Torna su ▲
Avvento 2016
Idee Regalo

Anteprima - Mamma Papà, Vedo la Luce - Libro

Leggi in anteprima l'introduzione di Kenneth Ring, Professore emerito di psicologia nell’Università del Connecticut e cofondatore ed ex presidente della IANDS: International Association for Near-Death Studies.

Anteprima - Mamma Papà, Vedo la Luce - Libro

Platone ci ha insegnato che l'obiettivo fondamentale della filosofia è quello di preparare l'uomo alla morte. Nulla, ai suoi occhi, era più importante e, nei due millenni che hanno succeduto la sua morte, niente di quanto è avvenuto ci lascia credere il contrario.

La morte, e ciò che segue dopo, ammettendo che ci sia un dopo, rimane il grande e apparentemente insondabile mistero alla cui sola evocazione si possono scatenare le più forti paure. Quanto grande sarà allora il terrore di chi dovrà affrontare un'imminente discesa nel vuoto, nel nulla della morte? Come potremmo realmente "prepararci" alla fine di tutto?

Per guidarci Platone ci ha lasciato i suoi Dialoghi ed Evelyn Elsaesser-Valarino, autrice di questo libro emotivamente sconvolgente, seguendo la stessa tradizione, ci offre ciò che in realtà si rivela essere un monologo sullo stesso soggetto.

Così come la vivacità dei dialoghi fra Socrate e i suoi interlocutori rendono la lettura affascinante, Evelyn, al fine di catturare sin dalle prime righe la nostra attenzione, si è servita di un espediente letterario: ha scritto un testo che assomiglia a un romanzo o forse, più modestamente, solo a una "storia", benché in realtà si tratti di una cosa completamente diversa. Il mio compito in questa prefazione consiste nel precisarvene il vero senso.

A prima vista Mamma, Papà vedo la Luce, è il racconto, narrato in prima persona, di una ragazzina che si ammala gravemente. Sarà bene però non cadere nell'errore di pensare che si tratti di uno di quei numerosi libri sentimentali volti solo a toccare le corde emotive del lettore oppure credere di essere davanti a un'opera il cui soggetto tratti dell'intervento sovrannaturale di esseri angelici portatori di messaggi edificanti che ci dovrebbero elevare spiritualmente fornendoci una blando conforto.

No, in realtà, via via che seguiamo il viaggio della nostra eroina senza nome, mentre percorre le diverse fasi della sua malattia, avviene qualche cosa di totalmente diverso e, grazie all'abilità narrativa e alla competenza psicologica dell'autrice, ci rendiamo improvvisamente conto di essere partiti per il medesimo viaggio.

Prima di continuare vorrei precisare che non è consuetudine far precedere un "romanzo" da una prefazione e, poiché questo libro ha una forma romanzata, non farei un favore a voi e nemmeno all'autrice se vi svelassi la fine del racconto, benché questo si riveli da sé sin dalle sue prime righe.

Ciononostante, poiché questo libro non è ciò che appare a una prima impressione, mi permetto qualche piccola libertà al fine di darvi un assaggio di ciò che è realmente.

Innanzi tutto, e sin dal primo paragrafo, ci troviamo all'interno dei pensieri del narratore: una ragazzina, e da subito ci si sente travolti dal dramma della sua malattia e al suo progredire ci ritroviamo sempre più immersi nel suo mondo interiore, nei suoi pensieri, nelle sue riflessioni. In un certo senso diventiamo il suo diario, poiché la protagonista scrive e confida a noi i suoi pensieri più intimi, portandoci così all'interno della malattia e delle sue vicissitudini, trasformandoci nei suoi compagni di viaggio, ormai legati a lei tanto intimamente quanto lo sono le persone che fanno parte della sua vita. Alla fine la sua angoscia diventa la nostra, ma ugualmente lo diventano anche le cose che lei stessa apprende durante le sue battaglie, volte a capire e gestire la disgrazia che si è abbattuta sulla sua esistenza. E improvvisamente ci si rende conto che le cose essenziali sono proprio quelle prese di coscienza e consapevolezze che gradualmente la ragazzina acquisisce. Questo è il vero senso del libro e quanto si prefigge di insegnarci.

La protagonista potrebbe essere chiunque, per questo non possiede un nome e non sappiamo nemmeno i suoi anni, eppure, al contempo, ha qualcosa di speciale. Nelle prime pagine ci appare come una ragazzina abbastanza ordinaria, ma via via che la malattia progredisce anche lei evolve, sul piano della conoscenza e della personalità, per arrivare a quell'elevato livello di saggezza spirituale che acquisirà nel momento in cui dovrà prendere in considerazione la possibile "fine di ogni cosa". In breve, questa ragazzina si trova a percorrere un corso accelerato di maturità spirituale e personale così che, quando il libro finirà, penseremo a lei come a una "Anna Frank", di cui abbiamo avuto il privilegio di leggere il suo diario intimo e che non potremo dimenticare facilmente.

Nel compiere il viaggio all'interno della narrazione, ci rendiamo conto che questo libro in realtà non è un romanzo, nonostante sia presentato sotto forma di diario e con una predominanza di dialoghi interiori. Fondamentalmente questo è un libro che offre lezioni di saggezza e, in particolare, offre insegnamenti sulla morte e su un suo aspetto profondo che potrebbe trascenderla, proiettando sui vivi la sua luce trasformatrice.

