Torna su ▲

Come usare il libro "Il Potere del Rilassamento"...

Leggi un estratto dal libro di Yogi Ashokananda "Il Potere del Rilassamento"

Come usare il libro "Il Potere del Rilassamento" di Yogi Ashokananda

Nelle pagine che seguono, troverete un breve capitolo riassuntivo e una serie di indicazioni su come eseguire gli esercizi. Il libro vi guida passo dopo passo verso il rilassamento completo e andrebbe quindi letto rispettando l'ordine dei capitoli, ma potete anche eseguire gli esercizi in ordine di difficoltà (vedi pp. 13-14). Gli esercizi proposti aiutano a trovare la calma e la pazienza e facilitano la trasformazione interiore.

Giacché tutti noi, in un modo o nell'altro, andiamo in cerca di forza e potere, è importante sapere che cos'è il vero potere, che cosa lo controlla e che cosa ce li sottrae. Il primo capitolo pone le basi per rispondere a tali quesiti, e vi spiega come riscoprire il vostro potere e connettervi ad esso.

Il secondo capitolo è dedicato alla respirazione, l'elemento chiave che vi connette al vostro potere interiore. Se la vostra mente non è allineata al potere e alla creatività che risiedono in voi, potere e creatività rimarranno per voi come scrigni chiusi a chiave e inaccessibili. Il respiro vi permette di raggiungere la stabilità e la concentrazione mentali necessarie per entrare in contatto con il vostro tesoro interiore. Il respiro rinvigorisce lo spirito e vi rende vitali e resistenti, in grado di gestire le situazioni difficili e stressanti. Il primo effetto di ogni emozione che provate - paura, angoscia, gioia - si riflette sul respiro, il quale a sua volta influisce sulla vostra mente, sul vostro umore e sul vostro potere.

L'argomento del terzo capitolo è il potere presente nel corpo. Poiché il respiro è nel corpo e la mente è nel corpo, anche il potere è nel corpo. E dunque importante conoscere il proprio corpo fisico, per sciogliere eventuali blocchi energetici e stimolare la produzione di energia.

Il quarto capitolo riguarda il suono primordiale. Il corpo è pieno di minuscoli spazi vuoti che contengono le frequenze del suono primordiale. Questo capitolo vi consente di scoprire la vostra voce interiore e allineare la vostra frequenza interna a quella esterna, così che possiate sentirvi completi. Se riuscite a connettere la vostra frequenza individuale con quella universale siete in grado di scorgere la verità.

Il quinto capitolo esamina il concetto di 'dualismo' e considera come le nostre vite siano caratterizzate dalla compresenza di due forze opposte, materiale e spirituale. Il capitolo sottolinea la necessità di accettare i vostri aspetti positivi e negativi, e vi aiuta a raggiungere la forza mentale necessaria per rimanere focalizzati sulla vostra pratica pur accettando eventuali dubbi e indecisioni. Questo è dualismo.

Dopo aver provato le tecniche descritte nel quinto capitolo, al momento del sesto dovreste sentirvi più centrati e disposti ad accettare il dualismo insito nella vostra natura. Se imparate a connettervi con la vostra voce interiore, ad accettare il vostro corpo, a controllare il respiro e a capire che il respiro controlla il vostro potere, siete in grado di rimanere nel vostro centro. Potete accedere a uno stato di rilassamento completo e portare questa sensazione con voi dovunque andiate e ovunque vi troviate.

Il fine ultimo di tutti gli esercizi è identico - riportarvi a voi stessi —, ma per raggiungerlo esistono diversi metodi e diverse vie. Gli esercizi sono classificati in base al grado di difficoltà e contrassegnati da un simbolo - un fiore di loto colorato (vedi p. 14) - perché, una volta acquisita la capacità polmonare, la resistenza fisica e la sintonizzazione psicofisica necessaria, alcuni esercizi diventano molto più efficaci. Inoltre, l'approccio graduale vi permette di sviluppare la pazienza e la consapevolezza del qui e ora. Chiedetevi ogni giorno: «Quanto tempo ho?», «Che cosa devo fare per me stesso?», «Quando comincerò a nutrire me stesso?». Considerate anche quali sono gli esercizi per cui vi sentite più portati.

Scegliete un tempo e uno spazio per la vostra meditazione in cui siete sicuri che nessuno vi disturbi. Spegnete il cellulare. Se non avete tempo per voi, trovatelo!

