondito in questo libro e non capivo quale strana "magia" stesse trasformando il male in bene.

Ma, da quel giorno in poi, accaddero una serie di eventi che si incastrarono in modo tale da permettere ai miei desideri di realizzarsi.

Tra questi forse il più importante fu la scoperta della Programmazione Neuro Linguistica (PNL). Dapprima questa tecnica mi aiutò a raggiungere i più importanti traguardi sportivi nella disciplina che avevo iniziato a praticare (tiro a segno con la pistola... guarda caso!), poi mi permise di cambiare gli aspetti del mio carattere che mi limitavano o che sabotavano i tentativi di raggiungere gli obiettivi prefissati. Ma questo fu solo l'inizio e più avanti scoprii che la PNL aveva molti limiti e non era valida per tutti e in ogni campo.

La mia solitudine mi permise di studiare tutto il materiale disponibile in italiano, e poi di applicarlo su me stesso fino a creare nuove tecniche che velocizzavano alcuni processi mentali e consentivano di raggiungere risultati sempre migliori in meno tempo.

Tutto questo accadeva nel lontano 1995. Oggi la mia vita è divisa tra il business e la missione di aiutare gli altri.

Da una parte guadagno grazie alle attività sul web, agli investimenti in borsa e alla consulenza di web marketing; dall'altra seguo la mia missione che consiste nell'aiutare gli altri a essere felici e vivere una vita piena di abbondanza. Per questo ho creato un'associazione senza scopo di lucro, in modo che tutti possano avere la possibilità di accedere alle conoscenze e opportunità di cui parlo.

Oggi, quelle che inizialmente erano semplici tecniche di PNL, grazie ad anni di studi in campi diversi come la fisica quantistica, la medicina olistica, l'ipnosi regressiva, le discipline orientali e sciamaniche, e grazie all'insegnamento di tanti maestri, si sono evolute in una nuova metodologia, da me creata e battezzata "Riprogrammazione Emozionale Inconscia (REI)" di cui tratterò nelle pagine seguenti. Tu stesso avrai modo di provare i suoi effetti sulla tua mente e sul tuo futuro.

Alla base della REI c'è la volontà di rendere l'allievo quanto prima indipendente nel proprio processo di cambiamento, così che non abbia più bisogno di materiali di supporto o di persone che lo guidino in questo percorso.

Infatti, questa non è una disciplina commerciale, non mira a vendere corsi o coaching personali all'infinito, ma vuole dare la possibilità a tutti, anche a chi non ha i mezzi finanziari, di diventare fautori della propria crescita ed evoluzione personale, di provvedere in autonomia al proprio equilibrio, alla propria guarigione, abbondanza e felicità nella vita.

Ma, per ottenere tutto ciò è necessario saper gestire le proprie emozioni negative, rimuovere o sostituire i sabotaggi, i limiti e le barriere che ci portiamo dietro dall'infanzia o, in alcuni casi, da vite passate. Soprattutto è necessario creare un rapporto di amicizia e complicità con la nostra parte inconscia, così che non abbia più bisogno di farci del male o di punirci per renderci consapevoli di cosa sia giusto per noi.

Nei prossimi capitoli approfondirò questo e molti altri aspetti.

Ora non mi resta che ringraziarti per aver deciso di intraprendere questo viaggio alla scoperta di un mondo fantastico e inesplorato all'interno di te stesso. Buona lettura!

Sveglia!

Sveglia!

Attraverso la tecnica della riprogrammazione emozionale inconscia "REI", sarai in grado di attivare, da solo, il cambiamento che aspettavi!

Grazie a vent'anni di studio nell'ambito del cambiamento e della crescita personale, Daniele Penna ha trovato le risposte a questi interrogativi e te le spiega in 15 passi di evoluzione e risveglio.

Acquista ora

 

Daniele PennaTorna su Torna suDisponi gli articoli a grigliaDisponi gli articoli a lista

Daniele Penna

Daniele Penna è uno dei primi Master di PNL in Italia.

A partire dal 1995, ha sperimentato e generato nuove tecniche e metodologie che ha prima applicato su se stesso per raggiungere i massimi livelli nello sport, nell’imprenditoria, nella vita personale e nella salute e poi utilizzato, con risultati sempre maggiori, sugli gli altri,  tanto da generare una vera e propria nuova metodologia formativa, di crescita e guarigione, che innova e rende molto più veloce e concreto il risultato sulla persona.

 

I vostri commenti - Scrivi un commento!

Nessun commento presente

Scrivi un commento!