Torna su ▲
Avvento 2016
Idee Regalo

Estratto dal libro “Il libro nero dei veterinari”

Leggi un’anteprima dal libro “Il libro nero dei veterinari”

Estratto dal libro “Il libro nero dei veterinari”

Quali sono i peggiori effetti collaterali delle vaccinazioni?



Qui vanno poste in rilievo soprattutto le reazioni del sistema immu­nitario, come lo choc anafilattico. Lo choc anafilattico è la forma più grave di una reazione allergica. In questo tipo di reazione vengono colpiti gli organi vitali e, a seconda delle circostanze, in seguito a un collasso circolatorio si possono avere conseguenze letali.

Inoltre, possono insorgere anche edemi, malattie dermatologiche, prurito e malattie autoimmuni (anche della tiroide), così come diarrea e vomito, malattie del sistema nervoso o infiammazioni ai nervi e pa­ralisi e naturalmente il fibrosarcoma di cui si è già parlato.

Se i fibrosarcomi si formano sempre nel punto in cui è stata fatta la vaccinazione e sono facilmente individuabili, come d’altra parte lo è ciò che li provoca, quando si parla delle altre malattie, nella mag­gior parte dei casi non è così facile trovare un collegamento diretto con un’avvenuta vaccinazione. Alla luce di quanto riferitomi da alcuni proprietari, posso dire che la malattia è comparsa nei loro cani o gatti poco dopo la vaccinazione o che ogni anno dopo il vaccino l’animale ha mostrato precisi cambiamenti. Prima non avevo preso queste in­formazioni molto sul serio, ma oggi sono molto consapevole del fatto che, tramite vaccinazioni inappropriate, cani e gatti possono sviluppa­re sintomi di malattie e soprattutto allergie.

Noi veterinari dovremmo fare ricerche anche sui molti disturbi or­monali che al giorno d’oggi si presentano sempre più di frequente, in questo caso soprattutto sulle malattie alla tiroide ma anche su altre disfunzioni. Ad esempio, dovremmo dedicarci maggiormente alla pre­venzione, cioè assumere un atteggiamento più responsabile nei con­fronti delle vaccinazioni, anziché prescrivere farmaci sempre nuovi e apparentemente migliori.

Riassumendo, vorrei raccomandare a coloro che si sentono respon­sabili dei loro animali il piano di vaccinazioni che segue.

Gatti d’appartamento


Vaccinarli solo contro la panleucopenia!

Immunizzazione primaria (vaccino privo di adiuvante, ad esempio Eurifel P), cioè una vaccinazione da fare in due volte quando sono cuccioli. Se al momento della prima vaccinazione il gatto ha più di 16 settimane, basta un’unica vaccinazione. L’immunità dura per tutta la vita.

Cani

Per i cani hanno un senso solo le vaccinazioni contro il cimurro, l’epa­tite, il parvovirus e, se necessario, la rabbia. Contro queste patologie, anche se compaiono di rado, i cani devono avere un’immunizzazione primaria; non bisognerebbe rinunciare a tali vaccinazioni, che vanno fatte soprattutto per proteggere il cane da cuccioli infetti provenienti da allevamenti intensivi senza scrupoli e che magari vendono gli ani­mali sulle autostrade. Un’immunizzazione primaria fatta in due volte da cuccioli basta per una protezione che dura tutta la vita. I veteri­nari, però, hanno a disposizione solo vaccini combinati. In genere si sconsigliano le vaccinazioni contro sette o otto malattie. Anche per il cimurro, l’epatite e la leptospirosi c’è una preparazione combinata. In questo caso, però, si può separare la leptospirosi e la si può sostituire con acqua distillata.

Cosa potete fare se il vostro veterinario insiste sulle vaccinazioni annuali?

La cosa migliore, naturalmente, è cambiarlo. Ma cosa fare se tutti i veterinari che consultate la pensano così? A questo proposito posso solo dire una cosa: non siete obbligati a far vaccinare il vostro animale. Solo voi avete il diritto di decidere che cosa somministrare al vostro cane o al vostro gatto. Non lasciatevi intimorire da certe argo­mentazioni poco convincenti. Chiedete piuttosto al veterinario se lui stesso si fa vaccinare annualmente contro morbillo, parotite e rosolia!

 

Jutta ZieglerTorna su Torna suDisponi gli articoli a grigliaDisponi gli articoli a lista

Jutta Ziegler

Jutta Ziegler, dal 1999 conduce uno studio veterinario per piccoli animali con annesso negozio di prodotti naturali, della cui preparazione perlopiù si occupa personalmente. Inoltre, è medico veterinario con specializzazione in omeopatia. Da anni si occupa intensamente di metodi di guarigione alternativi, anche se la sua attenzione si rivolge in particolare all’alimentazione cruda biologica secondo natura per cani e gatti (BARF). Su questi argomenti offre consulenze e tiene conferenze e seminari.

 

I vostri commenti - Scrivi un commento!

Nessun commento presente

Scrivi un commento!

Articoli correlatiTorna su Torna suDisponi gli articoli a grigliaDisponi gli articoli a lista

Il Libro Nero dei Veterinari - Libro

La medicina che fa ammalare gli animali

Jutta Ziegler

(15)
€ 10,97 € 12,90 (-15%)
Disponibilità: Immediata

Libro - Macro Edizioni - Marzo 2015 - Omeopatia Veterinaria

Negli ultimi decenni sono cambiate molte cose rispetto all'alimentazione e alla cura degli animali che condividono con noi casa e affetti, tante cose sono migliorate ma nel contempo abbiamo assistito ad un aumento... scheda dettagliata