Torna su ▲

Dall'Aswini Mudra allo Yoga Mudra - Parte 2

Uno strumento per il risveglio di Kundalini - di Swami Joythimayananda

Dall'Aswini Mudra allo Yoga Mudra - Parte 2

Dall'Aswini Mudra allo Yoga Mudra

Una tecnica di risveglio dell’energia divina, potenziale o sovrannaturale (l’energia Kundalini).

Il Maestro Swami Joythimayananda ha programmato questa sequenza chiamandola “Dall’Aswini Mudra allo Yoga Mudra”: essa contiene nove Yogasana classiche più Agnisara, Aswini Mudra e Yoga Mudra.

Si inizia con un’Asana, si svolge Agnisara durante la pratica delle Asana e nel riposo si pratica Aswini Mudra.

La pratica di Aswini Mudra si applica nelle seguenti Asana:

1- Bhujangasana
2- Salabasana
3- Dhanurasana
4- Patchimotasana
5- Halasana
6- Sarvangasana
7- Matsiyasana
8- Sirsasana
9- Yoga Mudra

Bhujangasana e Salabasana coinvolgono la cavità pelvica; Dhanurasana e Patchimotasana coinvolgono la cavità addominale; Halasana e Sarvangasana coinvolgono la cavità toracica; Matsiyasana e Sarvangasana coinvolgono la cavità della gola; Sirasasana coinvolge la cavità cranica; Yoga Mudra favorisce uno stato elevato dell’anima.

Si inizia con Bhujangasana, che stimola la cavità pelvica, poi, praticando in sequenza tutte le altre Asana so giunge fino a lavorare sulla cavità cranica con Sirsasana, concentrando la canalizzazione dell’energia dal Muladhara Chakra verso Ajna Chakra e immaginando il flusso dell’energia come vapore o fumo bianco caldo, che sale verso l’alto attraversando tutti i Chakra.

Attraverso questa pratica viene stimolata l’energia del funzionamento fisiologico (i subdosha).

  • Cavità pelvica: viene stimolato il subdosha Apana Vata.
  • Cavità addominale: vengono stimolati i subdosha Samana Vata, Viyana Vata, Pachaka Pita e Kledaka Kapa.
  • Cavità toracica: vengono stimolati i subdosha Prana Vata, Avalambaka Kapa, Ranjaka Pita e Viyana Vata.
  • Cavità della gola: vengono stimolati i subdosha Udana Vata e Bhojaka Kapa.
  • Cavità cranica: vengono stimolati i subdosha Prana Vata, Sadaka Pita, Tarpaka Kapa, Alochaka Pita e Slehma Kapa.

Dare un’attenzione piena a tutto il corpo, mentre si assumono Bhujangasana, Salabasana e Dhanurasana, asana in cui si sente una maggiore tensione; progressivamente questa tensione diminuisce nelle posture Patchimotasana, Halasana, Sarvangasana e Matsiyasana, in cui si percepisce il corpo più rilassato; quando si pratica Sirasasana si sperimenta una minima tensione esclusivamente sulla testa, accompagnata tuttavia dalla massima concentrazione del flusso dell’energia lungo Shusumuna Nadi, come se il corpo fosse un arco tirato.

Nello Yoga Mudra si deve essere al di fuori della sensazione del corpo e della mente.

All’inizio della Sadana introdurre Agnisara Pranayama in ogni postura, senza sentire stanchezza. Poi praticare Aswini Mudra invece di Agnisara. Durante la pratica dell’Aswini Mudra bisogna allungare il tempo della Sadana ogni giorno.

  • Praticando Aswini Mudra immaginarsi come una freccia in un arco, cominciare a percepire di tirare la freccia da Muladhara al Swadistana Chakra;
  • nella cavità addominale tirare la freccia fino a Manipura Chakra;
  • nella cavità toracica, tirando l’arco, portare la freccia fino ad Anahata Chakra;
  • nella cavità della gola portare la freccia ancora più forte fino a Vishudhi Chakra;
  • nella cavità cranica la freccia arriva fino ad Ajna Chakra, e poi sparisce nel Sahasrara Chakra.

