Torna su ▲

Anteprima - L'Arte di Stupire - Tomatis e Buscema

Anteprima - L'Arte di Stupire - Tomatis e Buscema

Scoprimmo la magia quando eravamo ancora bambini - gli occhi sbarrati davanti ai prestigiatori che, a Natale, si esibivano nel teatro della scuola.

Per quel poco che sapevamo, le palline da ping pong non potevano moltiplicarsi a piacere, né i fazzoletti cambiare colore, né i conigli apparire da un cappello.

Eppure tutto ciò accadeva, a pochi passi da noi, mettendo in discussione il confine tra ciò-che-poteva e ciò-che-non-poteva accadere.

Dotati di una pur rudimentale visione razionale delle cose, trovavamo irresistibile l'idea che qualcuno potesse violare, in modo così spettacolare, le leggi della natura.

I nostri caratteri ribelli ne apprezzavano l'impertinenza dispettosa e il gusto di farla in barba alle regole. Il piacere provato per tanti colpi di scena ci spingeva a cercarne ancora e ancora.

L'esperienza ci segnò così profondamente da evocare in entrambi un desiderio preciso: niente pompieri, astronauti o calciatori.
Da grandi saremmo diventati dei maghi.

Il mondo, però, incoraggiava progetti meno evanescenti e noi scegliemmo un percorso di studi orientato alle scienze ingegneristiche. Ma se parte del nostro tempo era dedicata allo studio di materie «razionali», un'altra era rivolta all'arte magica, l'affascinante e misteriosa disciplina che si occupava di mettere in scena l'impossibile.

Al mattino studiavamo le leggi che governano il mondo, le equazioni che lo muovono e gli algoritmi che lo fanno funzionare. La sera cercavamo di violare le stesse regole, con un mazzo di carte in mano e vecchi manuali di illusionismo aperti sul letto.

Scoprimmo che non bastava una formula magica per far sparire una carta: a volte l'impresa richiedeva complicate manipolazioni, da eseguire alla perfezione in modo che nessuno le vedesse; altre volte era necessario usare oggetti abilmente truccati.

E così, se a scuola facevamo esperimenti di ottica con vetri, specchi e lampadine, la sera sfruttavamo gli stessi principi con forbici, colla e una scatola da scarpe, per costruire una magic box in grado di far sparire gli oggetti.

Innamorati di entrambe le discipline, non riuscivamo a vedere scienza e magia in contrapposizione: la prima, insieme alle sue incarnazioni tecnologiche, forniva un'infinità di strumenti con cui realizzare i nostri piccoli miracoli.

Ma se i principi di progettazione appresi a scuola miravano alla creazione di prodotti di uso pratico, noi preferivamo sfruttarli per mettere a punto giochi di prestigio sempre più originali.

Fu subito chiaro che ogni buona illusione richiedeva un più o meno sofisticato lavoro di design: «magia» e «progettazione» erano strettamente legati, e la letteratura sul tema abbastanza vasta da offrirci anni di esplorazione e studio.

I nostri scaffali si riempirono di antologie che, l'una dopo l'altra, offrivano trucchi per ogni evenienza. Cercavamo di apprendere sempre nuove tecniche, ognuna delle quali rendeva possibili effetti magici diversi.

Dove non arrivavano i libri, erano i colleghi a venire in aiuto: aderimmo a club di appassionati, partecipando ai più importanti congressi e comprando ogni sorta di diavoleria truccata.

In qualunque direzione guardassimo, lo studio dell'illusionismo sembrava ridursi a mere questioni pratiche: come trovare il modo migliore per nascondere una moneta dietro le dita o rendere invisibile il doppiofondo di un cappello.

Eppure c'era un aspetto che metteva a disagio entrambi: perché la magia dei prestigiatori era considerata una forma di intrattenimento riservata ai bambini? Poiché il sogno di diventare maghi non ci aveva abbandonato, esisteva un modo per conciliarlo con una piena maturazione? Come avremmo potuto sdoganare l'idea di una magia rivolta agli adulti, in grado di conquistare anche i palati più raffinati?

 

Articoli correlatiTorna su Torna suDisponi gli articoli a grigliaDisponi gli articoli a lista

L'Arte di Stupire - Libro

Creare esperienze magiche per emozionare, Incantare - sorprendere

Mariano Tomatis, Ferdinando Buscema

€ 16,00
Fuori Catalogo

Libro - Sperling & Kupfer - Aprile 2014 - Mentalismo

Trasforma la tua vita e quella degli altrinello spettacolo di un mentalista A tutti capita, prima o poi, di vivere esperienze che non esiteremmo a definire "magiche": coincidenze improbabili, incontri straordinari e... scheda dettagliata

 

Macrolibrarsi Assistenza Chat

 

Assistenza Clienti

NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra newsletter e ricevi sconti, promozioni e novità direttamente nella tua casella di posta.

Guadagna subito +50 PUNTI per i tuoi futuri acquisti e premi.



COMMUNITY

Seguici su Facebook
Ti Piace Macrolibrarsi?
Se ti piace clicca su:
   

I LIBRI PIU' VENDUTI

 

SPECIALI