Torna su ▲

Christina Strutt - Anteprima - Guida Pratica alla...

Un assaggio del libro "Guida Pratica alla Casa Ecologica", infondo troverete una guida su come realizzare un Bouquet di erbe aromatiche.

Christina Strutt - Anteprima - Guida Pratica alla Casa Ecologica

Igiene in cucina

Tutte le superfici della cucina e i taglieri dovrebbero essere tenuti puliti il più possibile, utilizzando uno dei prodotti inseriti nell’elenco all’inizio del capitolo, in modo anche da salvaguardare l’ecocompatibilità. Io ritengo che la nostra dipendenza dalle sostanze antibatteriche ci abbia reso molto pigri nella ricerca di prodotti naturali per l’igiene della cucina. Non è necessario acquistare prodotti chimici per tenere le nostre cucine pulite e per evitare intossicazioni da cibo.

Buon senso e conoscenza dei pericoli derivanti dalla carne cruda, dal pesce e da altri cibi dovrebbero essere sufficienti per mantenere voi e la vostra famiglia in buona salute. La cottura a temperature sufficientemente alte dei cibi, l’igiene, lavarsi le mani ed evitare possibili contaminazioni sono tutte cose fondamentali, se volete evitare le malattie.

Lavate accuratamente le mani e le superfici che avete utilizzato, dopo avere maneggiato della carne cruda, e riponetela sempre in contenitori chiusi nella parte inferiore del frigorifero. Asciugatevi le mani in uno strofinaccio ben pulito e non fatevi tentare dall’utilizzarlo anche per asciugare i cibi.

Cambiate le tovaglie e i tovaglioli ogni giorno, puliteli facendoli bollire regolarmente in una soluzione di acqua e aceto bianco distillato, con l’aggiunta di un cucchiaino da tè di bicarbonato di sodio. Questa operazione è particolarmente importante, specialmente dopo averli usati per la carne cruda o il pesce.

Tenete separate le tovagliette per asciugarvi le mani da quelle per i piatti, al fine di evitare ogni possibile contaminazione.

Fare il bucato

Lavate i capi in cotone e altri tessuti passabili in lavatrice alle basse temperature – 30 gradi sono ottimali – utilizzando una tazza piena di bicarbonato di sodio da aggiungere al detersivo in polvere. Questo renderà il lavaggio molto più efficace e aumenterà la durata della vostra lavatrice. Aggiungete nel cassetto della lavatrice una tazza di aceto bianco distillato, invece che un ammorbidente industriale, per rimuovere i residui chimici e ammorbidire le fibre dei vestiti.

Quando comprate una nuova lavatrice, controllate il suo impatto sull'ambiente e optate per i  modelli più "verdi", che non sono necessariamente i più costosi. Se la vostra lavatrice prevede il programma a risparmio energetico, potrà esservi d'aiuto, se seguirete le mie prossime  indicazioni.

Per mantenere la vostra biancheria pulita, come nuova, evitate di riempire troppo la macchina durante l'uso; infatti, riempirla eccessivamente fa sì che gli indumenti perdano il colore. Se i vostri capi sono particolarmente delicati, lavateli a mano.

Per eliminare le macchie, immergete la biancheria il prima possibile – le macchie fresche sono più facili da togliere di quelle secche – in una bacinella contenente una soluzione di bicarbonato di sodio e acqua tiepida. In casi d'emergenza, anche il succo di limone va bene per eliminarle, in virtù delle sue qualità sbiancanti. Strofinate mezzo limone sulla macchia, spruzzandoci sopra anche qualche goccia di succo, poi risciacquate con acqua tiepida. Non usate mai l'acqua calda, perché invece  di eliminare la macchia la fissa ulteriormente sul tessuto.

Per mantenere la vostra biancheria sempre bianca, evitate di riempire eccessivamente la lavatrice, piuttosto che aggiungere dello sbiancante chimico al lavaggio.

Stendere bene gli abiti

Se ne avete la possibilità, stendete i vestiti all'aperto, all'aria fresca. Quando il tempo è inclemente, fatelo in casa, su uno stendibiancheria in legno. Ciò è sempre preferibile rispetto all'uso dell'asciugatrice, non solo perché riduce le emissioni di anidride carbonica, ma anche perché così facendo allungherete la vita ai vostri capi.

Una tecnica tradizionale molto efficace per asciugare gli abiti è quella di stendere i pezzi più piccoli – federe, biancheria, vestiti per bambini e calzini – sui cespugli di lavanda, al sole tiepido; così facendo, le fibre ne assorbiranno l'odore. Questo metodo è particolarmente adatto per gli abiti da notte e per le federe – sia per adulti che per bambini – perché l'olio essenziale della lavanda è rinomato per conciliare un sonno profondo.

