Torna su ▲

La dieta più corretta

La dieta più corretta

DIETA: VEDI TUTTI I LIBRI SULLE DIETE: CLICCA QUI!

“Mangiare veloce, sfamarsi con cibi pronti e fast-food, consumare alimenti raffinati, spesso fritti e praticamente tossici per i nostri corpi.”

Questa è la realtà che colpisce ogni giorno milioni di persone costrette a vivere una vita “accelerata” e a nutrirsi di alimenti privi dell’ingrediente più importante, l’amore!
I pasti vengono consumati frettolosamente in piedi, per strada o davanti alla TV, senza apprezzare né rendersi conto del nutrimento che forniscono.
Un terzo di tutte le forme di cancro è collegato a problemi di obesità, a una dieta carente e a una vita sedentaria, tutti fattori che contribuiscono anche all’insorgere malattie cardiache.
Prenderci cura di noi stessi è il modo migliore per assicurarsi una vita piena di gioia e vigore.
I primi passi verso uno stile di vita vibrante è facile: dobbiamo semplicemente seguire una dieta più corretta.

Ecco una breve panoramica delle diete consigliati e i testi di riferimento.


La dieta macrobiotica  Vedi tutti i libri

La dieta macrobiotica si fonda sul principio Yin e Yang, espansione/contrazione, sono gli opposti che incontriamo in natura e ovunque: dolce e salato, notte e giorno ecc...
Secondo la scienza della macrobiotica, il perfetto equilibrio tra questi due elementi può portare al benessere fisico e psichico.

Gli alimenti utilizzati principalmente nella macrobiotica, sono i cereali (riso integrale, miglio, orzo, avena, farro ecc.), le verdure (quelle di stagione, con l'esclusione delle solanacee e delle patate, perché ritenute indigeste e in parte velenose per il corpo), le proteine sotto forma di legumi o di prodotti fermentati della soia (shou, miso, tofu), il seitan (ricavato dal glutine del grano), le alghe e una piccolissima parte di prodotti animali. 
La macrobiotica promuove l'uso di prodotti biologici e sconsiglia vivamente l'uso di alimenti chimici, alterati e raffinati: i più contestati sono lo zucchero bianco e i latticini.

Questa dieta eseguita correttamente può essere di aiuto per riportare equilibrio in un corpo zeppo di tossine e maltrattato per molti anni da un modo caotico e incosciente di nutrirsi.
Molte persone con la dieta macrobiotica, hanno potuto allungare la propria vita e acquistare una certa serenità interiore tipica delle diete vegetariane.

La dieta vegetariana Vedi tutti i libri

La dieta vegetariana elimina dall’alimentazione ogni tipo di carne animale, compresi i pesci e i crostacei, ma si continuano a mangiare i sottoprodotti animali, quali latte, uova, formaggio e miele. Alcune pubblicazioni attestano infatti che i vegetariani per l’abbondante introduzione di fibre, carboidrati, vitamine e minerali riducano l’incidenza di malattie cardiovascolari, cancri, ipertensione, diabete e obesità. Inoltre si riduce il sovraccarico proteico a carico di reni e fegato e si riduce la produzione di radicali liberi.

Il Crudismo Vedi tutti i libri

Il crudismo consiste nell’eliminare la cottura degli alimenti, questo per conservarne intatti i valori nutritivi altrimenti impoveriti.

I vantaggi del crudismo sono molteplici: le vitamine e i sali minerali presenti negli alimenti restano intatti; la digestione viene stimolata, l’intestino ripulito, l’organismo disintossicato e idratato. Nella sua forma perfetta ed eletta il crudismo è vegan, esclude cioè ogni alimento animale.


La dieta Vegana Vedi tutti i libri

Mentre i Vegetariani evitano solo la carne, i Vegan evitano anche latte e formaggi, uova, miele, pellicce, cuoio, lana e tutti i prodotti testati sugli animali; Vegan o Vegano è chi evita di usare o consumare prodotti di origine animale.

Il Veganismo è il passo successivo del Vegetarismo. Non più solo una scelta alimentare, ma una scelta di vita a tutto tondo, priva di crudeltà nei confronti di noi stessi, dell'ambiente e degli animali. È ovvio che, per chi decide di diventare Vegan, la dieta ha un'importanza fondamentale.

La dieta a Zona Vedi tutti i libri

Il metodo si basa su un controllo degli equilibri ormonali dell'organismo attraverso le scelte alimentari. In particolare sul controllo dei picchi insulinici attraverso l'eliminazione dei cibi con indice glicemico troppo elevato (cioè in grado di fare salire la glicemia), e sul controllo degli aspetti infiammatori generali attraverso un'integrazione con acidi grassi insaturi (omega 3 e omega 6). Alla base del metodo vi è l'indicazione quantitativa precisa di consumare cinque pasti al giorno, mantenendo il rapporto tra le calorie apportate da carboidrati, proteine e grassi nella percentuale del 40-30-30.