Alla fine della pratica liberare l’anima lanciando la freccia. Infine sciogliere la postura ed entrare nello Yoga Mudra.

Pratica

Per cavità pelvica

  • Assumere la 1° postura Bhujangasana (posizione del cobra).
  • Lasciare i polmoni respirare tranquillamente.
  • Praticare Agnisara continuamente per oltre 300 soffi, restringendo i muscoli della cavità pelvica (perineo, organi genitali e glutei) dando attenzione a Svadhisthana Chakra.
  • Dopo un minuto o più, sciogliere la posizione e riposare; durante il riposo praticare continuamente Aswini Mudra per un minuto o più, concentrandosi sempre su Svadhisthana Chakra: immaginare il flusso dell’energia mistica in forma di vapore o fumo caldo.
  • Riprendere la posizione e ripetere la sequenza.
  • Assumere la 2° postura Salabasana (posizione della cavalletta) e ripetere la sequenza come spiegato sopra.

Per cavità addominale

  • Assumere la 3° postura Dhanurasana (posizione dell’arco).
  • Lasciare i polmoni respirare tranquillamente
  • Praticare Agnisara continuamente per oltre 300 soffi, restringendo i muscoli della cavità pelvica (perineo, organi genitali e glutei) dando attenzione su Manipura Chakra.
  • Dopo un minuto o più, sciogliere la posizione e riposare, durante il riposo praticare continuamente Aswini Mudra per un minuto o più, concentrando sempre su Manipura Chakra: immaginare il flusso dell’energia mistica in forma di vapore o fumo caldo.
  • Riprendere la posizione e ripetere la sequenza.
  • Assumere la 4° postura Patchimotasana (la pinza) e ripetere la sequenza come spiegato sopra.

Per cavità toracica

  • Assumere la 5° postura Halasana (posizione dell’aratro).
  • Lasciare i polmoni respirare tranquillamente.
  • Praticare Agnisara continuamente per oltre 300 soffi, restringendo i muscoli della cavità pelvica (perineo, organi genitali e glutei) dando attenzione su Anahata Chakra.
  • Dopo un minuto o più, sciogliere la posizione e riposare, durante il riposo praticare continuamente Aswini Mudra per un minuto o più, concentrandosi sempre su Manipura Chakra: immaginare il flusso dell’energia mistica in forma di vapore o fumo caldo.
  • Riprendere la posizione e ripetere la sequenza.
  • Assumere la 6° postura Sarvangasana (candela) e ripetere la sequenza come spiegato sopra.

Per cavità della gola

  • Assumere la 7° postura Matsiasana (posizione del pesce).
  • Lasciare i polmoni respirare tranquillamente.
  • Praticare Agnisara continuamente per oltre 300 soffi, restringendo i muscoli della cavità pelvica (perineo, organi genitali e glutei) dando attenzione a Vishuddi Chakra.
  • Dopo un minuto o più, sciogliere la posizione e riposare; durante il riposo praticare continuamente Aswini Mudra per un minuto o più, concentrandosi sempre su Manipura Chakra: immaginare il flusso dell’energia mistica in forma vapore o fumo caldo.
  • Riprendere la posizione e ripetere la sequenza.

Per cavità cranica


  • Assumere la 8° postura Sirsasana (posizione capovolta).
  • Lasciare i polmoni respirare tranquillamente.
  • Praticare Agnisara continuamente per oltre 300 soffi, restringendo i muscoli della cavità pelvica (perineo, organi genitali e glutei) dando attenzione a Svadhisthana Chakra.
  • Dopo un minuto o più, sciogliere la posizione e riposare; durante il riposo praticare continuamente Aswini Mudra per un minuto o più, concentrandosi sempre su Manipura Chakra: immaginare il flusso dell’energia mistica in forma di vapore o fumo caldo.
  • Riprendere la posizione e ripetere la sequenza.

