Torna su ▲
Avvento 2016
Idee Regalo

I semi di lino e il colesterolo

Un aiuto completamente naturale per la salute del nostro cuore

I semi di lino e il colesterolo

 

- I semi di lino, un alimento dalle mille proprietà
- Lignani e acidi grassi Omega: due alleati per il cuore
- L'utilizzo in cucina
- Le ricette per la salute


 

I semi di lino, un alimento dalle mille proprietà

I semi di lino oggi non sono più degli sconosciuti. Le loro grandi proprietà benefiche per l'organismo umano sono riconosciute da tempo da medici e specialisti, e sempre più persone si informano sulle loro caratteristiche e sui mille modi diversi in cui è possibile utilizzarli.

Infatti agiscono contemporaneamente in diversi settori:

  • contengono una quantità molto alta di fibre e aiutano il corretto transito intestinale in modo naturale, rivitalizzando anche la flora batterica;
  • contengono moltissimi minerali essenziali al nostro corpo, come manganese, fosforo, magnesio, rame, etc;
  • sono una fonte naturale di vitamina E e di vitamine del gruppo B (essenziali per convertire i carboidrati in energia e per metabolizzare proteine e lipidi);
  • sono utilizzati per creare impacchi ricostituenti per la salute dei capelli;
  • contengono una gran quantità di acidi grassi, tra cui Omega 3 e Omega 6, che sono fondamentali per abbassare i livelli di colesterolo cattivo nel sangue.

Ed è proprio su quest'ultimo punto che ci concentreremo, mostrandoti in quale modo i semi di lino possono essere tra i migliori alleati nella lotta a questo nemico del tuo cuore, come utilizzarli al meglio e in quali ricette possono essere degli ottimi sostituti di alimenti ricchi di colesterolo, come le uova.


 

Lignani e acidi grassi Omega: due alleati per il cuore

Come già accennato, i semi di lino contengono moltissime sostanze in grado di mantenere in salute il sistema cardiovascolare.

Gli acidi grassi polinsaturi, come gli Omega 3 e gli Omega 6, hanno un ruolo fondamentale nell'abbassamento del cosiddetto "colesterolo cattivo" (LDL) nel sangue. In particolare l'acido alfa-linoleico (ALA), della famiglia degli Omega 3, contribuisce anche ad aumentare il "colesterolo buono" (HDL) che serve all'organismo nello smaltimento di quello dannoso e nella produzione della bile.

I semi di lino contengono altissime quantità di queste sostanze benefiche, tanto che vengono consigliati come sostituto vegetale per i vegani, i vegetariani e per tutti coloro che non mangiano pesce e che quindi non assumono abbastanza Omega 3.

Un'altra sostanza che favorisce la salute del sistema cardiocircolatorio, e di cui questi semi sono ricchissimi, sono i lignani. Si tratta di fitoestrogeni, sostanze che hanno caratteristiche quasi identiche agli estrogeni e grandi proprietà antiossidanti. Inoltre i lignani contribuiscono ad abbassare il rischio di contrarre tumori (soprattutto quelli alla prostata, al colon e al seno) e a potenziare le difese immunitarie.


 

L'utilizzo in cucina

Per assorbire al meglio il loro contenuto di acidi grassi Omega e di lignani, ti diamo qualche consiglio:

  • È sempre necessario macinare i semi prima di mangiarli. Il loro guscio è molto resistente e non viene digerito dal nostro organismo. Mangiarli interi significa non assimilare per niente le loro sostanze benefiche.
  • Possono essere cotti senza problemi ad alte temperature (come quella di un forno) senza perdere le loro sostanze nutritive.
  • I semi di lino contengono tantissime fibre e aiutano il normale transito intestinale. Se vengono consumati in quantità eccessiva, però, ci possono essere problemi ad assorbire correttamente eventuali medicinali assunti per via orale (che verrebbero espulsi prima di essere assorbiti). Quando si segue una terapia per via orale, è meglio limitare il consumo di semi di lino, e mangiarli lontano dall'orario di assunzione dei farmaci.
  • È meglio limitarsi al consumo di massimo 3-4 cucchiai di semi crudi al giorno, per evitare che alcune sostanze, i glucosidi cianogeni, possano interferire con l'assorbimento di iodio da parte della tiroide. Se vengono cotti al forno, invece, le alte temperature attenuano l'azione di queste sostanze.


 

Le ricette per la salute

I semi di lino possono essere utilizzati in mille modi diversi, in particolare come sostituto delle uova. Essendo semi particolarmente oleosi, sono perfetti per legare i vari ingredienti nella preparazione di torte, biscotti e molti altri piatti.

Questo li rende adatti non solo per ricette vegetariane e vegane, ma anche per la cucina di tutti coloro che hanno la necessità di tenere il colesterolo sotto controllo e devono limitare molto il consumo di uova.

Eccone una facile da realizzare e molto gustosa, adatta anche a vegani e intolleranti al lattosio e alle uova:

Torta integrale di pere

Ingredienti:

Preparazione:

  1. Metti la buccia di limone in un bicchiere d'acqua fredda, in modo che ne prenda l'aroma.
  2. Lava le pere, togli il torsolo e tagliale a pezzetti.
  3. Nel mixer frulla i semi di lino con 3 cucchiai d'acqua finché non otterrai una pastella.
  4. In una grande ciotola unisci 3 cucchiai d'olio con lo zucchero di canna, l'acqua aromatizzata e il composto di semi di lino e mescola il tutto con una frusta.
  5. Sempre mescolando, incorpora gradualmente la farina integrale e il lievito, poi aggiungi i pezzetti di pera e versa il tutto in uno stampo per dolci in silicone oppure foderato di carta da forno.
  6. Livella bene la torta in modo che sia dello stesso spessore in tutti i punti e spargi le scaglie di mandorla o di altra frutta a guscio per decorare.
  7. Inforna a 160° C per 45 minuti circa.
  8. Una volta sfornata, lascia intiepidire la torta e servi.

 

Leggi tutti i nostri speciali sull'olio e i semi di lino:

> Il Lino dona semi e un olio preziosi per la salute

> Olio di lino in cosmesi

Disclaimer

Le informazioni fornite su Macrolibrarsi.it di Golden Books Srl sono di natura generale e a scopo puramente divulgativo e non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico abilitato (cioè un laureato in medicina abilitato alla professione) o, nei casi specifici, di altri operatori sanitari (odontoiatri, infermieri, farmacisti, fisioterapisti, e così via).

Le nozioni e le eventuali informazioni su procedure mediche, posologie e/o descrizioni di farmaci o prodotti d'uso presenti nei testi proposti e negli articoli pubblicati hanno unicamente un fine illustrativo e non consentono di acquisire la manualità e l'esperienza indispensabili per il loro uso o pratica.

 

Lo Staff di Macrolibrarsi.itTorna su Torna suDisponi gli articoli a grigliaDisponi gli articoli a lista

I vostri commenti - Scrivi un commento!

Nessun commento presente

Scrivi un commento!