Torna su ▲

Giorgio Mambretti - Anteprima - La Medicina del...

Giorgio Mambretti - Anteprima - La Medicina del Futuro

Se da più parti si comincia ormai ad ammettere che la causa di molte patologie possa ricercarsi in uno stress vissuto dal paziente, sembra però ancora sconosciuto alla medicina tradizionale il meccanismo che lega l'evento emotivo destabilizzante e l'apparizione del sintomo.

Inoltre lo stress vissuto dal paziente in un determinato momento della vita, è spesso talmente occultato nei meandri dell'inconscio nel momento in cui la malattia compare, da rendere ancora più ardua la ricerca del legame tra causa ed effetto.

Da ultimo ma non meno importante, bisogna tener presente che un paziente impaurito da un sintomo che non può padroneggiare, ha difficoltà a ritrovare il nesso tra evento conflittuale e malattia per cui la ricerca richiede tempo e pazienza da parte del terapeuta che deve altresì e in primo luogo conquistarsi la sua fiducia. Una vera consultazione non può durare pochi minuti basandosi solo su fredde analisi di laboratorio poiché l'essere umano è una realtà complessa composta di fisico, mente, emozioni e inconscio, ma deve svolgersi avendo a disposizione tutto il tempo che occorre per ritrovare quell'istante di sofferenza che è la causa della malattia.

Questa sofferenza ha messo l'individuo in un disequilibrio psicofisico che lo costringe suo malgrado e a sua insaputa a ricercare l'equilibrio perduto per sopravvivere. S'innesca così in automatico un meccanismo inconscio di compensazione, il sintomo, che permette di superare il momento critico ma che ci fa ammalare.

Senza la conoscenza di questo meccanismo e della simbologia delle varie strutture del corpo umano, è assai difficile aiutare il paziente e purtroppo tale sapere non viene solo dagli studi intrapresi, che sono peraltro importanti, ma è acquisita con l'esperienza e con l'ascolto attento delle sofferenze d'innumerevoli pazienti.

Bisogna tener presente che ogni individuo è un essere unico con una storia e delle esperienze emotive che appartengono solo a lui ed è dunque pericoloso generalizzare e incasellare senza tener conto di tutte le sfumature che appartengono alla storia di ciascuno.

È di tutto ciò che parla Mambretti prendendo in esame e spiegando in dettaglio il meccanismo della compensazione e dimostrando, con l'appoggio di molti casi concreti, come esso si applichi non solo alle malattie ma a tutti gli intoppi della vita.

I numerosi esempi esposti aiutano il lettore a comprendere questi meccanismi di cui si ha scarsa conoscenza e lo conducono per mano su una strada che porta l'individuo non solo verso la guarigione, ma anche su di un cammino di conoscenza di se stessi e dei fatti che egli si trova a vivere senza sapersene dare una ragione.

Un libro che farà discutere per le idee innovative che l'autore suggerisce invitando il lettore a un cambio di rotta, radicale e necessario, per giungere finalmente alla comprensione della causa prima delle patologie e non solo.

 

Giorgio MambrettiTorna su Torna suDisponi gli articoli a grigliaDisponi gli articoli a lista

Giorgio Mambretti

Dopo gli studi di agopuntura e osteopatia, a seguito di una diagnosi senza speranza, si è orientato verso una nuova medicina che ha esposto nel suo primo libro: "La medicina sottosopra – E se Hamer avesse ragione?!" Nelle opere successive: "Una chiave per guarire" e "la Medicina del futuro", l'autore ha proseguito il suo lavoro che è frutto, non solo di anni di studi, ma soprattutto di innumerevoli ore di ascolto dei pazienti e di riflessioni sulle loro storie.

 

 

Macrolibrarsi Assistenza Chat

 

Assistenza Clienti

NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra newsletter e ricevi sconti, promozioni e novità direttamente nella tua casella di posta.

Guadagna subito +50 PUNTI per i tuoi futuri acquisti e premi.



COMMUNITY

Seguici su Facebook
Ti Piace Macrolibrarsi?
Se ti piace clicca su:
   

I LIBRI PIU' VENDUTI

 

SPECIALI