Torna su ▲
Avvento 2016
Idee Regalo

Anteprima Allattare, un Gesto d'Amore LIBRO di...

Anteprima della nuova edizione di Allattare, un Gesto d'Amore scritto da Tiziana Catanzani e Paola Negri, in questo testo ti guideranno su come vivere con serenità l'esperienza dell’allattamento.

Anteprima Allattare, un Gesto d'Amore LIBRO di Tiziana Catanzani e Paola Negri

Sì, proprio così, un gesto d'’amore! Detta così poi ci sarebbe piaciuto proseguire su quanto è bello, naturale, vantaggioso, economico, salutare e tutto quanto di positi- vo ci veniva in mente sull’allattamento. Poi però ci siamo fermate e abbiamo fatto un passo indietro, ripensando al primissimo momento in cui il bambino nasce.

È un piccolo cucciolo caldo, tremante, che accogliamo nelle nostre braccia: era da tanto che volevamo incontrarlo! È il magico incontro e lo affrontiamo con timore e trepidazione.

Lui respira, si muove, freme su di noi. Tutt'’attorno non esiste nulla: non c’è suono, non c’è parola o gesto che possano allontanarci da lui. Siamo ubriache di fatica e di gioia, stordite di tenerezza, sbaragliate di euforia.

I suoi occhi ci guardano, ci guardano proprio, e in quell'incrocio di sguardi c’è tutto il nostro mondo, passato, presente e futuro. Quel primo irripetibile sguardo ci inchioda, suggella per sempre il nostro patto d'’amore con quel minuscolo essere che ha appena varcato la soglia di questa vita.

In questa dimensione non c’è nulla di razionale, siamo solo due innamorati che si incontrano, si toccano e vogliono dividere per sempre il resto della loro vita. Lo sappiamo e lo sentiamo da subito, senza bisogno di spiegazioni scientifiche.

Ma la fisiologia e la scienza stessa oggi ci confermano ciò che noi donne sappiamo da sempre. Infatti, gli studi dimostrano che, nel momento in cui il nostro bambino viene al mondo, siamo sotto l’'effetto di un complesso cocktail di ormoni che provocano una sorta di dipendenza dell'’uno nei confronti dell’altro proprio lì, nei primi istanti di vita. Se abbiamo la possibilità di guardare negli occhi il nostro bambino (e le sue pupille completamente dilatate per effetto di questi ormoni rendono il suo sguardo irresistibile), se possiamo stringerlo a noi, pelle-a-pelle, accarezzarlo, annusarlo, è proprio in questo momento che iniziano l’'attaccamento, l'’interdipendenza, l'’innamoramento.

Se non disturbato, ogni neonato riesce, con il suo istinto potentissimo, a raggiungere, anche senza aiuto, il seno della mamma. E quando lo trova può leccarlo, attaccarcisi con decisione o con più delicatezza; il seno è comunque il suo porto sicuro e in questo porto ritorna per abbandonarsi. Dopo il lungo e faticoso viaggio è di nuovo a casa. Il nostro bambino succhia al seno e sembra averlo fatto da sempre.

La sua prima poppata, e tutte le altre che seguiranno, suggelleranno ogni volta questa sapienza antica che gli appartiene e che appartiene anche a noi donne, donne come madri. È ormai ampiamente noto e dimostrato che il 97% delle donne può allattare e una ricerca in Italia dimostra che almeno il 95% lo vorrebbe.

Cosa ci dicono questi numeri? La fortuna, che tanto si invoca quando si parla di allattamento, non c’entra nulla. Questa percentuale evidenzia chiaramente che tutte le donne, a parte una piccolissima minoranza con problematiche circoscrivibili, sono state predisposte dalla natura a nutrire il proprio piccolo allo stesso modo in cui sono state in grado di concepirlo e metterlo al mondo. Ne consegue, allora, che tutte possiamo allattare.

La mancanza di un sostegno competente e attento alla crescita di quel rapporto che abbiamo descritto ha provocato una regressione dell'’allattamento al seno negli ultimi cento anni, a favore dell'’introduzione sempre più massiccia e impropria di sostituti del latte materno.

L’'allattamento al seno, a oggi, è una pratica che non fa parte della cultura corrente. Figlie del boom del biberon, non abbiamo potuto vedere e imparare dalle nostre madri, dalle nostre parenti o vicine più prossime.

Pensiamo, ad esempio, al modo di rappresentare la presenza di un bambino appena nato nella comune iconografia: l’'immagine del biberon è una delle più frequenti; molto più raramente si trovano immagini di madri che allattano al seno. Il simbolo per eccellenza di questa “virata culturale” sono, in assoluto, le bambole che si trovano in commercio: sempre corredate di ciuccio e biberon pronto per l’utilizzo. Così nell'’immaginario femminile fin da bambini si trasmette l’idea che la bottiglia è il mezzo più ovvio per far crescere il neonato.

È importante riappropriarci in pieno del gesto di allattare perché ci offre la possibilità di recuperare una parte fondamentale del rapporto con il nostro bambino e con la nostra femminilità. Una parte molto “fisica”, che attinge a conoscenze e competenze antiche e che ci consente di rispondere adeguatamente alle esigenze del nostro bambino.

L'’allattamento ci dà la possibilità di vivere con consapevolezza i cambiamenti e gli adattamenti che la crescita e la convivenza comportano. La presenza sempre più importante di associazioni e movimenti sull’'allattamento, di specialisti in materia, sono il chiaro segno che le cose stanno cambiando e che le donne hanno bisogno di sapere e tornare a quanto gli appartiene.

E così anche noi, in questo percorso, parlando di allattamento, cercheremo di offrire delle informazioni concrete sui vari aspetti di questa pratica partendo dal punto di vista dei bisogni delle mamme e dei bambini.

