Torna su ▲

RICEVI L'OMAGGIO DI OGGI SE ACQUISTI ENTRO: ORE MIN SEC

Avvento 2016
Idee Regalo

Estratto dal libro “Felice come un Buddha”

Leggi un’anteprima del libro “Felice come un Buddha”

Estratto dal libro “Felice come un Buddha”

Nel giardino della tua mente

Immagina ora che la tua mente sia un giardino. Potresti semplicemente stare lì, osservare le erbacce e i fiori senza giudicare né cambiare nulla. Oppure, seconda possibilità, potresti strappare le erbacce, ossia diminuire il negativo nella tua mente. Oppure, terza possibilità, potresti coltivare dei fiori aumentando il positivo nella tua mente. (Vedere nel riquadro qui sotto per sapere cosa intendo con positivo e negativo). In sostanza, puoi gestire la tua mente in tre modi fondamentali7: lasciar essere, lasciar andare, lasciar entrare.

Questo libro si occupa del terzo modo, cioè coltivare le forze interiori: far crescere dei fiori nel giardino della mente. Per aiutarti a fare tutto questo in maniera più efficace, vorrei fare un confronto con gli altri due modi di gestire la mente.

Che cos’è il positivo?

Con positivo e buono intendo ciò che conduce alla felicità ed è di beneficio per se stessi e gli altri. Negativo e cattivo significano ciò che porta a sofferenza e danno. Sarò pragmatico qui, senza essere né moralista né religioso.

Le esperienze positive, di solito, procurano una buona sensazione. Vi sono, però, alcune esperienze che, pur generando sul momento una cattiva sensazione, producono dei buoni risultati, e che, quindi, definirò positive. Per esempio, il dolore che si prova poggiando una mano su un fornello bollente, l’ansia di non trovare nostro figlio al parco, e il rimorso che ci aiuta a fare la scelta giusta, sono tutte esperienze che ci fanno sentire male nel momento presente, per poi aiutarci a sentirci meglio in seguito.

Allo stesso modo, le esperienze negative di solito ci fanno sentire male. Però, vi sono alcune esperienze che pur facendoci sentire bene nell’immediato, possono portare cattivi risultati, per cui le definirò negative. L’ebbrezza data da tre birre o la vendetta dello spettegolare su qualcuno che ci ha fatto un torto, possono provocare una sensazione momentaneamente piacevole, ma il costo supera di gran lunga i benefìci.

Esperienze come queste, infatti, ci fanno sentire bene sul momento, ma ci faranno sentire assai peggio in seguito.

Osservare la mente

Lasciare che la mente segua il suo corso e osservare semplicemente le tue esperienze, ti procurerà sollievo e giusta visione; è come allontanarsi da uno schermo cinematografico e guardare il film da venti file più indietro. Lasciare che la corrente della coscienza scorra da sé ci aiuta a smettere di inseguire ciò che è piacevole e a smettere di lottare contro ciò che non lo è. Puoi esplorare le esperienze con coinvolgimento interiore e (auspicabilmente) con gentilezza nei tuoi confronti, magari collegandoti con gli strati più teneri, più vulnerabili e più giovani della tua mente. Alla luce di una consapevolezza di accettazione non reattiva, i tuoi pensieri e le tue emozioni negative possono sciogliersi come la nebbia del mattino in una giornata di sole.

Lavorare con la mente

Ma il solo osservare la mente non è abbastanza. Hai bisogno anche di lavorare con la mente, fare degli sforzi, in maniera saggia, come ad esempio strappare le erbacce e far crescere i fiori. La mera osservazione dello stress, delle preoccupazioni, dell’irritabilità o del cattivo umore non necessariamente sradicherà queste cose. Come vedremo nel prossimo capitolo, il cervello si è evoluto, imparando fin troppo bene dalle esperienze negative, che immagazzina in strutture neurali durature. Osservare la propria mente, di per sé, non accrescerà neppure la gratitudine, l’entusiasmo, l’onestà, la creatività né altri punti di forza interiori. Tutte queste qualità mentali, infatti, sono basate su strutture neurali sottostanti che non si creano spontaneamente. Inoltre, per rimanere pienamente con la tua mente, devi lavorare con essa per coltivare quei punti di forza interiori come la calma e la visione, che ti permetteranno di sentire tutte le tue emozioni e di affrontare le ombre interiori, anche quando questo ti sembrerà difficile. Altrimenti aprirti alle tue esperienze può diventare come aprire una botola per l’inferno.

 

Rick HansonTorna su Torna suDisponi gli articoli a grigliaDisponi gli articoli a lista

Rick Hanson

Rick Hanson, neuropsicologo e maestro di meditazione, si è specializzato in psicologia clinica lavorando sia con gli adulti sia con i bambini.

Professore al Greater Good Science Center dell'Università della California, Berkeley. Tiene frequenti e seguitissimi corsi e conferenze nelle più grandi università mondiali come Oxford, Harvard e Stanford. Ogni suo nuovo libro è premiato da un successo di pubblico incredibile.

 

I vostri commenti - Scrivi un commento!

Nessun commento presente

Scrivi un commento!

Articoli correlatiTorna su Torna suDisponi gli articoli a grigliaDisponi gli articoli a lista

Felice come un Buddha - Libro

La scienza della Mente per vivere più sereni e rilassati

Rick Hanson

€ 12,33 € 14,50 (-15%) Solo 4 disponibili: affrettati!
Disponibilità: Immediata

Libro - BIS Edizioni - Marzo 2015 - Buddha e Buddismo

È fin troppo facile evidenziare gli aspetti negativi della nostra vita. E quelli positivi? Ammesso che li noti, ben presto svaniscono perché vengono dimenticati. In questo manuale troverai tutte le istruzioni per creare... scheda dettagliata