Piccole cose che possono fare una grande differenza

  • Mettete alla prova le lavanderie con i vostri abiti da "lavare esclusivamente a secco". Dovrebbero utilizzare una combinazione di vapore, sapone puro e materiale contro la polvere, per trattare quel genere di capi.
  • Lavare a mano è sempre una pratica preferibile per l'ambiente, se dovete lavare piccole quantità di capi.
  • Invece di usare degli sbiancanti per lavare piccoli capi in cotone, bolliteli per pochi minuti in una soluzione di acqua e succo di limone.
  • Per far bollire l'acqua viene consumato il 90% dell'energia impiegata dalle vostre lavatrici – 30 gradi vanno più che bene.
  • Invece di utilizzare ammorbidenti industriali, che possono lasciare residui chimici sui vostri abiti, nelle vostre lavatrici usate aceto bianco distillato.
  • Se volete profumare i vestiti e la biancheria, mettete nel cassetto della lavatrice della lavanda, delle spezie, del sapone e degli oli essenziali. I capi assorbiranno le fragranze nelle loro fibre.
  • Usate le versioni di detersivo in polvere o in pastiglie sia per le lavatrici che per le lavastoviglie; infatti, quelle liquide contengono almeno il doppio di sostanze  chimiche pericolose.

Armadio per la biancheria

Proprio come per il guardaroba, un armadio della biancheria ben ordinato e curato migliora il vostro morale, per non parlare della sua efficienza. Com'è ovvio, dividere la biancheria per generi è una cosa che vi farà risparmiare moltissimo tempo e vi incoraggerà a rimettere sempre le cose in ordine, come le avete trovate.

Per dividere la biancheria da letto, singolo, una piazza e mezzo e matrimoniale, utilizzate dei lacci, del filo o del nastro colorati, in modo da fare diverse pile. Un solo scomparto  dell'armadio non è mai sufficiente, perché vi capiterà di volere usare un pezzo ben piegato e impilato all'interno della pila, e cercare di sfilarlo creerebbe confusione nell'intero guardaroba.

Se avete un corredo bellissimo, che avete avuto in eredità, e vi rendete conto che non lo utilizzate mai, mettetelo tutto assieme e legatelo con del nastro. La biancheria, così tenuta in ordine, pulita e ben impilata, farà bella mostra di sé sugli scaffali e, anche se nel resto dell'armadio regnasse il caos, queste file di capi daranno l'idea di una casa ben ordinata.

Per mantenere l'armadio ben profumato e libero dalle tarme (anche se queste non dovrebbero rappresentare un problema concreto, se la biancheria viene lavata e stesa all'aria aperta con regolarità), ponete dei sacchetti contenenti lavanda dentro le pile.

Bouquet di erbe aromatiche - Guida

I piccoli sacchetti di mussola contenenti i bouquet di erbe, sembrano essere scomparsi definitivamente dalla nostra vita. Se utilizzate fresche, le erbe sono più potenti; essiccate durano più a lungo nel tempo. Una loro selezione accuratamente scelta per abbinarsi a diversi tipi di cibo, confezionata in una scatola, rappresenta un regalo delizioso. Utilizzatele per arricchire le vostrericette preferite, rendendole ancora più speciali.

1 - Unite varie erbe, formando un piccolo mazzetto legando assieme i gambi e appendendoli per farle essiccare.

2 - Ritagliate dei quadrati di mussola, delle dimensioni di 20 x 20 cm.

3 - Posizionate alcune erbe essiccate nel centro di ogni quadrato di mussola – utilizzate la seguente lista, come guida:

  • Per il pollame: erba cipollina, timo e rosmarino.
  • Per la selvaggina: bacche di ginepro, rosmarino e foglie d’alloro.
  • Per l’agnello: rosmarino o timo limone e prezzemolo.
  • Per il manzo: timo con timo limone o alloro.
  • Per il maiale: rosmarino o salvia con prezzemolo.
  • Per le salse di pomodoro: origano, prezzemolo ed erba cipollina.
  • Per le patate: salvia con alloro o timo.

4 - Chiudete in cima ogni quadrato di mussola, e legatelo con un laccio o uno spago.

5 - Mettete in una scatola per confezioni, foderata con carta velina.

 

Christina StruttTorna su Torna suDisponi gli articoli a grigliaDisponi gli articoli a lista

Christina Strutt

Christina Strutt, ha lavorato come stilista presso la redazione della rivista Vogue e di altre riviste britanniche e internazionali, ora dirige la Cabbages & Roses, un'azienda specializzata nella produzione di tessuti della tradizione rurale, accessori e oggetti di arredamento.

 

Articoli correlatiTorna su Torna suDisponi gli articoli a grigliaDisponi gli articoli a lista

Vivere in una Casa Naturale

Guida pratica alla casa ecologica: come riciclare e riutilizzare, pulire in modo naturale e coltivare in maniera biologica in vaso, giardino e orto

Christina Strutt

(2)
€ 10,97 € 12,90 (-15%)
Disponibilità: 5 giorni

Libro - Il Filo Verde di Arianna - Aprile 2011 - Detersivi e saponi fatti in casa

Desideri imparare a preparare marmellate confetture e salse sane e appetitose? Vuoi sapere come produrre compost dai tuoi rifiuti e conoscere tutti i trucchi per coltivare biologicamente frutta, ortaggi, erbe e spe-zie nel... scheda dettagliata