Torna su ▲

Essiccatori Biosec: l'Esperto risponde

Essiccatori Biosec: l'Esperto risponde

Ecco le domande più frequentemente rivolte all'esperto Tauro

Guarda se c'è anche la tua: in questo modo avrai la risposta subito!

Non hai trovato la risposta alla tua domanda?

L'ESPERTO RISPONDE

L'ESPERTO RISPONDE

Per maggiori informazioni sugli Essiccatori Tauro lascia una domanda al produttore. E' un servizio gratuito per i clienti di Macrolibrarsi.

Fai una domanda >

 

> Torna su

 

Quanto è grande Biosec? Quanto pesa a vuoto?

I vari modelli di Biosec sono riconducibili a due differenti tipologie dimensionali:

  • le versioni piccole (B5, B5S e B6) – dimensioni: 27x27x45cm
  • le versioni grandi (B10, B10S e B12) – dimensioni: 27x27x82 cm

Nessuno dei modelli a vuoto pesa più di 10 kg.

 

> Torna su

 

In caso di problemi, Biosec è garantito?

Tutti gli essiccatori Biosec sono garantiti 2 anni, conservando la scatola originaria.
In caso di riparazioni o sostituzione, rivolgiti alla nostra Assistenza Clienti:

  • Telefonando al 0547 346317
  • Scrivendo una email a info@macrolibrarsi.it
  • Avviando una chat con uno dei nostri operatori: clicca qui

 

> Torna su

 

I materiali utilizzati per la costruzione dell'essiccatore sono sicuri e certificati?
Sono presenti BPA o ftalati nei materiali plastici?

Tutti i materiali utilizzati per realizzare Biosec sono i migliori attualmente in commercio e certificati CE per uso alimentare. 
Gli acciai utilizzati sono AISI 430 per i tunnel e AISI 304 per i cestelli mentre i materiali plastici utilizzati non contengono BPA o ftalati.

 

> Torna su

 

Qual è la differenza tra i Biosec in acciaio e quelli in plastica?

Tutte e due le varianti hanno in dotazione lo stesso motore, con risultati ed efficacia identici, ed entrambi sono certificati CE per l'uso alimentare. Se hai intenzione di produrre prodotti essiccati per la vendita, solitamente le ASL sollevano meno problemi se si utilizzano macchinari in acciaio inox.

Alcune differenze tra Biosec in acciaio e in plastica si possono riscontrare nel numero di cestelli e nella trama della rete degli stessi. I cestelli in acciaio, infatti, hanno una rete a trama più fitta e sono particolarmente consigliati in caso di trattamenti di prodotti di minime dimensioni, che in questo modo non correranno il rischio di scivolare accidentalmente in un altro contenitore. Inoltre, nelle versioni Deluxe (completamente in acciaio) sono presenti più cestelli all'interno dello stesso tunnel (6 invece di 5, oppure 12 invece di 10, a seconda della grandezza del modello scelto).

 

> Torna su

 

Quali sono i consumi di Biosec?

Il consumo del motore dell'essiccatore solitamente si aggira tra i 15W e i 350W, in funzione del programma selezionato e della fase in corso del programma stesso. Come riportato dalla scheda tecnica, il picco massimo raggiungibile dall'apparecchio è di 480W e questo livello di consumo si realizza solamente quando si arriva ai limiti più elevati di calore (ad esempio i 68° C del programma 4) e la ventola raggiunge la sua massima velocità.

Il motore di Biosec è studiato per ottimizzare i consumi in ogni circostanza e si possono utilizzare contemporaneamente anche altri elettrodomestici. Prevede inoltre un programma dedicato al risparmio energetico.

Per questi motivi l'essiccatore in funzione solitamente non influisce sul conteggio dei KW consumati in casa (se attacchiamo la lavatrice sapremo di non dover far lavorare anche il forno, ma in questo calcolo Biosec è ininfluente) e che l'incidenza data dall'uso di questo elettrodomestico non risulta di norma rilevabile in bolletta.

 

> Torna su

 

Perché Biosec utilizza aria a flusso orizzontale per funzionare?

Utilizzando un flusso di tipo orizzontale, l'essiccatore consente un trattamento omogeneo in tutti i cestelli, evitandoti di doverli scambiare di posto durante l'uso.
Inoltre potrai riempirli al massimo delle loro capacità, in quanto con questo sistema l'aria riesce a raggiungere i ripiani in modo quasi del tutto uniforme.

 

> Torna su

 

Biosec fa rumore mentre è in funzione?

Non solo Biosec produce soltanto un lieve rumore del tutto simile o anche inferiore a quello dei normali forni elettrici, ma è dotato in aggiunta di un programma apposito per ridurre al minimo i suoni emessi. E' anche decisamente più silenzioso di una lavastoviglie.