Vi suggerisco di praticare prima gli esercizi di color arancione. Fatene un paio al giorno (oppure quanti e quando potete, ma almeno una volta a settimana) per un mese prima di passare al gruppo di esercizi successivo. Procedete con gli esercizi gialli e poi con quelli verdi. (Meglio se, insieme agli esercizi più difficili, continuate a praticarne anche qualcuno di quelli arancione). Passate infine agli esercizi di livello avanzato, quelli blu; se volete che diano il loro massimo effetto, dovete aver prima eseguito la preparazione con i precedenti.

La postura

Se star seduti sul pavimento a gambe incrociate o in vajrasana (vedi p. 87) vi riesce scomodo, usate una sedia. Se siete seduti a gambe incrociate, controllate di avere le anche leggermente più in alto delle ginocchia, in modo da favorire la circolazione sanguigna. Tenete la schiena eretta; eventualmente, aiutatevi con un supporto - un cuscino o simili - per sostenervi. La colonna vertebrale dovrebbe essere allineata, con un lieve senso di elevazione verso l'alto. Controllate sempre di non avere la spina dorsale contratta, per permettere al flusso di energia di scorrere liberamente sino alla testa. Allineate la schiena anche se siete sdraiati a terra e lasciate che la consapevolezza del vostro corpo si diffonda a partire dalla colonna vertebrale.

Fate scivolare delicatamente le spalle verso il basso e rilassate il diaframma (a meno che non si tratti di un esercizio in cui è richiesto d'inspirare ed espirare con forza). Salvo ove diversamente indicato, tenete la muscolatura del capo (soprattutto di viso e fronte) rilassata, le orbite oculari morbide dietro le palpebre chiuse. Non dovreste avvertire alcun ottundimento o sforzo nei seni paranasali.

Se siete distesi a terra, quando vi sentite pronti, per rialzarvi rotolate prima sul lato sinistro, usando la mano sinistra come un cuscino; appoggiate la mano destra a terra per sostenervi. Rimanete così per un paio di cicli respiratori e poi fate leva sulla mano destra per sollevarvi e riportarvi comodamente in posizione seduta.

La meditazione può far emergere sensazioni di disagio, fastidio, resistenza e irritazione. Ciò è in genere la conseguenza di emozioni profondamente radicate che affiorano in superficie per trovare libero sfogo, sia a livello fisico sia a livello emotivo. Tale rilascio si verifica di solito dopo qualche giorno di pratica ed è del tutto normale. Nel vostro viaggio verso la trascendenza, può capitarvi di attraversare questi tre stadi:

1. Sensi: la vostra mente diventa consapevole di un senso di non-attaccamento a determinate cose delle quali avvertiva il desiderio o il bisogno.

2. Corpo sottile e psicologia: accedete al chitta vritti (chitta è, in sanscrito, la vostra consapevolezza e vritti sono i turbamenti, le emozioni, i sentimenti e le predisposizioni mentali che vi impedivano di vedere la vostra coscienza). In altre parole, avete ora la capacità di capire che cosa vi teneva lontano dal vostro vero sé.

3. Pura consapevolezza, spirito, anima: serbate ricordo del 'testimoniare cosciente' - in questo stadio, potete piantare i semi della religione del sé (swadharma) e del puro, completo rilassamento. E la vostra vera esistenza.

Il Potere del Rilassamento

Il Potere del Rilassamento

L'approccio gioioso di Yogi Ashokananda alla meditazione e alla vita e le sue tecniche di rilassamento incentrate in prevalenza sul corpo (anziché sulla mente) rendono i suoi insegnamenti più accessibili rispetto ad altri percorsi spirituali.

Questo libro propone esercizi di meditazione, posizioni yoga e tecniche di respirazione per una connessione profonda con se stessi, indispensabile per stare bene e per raggiungere gli obiettivi che ci stanno a cuore.

  • Pratiche fedeli alle tradizioni degli antichi yogi adattate da un grande maestro spirituale ai praticanti del XXI secolo
  • Tecniche per rilassarsi, combattere lo stress, curare le ferite emozionali, potenziare l'energia, attingere alla propria forza interiore
  • Un percorso di benessere e crescita spirituale articolato in un programma di 30 esercizi accompagnati da schemi, fotografie e illustrazioni
Acquista ora

 

Yogi AshokanandaTorna su Torna suDisponi gli articoli a grigliaDisponi gli articoli a lista

Yogi Ashokananda

Yogi Ashokananda è cresciuto in India e ha praticato yoga fin da bambino sotto la guida di alcuni tra i più grandi maestri indiani.

Oggi insegna yoga, meditazione e spiritualità nei più importanti centri di yoga londinesi e conduce ritiri, seminari e corsi di formazione in tutto il mondo. È considerato un vero esperto di yoga e di meditazione a livello internazionale.