Torna su ▲

RICEVI L'OMAGGIO DI OGGI SE ACQUISTI ENTRO: ORE MIN SEC

Avvento 2016
Idee Regalo

Anteprima Inquinamento Ambientale e i Danni alla...

Anteprima del nuovo ebook di Carmela Stella,Inquinamento Ambientale e i Danni alla Salute, Qui potete leggere un estratto dal capitolo Terra.

Anteprima Inquinamento Ambientale e i Danni alla Salute Ebook di Carmela Stella

TERRA

Se si antepone la quantità alla qualità, l’apparente bellezza esteriore dei prodotti della terra al valore nutrizionale, lo sfruttamento al benessere degli animali, il depauperamento del suolo alla naturale produzione ciclica di frutti e ortaggi, si antepone anche la Malattia alla Salute, la Morte alla Vita.

Una sana alimentazione non può prescindere da una coltivazione biologica e dal consumo di cibi di stagione.

L’agricoltura biologica rispetta i normali ritmi naturali dell’ecosistema. Non impiega pesticidi, fertilizzanti chimici e di sintesi, non impiega l’ingegneria genetica.

Non inquina acqua, terra e non depriva i cibi di nutrienti. Non è deturpato l'ecosistema e non è necessario provvedere a detossificare terra e acqua dai prodotti inquinanti.

È rispettata la biodiversità, non nuoce all'habitat naturale delle altre specie (alcune specie di uccelli non più presenti lì dove si pratica metodica agricolacon le sostanze su citate sono invece presenti dove si pratica l’agricolturabiologica), crea occupazione poiché ha bisogno di una maggiore mano d’opera.

Il costo del biologico è solo apparentemente superiore, infatti, al costo dei prodotti coltivati con metodiche abituali bisognerebbe aggiungere il costo dei trattamenti depurativi di acqua e terra ; il fabbisogno, in grammi, è inferiore poiché sono presenti nutrienti in quantità maggiore.

Il cibo che normalmente ci ritroviamo in tavola proviene dalle aziende agro – chimiche che utilizzano pesticidi, fertilizzanti, ormoni. I campi sono irrorati con tali prodotti e gli animali sono nutriti con i prodotti di questo terreno.

I pesticidi chimici e fertilizzanti sintetici

I “fitofarmaci”, i pesticidi e fertilizzanti sintetici sono sostanze utilizzate in agricoltura su base industriale: diserbanti, fungicidi, agenti chimici usati per difendere le colture da insetti, acari, batteri, virus, funghi e per controllare lo sviluppo di piante infestanti, per garantire un prodotto che solo apparentemente è integro.

Come pesticidi ed erbicidi danneggiano la salute.

I Fattori determinanti sono:

  • Il tipo di pesticida usato;
  • La quantità;
  • La durata dell’esposizione e l’azione combinata di più pesticidi.

In uno studio pubblicato su sull’American Journal of Epidemiology (marzo 2009)(Sadie Costello, Myles Cockburn, Jeff Bronstein, Xinbo Zhang, and Beate Ritz,2009, Parkinson’s Disease and Residential Exposure to Maneb and Paraquat From Agricultural Applications in the Central Valley of California, pp 1-8.) è stata dimostrata la correlazione tra il morbo di Parkinson e l’esposizione prolungata ai pesticidi. Inoltre l’uso combinato di Paraquat (erbicida) e Maneb (fungicida) ha incrementato il rischio di Parkinson del 75% specie insoggetti giovani e in tutti coloro esposti a pesticidi da bambini.

Il direttore dell’Istituto nazionale per lo studio dei tumori di Bologna “B. Ramazzini”, il Dr Soffritti afferma:

”Diverse sostanze assunte insieme, seppur a piccole dosi e sotto i limiti stabiliti dalla legge, possono avere un effetto cancerogeno, perché gli agenti cancerogeni hanno la caratteristica peculiare di avere un effetto moltiplicativo. Quindi, una piccola dose di agenti può dare una somma tossicologica di 10, ma possono arrivare ad una somma cancerologica di 50. Negli Stati Uniti, per esempio, dopo cinque anni di studi sulla tossicità dei fitofarmaci - in cui sono stati censiti e analizzati 289 fitofarmaci dei quali si può trovare traccia negli alimenti, nell’acqua da bere o nell’aria - è stato verificato che 54 di queste sostanze erano agenti cancerogeni. Tra questi – sottolinea Soffritti - una lunga serie viene usata anche da noi: Benomil, Captafol, Paration e composti arsenicati”.