Yoga Mudra

  • Assumere la 9° postura Yoga Mudra.
  • Lasciare i polmoni respirare tranquillamente.
  • Praticare Agnisara continuamente per oltre 300 soffi, restringendo i muscoli della cavità pelvica (perineo, organi genitali e glutei) dando attenzione a Svadhisthana Chakra.
  • Dopo un minuto o più, sciogliere la posizione e riposare; durante il riposo praticare continuamente Aswini Mudra per un minuto o più, concentrandosi sempre su Manipura Chakra: immaginare il flusso dell’energia mistica in forma di vapore o fumo caldo.
  • Riprendere la posizione e ripetere la sequenza.

Assumere le asana con il controllo degli arti del corpo, dei muscoli, delle articolazioni, ecc.; applicare un’attenzione profonda in ogni parte del corpo; percepire allungamento o pressione o rilassamento, contrazione o flessione; canalizzare la respirazione adeguatamente; percepire il funzionamento dei subdosha in ogni cavità; immaginare l’energia che sale verso l’alto attraversando i Chakra.

Effetti
  • Meccanismo mistico: risveglia un’energia mistica o spirituale, favorendo anche attraverso l’immaginazione l’ascesa del flusso dell’energia lungo Sushumna Nadi nella colonna vertebrale; facilita il flusso del Brahma nel Shahasrara Chakra.
  • Meccanismo energetico: aumenta il calore; libera da tensione e rigidità; stimola i subdosha e gli organi.
  • Meccanismo mentale: favorisce la concentrazione su Muladhara Chakra in Bhujangasana e su Swadistana Chakra in Salabasana e, di volta in volta, sui Chakra di ogni cavità.
  • Meccanismo fisiologico: stimola attraverso i soffi della respirazione, creando contrazione, maggiore flusso del sangue, aumento di calore e liberando da tensioni e rigidità.

Perche risvegliare l’energia Kundalini? 

Perché esiste.
Secondo uno scopo mistico, infatti, la natura dell’uomo è quella di ricercare e scoprire qualunque cosa esista.

Vai alla PRIMA PARTE dell'articolo >
Vai ai libri sullo YOGA > Vai ai libri sulle MUDRA >

 

Articoli correlatiTorna su Torna suDisponi gli articoli a grigliaDisponi gli articoli a lista

Yoga

Swami Joythimayananda

€ 7,00 Solo 2 disponibili: affrettati!
Disponibilità: Immediata

Libro - Fratelli Frilli Editori - Marzo 2005 - Libri sullo Yoga

Lo Yoga è un mondo vastissimo, ma il suo scopo è unico: far raggiungere all'uomo l'unione (in sanscrito: yoga) con il divino. Per ottenere ciò questa antichissima disciplina ha sviluppato diversi metodi, adatti a uomini... scheda dettagliata

Abyangam - Massaggio Ayurvedico

Swami Joythimayananda

€ 18,00
Disponibilità: Immediata

Libro - Fratelli Frilli Editori - Marzo 2007 - Massaggio Ayurvedico

L’Abyangam è il massaggio dell’antica disciplina indiana Ayurveda, che considera e cura l’uomo nel suo insieme inscindibile di corpo, mente e spirito. Lo scopo dell’Abyangam è ristabilire l’armonia tra i tre... scheda dettagliata

Diagnosi e Cura Secondo l'Ayurveda

Principi filosofici, trattamenti, prevenzione e autoguarigione

Swami Joythimayananda

(1)
€ 18,00
Disponibilità: Immediata

Libro - Fratelli Frilli Editori - Settembre 2008 - Medicina Ayurvedica

Questo libro informa in modo conciso ma accurato su quanto concerne le metodologie di diagnosi (nidan) e terapia (chikitsa) secondo la medicina ayurvedica. L’Ayurveda sta guadagnando sempre maggiore popolarità e... scheda dettagliata

Curarsi con l'Ayurveda

Conoscenza pratica per il benessere

Swami Joythimayananda

€ 16,00
Disponibilità: Immediata

Libro - Fratelli Frilli Editori - Marzo 2004 - Massaggio Ayurvedico

La storia, la filosofia, i principi fondamentali dell'Ayurveda. Un testo completo per comprendere appieno l'antica medicina tradizionale dell'India. Con una parte sulle malattie, i metodi per l'esaminazione e la diagnosi e i... scheda dettagliata