 

> Torna su

 

A causa dello smaltimento esterno dell'umidità durante l'utilizzo, Biosec può favorire lo sviluppo di muffe in casa?

Assolutamente no. In presenza di normali condizioni di aerazione dei locali, la quantità di vapore acqueo smaltita dall'essiccatore Biosec non crea alcun problema di accumulo di umidità o di sviluppo di muffe all'interno dell'abitazione.

 

> Torna su

 

Perchè il mio Biosec nuovo puzza?
Cosa devo fare per rimuovere il cattivo odore?

Durante la produzione dei materiali plastici (per i modelli Silver e Domus) e delle ventole del motore (per tutte le linee) che compongono l'essiccatore possono essere utilizzati prodotti di finitura con una profumazione un po' sgradevole. In questo caso saranno necessarie alcune ore per permettere a questi odori di volatilizzarsi.

Per velocizzare il processo, puoi accendere per qualche ora il motore (ti consigliamo l'utilizzo della modalità P6 Economy).
In ogni caso, prima di iniziare ad utilizzare l'essiccatore, lava i cestelli.

 

> Torna su

 

Per prolungare Biosec attraverso un modulo complementare, mi occorrono attrezzi particolari?
Una volta prolungato, i prodotti posti ad essiccare più lontano dal motore avranno bisogno di più tempo rispetto agli altri?

Assolutamente no: devi semplicemente affiancare il modulo e l'essiccatore per permetterne l'utilizzo congiunto. Il motore di Biosec è studiato per permettere il funzionamento perfetto di un massimo di due tunnel lunghi (10-12 cestelli) in successione.

Se decidi di inserire all'interno prodotti estremamente acquosi, per evitare diffferenze nei tempi di essiccazione, sarà sufficiente spostare il motore da una estremità all'altra dei due tunnel congiunti verso la metà del processo.

 

> Torna su

 

Posso essiccare insieme prodotti diversi?
E' necessario disporli su più livelli oppure posso anche utilizzare un unico cestello?

In teoria è possibile: Biosec è perfettamente funzionante anche con un solo cestello, che può essere riempito fino al massimo della capienza. Nulla però ti vieta di ottimizzare lo spazio disponendo i vostri prodotti su diversi livelli e ponendo quelli contenenti un quantitativo d'acqua maggiore più in basso.

Per quanto riguarda il programma da utilizzare, scegline uno adatto a tutte le varietà di cibo che hai inserito e verifica in momenti diversi il loro grado di essiccazione.

 

> Torna su

 

Come e per quanto tempo posso conservare un prodotto dopo l'essiccazione?
E' obbligatorio conservarli sottovuoto?

Di norma, tutti i prodotti essiccati devono essere posti al riparo da luce, umidità e insetti. L'ideale sarebbe sistemarli in un armadio buio o in una dispensa. Se seguirai queste indicazioni, i tuoi prodotti potranno durare anche oltre un anno.

Il sottovuoto non è obbligatorio, anche se è sicuramente la soluzione che permette di risparmiare più spazio. In alternativa puoi utilizzare vasetti con tappo a scatto o a vite, richiudendoli bene ogni volta che li apri.

 

> Torna su

 

In quali luoghi posso utilizzare il mio Biosec?

Usa il tuo essiccatore Biosec al chiuso, lontano dall'acqua (è un apparecchio elettrico), dagli agenti atmosferici e dalla luce del sole diretta.

Per utilizzarlo nel modo più corretto, puoi metterlo in un luogo non troppo umido (quindi niente cantine, bagni o lavanderie) e sufficientemente ampio da permettere il ricambio dell'aria e lo smaltimento dell'umidità estratta (non in armadi o stipetti).

 

> Torna su

 

Posso lavare i cestelli in lavastoviglie?

Tutti i cestelli sono lavabili in lavastoviglie senza alcun problema, siano essi in acciaio o in plastica.

 

> Torna su

 

Posso usare l'essiccatore per la pasta fatta in casa?

Si, c'è un programma dedicato appositamente alla pasta (programma P5). Questo programma è stato pensato per la sua delicatezza, che secca correttamente la pasta impedendole di creparsi in superficie.

Ovviamente le tempistiche variano in base a tipologia, umidità ed eventuali ripieni. 

> Torna su

 

Non hai trovato la risposta alla tua domanda?

L'ESPERTO RISPONDE

L'ESPERTO RISPONDE

Per maggiori informazioni sugli Essiccatori Tauro lascia una domanda al produttore. E' un servizio gratuito per i clienti di Macrolibrarsi.

Fai una domanda >

 

Lo Staff di Macrolibrarsi.itTorna su Torna suDisponi gli articoli a grigliaDisponi gli articoli a lista