La dieta dei Gruppi Sanguini Vedi tutti i libri

La dieta ideata dal naturopata americano, Peter D'Adamo, prevede una nutrizione differenziata in funzione del gruppo sanguigno. Il gruppo 0 è quello originario, dei cacciatori/nomadi la cui alimentazione dovrà essere prevalentemente carnea e priva di cereali. Il gruppo A è invece quello dei primi agricoltori, quindi con aumento dell'apporto in cereali e verdure. Il gruppo B, di origine orientale, richiede invece un'alimentazione più ricca di latticini e di pesce, mentre il gruppo AB, più recente, è una via di mezzo tra i due precedenti e presenta grande adattabilità. Su questa base, secondo l'autore, andrebbero studiati i fabbisogni nutrizionali.


La dieta GIFT Vedi tutti i libri

GIFT Gradualità Individualità Flessibilità Tono è un regime alimentare che non conta le calorie, e consente di mangiare in modo variato, completo ed equilibrato, ripristinando lentamente ma stabilmente il peso ideale attraverso una riduzione della massa grassa in eccesso.

Il metodo si basa sul mantenimento della calma insulinica (attraverso una riduzione dei carboidrati ad alto indice glicemico), l'attivazione del metabolismo per attivare il consumo dei grassi, la scelta di cibi sani e non alterati.

Una lunga masticazione, movimento fisico, distribuzione dei pasti (colazione ricca e cena povera) rifiuto dei cibi spazzatura, abbinamento proteine/carboidrati, totale libertà nel consumo di frutta e verdura, utilizzo di buone quote di fibra e ricerca di un buon equilibrio psicofisico: ecco le regole base.

La dieta Kousmine Vedi tutti i libri

Catherine Kousmine, dottoressa svizzera di origine russa, considera gli errori alimentari e la progressiva assunzione di sostanze tossiche e inquinanti presenti nell'ambiente una delle principali cause di malattie, favorite da un insufficiente apporto di verdura e frutta fresca e da un abuso di carne e grassi animali.

Inoltre ritiene indispensabile mantenere il grado di acidità del sangue, il pH, entro certi limiti. Per questo scopo considera necessaria un'alimentazione ricca di cereali integrali e cibi crudi (come frutta e verdure), altamente alcalinizzanti, riducendo carni e grassi animali che hanno invece, secondo l'autrice, proprietà acidificanti. Queste le regole base: Alimentazione equilibrata, controllo dell'acidità, igiene intestinale e integrazione vitaminica.

La dieta Mayr Vedi tutti i libri

La salute complessiva dell'individuo è letta dal dottor Mayr come una derivata della correttezza del processo digestivo. La strada percorsa passa dunque per una attentissima masticazione dei cibi assunti, e per una scelta di cibi digeribilissimi e leggeri, fino a che l'apparato digerente non si sia rimesso completamente (poco latte inzuppato nel pane, quantità minime di cibo).

Inoltre individua  nelle fermentazioni serali e notturne uno dei volani negativi della salute (prodotti di fermentazione interna, cattiva qualità del sonno), tanto da ridurre grandemente l'entità del pasto serale. Individuare nella cattiva digestione una delle principali cause di tutte le malattie è un'illuminazione che merita il nostro interesse. L'importanza di una corretta e lunga masticazione è ancora oggi incredibilmente sottovalutata. Così come la pratica del pasto serale leggero e digeribile, per ottenere un sonno profondo e ristoratore, in grado di prevenire moltissime patologie.


La dieta Montignac Vedi tutti i libri

Il metodo Montignac si basa sul concetto che sia possibile dimagrire attraverso la scelta di cibi sani, mangiando normalmente. Si parte da una “fase 1” in cui sono vietati moltissimi cibi. Lo zucchero viene sostituito con edulcoranti artificiali. Il pasto viene costruito con due alternative: proteico-lipidico (carne e pesce con insalata o verdure) oppure glucidico-proteico (nessun grasso saturo e glucidi con indice glicemico inferiore a 50). Per capire quali carboidrati utilizzare viene indicato il calcolo della “risultante glicemica”.Viene inoltre vietato il formaggio, viene consigliato il vino (non più di 3 bicchieri al giorno). Meglio la frutta cotta, perché “non fermenta” rispetto a quella fresca. L'attenzione verso un miglior controllo dei picchi insulinici attraverso cibi a basso indice glicemico, è il punto di forza della dieta Montignac.

La dieta  South Beach Vedi tutti i libri

La dieta si divide in due fasi. La prima, della durata di 15 gg, promette un calo di 4-6 kg. In questa fase vengono proibiti tutti i carboidrati, da qualunque fonte provengano. Ciò significa che vengono vietati pane, pasta, riso e legumi, frutta e verdura freschi o cotti. Nella fase due, invece, i carboidrati vengono gradualmente reintrodotti, con una certa attenzione nel privilegiare quelli a più basso indice glicemico. La dieta orienta, come molte ormai, al consumo di cibi a basso indice glicemico, intervenendo sui meccanismi di ingrassamento legati all'eccesso di produzione di insulina.

 

 

Macrolibrarsi Assistenza Chat

 

Assistenza Clienti

NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra newsletter e ricevi sconti, promozioni e novità direttamente nella tua casella di posta.

Guadagna subito +50 PUNTI per i tuoi futuri acquisti e premi.



COMMUNITY

Seguici su Facebook
Ti Piace Macrolibrarsi?
Se ti piace clicca su:
   

I LIBRI PIU' VENDUTI

 

SPECIALI