Torna su ▲

Fitoterapici liquidi Salugea

I vantaggi di una tecnologia avanzata.

Fitoterapici liquidi Salugea

La produzione di “succhi” di frutta può essere ottenuta oggi attraverso molteplici tecnologie, alcune molto semplici che possono generare un prodotto soggetto però a variabilità ed incostanza delle sue qualità ed altre più sofisticate che permettono l’ottenimento di prodotti di maggiore valore globale.

Un succo di frutta è in realtà una miscela dei vari componenti del frutto: la parte acquosa contenente sali minerali e vitamine idrosolubili, la parte della polpa contenente il nucleo delle sostanze bioattive vegetali ed anche la parte interna della buccia, che apporta spesso fondamentali molecole naturali che possono essere determinanti per la funzione benefica del frutto (basti pensare a pigmenti come i Polifenoli, gli Antociani, i Flavonoidi).

Il primo aspetto da considerare è quindi che un “succo” di frutta ben fatto e davvero funzionale per il benessere della persona presenti tutte queste 3 componenti naturali del frutto; solo in questo modo si potranno assumere tutte le proprietà del frutto nativo, senza perdere quelle più importanti che sono solitamente contenute nella polpa e nella parte interna della buccia.

Tutto ciò è particolarmente vero per i frutti a bacca; nelle bacche infatti il cuore delle loro proprietà è contenuto proprio nella polpa e nella parte interna della buccia.

Ma se proviamo a fare un succo di frutta “casalingo”, cioè con una tecnica molto semplice come ad esempio il nostro spremi agrumi, otterremo intanto una preparazione molto approssimativa, con grande variabilità della dimensione dei frammenti sospesi nella “spremuta” e magari anche con la presenza di pezzi di semi e bucce. Ciò comporterà che il succo tenderà a separarsi rapidamente fra una fase acquosa più limpida che resterà in superficie ed una più densa che tenderà a depositarsi.

Ma l’aspetto più importante emerge quando guardiamo più da vicino questi “frammenti” in sospensione; essi possono essere sì dei pezzi di polpa o di parte interna della buccia ma al loro interno, essendo molto grandi (per questo vanno a fondo) in realtà intrappolano e non rendono disponibili all’assorbimento dell’organismo molte delle sostanze benefiche che contengono!

Sappiamo bene che il nostro sistema digerente assorbe meglio e con più efficienza le sostanze contenute negli alimenti in ragione del grado di “sminuzzamento” con cui le ingeriamo… immaginiamo di dover digerire una fragola ingerendola intera piuttosto che masticandola: il processo digestivo sarà molto più difficoltoso, lento e soprattutto le sostanze del frutto utili al nostro organismo saranno molto meno disponibili!!!

Questo è ancora più vero in quanto molte sostanze vegetali sono indigeribili per il sistema digerente dell’uomo! Quindi questi frammenti vegetali “grossolani”, anche se li beviamo insieme al succo, possono attraversare tutto il nostro apparato gastro-intestinale senza apportare alcun beneficio, non rilasciando i principi attivi che trattengono ed appesantendo inoltre anche la nostra digestione!

Come sono fatti i fitoterapici liquidi Salugea?

La finalità del processo produttivo dei fitoterapici liquidi Salugea è quello di ottenere la migliore miscelazione, omogeneità e disponibilità di tutte le 3 parti funzionali attive di un frutto a bacca: il Succo vero e proprio, la Polpa e la parte interna della Buccia.

Vediamo quali sono i passi che portano a ciò e vedremo che sfruttano tecnologie estremamente avanzate che permettono di ottenere questo mix ottimale senza alterare la naturalità del prodotto finito.

Dopo le fasi di Lavaggio in acqua, Pulizia ed Asciugatura delle Bacche il primo passaggio è quello della:

SPREMITURA

Le Bacche vengono schiacciate meccanicamente in maniera grossolana per rompere la buccia e far fuoriuscire polpa e succo dai frutti;

MULINO COLLOIDALE

Le Bacche schiacciate insieme a polpa e succo passano in un mulino colloidale, uno strumento che permette di ottenere uno sminuzzamento molto fine delle particelle di una miscela di frutti; si chiama “colloidale” perché permette, regolando opportunamente lo spazio attraverso il quale la spremitura deve passare, di ottenere particelle allo stato “colloidale”.