L'Istituto superiore di Sanità ha presentato uno studio (Gemma Calamandrei, Aldina Venerosi, Antonella Olivieri, Laura Ricceri Dipartimento di Biologia Cellulare e Neuroscienze, Istituto Superiore di Sanità, Roma, 2009, Pesticidi organo fosforici ed effetti neuroendocrini e comportamentali in modelli animali: rischi per la salute neuropsicologica in età evolutiva.  Rapporti ISTISAN 09/18 ) dal quale si evince che il Clorphyrifos (CPF) ha una spiccata attività neurotossica ed agisce anche come un interferente endocrino. Altera, sia i livelli costitutivi di due neuropeptidi ipotalamici con importanti funzioni ormonali, che la funzionalità tiroidea, con potenziali effetti a lungo termine sulla regolazione neuro-endocrina e sullo sviluppo psicosociale dell’individuo. Quindi, esposizioni prolungate, anche a basse dosi, a questo pesticida potrebbero rappresentare un fattore di rischio per lo sviluppo di disturbi affettivi e di relazione nei bambini/adolescenti esposti.

Uno studio condotto già nel 1998 e pubblicato su Environ Health Perspect (S. Gurunathan, M. Robson, N. Freeman, B.Buckley, A. Roy, R.Meyer, J.Bukowski, PJ. Lioy, Accumulation of chlorpyrifos on residential surfaces and toys accessible to children. 1998, Environ Health Perspect.106(1):9-16) aveva evidenziato come il Clorphyrios si accumula in quantità significative nei giocattoli, su pavimenti e superfici assorbenti concludendo che per un bambino di età compresa tra i 3 e 6 anni il livello di esposizione è di gran lunga superiore a quello accettabile per un adulto.

 

Carmela StellaTorna su Torna suDisponi gli articoli a grigliaDisponi gli articoli a lista

Laureatasi in Medicina e Chirurgia presso l’Università agli Studi di Palermo, e conseguita la specializzazione in Chirurgia Generale presso la stessa Università. Durante il corso di studi ha partecipato a diversi stage di approfondimento internazionali presso il Radcliffe Hospital di Oxford. Iscritta all' ordine dei medici chirurghi ed odontoiatri di Messina. Da sempre convinta che persona-psiche e malattia siano tre facce di un’unica globalità, ha approfondito i suoi studi concentrandosi sull’aspetto della prevenzione e cura delle patologie di qualsiasi natura facendo interagire molteplici metodi di cura come ma Medicina Tradizionale Cinese, l’omeopatia, la floriterapia di Bach, il nutrizionismo, la bioelettronica, la medicina ortomolecolare ecc.

 

 

I vostri commenti - Scrivi un commento!

Nessun commento presente

Scrivi un commento!

Articoli correlatiTorna su Torna suDisponi gli articoli a grigliaDisponi gli articoli a lista

eBook - Inquinamento Ambientale e i Danni alla Salute

Cosa sapere per proteggersi

Carmela Stella

Disponibilità: Immediata

Download - Macro eBook - Ottobre 2011 - eBook - Attualità

Questo eBook esamina varia problematiche ambientali e come queste siano strettamente correlate ad uno stato di benessere o malattia, lieve, grave e letale. Le forme di inquinamento, da cui siamo circondati, sono molteplici e... scheda dettagliata

Possiamo aiutarti?

assistenza clienti

I nostri operatori sono a tua disposizione per assisterti.

 

Assistenza Clienti

NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra newsletter e ricevi sconti, promozioni e novità direttamente nella tua casella di posta.

Guadagna subito +50 PUNTI per i tuoi futuri acquisti e premi.



COMMUNITY

Seguici su Facebook
Ti Piace Macrolibrarsi?
Se ti piace clicca su:
   

I LIBRI PIU' VENDUTI

 

SPECIALI