Tutti abbiamo diritto di compiere scelte basandoci su informazioni corrette e aggiornate.

Ogni mamma dovrebbe essere messa nelle condizioni di chiedere e ottenere quanto di meglio per sé e per il proprio bambino, nel rispetto delle differenze e delle condizioni personali. Sappiamo e spiegheremo che l’'allattamento ha “impatto a lungo termine”. Questo significa che lascia al neonato un’'eredità di cui beneficerà per molti anni, sotto l’aspetto della salute fisica e psicologica.

È importante sapere cosa doniamo a noi stesse e al nostro bambino nel corso del tempo e cosa gli lasciamo, nutrendolo del nostro latte. Ne parliamo con la voce delle mamme che siamo e di tutte le centinaia che abbiamo avuto il piacere di incontrare lungo il nostro percorso di consulenti, basandoci anche sulle evidenze scientifiche e sulle raccomandazioni più aggiornate.

Siamo consapevoli che non sempre l'’inizio avviene come mamma e bambino meriterebbero, che ci sono parti prematuri, cesarei o eventi che richiedono una separazione precoce, talvolta anche di lunga durata. In questi casi l'’allattamento assume un'’importanza ancora maggiore, se possibile, proprio perché consente a ogni madre di fare qualcosa per il proprio bambino, qualcosa che nessun altro al di fuori di lei può fare. Ogni operatore competente lo sa e dovrebbe incoraggiare in ogni modo la madre ad avviare e mantenere la produzione del proprio latte.

Come mamme abbiamo imparato anche che l'’allattamento non è sempre facile: a parte i problemi che ognuna può incontrare, di cui tratteremo i più comuni, sappiamo che ci sono momenti di dubbio, di sconforto, di stanchezza, ma, e possiamo dirlo altrettanto consapevolmente, anche tanti momenti di gioia e di grande soddisfazione che rimarranno per sempre impressi nel cuore.

Allattare al seno è un diritto di salute per ogni mamma e per ogni bambino. Ma è anche un’'opportunità per crescere, un gesto semplice che cambia la cultura, un atto politico. Siamo perciò sicure che allattare al seno è, prima di ogni altra spiegazione e dimostrazione scientifica, proseguire quello che è iniziato con il concepimento, camminare assieme guardandosi negli occhi, fare crescere una storia d'’amore, progettare e porre le basi per una società migliore

 

Tiziana CatanzaniTorna su Torna suDisponi gli articoli a grigliaDisponi gli articoli a lista

Tiziana Catanzani

Tiziana Catanzani, si occupa di allattamento materno dal 1998.

È stata Consulente de La Leche League Italia. Dal 2003, anno in cui si diploma Consulente Professionale in Allattamento materno, IBCLC, lavora in questo ambito a livello professionale mantenendo il titolo nelle ricertificazioni. Dal 2007 è educatrice perinatale (con percorso MIPA). Dal 2011 collabora con il Comitato Italiano per l’UNICEF in qualità di Valutatore nell’Iniziativa “Insieme per l’Allattamento – Ospedali & Comunità Amici dei Bambini”.

Svolge attività di consulenza in libera professione in ambito privato e nei gruppi ed è formatrice sull’allattamento materno per il MIPA Centro Studi (Movimento Internazionale Parto Attivo) e per i gruppi di auto-aiuto. Madre di 5 figli, vive in Umbria con la sua famiglia.

 

Paola NegriTorna su Torna suDisponi gli articoli a grigliaDisponi gli articoli a lista

Paola Negri

Paola Negri vive a Romola (FI) con il marito e i quattro figli. Laureata in Scienze Forestali, ha iniziato ad occuparsi di allattamento dalla nascita del primo bambino, avvenuta nel 1996, entrando a far parte come consulente volontaria dell’associazione La Leche League Italia, attività proseguita fino al 2004.

L’interesse per l’allattamento è cresciuto negli anni fino al conseguimento del diploma di consulente professionale IBCLC, nel 2002, e ha lavorato nella formazione per il MIPA. È inoltre educatrice perinatale.

Oggi lavora a contatto con le mamme e nella formazione specifica rivolta a operatori sanitari all'interno dell'associazione culturale “Insieme Allattiamo”, di cui è socia fondatrice. Si occupa attivamente di tematiche inerenti alla protezione dell'allattamento e di alimentazione infantile all’interno dell’associazione di volontariato IBFAN Italia, di cui è vice-presidente.

 

I vostri commenti - Scrivi un commento!

Nessun commento presente

Scrivi un commento!

Articoli correlatiTorna su Torna suDisponi gli articoli a grigliaDisponi gli articoli a lista

Allattare, un gesto d'amore

Come vivere con serenità l'esperienza dell’allattamento

Tiziana Catanzani, Paola Negri

(1)
€ 16,92 € 19,90 (-15%)
Disponibilità: Immediata

Libro - Bonomi Edizioni - Novembre 2015 - Allattamento e Svezzamento

Nuova Edizione Finalmente una guida aggiornata e completa sull'allattamento, nei suoi molteplici aspetti e momenti, e sulla vita in famiglia con un bebè! In questo libro troviamo tutta la passione, l'esperienza, la... scheda dettagliata

Possiamo aiutarti?

assistenza clienti

I nostri operatori sono a tua disposizione per assisterti.

 

Assistenza Clienti

NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra newsletter e ricevi sconti, promozioni e novità direttamente nella tua casella di posta.

Guadagna subito +50 PUNTI per i tuoi futuri acquisti e premi.



COMMUNITY

Seguici su Facebook
Ti Piace Macrolibrarsi?
Se ti piace clicca su:
   

I LIBRI PIU' VENDUTI

 

SPECIALI