Una “particella colloidale” la possiamo vedere quando ad esempio spremiamo un limone in un bicchiere d’acqua; tutte le microscopiche particelle che osserviamo restare in sospensione nell’acqua e la rendono opalescente sono “particelle colloidali”. Esse non si depositeranno mai sul fondo del bicchiere (quelle altre sono particelle “grossolane”) per quanto tempo aspetteremo. Le “particelle colloidali” sono talmente piccole che entrano in un rapporto chimico-fisico molto particolare con l’acqua; esse infatti, oltre a non affondare, all’interno del nostro sistema digerente sono “catturabili” in maniera estremamente facile dalle mucose dello stomaco e dell’intestino, possono essere rapidamente assorbite e digerite e rilasciano la quasi totalità dei loro princìpi nutritivi, che possono infine così transitare nel sangue e quindi essere condotti nell’organismo.

In pratica, avendo un Succo ricco di particelle colloidali, questo apparirà non sedimentare nel tempo o avere una bassissima tendenza a farlo; ricordiamo che ogni particella che invece si depositerà sul fondo sarà sempre più difficilmente assorbita dal nostro organismo, con il rischio che in questo modo perderemo gran parte delle sostanze benefiche che invece avremmo potuto assorbire.

Questo processo nel mulino colloidale avviene a temperatura controllata (ca. 20°C) in modo che non ci possano essere surriscaldamenti che possano deteriorare il prodotto e le preziose sostanze naturali contenute all’interno.

DOPPIA MISCELATURA

Si tratta di un rimescolamento meccanico, anch’esso svolto a temperatura controllata che assicura una ottimale miscelazione e dispersione di tutte le parti attive ancora contenute nella spremitura; ricordiamo che ancora dentro ci sono pezzi di semi, tegumenti fibrosi, bucce, ecc.

OMOGENEIZZAZIONE AD ALTA PRESSIONE

Il passaggio successivo è l’omogeneizzazione che serve a uniformare la dimensione delle particelle della spremitura, per renderla più stabile e per ottenere un gusto e una consistenza migliori. Inoltre, consente di ottimizzare la costituzione dei prodotti, eliminando l’uso di agenti emulsionanti e di additivi.

L’effetto è ottenuto eseguendo il passaggio del prodotto attraverso una speciale valvola omogeneizzante che utilizza la spinta di una alta pressione. Si possono ottenere così una omogeneità delle particelle colloidali di dimensioni estremamente fini, che possono andare da 0,5 a 1 micron (1 micron = 1/1000 di millimetro!). Il tutto avviene sempre mantenendo il prodotto a temperatura intorno ai 20°C per non deteriorarlo in alcun modo.

La ricca consistenza, il gusto inimitabile, la grande vitalità dei Fitoterapici liquidi Salugea sono proprio dovuti a questi processi che assicurano così una ottimale dispersione di particelle finissime della bacca, che sono pronte e disponibili ad un rapido assorbimento nel nostro organismo di tutte le preziose sostanze naturali in esse contenute. In questo modo abbiamo evitato di perdere moltissima parte delle sostanze utili ed attive per il nostro benessere in particelle “grossolane” che avrebbero sedimentato e soprattutto non avrebbero potuto rendere disponibili gran parte delle loro sostanze nutritive!

Al termine di questa fase c’è lo scarto di tutte le parti ormai inerti e sfruttate della bacca, come bucce, tegumenti di semi, fibre insolubili, parti coriacee e fibrose. Tutte le sostanze attive del frutto a questo punto si trovano nella spremitura ed in forma altamente disponibile!

