Torna su ▲

Body Painting & Body Art

La pelle umana è pitturata da secoli. Scopri come le diverse culture del mondo hanno utilizzato questa forma di arte nel corso del loro sviluppo

Body Painting & Body Art

Ci sono tanti modi per essere umani. Come decidiamo di decorano i nostri corpi dice agli altri chi siamo.

Ci sono molti segni di identità e questi sono parte integrante del nostro modo di vivere.

In tutto il mondo esistono molte persone che usano la loro pelle come tela vivente, mettendo rappresentazioni delle esperienze del passato, il coraggio, lo stato, la bellezza, simboli di fertilità, segni dai poteri magici, supporti e trasformazioni per collegamento con altri regni.

Questi incredibili tipi di espressione umana, che siano dettate da prestazioni personali oppure di appartenenza ad una certa tribù o comunità, stanno attualmente esistendo in due mondi paralleli. Il primo e più antico è intriso di riti e tradizioni, che sono probabilmente vecchie quanto il genere umano, mentre l'altro intende la body art come forma di arte contemporanea sicuramente più presente nel mondo “sviluppato” e per intenderci quello lontano da tribù e foreste.

"Un uomo senza tatuaggi è invisibile agli dei", dice un proverbio del Borneo.

Oggi più che mai l’arte del tatuaggio si è insidiato su gran parte della popolazione. Una moda? Un personalizzare chi siamo? O che altro?

Personalmente inserirei la voce “tatuaggi” sotto la categoria Body Art cioè quella serie di arti basate sul corpo e con il corpo.

Body painting, tatuaggi, performance di body art, piercings, scarnificazione, branding, scalpelling, corpi interamente ricoperti da inchiostro e chi più ne ha più ne metta, c’è l’imbarazzo della scelta.

A differenza del tatuaggio e di altre forme di body art, il body painting è temporaneo, dura per un giorno o, al massimo (nel caso di Mehndi, "hennè"), un paio di settimane.

Nascita della body art

Ogni società principale ha avuto una cultura body art.

L'esistenza di riti è una costante nella società umana, una vera e propria cultura universale. E 'presente nelle prime comunità di cui abbiamo conoscenza ed è persistito nei secoli fino ai giorni d’oggi.

In quasi tutte le culture, sono presenti azioni di pittura sul corpo in concomitanza con grandi svolte della vita di un individuo (la nascita, la pubertà, il matrimonio, la morte).

Nord e Sud America, Africa, Australia, Nuova Zelanda, Polinesia, Papua Nuova Guinea, Malesia, Oceania, India, Medio Oriente, Cina, Giappone, Thailandia, Bulgaria, Kosovo e tanti altri paesi portano nella loro storia cenni più o meno importanti di Body art rituali.

Ad esempio il Body painting con argilla e altri pigmenti naturali era il metodo che si utilizzava per la maggiore in quasi tutte le culture tribali.

Alcune di queste sono sopravvissute; basta pensare agli Aborigeni Australiani, ai Maori della Nuova Zelanda, alle svariate tribù delle isole del Pacifico, dell’Africa, alle donne dell’India e tanto altro ancora. Da sempre l’uomo ha amato colorarsi.

In queste forme d'arte rituali troviamo body painting, tatuaggi, piercing, spine in naso-orecchie-bocca, Mehndi, henné e scarnificazione.

Per molti di noi queste arti potrebbero sembrare macabre ed eccessive ma per molti popoli sono parte della loro vita sociale e spirituale e segnano momenti importanti della loro esistenza sulla terra come individui.

Ma veniamo a noi e ai nostri tempi, dove del resto ancora tutto è presente e possibile.

Che cos'è il body painting

Una delle più semplici e meno dolorose Body Art è il Body Painting.

"Il Body painting ci aiuta a ritrovare il contatto con qualcosa dentro di noi che è insondabile, crudo e incontaminato, qualcosa di fondamentalmente ed esclusivamente umano, che attende di essere liberato e ha il permesso di rivelarsi." - Karl Groening.

Il Body painting è una forma temporanea di body art che può essere eseguita su tutte le zone della pelle umana. Perché limitarsi a dipingere una tela o un muro cosi piatti e statici?

La pittura del corpo umano può essere sicuramente più divertente. Certamente al giorno d’oggi e nella nostra società non porterà con sé la stessa carica spirituale delle tribù ma è comunque diventata una vera e propria forma d’arte particolarmente suggestiva.

Questa fantastica arte può far emergere parti inconsce di noi stessi. Innanzi tutto permette all’artista di esprimersi liberamente e a mio avviso dona al pitturato una nuova veste che come un abito di carnevale, o il palco di un teatro, permette di entrare in connessione con un personaggio che forse non aspettava altro che essere espresso.

Per questo e tanti altri motivi che al Macrolibrarsi Fest troverete questa bellissima arte ad allietare i vostri occhi!

Vi aspettiamo!

 

Margherita GradassiTorna su Torna suDisponi gli articoli a grigliaDisponi gli articoli a lista

Margherita Gradassi

Margherita Gradassi si laurea in ISF università di Farmacia, Diploma in Naturopatia presso Istituto Rudy Lanza con specializzazione in Iridologia Naturopatica e psicosomatica, Floriterapia di Bach e Australiana e Tecniche di massaggio Orientali.

Formazione in bio-feedback “Life-System” col Dott. Baldari, Formazione in MRT col Dott. Bodo Khooler.