Macrolibrarsi.it
800 089 433 / 0547 346 317
Assistenza Clienti — Lun/ven 9:00-18:00

Spugna Barriera Corallina - Prima Scelta



Prezzo: € 17,30
Tutti i prezzi includono IVA
Formati alternativi
Formato Prezzo


Aggiungi ai preferiti
  • Quantità disponibile

    Solo 2 disponibili: affrettati!
  • Disponibilità: Immediata

    Ordina entro 16 ore 7 minuti.
    Consegna stimata: Martedì 13 Dicembre
  • Guadagna punti +18

    Accumula credito per i prossimi acquisti. Leggi di più

Update del 11 Dicembre 2016. Questo oggetto, denominato Spugna Barriera Corallina Imb. 1a - 13cm Diametro, prodotto da Spugnificio Rosenfeld, che trovi nella categoria Igiene personale e fa parte della sottocategoria Spazzole e spugne per la pulizia del corpo. L’articolo è "Disponibilità: Immediata". Il valore del prodotto è pari a € 17,30.

Possiamo aiutarti?

I nostri operatori sono a tua disposizione per assisterti.

Contattaci
assistenza clienti

SPEDIZIONE GRATUITA

per ordini superiori ai 29 € in tutta l'Italia

CONTRASSEGNO GRATUITO

Puoi pagare comodamente in contanti

RESO GRATUITO

Hai 15 giorni di tempo per rendere l'articolo

Le spugne Sea Sponge Rosenfeld vengono dall'Oceano Atlantico ed hanno una struttura media dei pori.

Le spugne che popolano la barriera corallina sono 1.500. Tra queste, l'azienda di Trieste sceglie solo la migliore qualità e le forme più armoniose.

La spugna che proviene dala barriera corallina è molto simile alla spugna mediterranea, ha un tessuto delicato e una durata più breve.

Tuttavia, è il più venduta a causa del rapporto qualità-prezzo.

La  spugna della barriera corallina viene selezionata per qualità:

  • La prima scelta: la migliore qualità di spugne, di forma regolare e molto rotonda.
  • La seconda scelta: le spugne più economiche, piatte e irregolari.
  • La terza scelta: spugne destinati all'uso nel settore industriale.

Istruzioni per l'uso; Risciacquare accuratamente la spugna dopo l'uso per evitare che residui di sapone o detergenti corrodano il tessuto, rendendola viscida e debole.

La spugna non deve venir lavata a più di 40° altrimenti si infeltrisce.

Pulizia della spugna

Nell'uso quotidiano, la spugna naturale utilizzata come spugna da bagno va pulita al termine di ogni attività d'impiego, sotto l'acqua corrente non troppo calda (mai con temperature superiori ai 50°C), per evitare che residui di sapone o detergente ne corrodano il tessuto rendendolo viscido e debole. La spugna va lasciata asciugare dopo averla strizzata con cura, così da non generare la maturazione di muffe e preservarne la lunga durata. È preferibile lasciarla asciugare in luogo aerato, accorgimento che ne preserva anche una più lunga durata.

Per eliminare il senso di viscosità che può insorgere quando la spugna non è stata sempre ben pulita o per ravvivarne il colore, versate un cucchiaio di bicarbonato di sodio in un recipiente d'acqua calda di dimensioni leggermente superiori a quelli della spugna. Immergete la spugna e strizzatela per un paio di volte, poi lasciatela nel recipiente per 15 minuti circa.
Finito il tempo di ammollo, risciacquate bene la spugna e lasciatela asciugare in modo naturale.

Se la vostra preoccupazione è di renderla sterile dopo un suo particolare utilizzo, la spugna può essere immersa in acqua con un cucchiaio di disinfettante antibatterico disponibile in commercio, per un'ora circa.

Che cos' è una spugna di mare naturale

Le spugne sono animali appartenenti al gruppo dei Poriferi (Phylum Porifera) nome che deriva dal latino porus e ferre e che significa "portatori di pori". Sono metazoi cioè animali pluricellulari ma con una organizzazione corporea piuttosto semplice infatti non possiedono dei veri tessuti ma piuttosto singole cellule specializzate nello svolgimento di determinate funzioni come ad esempio la costruzione degli elementi dello scheletro, la nutrizione e la riproduzione.

Ecologicamente le spugne sono tipicamente bentoniche (cioè vivono fissate sul fondale), quasi esclusivamente marine (esistono pochissime specie di acqua dolce) e sospensivore ovvero si nutrono filtrando l'acqua e trattenendo l'alimento costituito principalmente da microalghe, batteri e protozoi trasportati al loro interno da un'intricatissima rete di canali.

Essendo prevalentemente asimmetriche, la loro forma corporea è estremamente varia, infatti possono essere incrostanti cioè spugne dal ridotto spessore ma dall'ampia superficie, tubulari simili a tubi cavi oppure a cuscino o a vaso.

Anche le loro colorazioni e dimensioni sono molto variabili con colori anche sgargianti (giallo, blu, viola, arancione, rosso...) e misure che vanno da pochi millimetri ad anche un paio di metri di lunghezza. Ad oggi ne sono state descritte circa 9000 specie.

Il Phylum dei poriferi è suddiviso in tre classi distinte in base alle caratteristiche degli elementi che costituiscono il loro scheletro.

Troviamo la classe Calcarea le cui specie hanno lo scheletro formato da carbonato di calcio (CaCO3), la classe Hexactinellida con spugne a scheletro siliceo (biossido di silicio SiO2) e la classe Demospongiae costituita da spugne il cui scheletro è prevalentemente formato da un intreccio di collagene organico, organizzato in una struttura di derivazione proteica detta spongina.

Sono proprio le peculiarità dello scheletro di queste ultime spugne (Demospongiae) a costituire quelle di interesse commerciale, utilizzate fin dai tempi antichi quali prodotti per l'igiene e la cura della persona.

La più conosciuta ed apprezzata spugna utilizzata per la cura della persona è la spugna mediterranea Spongia officinalis (Linneo, 1759), specie il cui utilizzo è documentato già dal IV secolo A.C.

 

Golden Books S.r.l.
Via Emilia Ponente 1705
47522 Cesena (FC)
P.iva e C.F. e C.C.I.A.A. 03271030409
Reg. Impr. di Forlì – Cesena n.293305
Capitale Sociale € 12.000 I.V.
Licenza SIAE 4207/I/3993
Macrolibrarsi è un marchio registrato
di Golden Books S.r.l. - Nimaia e Tecnichemiste