Torna su ▲

Anteprima - Il Potere di Guarigione degli Angeli...

Leggi in anteprima la prefazione dell'autrice!

Anteprima - Il Potere di Guarigione degli Angeli di Isabelle Von Fallois

«Troveremo infine la pace. Sentiremo gli angeli. Vedremo il cielo risplendere di diamanti».
– Anton Cechov –

Negli ultimi anni mi è capitato ripetutamente di incontrare persone che mi raccontavano di vo­ler cambiare la loro vita e di aver fatto anche diversi tentativi che però non hanno mai funzionato. Io stessa invece, con l'aiuto degli angeli, avevo ottenuto quasi tutti i cambiamenti desiderati: queste creature ce­lesti mi hanno aiutato a salvarmi la vita, rimasta appesa a un filo per quattro anni a causa di una grave forma di leucemia, e ancor oggi mi forniscono il loro appoggio per realizzare e vivere i miei sogni.
Alla fine, come nella maggior parte dei casi in cui qual­cosa mi tocca nel profondo e per cui desidero ottenere una risposta non superficiale, mi sono rivolta agli angeli e ho meditato insieme a loro sul perché così tante perso­ne non riescono a trasformare in realtà i loro sogni.
Gli angeli mi hanno comunicato che il più delle volte noi esseri umani cominciamo con entusiasmo qualcosa di nuovo, ma che spesso non subentra la continuità. I dogmi e le convinzioni che ci portiamo dietro per anni agiscono dentro di noi con una forza molto superiore a quanto crediamo: ci sabotano in maniera così sottile che spesso non ci accorgiamo nemmeno di quando il nostro subconscio passa alla modalità automatica.

Credo che ognuno di noi conosca questi meccanismi. Prendiamo il seguente esempio: ci siamo proposti di ali­mentarci in modo più consapevole e di perdere peso, ab­biamo quindi riempito armadietti e frigorifero di cibi ad alto valore nutritivo. Iniziamo la giornata con un'attività fisica e godiamo la fantastica sensazione che suscita nel nostro corpo.
Ma ecco che cosa accade nel giro di pochissimo tempo: o ci prendiamo un raffreddore o ci facciamo male, e così non possiamo proseguire come volevamo con il nostro programma di fitness. Oppure ci invitano a delle feste e non riusciamo a dire di no agli alcolici o a un invitante dessert; probabilmente non ci si limiterà a un bicchiere di birra o a una mousse al cioccolato, per non parlare di altri piatti che ci si piazzano direttamente sui fianchi, an­che se a casa ci eravamo ripromessi di non cedere.
Il motivo di queste "ricadute" risiede nelle sinapsi (connessioni fra cellule nervose) del cervello, che nella vita da noi condotta fino ad ora sono state attivate così spesso da farci (re)agire sempre nello stesso modo in determinate situazioni. Per modificare questi automati­smi e creare nuove sinapsi che ci aiutino a conseguire gli obiettivi desiderati, è necessario lavorare per ventotto giorni di fila a una nuova "programmazione". Vari studi hanno dimostrato che occorrono da ventuno a ventotto giorni per spezzare un vecchio modello e programmar­ne uno nuovo e positivo. Allora nel cervello si formano nuove vie neuronali e quindi altre convinzioni, più favo­revoli alla vita.

Mentre meditavo con loro sull'isola di Maui, nelle Hawaii, gli angeli mi hanno raccomandato vivamente di creare insieme a loro un programma di ventotto gior­ni per aiutare le persone a conseguire i propri obiettivi. L'idea mi è piaciuta fin dal primo istante, dato che avevo già sperimentato effetti meravigliosi e fantastici cambia­menti con programmi analoghi.
Per esempio, dieci anni fa avevo lavorato con il libro di Julia Cameron La via dell'artista: un programma di tre mesi (!) con compiti quotidiani. All'epoca ero estremamente provata dalle numerose chemioterapie a cui ero stata sot­toposta per via della leucemia, ma il mio più grande desi­derio era riuscire di nuovo a eseguire un concerto di pia­noforte. Sapevo però anche che mi sarei danneggiata con le mie mani, perché prima del lungo periodo di malattia ero abituata a esercitarmi al pianoforte dalle quattro alle otto ore al giorno prima di un'esibizione, mentre in quel momento, debilitata com'ero, non ero in condizione di suonare nemmeno per un'ora o un'ora e mezza al giorno.
Era fin troppo evidente che la mia mente brulicasse di pensieri tetri del tipo: "Non ce la farai mai se ti eserciti così poco!", "Ma chi ti credi di essere?", "Non hai nessu­na probabilità di eseguire a memoria tutti i brani!", "Farai una figuraccia e non verrai mai più invitata a tenere un concerto!", "Tutti gli spettatori abbandoneranno la sala!".
Ed ecco che il libro La via dell'artista mi era capitato in mano proprio a proposito. Mi ero dovuta confrontare ogni giorno consapevolmente con i miei dogmi e avevo dovuto lavorare su me stessa per poterli modificare a li­vello profondo.