Alla maniera dei dialoghi di Platone, Mamma, Papà vedo la Luce è un'opera essenzialmente filosofica, che ci apre la mente affrontando uno dei grandi temi universali, ma da una prospettiva contemporanea e del tutto originale.

In questi ultimi vent'anni, Evelyn Elsaesser-Valarino ha consacrato una notevole parte della sua vita alla ricerca sulle Near Death Experience (NDE), le esperienze di pre-morte, delle quali oggi è riconosciuta come autorità internazionale.

Grazie alle sue precedenti pubblicazioni e alle numerose conferenze, Evelyn ha la reputazione di essere uno dei più accreditati esperti europei sulle NDE.

Per cui non c'è da stupirsi che sia la prospettiva delle NDE a dare forma al libro – e la vita della narratrice stessa (anche se questo avviene in un modo totalmente inatteso).

Con questo racconto Evelyn ha realizzato qualcosa di totalmente diverso da tutto ciò che ha pubblicato finora.

Il suo primo libro*, tratta sempre dello stesso argomento, ma con un approccio puramente e strettamente scientifico e accademico.

È un'opera sul tema delle NDE che raccoglie sotto forma di interviste le testimonianze di studiosi provenienti da discipline diverse: ognuno di essi descrive l'approccio al fenomeno dal punto di vista della sua specialità. Nel suo secondo libro*, che abbiamo scritto insieme, l'accento viene posto sugli insegnamenti che si possono trarre dagli studi sulle NDE, così che i lettori possano applicarli nella propria vita.

Tuttavia in Mamma, Papà vedo la Luce Evelyn si distacca totalmente dal mondo accademico per narrare col cuore una storia bella e commovente, che chiunque, anche un bambino, potrà capire, integrare nella propria vita e trarne un grande insegnamento. Il libro ha l'immenso merito di trasmettere tutto ciò che è essenziale sul fenomeno delle NDE, sul significato della morte e su come la vita dovrebbe essere vissuta a partire da questa comprensione. In tal modo ogni lettore attento potrà cogliere spunti di riflessione e chiavi di consapevolezza che cambieranno le sue percezioni.

Tutto questo ci porta infine a considerare a chi è rivolto il libro e al modo di utilizzarlo. Chiaramente questo non è propriamente un libro per bambini o adolescenti, anche se i lettori di queste fasce d'età potrebbero benissimo trarre dalla lettura grandi benefici. Non si tratta nemmeno di un libro destinato a giovani malati o in fin di vita – benché, anche loro potrebbero giovarsi di una tale lettura. Allo stesso modo si potrebbe raccomandare questo libro ai genitori di giovani malati poiché vi è descritta in modo vivo e avvincente la dura prova vissuta di una ragazzina che affronta una situazione tanto traumatica; seppure, ancora una volta, questa fascia di lettori non sarà necessariamente quella che potrà trarre il maggior beneficio da questo libro.

Penso che stiate cominciando a capire dove voglio arrivare.

Mamma, Papà vedo la Luce non è un libro che si rivolge a una specifica categoria di lettori o unicamente a persone che si trovano ad affrontare un momento di crisi. Siamo tutti destinati a morire e siamo tutti aggrappati alla nostra vita. Siamo tutti nelle stesse condizioni e a tutti noi toccherà subire la stessa sorte. Questo libro si rivolge a chiunque voglia liberarsi dalla stretta glaciale della paura della morte. Questo libro parla di liberazione e di come è possibile raggiungerla! Chi non ne sarebbe interessato?

Mamma, Papà vedo la Luce non è un libro didascalico, anche se contiene numerosi insegnamenti. è invece un libro esperienziale, perché si impara attraverso l'identificazione, grazie al naturale potere dell'empatia. La storia stessa vi condurrà: tutto quel che dovrete fare sarà lasciarvi andare, entrare totalmente nella vita della narratrice e compiere insieme il lavoro necessario.

La narratrice non è una persona inventata, sei tu!

Divenendo lei, potrai ritrovare te stesso e il cammino verso casa.

 

Kenneth RingTorna su Torna suDisponi gli articoli a grigliaDisponi gli articoli a lista

I vostri commenti - Scrivi un commento!

Nessun commento presente

Scrivi un commento!

Articoli correlatiTorna su Torna suDisponi gli articoli a grigliaDisponi gli articoli a lista

Mamma Papà, Vedo la Luce - Libro

Una esperienza oltre i confini della Vita

Evelyn Elsaesser Valarino

(2)
€ 17,50 Solo 2 disponibili: affrettati!
Disponibilità: Immediata

Libro - Stazione Celeste Edizioni - Febbraio 2014 - Aldilà e medianità

Una ragazzina, dopo essersi ammalata gravemente di leucemia, acquista gradualmente consapevolezza di dover morire. Lungo questo percorso solitario, si scopre confortata e nutrita dalla speranza grazie alle sue conversazioni... scheda dettagliata

Possiamo aiutarti?

assistenza clienti

I nostri operatori sono a tua disposizione per assisterti.

 

Assistenza Clienti

NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra newsletter e ricevi sconti, promozioni e novità direttamente nella tua casella di posta.

Guadagna subito +50 PUNTI per i tuoi futuri acquisti e premi.



COMMUNITY

Seguici su Facebook
Ti Piace Macrolibrarsi?
Se ti piace clicca su:
   

I LIBRI PIU' VENDUTI

 

SPECIALI