Torna su ▲
Avvento 2016
Idee Regalo

Dieta senza Muco e Ehretismo

Leggi un estratto dal libro di Grazia Cacciola "Come Fare... Alimentazione Naturale"

Dieta senza Muco e Ehretismo

Il sistema della dieta senza muco e l’Ehretismo sono indissolubilmente legati alla figura del professor Arnold Ehret, fisiologo, chimico e studioso della nutrizione a cavallo tra il XIX e il XX secolo. Ehret venne colpito a trent’anni dal morbo di Bright, un’infiammazione dei reni allora di origine sconosciuta. In un’epoca in cui le nefriti erano sempre mortali perché non esistevano trapianti, Ehret cominciò a studiare da solo una possibile soluzione alla sua malattia ed ebbe i primi risultati di miglioramento dopo aver scoperto l’alimentazione vegetariana, allora agli esordi. Eliminando le proteine animali dalla sua dieta, verificò un miglioramento repentino della sua salute e delle funzioni renali.

Ehret ha inoltre avuto la grande intuizione di tenere dei diari di tutte le sue ricerche e sperimentazioni, donando alla scienza uno dei più documentati ed elaborati percorsi di studio sull’alimentazione del suo tempo. I suoi successivi esperimenti sul digiuno e la “dieta di frutta”, testati su se stesso e poi su centinaia di pazienti, sono ancora oggi un documento prezioso per tutti gli studiosi di alimentazione naturale. Ehret fu anche uno dei principali teorici del digiuno igienista (si veda il capitolo successivo I digiuni depurativi e l’igienismo), arrivando a guarire del tutto grazie a una serie di digiuni terapeutici, intervallati da periodi di alimentazione di sola frutta che lo portarono a riacquistare una completa salute.

Il sistema della dieta senza muco, che è anche il titolo dell’opera più conosciuta di Ehret, è basato sulla teoria che la malattia sia uno sforzo dell’organismo per eliminare rifiuti, muco e tossine.

Non va curata la malattia, ma il corpo che deve essere messo in grado di lavorare in condizioni ottimali.

Il muco, secondo Ehret, è la sostanza prodotta nel tratto digestivo da quei cibi non naturali per l'uomo: cereali raffinati, carne, pesce, uova, latticini, prodotti industriali raffinati.

Questi alimenti, secondo Ehret, produrrebbero come una materia collosa, il muco, che il corpo non riesce a eliminare. Proprio a causa di questa sua caratteristica collosa, starebbe alla base del processo tossiemico diventando il terreno di coltura per i patogeni, producendo così la malattia. Sebbene le intuizioni di Ehret siano quelle di un ricercatore di fine ottocento e le espressioni come “muco” risultino superate, la scienza moderna ha confermato la validità delle sue intuizioni. Per esempio è stato il primo a intuire la pericolosità delle farine molto raffinate, mentre molti sono convinti che la scoperta dei rischi nell’abuso di farine bianche sia riconducibile agli ultimi anni.

Le indicazioni di questo tipo di alimentazione sono molto semplici: consumare solo alimenti privi di muco.Tutti i frutti, crudi o cotti; anche la frutta secca e i vegetali a foglia verde sono senza muco. Tutti gli altri cibi della civilizzazione, senza eccezione, creano muco e acido e sono perciò dannosi”.

Secondo alcuni studi recenti, però, questo tipo di alimentazione apporterebbe dei benefici solo in caso di organismi particolarmente intossicati e per periodi limitati di tempo, fino a guarigione. Il muco, infatti, non solo forma una barriera fisica, ma influenza le capacità immunogene intestinali, aumentando la tolleranza immunologica, cioè la risposta dei linfociti verso i batteri saprofiti. In pratica, come aveva sostenuto Ehret stesso, è un sistema di guarigione, non un’alimentazione da seguire tutta la vita.

Come Fare... Alimentazione Naturale

Come Fare... Alimentazione Naturale

Si può migliorare la propria salute attraverso l’alimentazione? E qual è quella più adatta?

L’Autrice, esperta naturopata, traccia un percorso semplice e chiaro attraverso le scuole di alimentazione naturale, partendo dall’antico ayurveda fino alla recente alimentazione nutritariana, fornendo tutti gli strumenti per conoscere e scegliere il tipo di alimentazione più adatto alla propria costituzione, stile di vita, età e sesso.

Il percorso fornisce tutti gli strumenti per conoscere e scegliere il tipo di alimentazione più adatto alla propria costituzione, stile di vita, età e sesso. Con pochi semplici gesti, si impara a selezionare l’alimento giusto, a capire come conservarlo, fino al metodo migliore per cucinarlo, stimolando le capacitò di autorinnovamento e guarigione dell’organismo, per diventare cuochi consapevoli delle qualità dei cibi e profondi conoscitori del valore degli alimenti.

Acquista ora

 

Grazia CacciolaTorna su Torna suDisponi gli articoli a grigliaDisponi gli articoli a lista

Grazia Cacciola

Grazia Cacciola è specializzata in tecniche agronomiche eco-sostenibili e in Scienze Naturopatiche.

E’ diplomata in Permaculture Design al Permaculture Institute di Bill Mollison e ha frequentando diversi corsi professionali di botanica, coltivazione biodinamica e sinergica. Ha completato la sua formazione con il diploma in Scienze Naturopatiche, specializzandosi in alimentazione naturale, floriterapia e nutrizione ortomolecolare. Attualmente si sta specializzando in Medicina Tradizionale Cinese.

E' autrice di saggi e manuali sull’alimentazione naturale, la coltivazione sostenibile e la decrescita. Si occupa da anni di diffondere l’agricoltura naturale e l'alimentazione vegetale con corsi e conferenze. Ha guidato progetti dell’Unione Europea per l’incentivazione delle coltivazioni con metodo biologico e biodinamico. E’ stata l’esperta di botanica nella trasmissione Geo&Geo di Rai3, ed è spesso ospite di trasmissioni radio e tv in qualità di naturopata, esperta di alimentazione vegana e naturale, di coltivazione sostenibile e di decrescita. Collabora con diverse testate giornalistiche tra cui Vivi Consapevole, per il quale è autrice della rubrica su orto e erbe spontanee.

Da molti anni attua un percorso personale di decrescita, bioregionalismo e minimalismo che documenta sul sito erbaviola.com, online dal 1999.

 

I vostri commenti - Scrivi un commento!

Nessun commento presente

Scrivi un commento!