PASTORIZZAZIONE FLASH

La “Flash Pasteurization” è un ultimo processo strategico ad alta tecnologia che Salugea utilizza e che permette di abbattere e stabilizzare la carica batterica del prodotto. Si tratta di un processo che porta rapidissimamente la spremitura a 92°C per soli 30 secondi, per poi essere di nuovo rapidamente raffreddata. Questo improvviso e rapido sbalzo termico permette di conseguire 2 fondamentali risultati:

  1. La quantità di microrganismi presenti viene diminuita grandemente in quanto la gran parte viene uccisa a causa dello sbalzo termico, lo sviluppo dei batteri superstiti viene bloccata ed inibita;
  2. Ciò permette di NON fare assolutamente uso di conservanti, stabilizzanti, antifermentativi, antiossidanti, garantendo un prodotto assolutamente sano e naturale!

Cosa altrettanto importante è che con la pastorizzazione Flash si contiene al massimo anche la degradazione che i princìpi attivi naturali possono subire attraverso lo shock termico, ricucendo al minimo i tempi di permanenza ad alte temperature. Consideriamo che una pastorizzazione standard può prevedere una permanenza a 80°C per 20 – 30 minuti!

Il processo di produzione dei Succhi Salugea si conclude con l’imbottigliamento asettico e la sigillatura del prodotto finito, pronto a fornire tutto il suo ricco contenuto di preziose sostanze naturali nella forma più ampiamente e facilmente disponibile per il nostro organismo.

Salugea quindi unisce la naturalità primigenia delle bacche con le più avanzate e moderne tecnologie per assicurare al suo consumatore le migliori possibilità di usufruire in toto di tutte le parti del frutto, rendendole disponibili nel modo più completo ed assorbibile dal nostro organismo.

Di questo ce se ne accorge fin dal primo assaggio di una Spremitura Salugea, gustando la ricca corposità, l’assoluta naturalità e la sensazione rivitalizzante che investe tutti i sensi.

Tutto questo è il percorso di Qualità di Salugea, che consente di disporre di prodotti che coniugano una alta tecnologia insieme alla massima attenzione verso la completezza e l’efficacia naturale di ciò che offre ai suoi consumatori.

Dott. Stefano Censani

Biologo e Naturopata

Succo di Acai<br/>Puro al 100% Succo di Acerola<br/>Puro al 100% Succo di Aloe Vera<br/>Puro al 100% Succo di Aronia<br/>Puro al 100% Succo di Cranberry<br/>Puro al 100%

Succo di Acai
Puro al 100%

Salugea

Succo di Acerola
Puro al 100%

Salugea

Succo di Aloe Vera
Puro al 100%

Salugea

Succo di Aronia
Puro al 100%

Salugea

Succo di Cranberry
Puro al 100%

Salugea

Succo di Fico d'India<br/>Puro al 100% Succo di Goji<br/>Puro al 100% Succo di Mangostano<br/>Puro al 100% Succo di Maqui<br/>Puro al 100% Succo di Melograno<br/>Puro al 100%

Succo di Fico d'India
Puro al 100%

Salugea

Succo di Goji
Puro al 100%

Salugea

Succo di Mangostano
Puro al 100%

Salugea

Succo di Maqui
Puro al 100%

Salugea

Succo di Melograno
Puro al 100%

Salugea

Succo di Noni<br/>Puro al 100% Succo di Olivello Spinoso<br/>Puro al 100% Succo di Sambuco<br/>Puro al 100% Succo di Yumberry<br/>Puro al 100%

Succo di Noni
Puro al 100%

Salugea

Succo di Olivello Spinoso
Puro al 100%

Salugea

Succo di Sambuco
Puro al 100%

Salugea

Succo di Yumberry
Puro al 100%

Salugea

 

Stefano CensaniTorna su Torna suDisponi gli articoli a grigliaDisponi gli articoli a lista

Il Dott. Stefano Censani è laureato in Scienze Biologiche ad indirizzo biologico-sanitario presso l’Università di Camerino con la votazione di 110/110 e Lode, e ha successivamente conseguito anche il Diploma Quadriennale di Operatore in Discipline Bio-Naturali e Naturopatia ad Ancona.

Da oltre 25 anni svolge con grande passione la professione di Direttore di Produzione e Formulatore di integratori erboristici. E' Direttore Tecnico in Salugea, dove studia e progetta formulazioni 100% naturali a base di estratti vegetali.