A ogni modo, avevo concluso il programma in dodici settimane di Julia Cameron quando ormai mancavano pochi giorni alla mia prima esibizione pianistica dopo la leucemia, e immediatamente avevo avuto la prova di come funzionasse davvero. Tre giorni prima del concerto la febbre alta mi aveva di nuovo inchiodata a letto, cosa che ormai da più di un anno e mezzo era all'ordine del giorno, così che non avevo più potuto provare i brani da eseguire. In circostanze normali un simile episodio avrebbe significato la cancellazione del concerto, dato che sarei stata assolutamente convinta di non poter suo­nare decentemente quei pezzi, alcuni dei quali richiede­vano un certo virtuosismo, senza essermi preparata in maniera intensiva negli ultimi giorni prima del concer­to. Ma poiché mi ero sbarazzata fino in fondo delle mie vecchie convinzioni e avevo riposto grande fiducia nelle potenze celesti, il concerto era stato un successo e il pub­blico mi aveva tributato una standing ovation.
Avevo ottenuto risultati fenomenali anche con il pro­gramma in cinque settimane "Living from Vision" di Ilo­na Selke, Rod Newton e Don Paris, come si può leggere nel mio libro Die Engel so nah. A quel punto avevo già un intenso legame con gli angeli, che nel corso delle cinque settimane erano sempre stati al mio fianco. Già allora avevo la sensazione che sarebbe stato meraviglioso cre­are qualcosa di simile con questi esseri e all'improvviso, sull'isola di Maui, essi mi avevano chiesto di scrivere un libro che contenesse un programma in ventotto giorni con gli angeli.

Pochi giorni dopo mio marito Hubert e io ci eravamo alzati molto presto per recarci a un vecchio faro abbando­nato nelle cui vicinanze spesso al mattino compaiono le balene. Per raggiungerlo avremmo percorso la strada che costeggiava l'oceano. Non avevamo mai visto delle ba­lene e già la sera prima ci eravamo preparati all'incontro meditando con l'aiuto di varie dee acquatiche, degli an­geli marini e dell'energia dei delfini. Ciononostante, non avevo la più pallida idea dell'intensa esperienza che mi aspettava. Appoggiata al faro, rabbrividendo avevo be­vuto ancora qualche sorso del tè caldo che avevamo preso lungo il tragitto, godendomi nel frattempo un'atmosfera mattutina mozzafiato, quando a un tratto il mio corpo si era messo a vibrare interiormente in un modo per me del tutto nuovo. Ed ecco che non molto distante avevo già scorto l'enorme pinna di una balena e riconosciuto i tipici suoni di quei cetacei. A poco a poco erano emerse sempre più balene! All'improvviso avevo avuto la sensazione che il mio corpo fosse attraversato da un'energia cristallina estremamente potente che mi aveva aperto il plesso sola­re e il chakra della corona in un modo mai sperimentato prima. Mi ero poi sentita una sola cosa con Tutto ciò che è, provando uno stato di assoluta beatitudine e chiarezza cristallina che era durato per ore.
Quando intorno a mezzogiorno eravamo finalmente arrivati alla nostra spiaggia, ero ancora completamen­te pervasa dall'esperienza appena vissuta e sentivo un forte legame con le balene. Ero persa nelle mie fantasti­cherie quando all'improvviso avevo percepito di nuovo quell'incredibile energia nel plesso solare e la vibrazione del chakra della corona. Mi ero immediatamente messa a sedere: sentivo che le balene mi stavano chiamando. E in effetti avevo individuato in lontananza due pinne che spuntavano dall'acqua. Mai fino ad allora si erano avvistate balene su quella spiaggia. Ero entrata subito in mare, poiché sapevo che sarebbe successo qualcosa di significativo. Avevo appena iniziato a nuotare e già mi sentivo attraversata dai messaggi delle balene, che mi trasmettevano la struttura definitiva di questo libro, come pure gran parte del materiale per il secondo modu­lo del mio seminario ANGEL LIFE COACH® training.

Una volta tornata a riva, avevo afferrato al volo carta e penna, che su consiglio degli angeli mi porto sempre die­tro, e avevo messo per iscritto tutte le comunicazioni delle balene. Davanti ai miei occhi si era formata la suddivisio­ne dei ventotto capitoli di questo libro insieme ai rispettivi angeli e anche qualcosa in più. Avrei voluto cominciare subito a scrivere, ma la vacanza si avvicinava alla fine.
Nel frattempo sono trascorsi sei mesi durante i quali non ho fatto altro che viaggiare per portare gli angeli an­cora più vicino agli esseri umani, e in cui non ho avuto tempo per scrivere. Tuttavia so che in questi sei mesi ho avuto la possibilità di fare delle esperienze importanti, essenziali per questo libro.
Ora mi trovo di nuovo su un'isola e sono in connes­sione con le energie del mare, delle dee acquatiche, degli angeli marini, dei delfini, delle balene, dei gabbiani e de­gli angeli. Sono molto felice di poter finalmente mettere su carta questo programma di ventotto giorni.
Ti saluto di cuore con le energie di trasformazione del mare. Che gli angeli ti aiutino, affinché tu possa pren­derti il tempo per dedicarti con piena determinazione, concentrazione e impegno a questi ventotto giorni. Ti cambieranno radicalmente la vita!

Con amore e profonda solidarietà
Isabelle von Fallois
Ibiza, 1° agosto 2010

P.S.: anche le altre parti del libro sono state scritte perlo­più in località marine. Il libro è quindi pieno di energia del mare che ti aiuterà a trasformare con delicatezza, legge­rezza e grazia – per così dire con fluidità – tutto quello che non ti serve più e a crearti la vita che hai sempre sognato.

 

 

Isabelle Von FalloisTorna su Torna suDisponi gli articoli a grigliaDisponi gli articoli a lista

Isabelle Von Fallois

Otto anni fa Isabelle Von Fallois ha perso quasi tutto nell’arco di una settimana: la sua borsa di studio in California, il suo partner, la sua casa e – quasi – la sua vita quando le fu diagnosticata la leucemia. I medici le dissero che le restavano dai tre giorni alle tre settimane di vita. Era devastata.

L’unica cosa che le restava era la sua musica. Anche se costretta a stare in una camera sterile, da sola, dove nessuno era autorizzato a toccarla a causa del pericolo mortale, i medici compresero che forse la musica le avrebbe salvato la vita e le consentirono di avere un pianoforte elettronico da palcoscenico in camera. La sua disciplina come pianista la aiutò a esercitarsi anche nei momenti più bui. Lavorò ogni momento del suo ricovero in ospedale con preghiere, affermazioni e visualizzazioni.

Sembrava che avesse vinto la leucemia, ed era vero, ma non era al corrente dei forti effetti collaterali della chemioterapia che l'accompagnavano quasi sempre. Ogni concerto che teneva la riportava in pericolo di morte.

Dopo quattro anni di lotta tra la vita e la morte si trovò costretta a prendere una decisione. Visto che varie modalità e terapie di guarigione non l’avevano aiutata del tutto, smise di suonare il pianoforte e passò giornate intere a pregare e meditare, poiché sapeva che questa era la sua ultima possibilità di trovare delle risposte.
Due mesi dopo iniziò a udire e vedere gli angeli. Soprattutto l’Arcangelo Raffaele stava al suo fianco, dandole chiare istruzioni su come tornare in salute. Da quel momento i progressi furono evidenti.

Poiché una gran parte dei pazienti che erano stati in ospedale con lei erano morti, Isabelle Von Fallois decise di dover aiutare le persone a comprendere il potere della preghiera, della meditazione e di lavorare con gli angeli.

Ha studiato diverse tecniche e oggi aiuta le persone a vivere una vita più sana, più felice e più realizzata attraverso seminari, conferenze, coaching spirituale, musica e scrittura.

Il suo primo libro è stato pubblicato in Germania nel gennaio 2009.

 

Articoli correlatiTorna su Torna suDisponi gli articoli a grigliaDisponi gli articoli a lista

Gli Arcangeli

I custodi invisibili della nostra vita

Isabelle Von Fallois

(33)
Nuova ristampa
€ 11,48 € 13,50 (-15%)
Disponibilità: Immediata

Libro - Macro Edizioni - Maggio 2010 - Angeli

In ogni momento della nostra vita possiamo contare sull'aiuto di amici molto speciali, che stanno al nostro fianco anche se non lo sappiamo. Come tutti gli amici, gli Arcangeli ci offrono il sostegno per uscire da situazioni... scheda dettagliata

Il Potere di Guarigione degli Angeli - Libro

Rinnova la tua energia angelica in 28 giorni

Isabelle Von Fallois

(5)
Nuova ristampa
€ 8,33 € 9,80 (-15%)
Disponibilità: Immediata

Libro - Macro Edizioni - Settembre 2012 - Energie di guarigione

Le tue cattive abitudini sono diventate un ostacolo e ti impediscono di guarire e rinnovare la tua energia? Hai provato a cambiare il tuo comportamento ma ricadi sempre negli stessi errori? Senti di aver bisogno dell'aiuto... scheda dettagliata

 

Macrolibrarsi Assistenza Chat

 

Assistenza Clienti

NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra newsletter e ricevi sconti, promozioni e novità direttamente nella tua casella di posta.

Guadagna subito +50 PUNTI per i tuoi futuri acquisti e premi.



COMMUNITY

Seguici su Facebook
Ti Piace Macrolibrarsi?
Se ti piace clicca su:
   

I LIBRI PIU' VENDUTI

 

SPECIALI